toba60

Analisi Biomeccanica degli Arti Inferiori Nella Corsa

Chi scrive è una persona che se solo dovesse ritornare indietro avrebbe dedicato molto meno tempo ad allenarsi e molto di più per correggere la sua tecnica di corsa.

È un consiglio che do ad ognuno di voi che correte e che credetemi vi sarà assai utile.

Toba60

Analisi Biomeccanica della Corsa

Molte persone pensano che se possono camminare, possono correre, ma non è così. In generale, nell’analisi dell’andatura della deambulazione, la divideremo in fase in piedi e fase oscillante: la fase in piedi rappresenta circa il 60% del ciclo della camminata e la fase oscillante rappresenta il 40%.

Il ciclo dell’andatura della corsa è suddiviso in: periodo di atterraggio, periodo di supporto, periodo di sollevamento delle gambe e periodo di aria.

La più grande differenza tra i due è che la corsa ha un periodo di volo, che richiede una forza della parte inferiore del corpo molto elevata e propriocezione.

Da questo diagramma cinetico si evince chiaramente che la corsa richiede un maggiore equilibrio, una maggiore forza muscolare, una maggiore ampiezza di movimento delle articolazioni e un aumento delle forze di reazione al suolo fino al 250% del peso corporeo.

Perché tanti corridori si infortunano? Può darsi che la sua postura di corsa non sia scientifica, ma la struttura funzionale del suo corpo è a posto, per esempio se il range di movimento delle articolazioni degli arti inferiori è normale e se la biomeccanica è in un range sicuro; se fa allenamento funzionale, come il core training, ecc. Molti corridori sono impiegati e i loro muscoli glutei sono ovviamente deboli dopo un lungo periodo di lavoro sedentario.

Alcuni corridori soffrono delle condizioni sopra menzionate durante la corsa: bacino storto, inarcamento interno del ginocchio e altri problemi. Questi sono fattori di rischio per le lesioni da corsa. Potrebbe avere un problema funzionale o strutturale del corpo. Prendiamo l’esempio dei piedi piatti: molte persone con i piedi piatti mostrano una rotazione in avanti del piede, una rotazione interna della tibia, un bacino storto e una colonna vertebrale storta quando camminano o corrono.

Poiché il nostro corpo è un tutt’uno, le articolazioni sono interconnesse e se un’articolazione ha un problema, le articolazioni vicine compensano.

动图

Andatura del piede piatto

动图

Menisco laterale soggetto a lesioni

动图

Dolore alla schiena

Inoltre, la biomeccanica del piede e della caviglia è un fattore importante da considerare. Incontriamo molti corridori che dicono di soffrire di dolore all’Achille e che, dopo una valutazione, scoprono di avere problemi di rotazione interna ed esterna del piede.

L’articolazione del piede e della caviglia può essere suddivisa in avampiede, mesopiede e retropiede.

Il problema della pronazione viene suddiviso in pronazione del retropiede e pronazione dell’avampiede. Questa è la chiave dell’efficacia della riabilitazione e della correzione.

Le ossa del piede si muovono in direzioni diverse

La soglia per la pronazione è di 5°. L’allenamento funzionale può essere efficace fino a 5°, ma oltre i 5° si consiglia di indossare plantari.

Rotazione interna ed esterna del piede

Prima e dopo aver indossato le solette ortopediche

Lo squat monopodalico è un movimento comunemente utilizzato per la valutazione. Molti corridori che riferiscono un fastidio al fascio ileotibiale presentano un inarcamento interno del ginocchio, un movimento che indica che ogni movimento di corsa è uno sforzo per il fascio ileotibiale e, nel tempo, può essere accompagnato da un’anca che scatta. In questo caso gli consigliamo di rafforzare il gluteo medio.

Infine, non dimentichiamo di osservare i movimenti della colonna vertebrale e i movimenti degli arti superiori del corridore. Ho incontrato diversi amici con scoliosi che hanno sviluppato dolori alla schiena dopo aver corso. È quindi consigliabile sottoporsi a uno screening del rischio di esercizio fisico prima di scegliere di fare attività fisica e, in caso di problemi strutturali funzionali, rivolgersi a una struttura specializzata per la riabilitazione prima di riprendere l’attività fisica.

Quelle che avete avuto modo di vedere sono delle indicazioni essenziali che avrò modo di approfondire in un prossimo editoriale.

Fonte: Sports Medicine Tribe Public Platform

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code