toba60

Argento Colloidale Minerale Miracoloso Soppresso dalla Medicina

Ci sono terapie millenarie che attualmente non hanno alcuna validità scientifica per il solo fatto che funzionano …….

….questa e’ la nuova Normalità.

Toba60

Argento Colloidale Minerale Miracoloso

L’argento è stato usato per la guarigione già nel 4000 a.C. I documenti persiani menzionano la pratica di conservare l’acqua in vasi d’argento. Le antiche civiltà babilonese e greca erano consapevoli della capacità dell’argento di disinfettare. L’argento colloidale era usato come rimedio già nell’antico Egitto. Continuò ad essere usato nel Medioevo per trattare le ferite.

I romani riportarono l’uso di composti d’argento per il trattamento medico. Prima dei giorni della refrigerazione, l’argenteria o una moneta d’argento venivano tenute nell’acqua potabile e nel latte per evitare il deterioramento. L’argenteria divenne preziosa per la preparazione, il servizio e la conservazione degli alimenti perché si riconobbe che il cibo trattato in recipienti d’argento si conservava più a lungo e aveva meno probabilità di causare malattie.

Il numero di marzo 1978 di Science Digest aveva un articolo intitolato Silver Our Mightiest Germ Fighter in cui si affermava che più della metà delle compagnie aeree del mondo usano acqua trattata con argento come metodo di scelta per proteggere i passeggeri dalle malattie causate dall’acqua.

È un fatto accettato che i migliori, e di solito i più costosi, filtri del sistema di trattamento dell’acqua contengono argento. Inoltre, l’articolo citava il dottor Harry Margraf, St. Louis Missouri, che diceva: “Grazie ad una ricerca che apre gli occhi, l’argento sta emergendo come una meraviglia della medicina moderna. Un antibiotico uccide forse una mezza dozzina di diversi organismi di malattia, ma l’argento ne uccide circa 650. I ceppi resistenti non riescono a svilupparsi… l’argento è il miglior combattente di germi che abbiamo”. Infatti nessun batterio conosciuto ha sviluppato un’immunità all’argento.

Secondo l’enciclopedia “L’elemento argento esibisce proprietà battericide non completamente comprese, anche se si pensa che queste siano il risultato della sua capacità di assorbire l’ossigeno. L’argento colloidale è usato come antisettico, germicida, astringente, caustico e per la sterilizzazione dell’acqua e per arrestare le emorragie coagulando il sangue. Gli astringenti agiscono restringendo i tessuti e riducendo la permeabilità (passaggio di gas o liquidi) delle membrane.

Possono essere usati internamente per diminuire la secrezione mucosa in un mal di gola, controllare la diarrea o ridurre la secrezione di acido dello stomaco. Esternamente, sono usati per condizioni come l’herpes labiale, l’edera velenosa o le emorroidi e come deodoranti antisettici che eliminano i microrganismi che causano gli odori”. Nel 1953, il manuale ufficiale del Corpo Ospedaliero della Marina degli Stati Uniti affermava;

Argento Colloidale
L’alternativa naturale agli antibiotici
Voto medio su 12 recensioni: Buono
€ 8,90

I composti dell’argento hanno un’ampia varietà di usi come caustici, astringenti, antisettici e germicidi. La loro attività risiede nello ione argento, che è un precipitante proteico. È tossico per i batteri facendo precipitare le proteine nel protoplasma dei batteri. Le preparazioni d’argento colloidale, in cui l’argento non esiste in larga misura come ioni liberi, agiscono con un effetto antisettico più blando e prolungato, determinato dalla formazione di un composto proteico d’argento che libera lentamente piccole quantità di argento ionico.

I composti d’argento colloidali contengono molto poco argento ionizzabile. L’uso di qualsiasi preparazione d’argento per un lungo periodo può causare uno scolorimento blu permanente della pelle e delle membrane mucose (in particolare le labbra e sotto le unghie) noto come Argiria. Non sono noti effetti negativi dell’argiria sulla salute. I preparati di argento colloidale contengono alte concentrazioni di argento, in gran parte in forma non ionizzata. Il loro valore antisettico dipende dall’attività degli ioni d’argento liberi e non dal loro contenuto. Non precipitano le proteine ma penetrano nei tessuti. Quelli menzionati qui sono le proteine d’argento e gli alogenuri d’argento.

I preparati di argento colloidale sono usati come antisettici, in particolare per l’applicazione sulle membrane mucose di occhi, naso, gola, uretra, vescica e colon. Sono comunemente usati per le infezioni del tratto respiratorio superiore. Sono anche efficaci come profilassi contro la gonorrea, nelle irrigazioni uretrali circa 1 ora dopo l’esposizione. Sono preparati sotto forma di soluzioni, unguenti, tamponi, supposte e tamponi.

I batteri stanno sviluppando immunità ai moderni antibiotici specializzati a un ritmo allarmante. La comunità medica lo ha riconosciuto pubblicamente per anni. Il Los Angeles Times ha riportato in un articolo intitolato Arsenal of Antibiotics Failing as Resistant Bacteria Develop October 23,1994 “Ma negli ultimi dieci anni, un’ampia resistenza agli antibiotici ha cominciato ad emergere. E poiché i batteri possono trasferire i geni tra di loro, gli esperti si aspettano solo che la resistenza cresca. Il potenziale incubo è un ceppo di Andromeda, un super-microbo immune a tutti gli antibiotici che potrebbe causare il caos”. L’UCLA Medical Center ha riferito che “l’argento colloidale … ha ucciso ogni virus che è stato testato in laboratorio”.

L’argento colloidale è considerato dalla Food and Drug Administration (FDA) come un farmaco pre-l938. Le compagnie farmaceutiche hanno fatto pressione per questo e hanno avuto successo, perché era più redditizio produrre antibiotici “di design” che uccidevano solo da sei a otto “insetti”. Si sa che prima del 1938 l’argento colloidale veniva somministrato in quasi tutti i modi in cui oggi vengono usati i farmaci moderni. Questi usi includevano per via endovenosa, orale e topica, cioè gargarismi per la gola, collirio, doccia, ferite aperte e ustioni, per le quali è particolarmente efficace grazie alle sue proprietà disinfettanti e astrigenti combinate. Protegge il tessuto delle ustioni, altamente sensibile, dall’infezione e promuove una rapida guarigione.

I test medici contemporanei non indicano effetti avversi noti dall’uso dell’argento colloidale correttamente preparato, e non c’è mai stato un caso registrato di interazione o reazione con qualsiasi altro farmaco. Riduce con successo la durata e la gravità dei disturbi infettivi. Questo è di immensa importanza alla luce dei recenti rapporti che le malattie infettive sono il terzo più grande killer del pianeta.

L’argento colloidale consiste in molecole o argento puro sospeso elettricamente in acqua potabile pulita. Oggi è fatto guidando un fulmine nell’argento fine. Questo processo fa a pezzi le molecole d’argento e le deposita con un’alta carica elettrica nell’acqua. L’argento colloidale di più alto grado è fatto da argento .999 in acqua distillata al 99%. L’argento colloidale distrugge i batteri e le infezioni semplici, i virus, il lievito, i funghi e i parassiti mentre protegge gli enzimi naturali del corpo.

L’argento colloidale è stato usato con successo contro 650 malattie, tra cui: artrite, piede d’atleta, feumonia batterica, infezioni della vescica, parassiti del sangue, foruncoli, cancro, candida, diabete, febbre da fieno, herpes, leucemia, lupi, malattia di Lyme, psoriasi, reumatismi, tigna, infezioni da stafilococco e streptococco, condizioni settiche di occhi, orecchie, bocca e gola, herpes zoster, cancro della pelle, ulcere e tonsillite.

L’argento colloidale può essere applicato a tagli, graffi, morsi di insetti e condizioni della pelle come l’acne e l’eczema ed è così sicuro che è una pratica comune negli ospedali americani per i medici mettere alcune gocce negli occhi dei neonati per uccidere i batteri che possono causare cecità.

Argento Colloidale - 10 ppmVoto medio su 118 recensioni: Da non perdere
€ 0,00

Analizzando campioni di capelli, il Dr. Robert Beiker notò una correlazione tra bassi livelli di argento e malattie. Credeva che una carenza di argento fosse la causa del cattivo funzionamento del sistema immunitario. Gli esperimenti del Dr. Beckers hanno concluso che l’argento funziona su una vasta gamma di batteri senza effetti collaterali negativi e senza danni alle cellule del corpo.

Il dottor Beiker afferma anche che in presenza dello ione d’argento, le cellule cancerose si ritrasformano in cellule normali, indipendentemente dalla loro posizione nel corpo.

Oggi, con i progressi della tecnologia, la fabbricazione dell’argento colloidale è molto avanzata e superiore all’antiquato metodo di macinazione che era più popolare prima del 1938. L’argento colloidale più vantaggioso e di alta qualità è il risultato della procedura elettro-colloidale non chimica che utilizza la tecnica dell’arco elettrico. Questo metodo permette di misurare la concentrazione di argento colloidale in parti per milione (PPM). Il modo migliore per accertare se un prodotto è un vero argento colloidale è esaminare gli ingredienti. Additivi o stabilizzatori possono rendere il prodotto inadatto.

La refrigerazione può indicare che c’è un ingrediente (additivo) che potrebbe rovinarsi a temperatura ambiente. La stabilità a lungo termine è un aspetto importante dell’argento colloidale. Cercando di impressionare il pubblico, alcune aziende optano per una maggiore concentrazione di argento, ma poi la necessità richiede l’uso di stabilizzatori o di una proteina per legare l’argento. Il problema principale con l’uso di stabilizzatori e proteine è che riducono i benefici antimicrobici legandosi all’argento, e quindi contengono livelli più alti di argento per compensare questa ridotta efficacia.

E’ qui che bisogna fare molta attenzione.

Il consumo di centinaia di volte la quantità raccomandata di argento stabilizzato può provocare l’Argiria (lo scolorimento della pelle dovuto ai depositi di argento). Non ci sono casi documentati di argiria dall’uso di argento colloidale puro (senza stabilizzatori o additivi). Da notare che c’è una carica elettrica intrinseca nella molecola di idrocarburo dei contenitori di plastica. Questo attira l’argento fuori dalla soluzione, legandolo alle pareti del contenitore.

È anche sesibile alla luce e al calore. Pertanto, la conservazione dell’argento colloidale dovrebbe avvenire in vetro colorato, in un luogo fresco e buio, ma non in frigorifero.

L’argento colloidale non è “specifico per i germi” come gli antibiotici di prescrizione disponibili oggi. Ha una lunga durata di conservazione (a condizione che sia conservato correttamente) e, forse la cosa migliore dell’argento colloidale è che è disponibile senza una visita al medico!

Steve LaFontaine

Fonte: quantumbalancing.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code