toba60

Bruce Willis, Afasia e Vaccini Contro il COVID

Sono milioni oramai le persone che nutrono seri dubbi sul loro operato in merito alla inoculazione del vaccino, io personalmente non penso sia dovuto ad una revisione oculata dettata dal buon senso, ma da quella stessa paura che li ha indotti a farlo.

Toba60

Un altro rischio vaccinale che merita una certa attenzione

Con molti decenni di notevole popolarità alle spalle, Bruce Willis ha fatto notizia annunciando la fine della sua carriera alla relativamente giovane età di 67 anni. La ragione era l’afasia cerebrale che è una perdita di linguaggio e di capacità di comunicazione, più spesso associata a ictus. Non ci sono soluzioni mediche facili o veloci per l’afasia.

Actor Bruce Willis

Un certo numero di notizie ha indicato che la sua malattia si stava costruendo nel corso di alcuni anni per Willis.

Ciò che non è ampiamente noto è che ci sono prove significative che i vaccini COVID causano anche l’afasia. Questo non dovrebbe essere sorprendente perché molti impatti avversi dei vaccini COVID coinvolgono problemi di sangue e coaguli che possono colpire il cervello.

Qui ci sono i dati dal sistema CDC VAERS sugli impatti di afasia del vaccino COVID.

Si noti che questo impatto del vaccino colpisce soprattutto le persone anziane.

Ecco alcuni casi di afasia dal sistema VAERS:

VAERS ID:906282 (storia) Dato il vaccino alle 712 pm il 12/20/20. A circa 715 pm, ha cominciato a schiarirsi la gola e poi è diventato incapace di parlare, seguita da rantoli udibili e respiri brevi e poco profondi. Alle 1923, le fu somministrata dell’epinefrina. Alle 1928, è stata in grado di parlare di nuovo ed è stata trasportata al pronto soccorso. La paziente riferisce che dopo l’arrivo al pronto soccorso, i sintomi sono tornati. Le è stato somministrato Benadryl PO, seguito da Benadryl IV, e poi una seconda dose di Epinefrina. È stata ricoverata in terapia intensiva per l’osservazione

VAERS ID:907710 (anamnesi) Circa 30 minuti dopo l’iniezione si sentiva il cervello annebbiato e aveva difficoltà a trovare le parole; Circa 30 minuti dopo l’iniezione si sentiva il cervello annebbiato e aveva difficoltà a trovare le parole; E’ come se dovessimo concentrarci più del solito per fare cose di routine; Questa è una segnalazione spontanea da parte di un consumatore contattabile (il paziente stesso).

Un uomo di 44 anni ha ricevuto BNT162B2 (PFIZER-BIONTECH COVID-19 VACCINE, numero di lotto Ej1685), intramuscolo sul braccio sinistro, come prima dose singola il 20Dic2020 (alle 06:30) per l’immunizzazione COVID-19. Il paziente non aveva un’anamnesi medica rilevante.

Non sono stati forniti rilevanti farmaci concomitanti. Circa 30 minuti dopo l’iniezione sentiva nebbia cerebrale e aveva difficoltà a trovare le parole. Un’altra infermiera che è stata vaccinata nello stesso momento si è sentita allo stesso modo. E’ come se dovessimo concentrarci più del solito per fare cose di routine. Il paziente non è stato trattato per gli eventi.

Il paziente non ha eseguito il test COVID prima della vaccinazione, ma dopo la vaccinazione il tampone nasale, Rapid PCR, era negativo. Si stava riprendendo dagli eventi; Commenti del mittente: Rapporto(i) collegato(i): US-PFIZER INC-2020504556 stesso farmaco, stesso evento e paziente diverso

VAERS ID:911587 (storia): da 5 a 10 minuti dopo aver ricevuto il vaccino ha iniziato a sentirsi “ubriaco”, ansioso, paranoico. I muscoli divennero leggermente tesi e i denti si strinsero. Gli aspetti fisici sono durati solo un breve periodo (10-15 minuti), l’ansia, la paranoia e la sensazione di “ubriachezza” sono durate circa un’altra ora. Un’ora dopo aver ricevuto il vaccino ho iniziato a sperimentare nausea e vomito con estrema indolenzimento muscolare che era generalizzato e stanchezza. Dopo un sonnellino la nausea e il vomito si sono risolti. Si è svegliata con sudori freddi e brividi.

Ha iniziato a sperimentare dimenticanza e problemi a pensare correttamente. Problemi a trovare le parole, a conversare e a trasmettere informazioni ad altre persone. Poco dopo il risveglio ha iniziato a sentire un forte dolore alla schiena in basso a metà della schiena sinistra. Il dolore era lancinante e non sembrava importare la posizione. Il mal di schiena si è risolto. Il secondo giorno ho riscontrato ancora forte stanchezza, estrema indolenzimento muscolare, dimenticanza e non pensare correttamente.

Actor Bruce Willis

Ho problemi a trovare le parole da usare e comunicare. Il processo di pensiero sembra lento. Sudori freddi e brividi occasionali. 3° giorno ancora sensazione di dimenticanza, incapacità di trovare parole e comunicare correttamente, processo di pensiero lento, occasionali sudori freddi e brividi, attacchi occasionali di ansia (dura solo 2-3 minuti alla volta), brevi attacchi di mancanza di respiro con lo sforzo risolti rapidamente. Qualche indolenzimento muscolare sembra risolversi.

Joel S HirschhornJoel S Hirschhorn

Fonte: joelshirschhorn.substack.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code