toba60

Che Cos’è l’Esoterismo?

E’ molto importante porsi una domanda come questa, basta guadarsi attorno e ci si accorge che la simbologia esoterica e’ praticamente dappertutto, che tu vada in un centro commerciale, in una stazione spaziale della Nasa o presso una qualsiasi struttura governativa mondiale e ce li ritroveremo sempre davanti.

L’esoterismo in se non e’ una malvagia forma occulta di conoscenza, anzi, ma purtroppo si presta facilmente a facili strumentalizzazioni.

Praticamente tutte le cariche di governo sono vincolate da logge massoniche esoteriche e il comune mortale senza una conoscenza delle radici che li lega, mai potrà codificare il loro operato in ambito istituzionale.

L’esoterismo in se e’ la ricerca di se attraverso le leggi della natura la cui simbologia fa da tramite per creare un legame che via via prende forma in rituali che poi vengono intrapresi dagli adepti.

E’ una semplificazione estrema ma da l’idea di come questa modalità di aggregazione faccia molta presa su pazzi psicopatici al potere che possono così unificare e mettere ordine ad un Establishment che conferisca loro tutto il privilegio che da questo ne deriva.

Sono ossessionati dai simboli e dal significato intrinseco a questi ………

Senza conoscere l’esoterismo e’ praticamente impossibile dare una spiegazione logica ai fatti presenti, passati e futuri sul pianeta.

Toba60

Cos’e l’Esoterismo?

Molto spesso, quando si parla di argomenti che si riagganciano al paranormale, all’occulto, al mistero, si sente utilizzare il termine esoterismo o esoterico.

Spesso a sproposito: perché non tutti sanno con precisione quale sia il significato e il senso dei termini appartenenti a quest’area semantica. Dunque, per evitare di riempirci la bocca con termini dei quali sappiamo poco, vediamo di capire cosa si intenda con esoterismo. Dal punto di vista meramente linguistico, il termine esoterismo deriva dal greco esoterikos, che significa interno e sta ad indicare qualcosa “destinato esclusivamente ai discepoli o agli iniziati”.

Il suo termine opposto è essoterico, che deriva dal greco exoterikos, esterno, e sta ad indicare qualcosa che può essere comunicata anche ai non iniziati. Circa l’origine del termine esoterico, Jean Marques-Riviere, nel suo Storia delle dottrine esoteriche, fa risalire l’origine del termine al verbo greco eisoteo, far entrare.

Esoterico significa dunque “aprire una porta, offrire agli uomini la possibilità di penetrare nell’interiore attraverso l’esteriore; simbolicamente, è rivelare una verità nascosta, un senso occulto […] una dottrina segreta, un’iniziazione, una spiegazione del mondo rivelata in un consesso scelto, isolato dall’esterno e dalla moltitudine”.

Per dare un esempio pratico, potremmo dire che è esoterico tutto ciò che riguarda una società segreta, una società massonica, i cui precetti sono conosciuti soltanto dai suoi affiliati e per nulla al mondo devono essere diffusi all’esterno.

Spesso, proprio per evitare che la “dottrina segreta” trapelasse all’esterno, andando a finire in mano a coloro ai quali non doveva finire, essa veniva camuffata, trasformata, codificata, in modo da rimanere accessibile soltanto agli iniziati, appunto, ai membri della ristretta cerchia di privilegiati.

Un altro esempio è quello dell’alchimia: essa ha come scopo ultimo, come sappiamo, la ricerca della Pietra di Filosofia, in grado di conferire poteri praticamente illimitati al suo possessore; ovvio è che un tale potere, nelle mani sbagliate, potrebbe creare non pochi problemi: è per questo che tutti i testi di alchimia sono spesso scritti in maniera incomprensibile (almeno per noi poveri mortali), in modo che i “non addetti ai lavori” non possano scelleratamente abusare di quanto non compete loro conoscere. Scrisse, a questo proposto, il “tre volte grandissimo” Ermete Trismegisto: “Richiamandoti a questi principi, ti ricorderai facilmente delle cose che più a lungo ti spiegai e che qui sono riassunte.

Ma evita di intrattenervi alla folla; non perché io voglia impedire che ne venga a conoscenza, ma perché non voglio esporti alle sue derisioni. Chi si somiglia si congiunge, e tra persone dissimili non può esistere amicizia.

Queste lezioni devono essere udite da pochi, o presto non ve ne saranno più del tutto. Esse posseggono qualcosa di così particolare che spinge i malvagi ancor più verso il male. Guardati dalla moltitudine, perché questa non comprende la virtù di tali discorsi”. La culla dell’esoterismo fu l’Egitto del tempo delle piramidi e la Grecia, anche se “l’esoterismo è antico come il mondo”. E’ esoterismo la pratica dello sciamano della tribù che compie magie, guarisce gli abitanti del suo villaggio.

E’ esoterismo la magia dei druidi celti e di Stonehenge. E’ esoterismo la conoscenza segreta dei sacerdoti delle civiltà precolombiane. E’ esoterismo il latinorum dei monasteri in epoca medioevale. Però, abbiamo detto, la culla dell’esoterismo è l’Egitto ed è la Grecia, che, naturalmente, ne fu influenzata. “Pitagora apprese a Tebe la scienza dei numeri, mentre Talete e Democrito acquistarono le loro conoscenze a Menfi.

Si dice che anche Orfeo trovò in Egitto tutto ciò che ricercava, e che Platone ed Eudossio passarono molto tempo ad Eliopoli per appendere sia la morale sia le scienze matematiche. Fu a Sais che Licurgo e Solone attinsero i segreti della legislazione”. Da quei luoghi, l’esoterismo si diffuse in tutto il mondo, entrando in contatto e contaminando moltissimi altri ambiti.

La Saggezza Segreta
Guida alle tradizioni interiori occidentali
€ 19,50

Per esempio, per opera del politico francese Miterand, appassionato di esoterismo e, si dice, massone, Parigi è letteralmente ricoperta di simboli appartenenti all’antico Egitto. Un esempio per tutti, la grande piramide di vetro davanti al museo del Louvre. Cosa sia l’esoterismo nella sua intimità ci viene spiegato ancora da Marques-Riviere: “L’esoterismo è basato sull’assioma che il mondo sensibile non costituisce che una piccola parte della realtà. Il compito delle dottrine esoteriche è sempre stato quello di ottenere la conoscenza del mondo soprasensibile.

Per raggiungere tale scopo non si avvalgono di uno strumento razionale ma dell’intuizione che Dante chiama «luce intellettual piena d’amore». […] Per compiere l’indagine esoterica è indispensabile conquistare la capacità si utilizzare la facoltà intuitiva, attraverso un lungo tirocinio ed affinamento delle capacità latenti nell’uomo […] alla radice di tutte le cose esiste un’energia, ripartita in vari ordini e livelli, la cui natura e sostanza devono essere comprese dall’uomo, in modo che possa impiegarla”.

“L’esoterismo nasce dall’assoluta conoscenza di chi ha osato per primo affrontare il peso della sapienza trafugandola agli antichi dei. All’alba della creazione l’uomo tradusse in conoscenze ciò che aveva captato dall’esterno.

Durante la ricerca della ragione della propria vita il suo discernimento si svolse verso l’imponderabile, in quanto non poteva esistere soltanto il nulla. Tutto gli apparve improvvisamente, per trasmettersi dalla mente al cuore. Ogni percorso intrapreso portava l’uomo verso ricordi antecedenti, gli archetipi, solo apparentemente immobili, si manifestarono sotto forma di simboli tribali.

Gli elementi avevano un’importanza fondamentale e la loro energia veniva impiegata quale legame con il tutto rappresentatati dall’universo. L’essere umano, soggetto alla grande opera divina, fu testimone di una spiritualizzazione progressiva, non diffusa alle masse ma riservata ad una ristretta e prescelta casta iniziatica.

Da ciò si deduce che l’esoterismo è scaturito dalla parte più profonda dell’essere umano, restituendogli quel mondo che non poteva ricordare. Così, subito dopo le civilizzazioni preistoriche, si fece spazio alla luce dell’interiorità. Ogni interrogativo trovò un riscontro con l’inizio dei culti sacrali e delle varie manifestazioni misteriche.”

Merkaba Orgonite Ametista e Quarzo
€ 60,30

L’esoterismo è “la rivelazione attraverso l’insegnamento, l’intuizione diretta o sopranormale, le gerarchie e le tecniche spirituali, che richiedevano una specifica condotta di vita. Le dottrine non venivano classificate, ma sperimentate. Tutto l’esoterismo era vivente, attivo, e partecipava al sacro, al magico.”

Naturalmente, come detto all’inizio, non è possibile concedere l’accesso ad una tale conoscenza al primo venuto. Dunque, per poter entrare a far parte del ristretto circolo di anime privilegiate, occorreva dimostrare di meritarsi ciò di cui si veniva a conoscenza: “Nell’epoca antica per essere ammessi alla conoscenza dei misteri bisognava ricevere l’iniziazione, […] un insieme di riti e insegnamenti orali, il cui scopo è la modificazione radicale dello stato religioso e sociale del soggetto da iniziare.

Al termine della prova il neofita entrava in una condizione esistenziale completamente diversa da quella precedente, ossia diveniva un essere totalmente rinnovato. La maggior parte delle prove iniziatiche implica, infatti, una morte rituale, seguita da una resurrezione simbolica o da una «nuova nascita».

Il momento culminante dell’iniziazione è rappresentato dalla cerimonia che simboleggia la morte del neofita e il suo ritorno tra i vivi. La morte iniziatica costituisce nello stesso tempo la fine dell’infanzia, dell’ignoranza e della condizione profana.

Dunque l’iniziazione è l’ingresso in una nuova vita, concepita come vera esistenza spirituale aperta ai valori più profondi dell’essere, permeata dal senso divino e dall’autentica conoscenza della vita. Tutto ciò rende possibile l’ascesa interiore che conduce di grado in grado ad uno stato d’illuminazione perfetta. Così avviene la rigenerazione dell’anima. […] L’iniziato è colui che vibra all’unisono con il suono dell’universo, quindi non ha bisogno della parola per esprimersi.

L’obbligo di non svelare i segreti dei misteri ai quali è stato ammesso non gli è di peso, in quanto intende il silenzio come lo spazio che separa l’uomo dalla conoscenza delle cose divine. […] Macerando il proprio egoismo in lunghe meditazioni, raggiungerà un livello do coscienza del proprio sé assai notevole.

Pendente Orgonite Cubo di MetatronVoto medio su 12 recensioni: Da non perdere
€ 10,50

La modestia e la saggezza saranno le sue compagne di colloquio. Si spoglierà d’ogni inutile orpello e di ogni parola offensiva, annullando se occorre anche la propria umanità, per ricevere quello stato di illuminazione che è il traguardo principale di tutti coloro che cercano la verità perduta. Opererà non dal vertice della piramide ma dalla base, solidamente, lentamente, pazientemente e con diligenza, usando la volontà ed il senso della misura. Il silenzio iniziatico, retaggio degli antichi misteri, fa parte anche di tutte le regole monastiche.

Permette all’individuo di ricostruire la sua interiorità lavorando nella sacra quiete del tempio; costituisce il preludio della Rivelazione, perché conduce al punto più intimo di se stessi, dove l’eternità, come un mare vivificante, riporta l’essere umano alle sue origini divine. Questa è la regola d’oro dell’iniziato e del saggio: saper tacere. Lo stesso Pitagora la impose ai propri discepoli.

L’iniziato non imparerà mai tanto dai mille libri quanto dal sedersi sotto un albero ad ascoltare il proprio silenzio, che in realtà ha un suono: una musica così remota che solo chi possiede un cuore puro riesce a percepirla.

Chi sa o ha imparato non ha bisogno di trasmettere con la parola, perciò il neofita dovrà comprendere che restare silenziosi non significa soltanto mantenere un segreto, ma imparare ad ascoltare il proprio Io e quello degli altri. […] Quando il discepolo è pronto, si manifesta il Maestro che dimora in lui. Nel momento in cui il discepolo si sarà preparato, tramite l’autopurificazione e la disciplina della conoscenza del sé, allora anche la sua guida si renderà presente.

Tale guida insegnerà operando dentro l’allievo d avvolgendolo completamente in tutti gli aspetti della sua esistenza. Questa grande presenza agisce attraverso lo Spirito, ma perché ciò accada bisogna perfezionarsi mediante il retto pensiero, la parola ed il retto agire, usando altruisticamente i propri poteri a beneficio dell’umanità; così si tradurrà l’immortale linguaggio cosmico nel linguaggio e nelle idee degli uomini mortali, e l’intuizione sarà il mezzo di questa ricezione.

Quando la preparazione dell’allievo sarà completata, la comunicazione con il Maestro supererà le barriere fisiche e le distanze incommensurabili, quindi la verità sarà più vicina. […] Questo incontro, tanto agognato dagli esoteristi, è l’unico mezzo per entrare in contato con il proprio archetipo e trarne la conoscenza del proprio vero essere. Fondendosi con questo contatto ed assimilandone l’immagine o il simbolo si riuscirà a coglierne il significato più nascosto ed a trasformarlo a seconda delle proprie necessità conoscitive ed evolutive.

Raggiungere la completezza dell’insegnamento iniziatico è cominciare il dialogo con il vero Maestro che si cela in noi, in dialogo che, se lo vorremo, non avrà mai fine”. Per concludere questo breve accenno su cosa sia l’esoterismo e quali siano i suoi significati, citiamo ancora Pina Andronico Tosonotti ed il suo L’Esoterismo: “L’esoterismo è sempre stato e sempre sarà. Se osserviamo attentamente attorno, se ascoltiamo e percepiamo, ci rendiamo conto che tutto quanto ci circonda è permeato di sostanze talmente vibranti e sottili che se ne può avvertire l’essenza. Inoltrandoci all’interno del nostro cuore […] possiamo assaporarne l’impulso d’amore per la conoscenza.

Ma non basta essere studiosi e sapienti, bisogna vivere come se ogni giorno fosse il primo o l’ultimo, perché la vita è un viaggio iniziatico che ci conduce verso la scoperta della dimensione spirituale.”

Fonte: essivivononoidormiamo.blogspot.com

SOTTOSCRIVI UN PICCOLO PIANO DI DONAZIONE MENSILE E AIUTA COLORO CHE L’ESTABLISHMENT VUOLE CENSURARE

Codice  IBAN  IT19B0306967684510332613282

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code