toba60

Cosa Sta Succedendo in Sudafrica?

La situazione Sudafricana e’ frutto di una politica distruttiva annunciata sin dagli albori dell’indipendenza che ha avuto inizio con Nelson Mandela.

La storia insegna che gli eroi spesso non servono al popolo, ma alle Élite che da questi ne traggono il maggior guadagno, non si illudano i populisti del mondo, non e’ da un referente abile con le parole e con i proclami di giustizia e libertà (Vedi Beppe Grillo e ora Gianluigi Paragone) che si instaura la democrazia, ma da una collettività’ che ha ha fatto propri questi principi che non si possono in alcun modo instaurare attraverso un decreto o con una forzata imposizione della legge…

….perché vedete, per chi non lo avesse ancora capito, la legge non è mai uguale per tutti!

Toba60

Sudafrica Oggi: Una Devastazione del Paese Annunciata

Sudafrica Oggi

  • L’arresto dell’ex presidente Zuma ha innescato le prime proteste
  • La violenza si è allargata alla protesta per l’ingiustizia sociale
  • Più di 40 morti finora in disordini
  • Le truppe si spostano verso i punti critici per aiutare la polizia in inferiorità numerica
  • Negozi, edifici governativi chiusi a causa di saccheggi diffusi

JOHANNESBURG, 13 luglio

La folla si è scontrata con la polizia e ha saccheggiato o bruciato centri commerciali in Sudafrica martedì, con decine di morti, mentre le lamentele scatenate dall’incarcerazione dell’ex presidente Jacob Zuma sono sfociate nella peggiore violenza degli ultimi anni.

Le proteste che hanno seguito l’arresto di Zuma la scorsa settimana si sono ampliate in saccheggi e in un’esplosione di rabbia generalizzata sulla disuguaglianza che persiste 27 anni dopo la caduta dell’apartheid. La povertà è stata esacerbata da severe restrizioni sociali ed economiche volte a bloccare la diffusione del COVID-19.

I funzionari della sicurezza hanno detto che il governo stava lavorando per fermare la diffusione della violenza e dei saccheggi, che finora si sono diffusi dalla casa di Zuma nella provincia di KwaZulu-Natal alla provincia di Gauteng che circonda la più grande città del paese, Johanesburg. Hanno dispiegato soldati nelle strade per cercare di contenerli, ma non hanno dichiarato lo stato di emergenza.

“Nessuna quantità di infelicità o circostanze personali da parte della nostra gente dà il diritto a chiunque di saccheggiare, vandalizzare e fare ciò che vuole e infrangere la legge”, ha detto il ministro della polizia Bheki Cele a una conferenza stampa, facendo eco ai sentimenti espressi dal presidente Cyril Ramaphosa durante la notte.

I corpi di 10 persone sono stati trovati lunedì sera dopo una fuga in un centro commerciale di Soweto, ha detto il premier David Makhura.

Centinaia di saccheggiatori hanno fatto irruzione in magazzini e supermercati a Durban, uno dei terminali di spedizione più trafficati del continente africano e un importante centro di import-export.

Fuori da un magazzino di Durban del rivenditore Game, Reuters ha filmato i saccheggiatori che riempivano le auto di prodotti elettronici e vestiti. All’interno, il pavimento era un relitto di imballaggi scartati mentre la folla svuotava sistematicamente gli scaffali.

Le riprese aeree del canale locale eNCA hanno mostrato il fumo nero che si alzava da diversi magazzini, mentre i detriti erano sparsi.

Le truppe si stavano muovendo nei punti critici martedì, mentre la polizia in inferiorità numerica sembrava impotente a fermare i disordini. Colonne di veicoli corazzati per il trasporto di personale sono rotolati lungo le autostrade.

Il rand, che era stato una delle valute dei mercati emergenti più performanti durante la pandemia, è sceso ai minimi di tre mesi martedì, e le obbligazioni locali e in valuta forte hanno sofferto.

PROMESSA NON MANTENUTA

Almeno 45 persone sono state uccise finora durante i disordini, 19 nel Gauteng e 26 nel KwaZulu-Natal, secondo le autorità statali e provinciali. Il ministro della polizia Cele ha fissato il bilancio ufficiale delle vittime a 10.

Nelle strade, i manifestanti hanno lanciato pietre e la polizia ha risposto con proiettili di gomma, hanno detto i giornalisti della Reuters.

A Soweto, la polizia e i militari pattugliavano mentre i proprietari dei negozi valutavano i danni.

Cele ha detto che 757 persone sono state arrestate finora. Ha detto che il governo avrebbe agito per evitare che si diffondesse ulteriormente e ha avvertito che alla gente non sarebbe stato permesso “di prendere in giro il nostro stato democratico”.

Il ministro della difesa Nosiviwe Mapisa-Nqakula, parlando alla stessa conferenza stampa, ha detto che non pensava che lo stato di emergenza dovesse essere ancora imposto.

Zuma, 79 anni, è stato condannato il mese scorso per aver sfidato un ordine della corte costituzionale di fornire prove in un’inchiesta che indaga sulla corruzione di alto livello durante i suoi nove anni di mandato fino al 2018. (Leggi di piú qui)

Il procedimento legale è stato visto come un test della capacità del Sudafrica post-apartheid di far rispettare lo stato di diritto.

Ma ogni confronto con i soldati rischia di alimentare le accuse di Zuma e dei suoi sostenitori di essere vittime di una repressione politicamente motivata dal suo successore, Ramaphosa.

La violenza è peggiorata quando Zuma ha sfidato il suo termine di 15 mesi di prigione nella massima corte del Sudafrica lunedì. Il giudizio è stato riservato fino a una data non specificata. (Approfondimenti)

Il deterioramento della situazione ha indicato problemi più ampi e aspettative non soddisfatte che hanno seguito la fine del dominio della minoranza bianca nel 1994. L’economia sta lottando per emergere dai danni causati dalla peggiore epidemia di COVID-19 dell’Africa, con le autorità che impongono ripetutamente restrizioni alle imprese.

La crescente mancanza di lavoro ha lasciato la gente sempre più disperata. La disoccupazione ha raggiunto un nuovo record del 32,6% nei primi tre mesi del 2021.

Alexander Winning & Wendell Roelf

Fonte: reuters.com

SOTTOSCRIVI UN  PIANO DI ABBONAMENTO MENSILE E AIUTA COLORO CHE L’ESTABLISHMENT VUOLE CENSURARE

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment riduce notevolmente le nostre entrate . Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con un abbonamento mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code