toba60

Dittatura Digitale: l’Ue Mette in Tensione la Popolazione Ricorrendo Sistematicamente al Caos

Buona notte a tutti e sogni doro, non svegliatevi mi raccomando, continuate a dormire, il risveglio riserva sempre delle brutte sorprese, non datevi pena per la realtà, a quella ci pensa qualcun altro che non siete voi, pensate a dormire, anche con gli occhi aperti, non preoccupatevi, lasciate che sia…………

l’atto finale di un incubo che attende con enfasi la vostra eterna pena.

Toba60

l’Ue Mette in Tensione la Popolazione Ricorrendo Sistematicamente al Caos

Non molto tempo dopo l’elezione di Emmanuel Macron, la Commissione europea è entrata in battaglia. Da tutte le parti arrivano istruzioni per prepararsi al ritorno attivo della dittatura sanitaria e digitale.

Per non parlare dei preparativi per una grande crisi finanziaria, che sono ben avviati e sollevano domande sulla reale situazione del continente. Tutte le mani sul ponte: si prepara la vaccinazione obbligatoria dei bambini e la devastazione economica è imminente. L’Agenda del Caos si sta sviluppando consapevolmente, a grande beneficio dell’alleato statunitense.

La Commissione europea si sta muovendo. Si prepara ad adottare misure di emergenza, cioè misure dittatoriali, al di fuori dei trattati e in violazione del principio di sussidiarietà, per accelerare le sue operazioni di Grande Reset e imporre uno strato di sorveglianza e restrizioni individuali.

Mai prima d’ora la bugia è stata così grande. Da un lato, la casta globalizzata ripete continuamente che l’Unione Europea è progresso, pace, libertà e democrazia. D’altra parte, i loro scagnozzi, come Ursula von der Leyen, che hanno collocato in posizioni strategiche di decisione, stanno facendo del loro meglio per abrogare lo stato di diritto e trasformare un continente prospero in una prigione a cielo aperto al servizio della macchina anglosassone.

Censura di Internet in marcia

La notizia è passata in gran parte inosservata questa settimana, ma il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio sulla legge sui servizi digitali. In breve, hanno delineato i contorni della futura direttiva sui servizi digitali.

I curiosi possono trovare qui la base del testo che sarà adottato.

Soprattutto, la macchina europea ha integrato un “meccanismo di crisi”, che sarà attivato, per esempio, in caso di pandemia o di conflitto internazionale. Questo meccanismo permetterà di prendere “misure proporzionate” per combattere le notizie false su Internet.

Ora sappiamo cosa significa: solo la propaganda ufficiale dei governi al potere sarà consentita, e tutte le menti viziose che mettono in discussione la sua logica saranno palesemente censurate.

In nome della democrazia e della libertà di parola, naturalmente.

L’ossessione della vaccinazione obbligatoria

A seguito di ciò, la Commissione ha invitato gli Stati membri a prepararsi attivamente alla nuova pandemia. Cosa ne pensate, hanno già informazioni in merito?

In ogni caso, il discorso fatto dal commissario per la salute lascia pochi dubbi sulle intenzioni di vaccinare, per non dire di vaccinare a tutti i costi.

In pratica, la Commissione dovrebbe rilanciare rapidamente le grandi campagne di vaccinazione ovunque, anche per i bambini, con corrispondenti tessere di vaccinazione e la demonizzazione dei non vaccinati.

A questo proposito, è assolutamente necessario guardare l’intervista molto completa rilasciata da Virginie Joron, deputato europeo, per capire le operazioni che si stanno preparando.

Il grande crollo finanziario che pagherete

Allo stesso tempo, il Consiglio europeo e il Parlamento hanno raggiunto un accordo provvisorio sulla struttura bancaria “a margherita”. (rete a margherita).

Non entreremo nei dettagli tecnici di un meccanismo che interessa solo gli iniziati. Ci sono solo due punti essenziali da ricordare:

Questo accordo è destinato a completare il meccanismo di risoluzione delle crisi bancarie, che deve essere attivato in caso di collasso finanziario. È quindi la prova che le autorità europee si aspettano forti shock sui mercati finanziari nei prossimi mesi (potenzialmente da quest’estate, e più probabilmente nel 2023);

*Questo accordo ha un obiettivo: limitare il costo di uno shock finanziario per le banche.

Per la storia completa, leggete il comunicato stampa che accompagna l’accordo provvisorio:

Il primo punto riguarda il regime di deduzione per i fondi propri e gli impegni ammissibili che soddisfano i requisiti di assorbimento delle perdite per la risoluzione (MREL) che transitano attraverso un ente intermedio come parte della sua escalation all’interno di gruppi di risoluzione complessi, le cosiddette “daisy chains”.

Questo accordo provvisorio prevede un regime di deduzione rivisto che mira a evitare, in particolare, il doppio conteggio degli elementi MREL a livello di ETC, in modo da garantire che i gruppi bancari dell’UE mantengano sempre una solida capacità di assorbimento delle perdite in linea con il loro MREL pubblicato.

Questo ghiribizzo significa che, in caso di crisi, l’accordo appena raggiunto limita la partecipazione delle banche al proprio salvataggio, e manda il contribuente a pagare un massimo.

Quello che dobbiamo capire qui è che la casta si aspetta problemi ed è determinata a non pagare più di quanto sia ragionevole… essendo essa stessa il giudice della ragione, naturalmente.

Quindi aspettatevi di pagare un massimo quando succede il peggio.

Alla fine, la strategia del caos

Per capire la logica che sta dietro a quelli che Virginie Joron ha chiamato i pezzi del puzzle, bisogna prendere in considerazione l’agenda del caos che guida la Commissione europea sotto l’egida dell’atlantismo e degli interessi statunitensi.

Per raggiungere questo obiettivo, è necessario mettere la popolazione sotto stress ricorrendo sistematicamente al caos.

Stiamo assistendo al suo dispiegamento e alla sua accelerazione con la rielezione di Emmanuel Macron.

Eric Verhaeghe

Fonte: lecourrierdesstrateges

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code