toba60

Ingegneria Sociale l’Arte dell’Inganno

Siamo costantemente in balia di eventi che si delegano a fattori casuali e incontrollabili e questo rende le masse nella condizione di agire sempre adattantosi a tutto quello che viene loro incontro.

E’ facile indurre le persone a fare quello che si vuole, lo si vede per esempio quano tutti all’unisono si catapultano in coda per andare in ferie, o si attaccano al cellulare anche 10 ore al giorno senza una necessità primaria per farlo, oppure si adopera nell’usare una mascherina tutto il giorno pur senza alcuna motivazione razionale per farlo e potrei andare avanti anni a menzionare le modalita’ con cui la gente opera comportamenti che non hanno alcuna logica se non quella di chi ha stabilito a priori quello che deve fare.

E’ la globalizzazione signori ma …non e’ solo un ordine precostuito quello a cui fa riferimento questa parola, dietro c’e un meticoloso progetto che ora piu’ che mai si evidenzia in tutta la sa prorompente e devastante evidenza……..

Non te ne eri accorto? ma che strano, eppure tu sei il protagonista assoluto della scena e stai recitando la tua parte egregiamente…

Ciack si Gira

Toba60

l’Arte dell’Inganno

“L’élite non esita a realizzare i suoi obiettivi politici, utilizzando le più recenti tecniche moderne, per influenzare il comportamento pubblico e mantenere la società sotto stretto controllo”.

Negli ultimi anni si è saputo che, per la trasformazione neoclassica del pianeta, tutta una “scienza” delle operazioni psicologiche è utilizzata dall’élite sovranazionale. L’attuale situazione sociale è un sottoprodotto di una serie di tecniche di “ingegneria sociale”, che operano sullo sfondo della politica, del benessere sociale, dell’economia, dell’informazione, della cultura, dell’industria, dell’intrattenimento e del marketing, tentando di manipolare e passivare massimizzare i profitti delle multinazionali, emigrare nazioni, società e sistemi religiosi tradizionali, intraprendere guerre e “terrorismo” contro interi popoli e spostare eserciti di manodopera a basso costo attraverso l’immigrazione illegale, alla ricerca di nuova schiavitù. [è la famosa, vecchia e collaudata PROPAGANDA]

Tutti questi fenomeni presentati dai media di regime avvolti nell’ideologia di buon auspicio della diversità / multiculturalismo, sono il risultato dei piani – ovvi e nascosti – di un’élite internazionale, capo del modello capitalista di borsa, che vuole che i cittadini siano completamente arresi. difendere conquiste sociali, simboli nazionali e – con il sangue – libertà politiche acquisite.

L’ingegneria sociale è l’atto di manipolare verbalmente le persone per estrarre informazioni. Sebbene sia simile a un trucco o una semplice truffa, il termine è principalmente associato all’inganno delle persone al fine di estrarre informazioni riservate che sono necessarie per accedere a un sistema informatico. Di solito chi lo applica non si trova mai faccia a faccia con la persona che sta tradendo o fuorviando. Sebbene il termine possa non essere accurato o avere successo, ora è stabilito. L’ex criminale informatico e successivamente consulente per la sicurezza informatica Kevin Mitnick ha coniato il termine “ingegneria sociale”, notando che è molto più facile indurre qualcuno a fornire una password a un sistema piuttosto che tentare di decifrarla.

Pensa a Facebook! Si basa principalmente sulla curiosità umana, sulla stupidità, sull’avidità e sull’ignoranza. Molte persone pensano che un buon antivirale li protegga, ma funzionano solo per i virus noti e le tecniche ben note e non per un “virus” appositamente creato. Molti anche, per fiducia, educazione o per pura stupidità, rifiutano di fornire informazioni a qualcuno che glielo chiede cortesemente o sotto la cosiddetta “pressione”. Un vero cavallo di Troia.L’aggressore lascia un CD o una bottiglia o un foglio di carta con indirizzi Internet e password da qualche parte che qualcuno “presumibilmente” ha dimenticato. La potenziale vittima utilizzerà probabilmente questo supporto sul proprio computer o inserirà l’indirizzo che ha trovato. L’obiettivo immediato non è sempre quello di rivelare la password. Per qualcuno che vuole entrare molte volte in un sistema informatico è sufficiente conoscere il numero di versione del sistema operativo o di altri programmi utilizzati dall’utente. Con queste informazioni può scoprire se ci sono “buchi” nei programmi e usarli.

Altre informazioni che si possono raccogliere e che possono essere utili, come date di nascita, nomi di bambini, nomi dei responsabili dell’informatizzazione, ecc. sono raccolti sia tramite chat che dai cosiddetti social network o dai siti web dell’azienda. Queste informazioni vengono successivamente utilizzate in una conversazione, sia per telefono, posta elettronica o messaggistica istantanea (IM), per convincere la vittima-interlocutore di essere nota e quindi estrarre ancora più informazioni o, meglio ancora, una password. Molto facile!

[Di recente, il “social network” facebook mi ha chiesto la mia vera data di nascita e una copia del mio documento di identità per “identificarmi” presumibilmente dopo molte segnalazioni di profili falsi di noti troll. Quando mi sono rifiutato di darli a loro, hanno chiuso il mio profilo come presumibilmente falso, mentre l’ho avuto per 10 anni, era perfettamente funzionante con 5.200 “amici” più 2.000 “follower” e in più ho pagato abbastanza spesso per promuovere i miei post. Hanno fatto lo stesso, lo stesso giorno, a 4 miei colleghi diversi. In modo che sappiamo “dietro il furetto” chi si nasconde e per quali scopi. Abbiamo già nuovi account con informazioni completamente false e comunichiamo con i nostri amici, ma non intendiamo più restituire loro i nostri soldi, né aprire in “aperture sociali” con molte “persone” dopotutto, amici,ci conoscono e comunichiamo con loro.]

LA TECNICA DEL TRUCCO MONDIALE

Il termine “ingegneria sociale” può essere stato introdotto relativamente di recente, ma molte tecniche di manipolazione di massa correlate sono state utilizzate nel corso dei secoli da coloro che detengono il potere. Sebbene non sia certo che sia esistito come figura storica, il padre di questa idea potrebbe essere considerato lo stratega e filosofo cinese Sun Tzu (IV-V secolo a.C.).

Il suo lavoro divenne popolare non solo tra i teorici della guerra, ma anche tra i leader politici e i dirigenti d’azienda. Leggendo metaforicamente (nell’era della globalizzazione) alcuni dei suoi principi, dicono: “La cosa più importante nella guerra (sociale) è attaccare la strategia del nemico (delle nazioni). Secondo, in ordine di importanza, è rompere le sue alleanze (i suoi pilastri tradizionali).

Nella storia moderna, l’ingegneria sociale è stata ampiamente applicata dai grandi regimi totalitari, con l’obiettivo di appiattire le personalità umane e sterminare i dissidenti. Qualcosa di simile sta accadendo oggi con la “migrazione” orchestrata di enormi popolazioni musulmane e afro-asiatiche, che funge da leva di erosione del tessuto nazionale e sociale.

Nel modus vivendi dello stile di vita americano, che gradualmente è diventato un modello planetario, l’ingegneria sociale mirava a denigrare i cittadini e trasformarli in consumatori immorali senza memoria storica, ricerche filosofiche e resistenza morale. Il modello moderno del neoclassico “homo lupus economicus” è più totalitario e antiumano, poiché viene ora utilizzata una potente tecnologia per influenzare la coscienza, oltre i confini geografici e le ideologie politiche. Questo modello è ancora più pericoloso, perché si presenta come democratico, quando in realtà dice: “Ti è permesso scegliere liberamente, purché possiamo pianificare le tue mosse. e di imporre – con il lavaggio del cervello – quello che vogliamo ed è nel nostro interesse farlo “[Questo è quello che hanno fatto nell’ultimo” referendum “del primo governo” tirami e piangiamo “]

GLI STRUMENTI DELL’INGEGNERIA SOCIALE

1. La strategia dell’inganno

Al fine di ottenere il controllo del pubblico, da un lato lo mantengono scoordinato e ignaro dei principi di base del sistema e dall’altra, confuso, disorganizzato e diviso con questioni che non sono di reale importanza. Ciò si ottiene come segue:

a) Fornire un basso livello di istruzione pubblica e mantenere un’alta conoscenza solo per l’elite;

b) Dirigere i propri sentimenti, aumentando la loro morbidezza (mentale e fisica) attraverso il costante bombardamento di sesso a buon mercato, violenza e terrorismo attraverso i media,

c) Riscrivere la storia e le leggi e sottoporre i cittadini a comportamenti devianti in modo che possano spostare il loro pensiero dai loro bisogni reali a priorità inutili.

La regola generale è che c’è profitto dalla confusione : maggiore è la confusione, maggiore è il profitto. Quindi il metodo migliore è creare problemi e quindi offrire soluzioni già pronte per loro.

BuyBitcoinFiveMinute

Metodo dell’inganno

Media: distolgono l’attenzione del pubblico adulto da questioni sociali reali e la trasformano in una realtà priva di significato.

SCUOLE

tengono i bambini piccoli in aree come matematica, economia, diritto, filosofia, storia.

INTRATTENIMENTO

Mantengono l’intrattenimento del pubblico e la cultura a un livello basso.

LAVORO

La tattica viene applicata per tenere il pubblico occupato in modo che non ci sia più tempo per pensare. Secondo Aldous Huxley, questo mondo sarà “una dittatura senza lacrime” dove le masse “ameranno la loro schiavitù”.

2. Occultamento e controllo delle informazioni

Il controllo dei media filtra le notizie e le informazioni, in modo che vengano nascosti importanti estratti degli eventi reali. È così che trasmettono al mondo l’immagine delle cose che li interessano. Volendo convincere qualcuno di qualcosa, gli aspiranti ingegneri sociali non mentono , ma spesso nascondono alcune parti dei fatti.

In questo modo riescono a presentare i fatti come meglio credono, ma senza poterli accusare di bugiardi. Per esempio. È facile per un politico presentare l’acquisto di un sistema d’arma come vantaggioso se nasconde di aver accettato offerte migliori per un sistema d’arma migliore. Oggi, con il controllo dei media. da interessi precisi, informazioni e notizie vengono “filtrate” e tante verità, che potrebbero chiarire il paesaggio, non vengono mai alla luce.

Inoltre, seguendo la stessa logica, un ingegnere sociale non risponde mai a una domanda che non lo interessa direttamente. Risponde a qualcosa di irrilevante o completamente indifferente. Se risponde, da un lato dà valore alla domanda, dall’altro c’è il rischio che riveli qualcosa che i suoi ascoltatori non conoscono. L’analogia dell’ingegneria sociale è: “Se qualcosa non è stato menzionato, non è mai successo”.

3. Ridicolizzare le informazioni “pericolose”

Se un evento importante (ad esempio gli attacchi dell’11 settembre a New York) non “rientra” nelle spiegazioni ufficiali promosse dai media, allora i meccanismi di umiliazione vengono alla ribalta: “grafico “,” Teorici della cospirazione “, ecc. Allo stesso tempo, promuovono teorie insidiose e oltraggiose (es. Alieni), al fine di intensificare la confusione del pubblico e invalidare testimonianze gravi (es. Testimonianze di ingegneri che parlano di demolizioni dall’interno delle Torri Gemelle). Per esempio. se un intero villaggio vede passare un disco volante, l’ingegnere sociale che vuole mettere a tacere l’evento intervisterà il pazzo del villaggio e lo condurrà con domande guidate a risposte folli, con le quali fornirà poi la M .CON.

Se le informazioni su una vera cospirazione politica vengono pubblicate su Internet, allora vari centri “arricchiscono” queste informazioni con informazioni false, che è facile identificare come false. Se un vero studio giunge a una conclusione importante, allora viene “costruito” un secondo studio, quasi identico all’originale, che però trae conclusioni ovviamente sbagliate o offensive sul “buon senso”. L’assioma che si trova qui è: “La folla non può distinguere sottili differenze, ma preferisce rifiutare intere questioni, se vengono” ridotte “ad arte”. [Ricetta tradizionale classica, la stessa cosa è stata fatta con AIR SPRAY (ANEL-troll) e su scala minore con ORGONITES]

4. Violenza e rabbia

Se qualcuno presenta all’ingegnere sociale qualcosa che non lo interessa, si arrabbia di proposito, si arrabbia per una questione irrilevante ma simile e attacca il suo interlocutore. Se l’ingegnere sociale riesce a trovare una ragione plausibile per fraintendere il suo interlocutore, lo fa il più intensamente possibile, il che può anche implicare violenza. È certo che nello sforzo di calmare gli animi, la questione che non ha giovato all’ingegnere sociale verrà dimenticata e sepolta. [Pensa a Valavani che ha chiesto il cambiamento]

Se la questione torna in primo piano, la situazione si ripete. La stessa tecnica viene utilizzata per eventi sociali, ad es. per una protesta. Quando non riesce a interrompere l’evento dall’interno (questo è il modo più semplice) l’ingegnere sociale organizza una manifestazione simile, come protesta per qualche dettaglio della protesta del primo (!) E la dirige in modo che si incontri con il primo. I risultati sono noti e li hai visti più volte. L’assioma dell’ingegneria sociale in questo caso è: “Nessuno ha ragione quando il sangue viene bruciato”

5. Costruzione di “specialisti” e “autorità”

Promozione dei propri scienziati e intellettuali esiliati in posizioni chiave della vita pubblica (ad esempio professori universitari, direttori di istituti), che sono supportati dai media anche diretti. Nel corso dei secoli, gli ingegneri sociali, per imporre il loro potere a livello cognitivo, hanno costruito le “autorità”. Si tratta di persone pubblicizzate come “esperti” su un argomento da tutto il corpo dei media, finché la folla non si identifica con esso.

Di solito creano una realtà immaginaria, che chiamano il loro “campo della conoscenza” o la loro “scienza”, che definiscono in qualche modo logico o impermeabile. Combinano le convinzioni più accettate delle persone che si occupano di problemi specifici e nascondono diligentemente tutte le debolezze e i punti oscuri, sostenendo che la loro “conoscenza” risponde a tutte le domande. Se qualcuno scopre qualcosa che agli ingegneri sociali non piace, chiama “l’autorità” associata al soggetto, che rifiuta, umilia e cancella il vero ricercatore.. Assioma: “La folla non può vedere le cose di persona” Ogni idea viene confusa con chi la fa circolare. Nel nostro Paese, dove è in corso una spietata guerra ideologica per sterminare tutto ciò che è greco, è tipico l’esempio dell’occupazione di molti incarichi universitari da parte di professori della scuola etnocentrica negli ultimi 20 anni, per condurre oggi allo scioglimento dell’Educazione e alla deellenizzazione della Storia.

6. Funzione di provocazione

Quando una situazione sociale inizia a diventare minacciosa per loro (ad esempio, il cittadino medio inizia a risvegliarsi patriotticamente o socialmente), allora promuovono una loro persona o un movimento per raggiungere i rappresentanti reali del popolo e per seminare disinformazione. Se, tuttavia, gli ingegneri sociali non riescono a imporsi, inizia un attacco di disfattismo e l’azione di altri uomini di paglia. Quando qualcosa dimostra la colpevolezza degli ingegneri sociali, lo eliminano, così come ogni prova rilevante.

Per esempio. se un uomo è stato testimone di un grave crimine e i criminali sterminano lui e la sua famiglia, quasi nessuno si preoccuperà in seguito di ciò che sapeva la persona scomparsa, a meno che non ci siano prove significative di ciò e forse l’intero crimine viene dimenticato. I suoi amici possono facilmente essere convinti che abbia viaggiato da qualche parte o che sia stato vittima di un incidente. Nel caso di un oggetto, se l’oggetto scompare, non può essere una prova. Assioma: “Se qualcosa è andato dal centro, non può agire contro di te”

7. Distrazione con sovra-informazione

Se un evento cattura l’attenzione del pubblico e alla fine viene alla luce, gli ingegneri sociali lo accettano, ma iniziano ad abbellirlo con milioni di dettagli e insistono sulla sua presentazione “completa e approfondita” ma essenzialmente disorientante. Allo stesso tempo, stanno dirigendo un altro evento, che rivelano quando il pubblico è già stanco del primo evento. Quando il secondo evento viene “lanciato” sui media, il pubblico ha la tendenza a evitare di tornare al primo numero, dal quale è già stanco, ma anche deluso. Quindi, lontano dagli occhi del pubblico, è possibile effettuare le necessarie manipolazioni per coprire il problema. Allo stesso tempo stanno dirigendo un altro evento per distrarre il pubblico. Gli esempi in Grecia sono tanti e evidenti.

INFORMAZIONE SENZA INFORMAZIONE: L’INGEGNERIA DELLE ILLUSIONI

Il principio della censura neoclassica per cancellare le informazioni essenziali in un miscuglio di informazioni insignificanti,consente al nuovo tipo di censura di apparire pluralista e democratico. Questa strategia si applica, in primo luogo, ai notiziari televisivi, la principale fonte di informazione per i cittadini. Tutti gli psicologi e neuroscienziati sanno che memorizzare le informazioni dal cervello è meglio farlo quando vengono presentate in modo strutturato. Ma i notiziari televisivi fanno esattamente l’opposto, mescolando questioni anarchicamente diverse di varia importanza (un po ‘di politica, sport, una questione sociale, qualcosa di divertente, poi di nuovo la politica, ecc.). Quindi è molto facile manipolare una popolazione. Le informazioni vere sono ora fornite da pubblicazioni alternative, speciali e fanzine, che vengono sempre più lette da cittadini sospettosi.

Obiettivi dell’informazione mirata

  • Il controllo completo degli individui.
  • Impedire al pubblico di pensare e porre domande intelligenti sulla propria situazione e sul modo in cui la società è organizzata e gestita.
  • Per rendere il pubblico più facile da manipolare, indebolendo la loro capacità analitica e critica.
  • Il controllo elettronico dell’umore mentale e del comportamento della popolazione.
  • Capacità di influenzare una folla, rendendola passiva o, al contrario, violenta all’improvviso.

Tali test sono stati effettuati in Ruanda, Burundi, ex Jugoslavia e ora in Iraq. La Grecia è un programma pilota per una società di tipo occidentale perché quando è entrata a far parte della CEE la Grecia era considerata particolarmente indisciplinata e politicizzata. Questo è il motivo per cui molti miliardi di euro in pacchetti e dollari di droga sono stati dati e continuano a circolare , e molte nuove ricche proprietà e ville sono state costruite per controllare le menti dei greci moderni.

L’élite sovranazionale è riuscita a dirigere l’opinione pubblica attraverso il mercato globale dei media controllato da 7-9 multinazionali: Disney / ABC, AOL-TimeWarner, Sony, Viacom / CBS, Murdoch News Corporation / Fox, General Electric / NBC, Universal / Seagram, Tele-Communications e AT&T, Vivendi e Bertelsman. Questi includono tutti i principali studi cinematografici americani, tutte le reti televisive, oltre l’ 80% del mercato musicale globale , i più grandi satelliti che trasmettono a livello internazionale, gran parte del mercato dell’editoria libraria.e riviste, la stragrande maggioranza dei canali commerciali via cavo negli Stati Uniti e a livello internazionale e la parte del leone della televisione europea. Come Lance Bennett, che insegna scienze politiche all’Università di Washington, fa notare nel suo libro La politica dell’illusione:

“La notizia è diretta da forze difficili da conciliare con le esigenze della democrazia. Attraverso un’attenta preparazione dei messaggi, i funzionari governativi spesso riescono a esaminare le informazioni relative a tutti gli elementi chiave della copertura delle notizie. Lo scopo, ovviamente, è controllare le informazioni relative a tutte le componenti dei veri drammi politici che si svolgono e, quindi, controllare il contenuto di tutte le notizie che sono state scritte su di loro “. (Edizione greca, La politica delle illusioni, Dromeas, Atene 1999).

Il teorico francese Jean Baudrillard usa il termine “surrealismo” per ricordare che è questo mondo simbolico lontano e costruito che fornisce sempre più la materia prima per il pensiero e l’emozione.

LA RACCOLTA DEI SONDAGGI

Come ha giustamente affermato l’ex primo ministro britannico Benjamin Disraeli: “Ci sono tre tipi di bugie: bugie, grandi bugie e statistiche”. Partiti e politici, case editrici, stazioni televisive, ma anche un certo numero di aziende che sostengono la loro sopravvivenza nel libero mercato, spesso ordinano sondaggi, cercando di influenzare il consumatore-elettore. Il consigliere politico Roger Aile una volta ha scherzato: “Quando morirò voglio tornare con un vero potere. “Voglio tornare come membro di una squadra di sondaggi”.

Nella sola Europa vengono investiti 8 miliardi. euro all’anno , per delineare i pensieri e le intenzioni dei cittadini. Nel 2006, in una conferenza su sondaggi e statistiche, tenuta a Kos dall’ESI. (Hellenic Statistical Institute) scienziati esperti hanno espresso le loro preoccupazioni per le procedure “confuse” in base alle quali vengono condotti molti sondaggi e gli interessi che servono. Konstantinos Basios, dottorando all’Università di Atene, cita nel suo articolo “Il sondaggio politico come un altro sintomo di una speciale patogenesi politica sono quei punti che sono spesso trascurati o nascosti:

a) Chi determina che un problema specifico e non un altro necessita di un sondaggio?

b) Come vengono formulate le domande, quali sono le cose sottolineate e in che ordine vengono sottoposte a coloro che partecipano al sondaggio?

c) quante persone compongono il campione e con quali criteri vengono selezionate queste persone?

Per quanto riguarda i sondaggi politici, l’elettorato impara solo sul pubblico e non su quelli segreti. Quindi il punto è: perché qualcuno dovrebbe dirmi qualcosa che non mi interessa? Probabilmente perché dirmi quello che vuole, forma per lui una realtà “conveniente”. La “ricerca di mercato” è un altro oligopolio globale nelle mani dei sovrani. Quattro società controllano la maggior parte del mercato globale, utilizzando una varietà di marchi: WPPGroup, McCann Ericsson, TNS e Thomson Corporation. Questi 4 sono anglosassoni si stima che le aziende controllino circa il 90% del mercato greco, raccogliendo volume e qualità di informazioni e analisi, ogni anno, più grandi di qualsiasi agenzia governativa, compreso l’ufficio nazionale di statistica!

MARKETING DEL GRANDE FRATELLO

Si scopre, quindi, che ciò che non sappiamo è molto più importante della quantità di informazioni spazzatura che vengono trasmesse. Il possesso di conoscenze segrete equivale a più potere e il risultato finale è un migliore controllo delle masse. Per analogia, nella misura in cui ciò che pensiamo è basato su ciò che apprendiamo, la manipolazione di una mente o di una nazione da parte della mente può essere ottenuta attraverso il controllo delle informazioni. Inoltre, l ‘”ingegneria sociale” (l’analisi e l’automazione di una società) richiede la correlazione di grandi quantità di informazioni economiche (dati) in continua evoluzione e quindi richiede un sistema di elaborazione dati digitale ad alta velocità. Questo potrebbe precedere la società e prevedere quando sarà pronta a capitolare.

Per ottenere un’economia completamente prevedibile, i membri delle classi inferiori della società devono avere il controllo completo: “addomesticati” per essere istruiti e impegnati in fardelli e compiti sociali a lungo termine sin dalla tenera età, prima che abbiano l’opportunità di interrogarsi sulla realtà natura delle merci e sfidare il sistema. Per garantire tale obbedienza, le famiglie tradizionali delle classi medie e inferiori dovevano essere smantellate, attraverso l’intensificazione dell’impiego di entrambi i genitori e l’istituzione di centri statali per l’occupazione e l’istruzione a tempo pieno per i loro figli trascurati.

Nel 2005, un grande consorzio di ricerca, finanziato dall’UE. ha iniziato a creare un modello per le interazioni sociali adatto alle simulazioni, con l’ausilio di programmi autonomi. Il programma è stato chiamato New Ties e ha completato la sua prima fase. Con la partecipazione di 5 importanti università europee, apre la strada a simulazioni su larga scala di popolazioni umane che dovrebbero seguire nei prossimi 20 anni, quando si prevede che la potenza dei sistemi informatici aumenterà di centinaia di volte. Sarà quindi possibile una raccolta dati ancora più immediata, quasi in tempo reale, poiché milioni di programmi autonomi saranno in grado di monitorare e registrare, classificare una grande quantità di dati sulla vita dei cittadini.

Se la manipolazione delle masse diventa possibile, allora sarà ampiamente possibile prevedere il comportamento di acquisto di tutti, anche per un breve periodo. Di conseguenza, un’economia di Stato può essere diretta con le pressioni appropriate, se le reazioni delle masse possono essere previste per tempo, e il ruolo dello Stato come mediatore tra interessi privati ​​può essere completamente annullato.

Secondo uno studio recente, un nuovo programma può combinare l’attività cerebrale con immagini visive, ma anche prevedere ciò che le persone vedono. Questo studio evidenzia la possibilità che un giorno i computer saranno in grado di “leggere” un cervello umano, ricostruendo digitalmente ricordi, sogni o fantasie. I neuroscienziati che ricercano il ramo quasi futuristico della ricerca scientifica, il neuromarketing, sanno che ci sono aree specifiche del cervello che sono il “deposito” di tutto ciò che abbiamo imparato, così come il contenuto delle nostre ambizioni egoiche.

Un’intensa attività nella corteccia prefrontale sinistra può implicare che il soggetto sia attratto dall’immagine o dal messaggio pubblicitario di un’azienda. In questo modo i ricercatori possono dire quali parti dei messaggi pubblicitari sono archiviati nella memoria a lungo termine degli esaminati e scoprire come il marketing può contrassegnare le preferenze mentali per prodotti e politici. Psicologi ed economisti utilizzano sofisticate scansioni cerebrali per identificare i meccanismi di crisi che si sviluppano nel subconscio e nell’inconscio. Le grandi aziende di cosmetici, abbigliamento, telefonia mobile, aziende del tabacco, ecc. prova questi strumenti di ricerca sull’attività cerebrale e investi in questi metodi per affinare la loro strategia pubblicitaria.

Gli importi spesi sono colossali. [che crisi economica e pratica cavalli] Secondo una stima ogni giorno vengono rilasciati 700 nuovi prodotti , mentre un totale di 2 milioni di Brand cercano l’attenzione del consumatore. Per realizzare un profitto tra tutti questi prodotti simili, i responsabili delle vendite cercano di imprimere un prodotto nella mente dell’acquirente. Pertanto, nel mondo capitalista sviluppato, il consumatore adulto medio riceve una media di 3.000 annunci al giorno (5 volte più di 20 anni fa).

MANIPOLAZIONE ELETTRONICA

Liberalizzare Internet, dove con pochi mezzi chiunque può accedere alle informazioni globali, è un esperimento di ingegneria sociale di livello superiore. Già nel cyberspazio si sta svolgendo una guerra segreta. Non con la censura, ma con il “giusto controllo” delle informazioni e delle percezioni (questo è quello che fanno i motori di ricerca) e metodi ancora più obliqui.

A Teheran, abbiamo assistito alla più grande rivolta popolare dallo scoppio della rivoluzione islamica del 1979 a giugno. che ha provocato feroci scontri con la polizia. La mobilitazione contro il regime è avvenuta dopo una grande campagna attraverso siti di social network come Twitter e Facebook. Un’altra “guerriglia” online aveva avuto luogo in precedenza.

In Moldova, circa 20.000 manifestanti hanno chiesto l’annessione della Romania e dell’UE a seguito delle elezioni del 5 aprile, in cui il partito comunista filo-russo di Vladimir Voronin ha ottenuto esattamente il 50% dei voti. Sotto il profilo #pman (l’acronimo della piazza principale della capitale moldava Piata Marii Adunari Nationale) e con un flusso medio fino a 10 messaggi al minuto, è stata organizzata una folla di giovani in Moldova, ben informati sullo scopo della manifestazione, ma e per gli esatti movimenti della polizia.

Nel febbraio 2006, la tabella di marcia delle operazioni informative, redatta nell’ottobre 2003 dal segretario alla Difesa Donald Rumsfeld e delineata la nuova strategia Internet del Pentagono, è stata declassata negli Stati Uniti. In particolare, include contatti con giornalisti di media elettronici e specialisti di sistemi elettronici, che lanceranno attacchi ai sistemi nemici, nonché operazioni psicologiche.

Con oltre 1,3 miliardi. Persone online e massicciamente coinvolte nei siti di social networking (Facebook + 200 milioni di utenti, MySpace + 125 milioni di utenti, Twitter +1,4 milioni di tweet / giorno), sarebbe difficile aggirare le possibilità di un tale database, il che, notevolmente, vengono fornite con caratteristica facilità dagli utenti stessi. Va notato, infine, che dopo un “periodo d’oro” di libertà di Internet – che è stato deliberatamente lasciato fino ad oggi per identificare le voci dissenzienti verso la nuova classe e per studiare le tendenze e le intenzioni dei cittadini il controllo soffocante è ora utilizzato da elite, attraverso una rete globale di leggi.

LE STRATEGIE DELL’INGEGNERIA SOCIALE

Un documento intitolato Armi silenziose per guerre silenziose” [cerca l’articolo nella stessa categoria e guarda attentamente il video] conferma che tutto questo fa parte di una guerra programmata contro l’umanità. Il “controllo pubblico” si ottiene attraverso le “armi silenziose” applicate ai media e alle scuole: “Il pubblico non può percepire queste armi e quindi non può credere che siano attaccate e trattenute da un’arma. “Quando l’arma silenziosa viene applicata gradualmente, il pubblico si adatta”.

Questo documento, che cattura le prime fasi del Piano di manipolazione globale, è il prodotto di un’operazione chiamata Ricerca operativa, sviluppata durante la seconda guerra mondiale per attaccare le popolazioni ostili, utilizzando l’ingegneria sociale e strumenti psicologici. di guerra. Secondo questo, l’élite sovranazionale decise nel 1954 di lanciare una “guerra silenziosa” (prima contro il popolo americano e poi contro l’umanità), con l’obiettivo di stabilire un’economia mondiale. Il documento si riferisce al “controllo della società attraverso il disordine, l’ignoranza, il disorientamento, la disorganizzazione e la confusione”.(vedi Third Eye, vol.154, estate 2007). L’essenza delle strategie può essere trovata anche in uno studio su un think tank pubblicato nel 1967, intitolato Report from Iron Mountain.

Il documento suggerisce che provenisse dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, quando Robert McNamara era ministro, ed è stato creato dall’Hudson Institute, situato alla base della Iron Mountain a Croton su Hudson, New York. L’Hudson Institute è stato fondato e gestito da Herman Kahn, un ex dirigente della Rand Corporation. Sia McNamara che Kahn erano membri del potente CFR (Consiglio per gli affari esteri).

Il presunto obiettivo era esplorare modi per “stabilizzare la società”. Una lettura del rapporto rivela che la parola “società” è usata come sinonimo di “governo mondiale”. Inoltre, la parola “stabilizzazione” è usata nel senso di mantenere e perpetuare i governanti al potere e in modi per controllare i cittadini e prevenire la loro rivolta. Spiega quindi che ci stiamo avvicinando a un punto nella storia in cui le vecchie ricette di applicazione, come la guerra, potrebbero non funzionare.

Quindi cos’altro potrebbe usare l’élite mondiale per legittimare e perpetuare il proprio potere? La petizione conclude che un sostituto della guerra deve soddisfare tre condizioni: a) essere conveniente, b) rappresentare una minaccia credibile su vasta scala ec) fornire una giustificazione razionale per servire il potere.

Pertanto, è necessario trovare un nuovo nemico che minaccerà il mondo intero e la prospettiva che l’umanità venga conquistata da questo nemico deve essere più spaventosa della guerra stessa. I vari scenari che hanno elaborato le strategie di ingegneria sociale del Nuovo Ordine si basano sui modelli di “Shock”. Dagli anni ’40, i progressi della psichiatria nell’uso dell’elettroshock hanno portato i medici a credere di essere in grado di “liberare” completamente le menti dei malati: influenziamo le persone, le conduciamo all’obbedienza! Ma queste tecniche non funzionano solo per gli individui. Possono lavorare in intere società. Un trauma collettivo, una guerra, un disastro naturale, un’energia spaventosa ci porta tutti in uno stato di shock.

In The Shock Doctrine, la giornalista e attivista canadese Naomi Klein dimostra in modo documentato come le politiche americane di “libero mercato” siano arrivate a dominare il mondo attraverso lo sfruttamento e la distruzione pianificati di persone e paesi. La teoria di Klein descrive i collegamenti tra la politica economica, la guerra Shock and Awe e gli esperimenti di elettroshock finanziati dai servizi segreti, dimostrando in modo dettagliato quanto noti eventi della storia moderna fossero le sue applicazioni deliberate. “Dottrina dello shock”.

I vari modelli di ingegneria sociale del “terrore globale” includono:

Lo scenario del terrorismo globale

A cui abbiamo più volte fatto riferimento.

Lo scenario dell’epidemia globale.

Le prove dell’influenza aviaria inizialmente, e il virus H1N1 oggi, hanno alimentato i Supremacisti con una serie di conclusioni sulle reazioni di cittadini, organizzazioni, governi e media a tale eventualità.

Lo scenario del disastro naturale

Secondo Naomi Klein, quando si è recata in Sri Lanka per riferire sulle conseguenze del catastrofico tsunami, è stata testimone di una situazione oltraggiosa: investitori-predatori stranieri e prestatori internazionali si sono uniti per approfittare del panico. con belle spiagge, vietando alle migliaia di famiglie di pescatori che tradizionalmente vivevano lì di ricostruire le loro case.La volta successiva a New Orleans, era ormai chiaro che il sistema stava approfittando di situazioni di “trauma collettivo” per promuovere un cambiamento sociale ed economico radicale. La crisi che ha seguito il passaggio dell’uragano Katrina attraverso New Orleans potrebbe essere forse il più importante esperimento di ingegneria sociale.

Lo scenario della crisi ambientale.

L’altro scenario di un’effettiva minaccia globale era l’inquinamento ambientale. Si pensava che questo avesse maggiori probabilità di successo perché potrebbe essere associato a condizioni visibili come lo smog e l’inquinamento dell’acqua. Si potevano fare previsioni che la Terra stesse per finire, e sarebbe stata spaventosa come una guerra nucleare. L’accuratezza di queste previsioni non era ciò che era richiesto. Il loro scopo sarebbe intimidire e non informare. Le masse saranno più disposte ad accettare la caduta del loro tenore di vita, l’aumento delle tasse e della burocrazia, con la scusa che “è il prezzo che dobbiamo pagare per salvare la Madre Terra”.

Lo scenario della crisi alimentare

Il 2 aprile 2008, il presidente della Banca Mondiale (WB) Robert Zoellick ha espresso preoccupazione per l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari in 33 paesi, che potrebbe portare a disordini sociali. Le informazioni trapelate hanno portato i rappresentanti del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite a definire la crisi uno “tsunami silenzioso“. In questo contesto, l’analista economico William Blum ha parlato chiaramente di un’élite economica globale che prende tutte le decisioni importanti basate sulla paura e sull’avidità. (Eric Walber, Food Crisis A Conspiracy? – Silent Tsunami, 17/05/08, www.rense.com/general82/food.htm)

Lo scenario della crisi energetica ed economica

Quando il prezzo del petrolio aveva raggiunto 147 dollari al barile, nessuno si aspettava che scendesse sotto i 50 dollari. Il prezzo internazionale del petrolio ha dovuto scendere per essere “studiato” senza influenze “esterne” e indipendentemente da una crisi economica generalizzata? Una delle persone che sembra avere informazioni privilegiate (l’analista televisivo Jim Cramer) ha detto in un’intervista televisiva il 6 ottobre che il passo successivo (nello scenario di una decostruzione sociale metodica) sarà smettere di fornire denaro ai terminali bancari (ATM).

Lo scenario della minaccia aliena

L’invasione di alieni dallo spazio iniziò a essere seriamente presa in considerazione dopo la fine della seconda guerra mondiale e sembra che gli esperimenti possano essere già stati fatti in questo contesto. Tuttavia, la reazione dell’opinione pubblica non era del tutto prevedibile, perché la minaccia non era così “credibile”. Tuttavia, il fatto che una scioccante invasione aliena mostrata in televisione – anche se realizzata con grafica high-tech o proiezioni laser nel cielo – potrebbe spingere tutti gli stati tra le braccia del governo mondiale, che dovrebbe proteggere la terra dall’invasione.

D’altra parte, se gli alieni fossero presentati come “amici”, ci sarebbe uno scenario alternativo che prevederebbe la formazione di un governo mondiale che rappresentasse la razza umana unita in una sorta di federazione galattica. (vedi Dirty Watchtower Secrets, http: //www.theforbiddenknoledge.com/hardtruth/dirtywatchtowersecrets.htm), Like Father Like Son: George W. Bush and the Fake Alien Invasion, http: //www.theforbiddenknowledge.com/hardtruth /fake_invasion.htm). In questo contesto, già circolano voci su Internet che durante la cerimonia del Nobel per la pace per Barack Obama, il presidente americano farà dichiarazioni, insieme alla Nasa, su una presenza aliena.

PSYOPS DI ELITE generalizzate

Come notato anche, il professore onorario di Relazioni internazionali presso l’Università Chaouartn Stavros Nicholas, “I manager non etici dell’élite della nuova era, sia all’interno che all’esterno del governo, sono fiduciosi che una società globale spaventata può essere guidata da shock in conformità, solo se il pensiero critico non interferisce con le cospirazioni pre-pianificate. E poche persone fanno domande in un’atmosfera di crisi. “Alla fine, tutte le crisi – che si tratti di rapine finanziarie ad alta tecnologia, uragani, tsunami o guerre – possono trasformarsi in opportunità, di solito per coloro che le hanno causate”.

Come affrontiamo la propaganda sociale?

Innanzitutto con la CONSAPEVOLEZZA che alcune informazioni sono propaganda. Tutto ciò che non ci piace o non ci piace non significa che sia propaganda. Direi che accade il contrario. Quando impari cos’è la propaganda e cosa possono ottenere, allora puoi sapere quando qualcuno sta propagandando, volendo il tuo male o propagando e vuole aiutarti per il bene. Cosa lasciarti influenzare e cosa rifiutare senza dubbio.

Inoltre, quando sentiamo la parola “Propaganda” la associamo automaticamente al nazismo / stalinismo – comunismo (entrambi – ismi) e Paul Joseph Goebbels, Stalin, Lenin, ecc., Ma pochi sanno che il nazismo ha copiato il comunismo e non solo nella propaganda. A nessuno la mente va al nipote di Sigmund Freud, l’eminentemente propagandista delle masse del mondo occidentale del dopoguerra, lo stesso Mr. Edward Louis Bernays . Eccellenti in Propaganda furono Giulio Cesare, Alessandro Magno, Napoleone, ecc. Molti anni prima di Lenin, Stalin, Goebbels, Bernays e dei loro compagni.

Non dobbiamo dimenticare che la ricerca naturale più profonda dell’essere umano è la soddisfazione dell’Ego, (questo mostro intrigante con 5.000 teste che come un’altra Idra di Lerna ti annega ogni giorno e ti impedisce di essere umano) che Rousseau chiama “Amour de soi” e dov’è il fondamento del materiale delle creature umane. Ogni appagamento e soddisfazione dell’Ego, come istinto inferiore di base che è, provoca ed è mantenuto dalla sensazione di piacere – il male e in quest’uomo è sempre disposto a sacrificare la verità insieme a tutto il resto, non serve questo dittico. [niente a che vedere con HELP dell’ASSISTENTE]

Ecco perché ogni persona che è fuori dalla massa, cerca principalmente di abbandonare questo mostro di Lernaokefalo, l’EGO, motivo per cui è estremamente difficile soccombere a qualsiasi propaganda. Dopotutto, la propaganda nera è destinata al grande uomo. Permettetemi di ribadire qui che, dove il comunismo è indicato come propaganda, va bene a chiunque: ismo, socialismo, cristianesimo, surrealismo, ellenismo, patriottismo, meditazione, ecc., Ecc.

E senza dimenticare che ogni ismo e ghiaccio = maggiore ENTROPIA.

“Il calore in eccesso significa movimento e coscienza in eccesso. “Il freddo in eccesso significa immobilità e morte.” Eraclito

Dall’altra:

“Peggio dello sfruttamento è che nessuno vuole sfruttarti.”

Leonidas Aposkitis

Fonte: Hellenic Nexus / & Anagnostou

Puoi risparmiare 1,00 Euro al mese per supportare i media indipendenti

A differenza della Rai, Mediset o Sky, NON siamo finanziati da Benetton, Bill & Melinda Gates o da altre ONG o governi. Quindi alcune monete nel nostro barattolo per aiutarci ad andare avanti sono sempre apprezzate.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code