toba60

La Guerra in Ucraina: Sostegno Ipocrita dall’Occidente !!

Riesce difficile pensare a come la gente con estrema facilità cade nell’errore di delegare la propria cultura a mezzi di informazione collusi con élite criminali e spietate, le quali hanno ridotto il pianeta in un mucchio di macerie.

Toba60

Sostegno Ipocrita dall’Occidente all’Ucraina

I tamburi di guerra e le trombe dei media stanno suonando in una cascata di palle ipocrite, l’eterna scena del misantropo che viene costantemente riprodotta in tutto l’Occidente.

Il delirio e l’isteria dei media, che contribuiscono ad alimentare le fiamme con una rozza propaganda di guerra, è molto più grave. È propaganda contro propaganda, e c’è molto da dire sull’Occidente in questo campo perché la fabbricazione del consenso è più inventata e cercata dal potere del denaro e dall’immagine delle oligarchie finanziarie. Francamente, questo Occidente è troppo perfetto, troppo pulito, per essere onesto… E quando è troppo bello per essere vero, è perché c’è una perversione con una visione idealistica della libertà recuperata che viene venduta a popolazioni impressionabili, e aggiungendo le immagini di fuggitivi, feriti e vittime di guerra nelle strade e negli ospedali dell’Ucraina, anche lì, potrebbe far piangere le donne europee.

La storia ha dimostrato che quando l’opinione pubblica e soprattutto i media iniziano a spingere per la guerra, questa diventa molto rapidamente inevitabile. Naturalmente, i cosiddetti paesi imperialisti stabiliscono le proprie tecniche e i propri approcci, perché bisognerebbe essere ciechi per non osservare e notare la morsa culturale dei discorsi, delle immagini e delle nuove tecnologie di comunicazione che servono come armi di distruzione di massa sulle coscienze dei cittadini fissati sui loro schermi televisivi.

La guerra in Palestina va avanti da decenni e ha causato migliaia di morti e altrettanti feriti, compresi i bambini, soprattutto quando sappiamo che Israele ha usato il fosforo bianco come arma offensiva a Gaza. Tale uso viola le leggi internazionali sulle armi chimiche. Tuttavia, mi dispiace il silenzio politico e mediatico che lo circonda, l’indifferenza verso i morti quando non sono ebrei, ma chi osa denunciare questa indignazione a geometria variabile.

Eppure, come esseri umani, non possiamo essere selettivi su chi merita sostegno. Le vite delle vittime civili, ovunque siano, hanno lo stesso valore. Tutti gli esseri umani devono meritare la stessa compassione.

È anche questo squilibrio nei rapporti, questa non reciprocità tra ricchi e poveri e dove i poveri sono globalmente uniformati dai ricchi, indotta dal liberalismo, quindi da una folle ricerca di libertà in rottura con la tradizione, che spiega tutte le crisi sempre più parossistiche nelle relazioni internazionali, e in particolare in Occidente.

Gli Stati Uniti, per la loro posizione di forza, la loro immensa ricchezza, sono a mio parere il grande manipolatore nella tragedia che si sta giocando in Ucraina, perché in fondo la doxa europea, che è che tutti i datori di lezioni si uniscano agli Stati Uniti, è piuttosto che gli avversari che non condividono l’esaltazione collettiva per l’Alleanza Atlantica, che sono colpevoli e che devono essere puniti; Ma non lo diciamo così, accusiamo coloro che resistono al sistema imperialista di essere tiranni, dittatori, macellai, di essere a disagio con se stessi, di essere pazzi,

Con La fureur folle des Occidentaux, la propaganda ha colpito ancora, sostenendo che l’impero della menzogna che è l’Occidente sta davvero fraintendendo la storia. I più grandi colonizzatori sono infatti l’Occidente che ha ucciso e massacrato per arrivarci.

Ancora una volta, lo zio Sam è perverso nel senso che spersonalizza i suoi partner europei, che sono abbastanza contenti di questo perché sono completamente asserviti, dato che non c’è reciprocità con gli europei, e cerca persino di ridurre a zero i suoi avversari o potenziali avversari per tenerli nell’illusione che diventeranno prosperi come l’America. Ma no, è l’America che intende continuare a tirare i fili il più a lungo possibile, secondo lei per sempre, grazie al potere del denaro per scegliere i suoi partner e quindi della corruzione per indebolirli.

“L’URSS aveva liberato l’Europa dal nazismo

“Il Piano Marshall fu rifiutato dall’URSS”.

È grave quello che vogliono fare alla Russia che gli Stati Uniti hanno cercato di scuoiare per 30 anni, stanno giocando un gioco molto pericoloso, la Russia è solo sulla difensiva quando è offensiva con la NATO. È un gioco pericoloso, ma alla fine gli Stati Uniti sanno molto bene che sarà l’Europa a pagare il conto delle sanzioni, non loro.

Dalla fine della guerra fredda, la NATO non è più il deposito di armi per gli Stati Uniti a causa dell’aumento del pacifismo in molti stati membri. I soli paesi che hanno ancora un esercito deterrente sono il Regno Unito e la Francia, che fabbricano le loro proprie armi!

Quindi quale modo migliore di una guerra in Europa per ravvivare il sentimento di insicurezza e generare un desiderio di riarmo.

L’Ucraina è stata usata dagli Stati Uniti per avere una nuova presa su un’Europa alla deriva e soprattutto per tornare ad essere il fornitore prioritario di armi e idrocarburi per i suoi alleati!

In pochi mesi, lo zio Sam può vendere tra 300 e 500 aerei F-35 ai paesi della NATO che avrebbero bisogno dell’autorizzazione degli Stati Uniti per usarli. Gli F-35 saranno tutti dotati di scatole nere che saranno controllate dagli Stati Uniti, quindi potranno vedere tutto quello che gli alleati fanno con questi aerei! Riarmando, la NATO permetterà agli Stati Uniti di concentrarsi sulla Cina, che sta sfidando la sua supremazia globale. La recente coalizione AUKUS era il preambolo di questo progetto globale (USA, Regno Unito e Australia contro i cinesi nel Pacifico) e la NATO contro i russi in Europa.

La Francia continuerà ad attaccare la Russia per procura, finanziando e fornendo armi e mercenari mentre gioca a fare la colomba bianca eccellendo nell’inversione accusatoria e demonizzando i russi, ed è così che succede che i media danno la parola a ex militari francesi in pensione che si vantano tutti che le città di Kiev e Odessa possono essere rase al suolo ma non potranno mai essere prese dall’esercito russo. Questi strateghi si permettono di dare certezze in televisione senza alcun ritegno su ciò che accadrà a Kiev e Odessa. Senza essere nemmeno un semplice militare, come si può osare ammettere che una città può essere completamente rasa al suolo e che non si è capaci di prenderla con una forza sproporzionata?

Fortunatamente per queste due città, l’esercito russo non aveva la missione di raderle al suolo prima di prenderle. Questo per dire che la russofobia mediatica è dilagante nella televisione francese.

Altri si incaricano di illuminare il cittadino francese, di informarlo che l’esercito russo alle porte di Kiev è in rotta, il soldato russo manca di cibo e soprattutto di mezzi logistici. Che bella analisi della fantascienza e dell’opinione personale senza, ovviamente, abbandonare il suo sistematico pregiudizio anti-russo…!!!!!!

È bello vedere che ci sono persone il cui pensiero è soggetto al pensiero unico. La disinformazione è comune sui cosiddetti canali di notizie e questo atteggiamento con forti connotazioni atlantiste, come per molte altre cose, non tiene assolutamente conto dell’opinione dei francesi in generale

Non è quindi sorprendente che la salvezza dell’Occidente, essendo diventata l’alfa e l’omega del pensiero giornalistico, i media siano passati spudoratamente dall’informazione alla propaganda, in altre parole a una vasta impresa di disinformazione.

La crisi ucraina è solo un altro avatar di questo fenomeno per il quale il conflitto israelo-palestinese dovrebbe essere un caso da manuale per i nostri valorosi futuri disinformatori il cui ego è pari solo alla loro stupidità senza avere l’onestà morale di dare informazioni reali e fermare la disinformazione quasi permanente.

Vedere l’immagine

Nota/ Nel Figaro del 29.03.2022 sulla foto pubblicata, si vedono due soldati russi morti, le loro teste in un sacco di plastica che sembra siano stati giustiziati sommariamente, e un soldato ucraino che passa con l’aria di niente.

Vorremmo sapere quante foto di soldati ucraini morti sono state pubblicate da Le Figaro dall’inizio del conflitto?

Secondo il giornale, l’Ucraina sta vincendo la guerra, la Francia riavrà gli ucraini.

Kader Tahri

Fonte: mondialisation.ca

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code