toba60

La Mossa Perversa che l’Élite sta Preparando per Questo Inverno

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

I molti lettori che ci seguono converranno con noi che è del tutto inutile cercare di rendere consapevoli coloro che si stanno adoperando ad un suicidio collettivo che non non si limita a ciò che un vaccino può fare, ma soprattutto in quello che esso rappresenta, la schiavitù ed il totale annichilimento umano collettivo su ampia scala.

Ed ora una bella notizia

Tutto sommato stare alla larga ed essere evitati da da tutti coloro che aderiscono ad un cieco e insensato appoggio a dei benemeriti aguzzini e lestofanti che Governano non e’ poi tanto male, anzi, ringraziamo il cielo che il virus abbia fatto la sua comparsa in un momento storico in cui i valori sociali si erano letteralmente sgretolati davanti ai nostri occhi come un castello di sabbia.

Mai come in questo periodo ho avuto modo di incontrare persone fantastiche che mai avrei pensato di conoscere con cui posso finalmente portare a termine una frase o un discorso di senso compiuto senza dover ripetere mille volte le stesse cose.

Non datevi pena per gli altri e per una volta siate un po egoisti, che a seguire certa gente vi viene solo un attacco di bile e non mi sembra proprio il caso di concedere loro questa effimera soddisfazione.

Siate felici e concedete loro la libertà’ di essere schiavi, dopotutto non e’ quello che rivendicate ogni volta che aderite ad una iniziativa popolare in piazza?

La Depopolazione tutto sommato riguarda prevalentemente questa categoria di persone, ma se c’è qualcuno che ha qualche possibilità di salvarsi e cambiare il corso della storia, sono solo coloro che non si prestano al gioco e qualche contromisura hanno l’accortezza di prenderla.

È risaputo che le Élite non intendono di prima mano sterminare la popolazione mondiale, ma desiderano che i diretti interessati provvedano a farlo in prima persona.

Lasciamoli fare, è l’unica libertà loro rimasta.

Toba60

La mossa perversa delle Élite

Ancora una volta quello che sta succedendo in Israele serve da monito ai paesi tentati di seguire le sue assurde misure totalitarie che hanno portato a una catastrofe sanitaria che nessuno minimamente informato può più attribuire al fantomatico virus, ma esclusivamente a una campagna di vaccinazione ossessiva che ha fatto sprofondare il paese nel caos sanitario, con persone precedentemente sane che soccombono a reazioni avverse post-puntura, un confinamento indefinito che minaccia di andare avanti per sempre e una quarta inoculazione che dimostra l’inutilità delle tre precedenti (fino a quando la quinta prova l’inutilità della quarta, e così via all’infinito).

Ci viene detto che Israele non ha avuto un solo caso di influenza dal marzo 2020, perché l’élite che ha pianificato la plandemia 10 anni fa (rapporto scritto nel 2010 dalla Fondazione Rockefeller) ha dato l’ordine che tutto doveva essere Covid, in modo da terrorizzare la popolazione e far sì che tutti vogliano iniettarsi il “vaccino”, obiettivo principale dell’élite per ridurre la popolazione mondiale a termini adatti alla loro perpetuazione al potere.

Ora che quasi tutti gli israeliani sono stati “vaccinati” contro il Covid, e per dare l’immagine che il “vaccino” funziona e che il coronavirus è scomparso, la stagione dell’influenza dovrebbe colpire duramente Israele a partire da novembre, in modo che le centinaia di migliaia di morti del “vaccino” possano essere dette per l’influenza.

I criminali in carica diranno che i non vaccinati muoiono di Covid e i vaccinati muoiono dell’influenza “misteriosamente” ricomparsa. Lo stesso accadrà nel resto del pianeta.

Quando accadrà, ricordatevi che – ancora una volta noi “cospirazionisti” lo abbiamo anticipato.

La stagione influenzale dovrebbe colpire Israele in anticipo e duramente, affermano i funzionari sanitari

Jerusalem Post Notizie da Israele

La stagione dell’influenza dovrebbe colpire Israele presto e duramente, dicono i funzionari sanitari
Israele dà il via alla sua campagna di vaccinazione contro l’influenza, concentrandosi su anziani, bambini, donne incinte e persone con malattie croniche.

L’influenza stagionale dovrebbe raggiungere livelli eccezionalmente alti quest’anno, hanno detto i funzionari della sanità domenica, quando è stata lanciata la campagna annuale di vaccinazione contro l’influenza.
Il virus dovrebbe arrivare già a novembre, mettendo a rischio il sistema sanitario del paese che sta già lottando sotto il peso di circa 700 pazienti gravemente malati di COVID-19.

L’influenza è uno dei virus invernali più comuni e altamente contagiosi. Simile al coronavirus, si trasmette da persona a persona principalmente attraverso le goccioline esalate quando le persone tossiscono, starnutiscono o addirittura parlano.

Da marzo 2020, Israele non ha avuto casi noti di influenza.

Il dottor David Mossinson, il capo medico dei servizi sanitari Meuhedet, ha spiegato che la situazione si è creata in gran parte perché l’anno scorso le persone sono state attente a indossare maschere in quasi tutte le situazioni. Inoltre, durante il periodo in cui l’influenza si sarebbe diffusa nel paese, la gente era in isolamento e le scuole e gli asili erano chiusi.

“L’allontanamento sociale e le maschere hanno reso la stagione influenzale dell’anno scorso quasi inesistente nelle nostre vite, e l’ultima volta che c’è stato un tasso di morbilità così basso è stato nel 1988″, ha detto il capo infermiere di Meuhedet, Mali Kusha.

Tuttavia, ciò che Israele e il resto del mondo hanno visto in estate, quando la gente ha iniziato a togliersi le maschere, è stato un “salto nei virus respiratori e nelle infezioni”, ha detto Mossinson.

C’è stato un aumento insolito e inaspettato delle infezioni respiratorie che di solito caratterizzano i mesi invernali. Il risultato è stato un carico significativo sul sistema sanitario che normalmente non vediamo nei mesi estivi e questo fenomeno è stato riportato anche in tutto il mondo”.

In Israele, ha detto che i reparti pediatrici erano pieni. Ora, i medici credono che il tasso di influenza in Israele sarà ancora più alto quest’anno, non solo dell’anno scorso, ma più alto degli anni precedenti, e pensano che il virus colpirà anche prima.

Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha previsto un aumento del 20% dei casi di influenza negli Stati Uniti, con un ulteriore allentamento delle restrizioni e la ripresa dei viaggi internazionali.
Tuttavia, con la vaccinazione e una buona igiene – proprio come con COVID-19 si può evitare una situazione fatale, ha detto Mossinson.

Il virus dell’influenza cambia ogni anno e quindi le persone devono ricevere una nuova iniezione.

Il vaccino antinfluenzale viene prodotto in base alle previsioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità su quali ceppi dovrebbero circolare. Nella maggior parte dei casi, le previsioni sono state accurate e il vaccino ha funzionato.

Il vaccino è più importante per le persone in quattro gruppi target: le persone sopra i 65 anni, le donne incinte, quelle con malattie croniche e i neonati e i bambini dai sei mesi ai 12 anni che non possono essere vaccinati contro il COVID-19.

Quest’anno, Meuhedet offre il vaccino antinfluenzale Fluzone High-Dose per le persone oltre i 65 anni, che è il 24% più efficace.
Secondo il CDC, tra il 70% e l’80% dei decessi legati all’influenza stagionale si sono verificati in persone di 65 anni e oltre. Inoltre, dal 50% al 70% dei ricoveri legati all’influenza stagionale si sono verificati tra le persone in questo gruppo di età.

Nella maggior parte degli anni, circa il 60% della popolazione anziana di Israele è vaccinata.

Tutti i fondi sanitari hanno i vaccini antinfluenzali standard e in spray nasale per le persone in altre coorti di età.
A Jessica Hirsh, studentessa della George Washington University, viene somministrato il vaccino spray nasale contro l’influenza H1N1 presso la clinica Student Health Service di Washington, 19 novembre 2009 (REUTERS/HYUNGWON KANG).

Inoltre, quest’anno, le persone possono ricevere i vaccini antinfluenzali e COVID-19 allo stesso tempo, anche se idealmente in arti diversi.
“L’anno scorso, quando abbiamo iniziato a vaccinare a dicembre, non avevamo informazioni sui nuovi vaccini COVID, quindi non abbiamo permesso alle persone di prenderli insieme”, ha detto Mossinson, notando che il protocollo era stato quello di avere un intervallo di 14 giorni tra i due vaccini.

Ha detto che la gente dovrebbe affrettarsi a prendere i vaccini prima della fine del mese prossimo, quando l’influenza dovrebbe arrivare.
Prendere il vaccino antinfluenzale potrebbe aiutare ad allontanare la COVID e viceversa?

“Abbiamo alcune prove preliminari”, ha detto Mossinson. “Ma di solito, le persone che prendono i loro vaccini sono anche persone che sono più consapevoli della loro salute e penso che questo abbia più a che fare con esso”.

Ha detto: “Non c’è niente che sia basato su prove finora, ma forse, vedremo”.

Maayan jaffe & Hoffman

Fonte: .jpost.com

La censura è una spada di Damocle che incombe ogni giorno sopra la nostra testa, collabora con noi attraverso un contributo mensile, Byoblu ha dovuto accedere alle reti televisive per lavorare liberamente e va ”Supportato”, fa che coloro che  rimangono non debbano chiudere, siamo pure noi fondamentali ed importanti e solo insieme possiamo far fronte ad uno strapotere mediatico neoliberista e non intendiamo in alcun modo offrire loro il  monopolio assoluto dell’informazione.  Toba60

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code