toba60

La Paura Fa 90: Le Ricerche su Internet per “Morte da Vaccino” Sono Diventate una Meta Obbligata dopo il Covid

È inutile girarci attorno, basta vedere il numero delle persone che visitano il nostro portale per capire quanto sia vasto l’interesse per tutti gli editoriali inerenti quelli che sono gli effetti collaterali da vaccino, sono milioni oramai coloro che dovrebbero sapere già tutto, il problema sostanzialmente è vedere come reagisce la collettività a questa immensa mole di dati inerenti il problema.

Io credo che tutto sommato la maggior parte della gente si comporterà’ come hanno fatto agli inizi del Covid, per cui ognuno confida nel fatto che tanto……

….. andrà tutto bene!

Toba60

Il nostro lavoro come ai tempi dell’inquisizione è diventato attualmente assai difficile e pericoloso, ci sosteniamo in prevalenza grazie alle vostre donazioni volontarie mensili e possiamo proseguire solo grazie a queste, contribuire è facile, basta inserire le vostre coordinate già preimpostate all’interno dei moduli all’interno degli editoriali e digitare un importo sulla base della vostra disponibilità.Se apprezzate quello che facciamo, fate in modo che possiamo continuare a farlo sostenendoci oggi stesso…

Non delegate ad altri quello che potete fare anche voi.

Staff Toba60

Meno dello 0,1% dei nostri lettori ci supporta, ma se ognuno di voi che legge questo ci supportasse, oggi potremmo espanderci, andare avanti per un altro anno e rimuovere questo fastidioso Banner…

Google è il motore di ricerca più grande e più utilizzato al mondo, con una quota di mercato desktop di oltre l’85%!

I dati di Google Trends mostrano un netto aumento delle ricerche di “morte dopo il vaccino” subito dopo la diffusione delle iniezioni di Covid-19 in tutto il mondo.

Google Trends fornisce informazioni sulla popolarità di determinati termini di ricerca in un determinato periodo di tempo e in una determinata località. Secondo Google:

Google Trends fornisce l’accesso a un campione in gran parte non filtrato di richieste di ricerca effettive fatte a Google. È anonimizzato (nessuno viene identificato personalmente), categorizzato (determina l’argomento di una query di ricerca) e aggregato (raggruppato). Questo ci permette di visualizzare l’interesse per un particolare argomento da tutto il mondo o dalla geografia a livello di città.

L’introduzione dell’iniezione Covid-19 è iniziata nel gennaio 2021 (con mesi di prova precedenti). I dati di Google Trends indicano che le ricerche di termini come “morte dopo vaccino”, “dolori al petto da vaccino”, “effetti collaterali da vaccino”, “dolore da vaccino” e “vomito da vaccino” sono aumentate quasi contemporaneamente.

Un aumento delle ricerche per il termine “morte dopo vaccino” potrebbe essere interpretato come dovuto a persone che cercano specificamente questo tipo di dati. Tuttavia, potrebbe anche essere dovuto al fatto che le persone conoscono qualcuno che è morto poco dopo l’iniezione e cercano maggiori informazioni.

Il VAERS (Vaccine Adverse Events Reporting System) fornisce ulteriori conferme a questa ipotesi. Il sistema di segnalazione ha ricevuto quasi 30.000 segnalazioni di decesso in seguito a iniezioni di Covid dal 14 dicembre 2020. (È importante ricordare che gli eventi avversi ai vaccini non devono essere segnalati. Di fatto, sono criminalmente sotto-segnalati e molti medici non sono istruiti su come utilizzare la piattaforma).

Secondo un recente articolo di Children’s Health Defense:

I dati VAERS pubblicati venerdì dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie mostrano 1.314.594 segnalazioni di eventi avversi in tutte le fasce d’età in seguito ai vaccini COVID-19, tra cui 29.162 decessi e 241.226 lesioni gravi tra il 14 dicembre 2020 e il 24 giugno 2022.

Degno di nota è il fatto che “morte dopo vaccino” non è stato l’unico termine che ha visto un aumento delle ricerche. Anche “dolori al petto da vaccino”, “effetti collaterali da vaccino”, “dolore da vaccino” e “vomito da vaccino”.

È il segno dei tempi dove una volta subito il danno si cerca in tutti i modi di esorcizzare il problema cercando in tutti i modi di reperire le informazioni necessarie che possano in qualche modo stemperare il problema o meglio la paura.

Come dice il detto non è mai troppo tardi ……..

si spera!

Fonte: newbraveworld.org

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code