toba60

La Sepoltura di Tesla e la Rinascita Delle sue Scoperte

Quello che avrete modo di leggere sono documenti rari non indicizzati in rete, il testo in questione e’ una parte ripresa su molti punti e assemblata con ordine per dare continuità al suo contenuto.

Avviso subito che molti dati sono estremamente tecnici ma non potrebbe essere diversamente considerato il personaggio in questione.

Molte altre documentazioni su Tesla avranno un seguito e spero possa stimolare l’attenzione di un sempre maggior numero di persone su questo grande uomo.

Toba60

P.S. La condivisione dei testi di Nikola Tesla e Pierluigi Ighina pubblicati su Toba60 sono soggetti a censura sui social maistream, avviso i lettori di usarli con estrema cautela qualora intendeste condividerli.

La Rinascita Delle Scoperte di Tesla

Nikola Tesla fu sepolto, sia letteralmente che intellettualmente, nel gennaio 1943. Nel 1993, fu dissotterrata la sua opera più importante, la scoperta di propulsione spaziale elettrodinamica, che ha scoperto nel 19 ° secolo e lo ha documentato più completamente nel 1998. Il nome Nikola Tesla ti suona anche un campanello? In caso contrario, lasciatemi dire prima che Tesla è stato un inventore pioniere e filosofo tecnologico la cui scienza e le cui idee usiamo oggi più che mai, ma solo di recente il suo nome è riemerso nella letteratura alternativa.

Un tempo il suo nome era una parola familiare, sessanta o settanta anni fa. Trent’anni fa, solo pochi fedeli e ammiratori e sperimentatori persistenti conoscevano il lavoro di Tesla, eppure ci sono quelli all’interno dei santuari interni dell’establishment dell ‘”insicurezza nazionale” che non l’hanno mai dimenticato.

Probabilmente hai sentito il nome usato nella letteratura alternativa attuale dai molti Molto johnny-come-latelys che sono recentemente saltati sul carro dei nuovi “esperti di Tesla”. Va bene, ma perché ci hanno messo così tanto tempo? Non si può davvero biasimarli per essere rimasti così improvvisamente sbalorditi, considerando la lunga e completa eliminazione del nome di Tesla dalle enciclopedie e dai libri di scienza, invenzione e tecnologia, diventando l ‘”uomo invisibile” della storia della scienza.

L’evidente vuoto creato dove la menzione di Tesla avrebbe dovuto essere come colui che ha dato un contributo così importante alla scienza, alla tecnologia e alla qualità delle nostre vite, solleva inquietanti domande sul perché la sua memoria sia stata virtualmente cancellata dalla storia quasi il giorno dopo la sua Morte. Cosa ha scoperto Tesla che ha minacciato i poteri? Poiché conosciamo già le numerose invenzioni brevettate, la mia ipotesi è sempre stata che le opere sconosciute, ancora classificate, fossero molto più avanti di quelle pubblicate, e fossero in realizzazione di progetti che Tesla aveva precedentemente annunciato o aveva già testato e sviluppato, ma aveva non ancora “… dato al mondo”.

Le scoperte in questione – la cui stessa esistenza è categoricamente negata dall’establishment e dagli scienziati aziendali – erano cose come ……..

dischi volanti elettrodinamici
scoperte energetiche “libere” o “ambientali”
trasmutazione degli elementi
fisica e scienza “etere” alternative
Teoria dinamica della gravità di Tesla

Sappiamo dalla documentazione disponibile e da fonti affidabili che queste scoperte e sviluppi furono attualizzati da Tesla prima della sua morte, ma sono ancora classificati. All’interno delle sue numerose brevettate invenzioni , numerose sorprendenti scoperte e sorprese sono state recentemente trovate da attenti ricercatori e sperimentatori, che mostrano in retrospettiva che le sue affermazioni erano modeste.

Tesla nacque a Smiljan, Lika, Austro-Hungary (ora Serbia), nel 1856, e morì il 3 gennaio 1943 a New York City, An early biografia, Prodigal Genius, the Life of Nikola Tesla, di John J. O ‘ Neill, fu inizialmente pubblicato tre volte nel novembre 1944. Nel caso ve lo stiate chiedendo, le tre pubblicazioni nello stesso mese non erano dovute alle vendite schiaccianti nelle librerie, ma piuttosto al fatto che O’Neill era stato minacciato e censurato dall’FBI, e costretti a ripubblicare più volte a causa della loro cancellazione e censura del materiale che ancora oggi è classificato.

Era strano, dati gli sforzi ripetutamente infruttuosi di Tesla per attirare l’attenzione del Dipartimento della Guerra, incontrati con ignoranza e trattamento scadente. Fu solo dopo che venne alla loro attenzione nel 1942 che i nazisti stavano costruendo dischi volanti e altre armi “fantastiche” basate sulle invenzioni di Tesla, che il governo degli Stati Uniti divenne così preoccupato.

Allora perché nascondere oggi al pubblico americano qualcosa che i nazisti hanno rubato prima del 1934? Nel caso di (disco volante) elettropropulsione, questa invenzione non è solo classificato, ma la sua stessa esistenza lo è categoricamente negato dal governo, mentre il suo agenti segreti nell’UFOlogia. la comunità lo attribuisce a origini extraterrestri, “aliene”. Quale modo migliore per scoraggiare la civile indagine scientifica sull’ovvio?

Ho sentito parlare di Tesla per la prima volta nel 1943, quando bambino di quattro anni, quando la sua morte è ero stata lamentata da Elmer Schlosser, un amico adulto del quartiere che per primo mi ha parlato di lui. Una volta avevo anche nella mia collezione di antichi libri un bellissimo e antico volume commemorativo, ben conservato, pubblicato dalla Fiera Mondiale di Chicago del 1893, l’Esposizione Colombiana, che presentava Tesla come suo ospite d’onore.

C’erano numerose foto delle invenzioni di Tesla e alcuni articoli. Oggi, oltre 54 anni dopo la morte di Tesla, gli sperimentatori stanno ancora conducendo esperimenti entusiasmanti e pionieristici con le scoperte di Tesla di oltre 100 anni fa e continuano a trovare significati ‘nascosti’ in alcuni dei suoi primi scritti e brevetti.

Raro autografo di Nikola Tesla

Ci sono state innumerevoli speculazioni su quali più Tesla fossero le scoperte segrete di . Al momento della sua morte, c’era l’ equivalente approssimativo di un vagone merci ferroviario carico di materiali Tesla confiscati dall’FBI, da circa quattro diversi luoghi di stoccaggio e dal deposito dell’hotel, dalla camera d’albergo e dalla cassaforte di Tesla. Di questi, solo circa 150.000 documenti furono rilasciati ai parenti jugoslavi di Tesla, ora detenuti dall’Istituto Tesla di Belgrado. Questi documenti e vecchi modelli, principalmente di natura storica e già di dominio pubblico, comprendono la maggior parte dei Tesla pubblicati materiali dall’istituto e dal mondo.

Il resto dell’enorme volume di documenti e modelli Tesla fu trattenuto dall’inizio del 1943 alla fine del 1945 dal Custode delle aliene proprietà , non classificato, in un magazzino a New York City, perché gli “esperti” del governo avevano dichiarato nel 1943 che nessuno di questi era la pena di classificazione. L’esperto” del governo, l’equivalente dell’odierno direttore dell’Office of Scientific Intelligence della CIA, era un professore al MIT.

Nel 1938 Tesla aveva scritto una critica all’enorme generatore di Van de Graaff e aveva sottolineato che una delle sue piccole bobine di Tesla avrebbe superato l’enorme Van de Graaff, che era così grande da essere alloggiato in un hangar per aerei. Quella critica e l’opposizione di Tesla al relativismo provocarono le ire del del MIT professore , un sostenitore del “nuovo” relativismo.

Per quella violazione delle “regole”, il lavoro di una vita di Tesla fu trattato con la postuma vendetta del professore relativista del MIT, avendo il suo lavoro conservato in un magazzino buio fino alla fine della seconda guerra mondiale.

In seguito all’arrivo in America degli scienziati e dei guerra segreti fascicoli di della Germania nazista, acquisiti nel 1945 con l’operazione Paperclip, gli spettri della base aeronautica di Wright-Patterson si affrettarono verso i magazzini del Custode delle proprietà aliene, e presero possesso di tutto i materiali Tesla.

Li hanno rimossi a Wright-Patterson, e da allora ogni parte di loro è stata classificata al più livello alto; da allora il governo non ne ha declassificato NESSUNO . Pertanto, i materiali di Tesla, che l ‘ relativista del governo “esperto di scienza” aveva dichiarato nel 1943 contenevano “nulla che valesse la pena di classificare”, sono ancora classificati, 58 anni dopo.

Il governo ha distribuito false voci secondo cui “Tesla non ha mai tenuto appunti”, che era nota per essere una palese menzogna, dal momento che il governo aveva tonnellate di appunti, documenti, modelli e cose correlate, e sapeva che Tesla “teneva appunti enormi”. Le note sui suoi Colorado Springs sole esperimenti a (1899-1900) erano sufficienti per un grande formato libro di di 433 pagine.

Considerando il fatto che Tesla ha continuato a fare ricerca nel suo laboratorio di Colorado Springs per almeno altri sei anni, per i quali non abbiamo appunti, ci sono ampi motivi per credere che quegli abbiano esperimenti successivi coinvolto scoperte che sono ancora più sbalorditive di qualsiasi ricerca sulle armi nucleari. . È noto dalle stesse parole di Tesla che questi esperimenti aggiuntivi a Colorado Springs erano “molto di più vasta portata” dei suoi divulgati esperimenti.

Il resto delle carte e dei beni di Tesla che erano ancora classificati – letteralmente tonnellate di appunti, documenti, disegni, modelli e piani – sono stati oggetto di molte speculazioni. Nel 1979, quando chiesi l’accesso ai documenti Tesla conservati presso il J. Robert Oppenheimer Study Center, presso il LANL (“Los Alamos National Laboratory”), il governo ne ammise il possesso, ma negò l’ accesso per mancanza del “badge” appropriato (nulla osta di sicurezza ).

Quindi so che i documenti di Tesla sono ora conservati, almeno in parte, a Los Alamos, nel New Mexico. Lo stesso giorno, ho trovato i all’idrogeno piani della bomba sugli scaffali ad accesso pubblico, ma mi è stato negato l’accesso ai documenti di Tesla. Cosa potrebbe esserci di più sensibile della all’idrogeno bomba , inventata da Tesla prima del 1943?

Dopo la guerra, nel 1946, all’età di 8 anni, quando la nostra famiglia tornò nella piccola città di Kermit, nel Texas occidentale, visitai il negozio di radio del mio vecchio amico, Elmer Schlosser, e portai a casa una pila di recuperati componenti elettronici che mi diede. , dopo un piccolo esperto di Tesla discorso .

Quello è stato lo stesso anno in cui ho iniziato a fare ricerche sui tedeschi dischi volanti visti nella regione. Elmer, che era cresciuto nel territorio di Cimarron, vicino al laboratorio di Tesla a Colorado Springs, durante il periodo in cui Tesla stava sperimentando lì, disse che i dischi erano “scoperte di Tesla”.

Ho assemblato i componenti che Elmer mi ha dato, ho eseguito una linea di terra su un albero, ho posizionato il mio dispositivo appena assemblato nella mia sull’albero ho ho casa , eretto un’antenna costruita con un cavo schermato e tentato di “trasmettere via radio” una certa potenza. Senza successo, ho comunque continuato i miei esperimenti con l’elettromagnetismo per altri otto anni, fino a quando ho messi li da parte per vent’anni.

Nel 1975 ho ripreso il mio “progetto Tesla”, ho ho alla fine costruito un certo numero di bobine di Tesla e anche iniziato a dare alcune conferenze e dimostrazioni nell’area di Santa Fe a piccoli raduni. Alla fine del 1974, la CIA aveva avviato un modello di molestie originariamente inteso a “motivarmi” ad accettare una posizione esecutiva successivamente offerta da George Bush all’inizio del 1975.

Ho rifiutato l’offerta e mi sono immerso profondamente in intense ricerche e molestie. continuò e si intensificò così tanto che alla fine portò la mia ricerca a un arresto temporaneo tra il 1986 e il 1992. Non appena ebbi il tempo di riprendere fiato, questo provocò la prima pubblicazione del mio libro, Space Aliens From the Pentagon, nel 1993, Occult Ether Physics: Tesla’s Hidden Space Propulsion System and the Conspiracy to Conceal It (seconda edizione rivista, 1998), concentrata sulla del scienza “eterica” XIX secolo che ha portato alla scoperta di Tesla della propulsione spaziale elettrodinamica, e ho incluso anche un paio di sorprendenti, Scoperte di “energia libera” che distruggono la relatività o riscoperte.

Il Santo Graal di Tesla era quello di costruire la sua “macchina volante elettrica” ​​e di estrarre parte dell’energia ambientale” dal cosmo. Questo dell’Ottocento, la piano prevedeva una teoria della radioattività in fase di sviluppo da parte di Tesla negli anni Novanta accettate il relativismo, la meccanica quantistica e le sull’energia nucleare teorie .

Per Tesla, la cosiddetta “energia atomica” era in realtà il risultato dell ‘ “energia ambientale” emanata dal cosmo, e resa nota a noi tramite la materia “radioattiva”, che disse aveva la peculiare proprietà di risuonare e reagire con l’onnipresente ” cosmica radiazione “, termine usato da Tesla prima del 1900, che chiamava ” Raggi solari primari “.

La “radiazione cosmica” di cui parlava Tesla era di molto frequenza più alta di quelle che chiamiamo “emanazioni radioattive”, che per Tesla erano il risultato di un processo di ‘abbassamento’, in cui una certa materia particolare reagisce e converte l’onnipresente, radiazione cosmica omnidirezionale, che oggi chiamiamo ” punto zero radiazione di ” (“ZPR”), da frequenze più alte a frequenze più basse, più utili e appropriate, come radiazioni gamma, raggi X, ultravioletti, visibili, infrarossi, nonché magnetismo e persino elettrica corrente.

Queste frequenze step-down sono molto più facili da rilevare e misurare rispetto allo ZPR. I relativisti negano l’ raggi solari primari esistenza dei .

L’esistenza dello ZPR era ben nota a Tesla nel 1890, ma non è stato fino a poco tempo fa che è diventato scientificamente ammissibile persino suggerire una teoria ondulatoria, poiché i relativisti si aggrappano alla loro teoria corpuscolare.

Questa radiazione è di una frequenza così alta che normalmente attraversa lo spazio, la terra e il nostro corpo senza danni o incidenti, in costante equilibrio, perché le sue brevi lunghezze d’onda normalmente non reagiscono o risuonano con gli atomi della maggior parte della materia. È la cosiddetta “materia radioattiva” secondo Tesla che ha una struttura atomica peculiare che reagisce con questa radiazione per produrre radioattività.

L’energia atomica, per Tesla, proviene dallo ZPR, non dagli atomi. Se un pezzo di radio, ad esempio, potesse essere schermato dagli effetti dello ZPR, ha detto Tesla, non mostrerebbe più radioattività.

La maggior parte degli elementi naturalmente radioattivi sono densi e “instabili”, cioè, secondo i relativisti, “decadono” quando la radiazione viene emessa, verso elementi di numero atomico inferiore. I relativisti – con i quali Tesla dissentiva con veemenza – credono che gli elementi naturalmente radioattivi perdano spontaneamente massa nel processo di tale “decadimento”, così che l’energia rilasciata come radioattività è equivalente alla massa persa secondo l’equazione di Einstein, E = MC2.

Questo mi è sempre sembrato insostenibile, dal momento che tali elementi avrebbero dovuto essere, dal relativo mito cosmologico del “Big Bang”, più antichi della terra, eppure l’esame geologico mostra che si è scoperto che si sono evoluti attraverso processi fisici che si sono verificati all’interno di strutture naturali qui sulla terra.

Se tali elementi avessero fatto parte del presunto Big Bang, sarebbero completamente decaduti prima d’ora. D’altra parte, se tali elementi sono in procinto di essere continuamente evoluti dalle condizioni naturali all’interno della terra, così come nello spazio esterno, attraverso elettriche, magnetiche forze e altre forze fisiche, le ragioni della loro presenza sono più ragionevoli. Non credo che questa sia una sorpresa per l’ sicurezza nazionale élite della . Sta succedendo qualcos’altro e qualcun altro lo sa.

Se gli elementi non radioattivi vengono convertiti in elementi radioattivi dalle forze della natura, quali sono questi processi? Nel 1937, in uno dei famosi annunci di compleanno di Tesla1, Tesla dichiarò di aver sviluppato un processo per la “fabbricazione” del radio (trasmutazione da altri elementi), che era così efficiente da poter essere venduto a $ 1,00 per libbra. Ha anche annunciato di aver “assolutamente sviluppato” un sistema per la trasmissione interstellare di energia. Ha detto che aveva lavorato in “diversi laboratori”, ma si è rifiutato di rivelare le loro posizioni. Il suo modello di lavoro, ha detto, “… impiega più di tre dozzine delle mie invenzioni. È un apparato complesso,

1 New York Times, 11 luglio 1937 (pag. 13, col. 2)

Un agglomerato di parti. “Potrebbe trasmettere” … diverse migliaia di unità di potenza ad altri pianeti, indipendentemente dalla distanza “, viaggiando” … attraverso un canale di meno della metà di un milionesimo di centimetro. “Inoltre, ha detto,” … non è un esperimento. L’ho costruito, dimostrato e utilizzato. Passerà solo un po ‘di tempo prima che io possa darlo al mondo “.

Quel momento non è mai arrivato. In meno di sei anni, la sua morte avvenne alla presenza di due agenti dell’FBI e di un’infermiera tedesca2, ei nazisti avevano i suoi piani in fase di sviluppo attivo già nel 1934.

2 John J. O’Neill, Prodigal Genius. The Life of Nikola Tesla, John J. McKay Company, Inc. NY (novembre 1944)

Questi fatti dimostrano che anche nei suoi 80 anni, nel 1937, Tesla fu coinvolto in ricerche segrete in diversi laboratori non divulgati, sulla tecnologia che oggi rimane altamente classificata, ma né il pubblico in generale né nessuno della International Tesla Society sembrava avere alcuna idea di i dettagli, poiché ci erano stati nascosti dai “poteri forti”. In effetti, la stessa CIA ha contribuito alla fondazione della International Tesla Society a Colorado Springs nel 1986, per evitare che le elettrodinamiche di Tesla scoperte venissero alla luce. Quando questo ha cominciato ad accadere, la società è stata chiusa.

Attraverso alcune ingegnose indagini è possibile ricostruire alcuni fatti. Concentrandosi solo sulla pubblicamente Tesla tecnologia disponibile di , è ovvio che, anche in essa, c’è l’aria del fantastico, del quasi incredibile. Facendo un ulteriore passo avanti, è possibile ricostruire gran parte delle scoperte sconosciute di Tesla da fonti disponibili, al fine di vedere cosa ci è stato accuratamente nascosto dal nostro governo e dai fascisti aziendali che lo controllano.

L’estrazione dell’energia cosmica di Tesla

Secondo Tesla, l’etere non è una “fonte di energia”, poiché è composto da minuscoli “trasportatori indipendenti immersi in un fluido isolante” . L’etere, quindi, è un “mezzo” attraverso cui transferenze energetiche e si possono effettuare trasmutazioni, elettriche e si possono creare e “tubi di forza” magnetici trasportare in un corpo dallo spazio, dandogli lo slancio per spingerlo.

La “radiazione cosmica” non è l’etere, ma la “luce stellare”, ciò che Tesla chiamava i “raggi solari primari”. Questo estremamente ad alta frequenza di luce di lunghezza d’onda molto più piccolo di quello luce visibile, UV, raggi X e raggi gamma (anche emesso dal nostro sole e da altre stelle) —è lo ZPR. Tesla ha affermato che la radiazione del punto zero dà origine radiazioni secondarie dovute all’impatto con la polvere cosmica dello spazio, oggi comunemente chiamate “raggi cosmici”.

Nel 1935 Tesla si oppose alle osservazioni del tedesco radiologo , il dottor Werner Kolhoester, dicendo che le sue osservazioni erano un’altra conferma della sua teoria dei raggi cosmici originariamente avanzata nel 1896, ma affermò che La teoria di Kolhoester del 1935 era errata, perché leggera è un moto ondoso di velocità definita (C), determinata dalla forza elastica e dalla densità del “mezzo”, mentre i raggi cosmici sono “… particelle con velocità determinate dalla forza propulsiva …“, che quindi potrebbero essere molto più lente o più veloci di quella della luce.

Hosting WordPress

Poiché le velocità delle due radiazioni sarebbero non (e non potrebbero) coincidere, le osservazioni di Kolhoester che coincidevano con la luce osservata, non sarebbero accurate. Qui, Tesla distinse tra la “radiazione cosmica” da lui proposta nel 1896, che erano particelle, che erano spinte da una altissima frequenza “radiazione solare primaria” ad , che io identifico allo ZPR, che sono raggi di luce che viaggiano in C. A causa della loro estremamente elevate Livelli e frequenze di tensioni , possono spingere “polvere cosmica” articoli di più velocemente di C, quando hanno livelli di tensione e sufficientemente alti frequenza .

3T.C. Martin, Le invenzioni, ricerche e scritti di Nikola Tesla, The Electrical Ingegnere, New York (1894)
4 Nikola Tesla (come raccontato ad Alfred Albelli) Radio Power rivoluzionerà il World, Modern Mechanics and Invention (luglio 1934)
5 Nikola Tesla, Teoria tedesca dei raggi cosmici interrogata, New York Herald Tribune (3 marzo 1935)

Nella sua lettera di “obiezione” del 1935, in un momento in cui era coinvolto nel progetto tedesco “p2” di cui ho scritto in Pentagon Aliens, Tesla ha fornito un indizio sul suo spaziale elettrodinamico sistema di propulsione , che se si vuole prendere le dichiarazioni di Tesla seriamente, significa che una “particella” – o una nave – nello spazio può essere spinta molto velocemente dalla radiazione delle onde elettromagnetiche – luminose onde che in questo caso sono i “raggi solari primari”, lo ZPR.

I raggi solari primari (ZPR) sono onnipresenti nell’universo e in direzione di avvicinamento in un dato punto, con frequenze così alte che normalmente non c’è reazione con la atomica materia , essendo in grado di passare attraverso “… migliaia di miglia di solida materia … ” , e quindi può avvicinarsi a un oggetto sulla terra anche dalla direzione del suolo. Questo fa questo invisibile “ energia solare fonte di ” disponibile in tutto il orologio, anche se si dice che vari leggermente ciclicamente. Questa radiazione non deve essere confusa con la cosiddetta “energia dei fotoni”, che è una fantasia relativista che coinvolge “corpuscoli” o “particelle” di luce. Che risata.

Nella teoria relativista in corso, Wolfgang Pauli, nel 1933, inventò la teoria dei neutrini, in risposta alla radicale di Niels Bohr scoperta che, se gli esperimenti lo dicono, la Legge di Conservazione vale dell’Energia non per (“beta” o elettrone) emissione e processi di assorbimento. La teoria di Pauli ha cercato di spiegare una perdita di termica energia in decadimento beta, che il relativista la teoria non era in grado di spiegarlo o misurarlo processi come K-cattura, in cui un viene emesso neutrino quando un protone viene convertito in un neutrone.

Il contrario processo è la conversione di un neutrone in un protone, così emettendo una particella beta (elettrone) e risucchiando un neutrino nell’atomo dallo spazio circostante. Sono coinvolte altre particelle, ma queste sono quelle che interessano. Dovrebbe interessarti il ​​fatto che Bohr non fosse un relativista e avesse una sorta di visione della “energia libera”. È anche interessante notare che Bohr ha partecipato all’inaugurazione del Museo Tesla a Belgrado. Senza il lavoro di Bohr, la bomba atomica sarebbe stata impossibile in quel momento.

L’acquisizione di energia dallo ZPR era considerata da Tesla come un processo “graduale”, in cui le luminose ad altissima frequenza onde venivano ridotte a una forma più familiare e utilizzabile, come la radioattività “normale”, il calore o energia elettrica. Nel catturare K il processo di un elemento viene trasmutato in un altro elemento, ad esempio, ferro in manganese, e viceversa processo: dal manganese al ferro. I neutrini monoenergetici vengono espulsi nel primo processo e risucchiati nel ferro nel inverso processo , ma cosa succede alla dannata radiazione X emessa nella prima metà del processo reversibile, Einstein? E come viene misteriosamente “sostituito” nella metà inversa?

La spiegazione del neutrino è sempre apparsa come una scappatoia nella teoria relativista, dal momento che la quantità di moto e il calore mancanti, e “l’energia del fotone” (in realtà la dell’onda di luce elettromagnetica mal radiazione ), concepita, erano impossibili da spiegare senza la neutrino inventata teoria del . Inoltre, poiché il neutrino è una particella neutra, è composto da minuscole cariche positive e negative che non esistono secondo il relativismo, poiché il relativismo sostiene che l’elettrone è “indivisibile”, come fondamento principale della meccanica quantistica. Con questo argomento, ora alcuni dei miei amici relativisti negano l’ esistenza dei neutrini.

In contraddizione con la loro stessa teoria, ammettendo che le più piccole esistono cariche positive e negative che compongono i neutrini, i relativisti hanno inavvertitamente riconosciuto i “mattoni” di elettroni e protoni. In quanto tali, i neutrini sembrano essere l’etere.

Poiché i neutrini sono così piccoli, devono avere la capacità di reagire con lo ZPR, determinando la cosiddetta “radioattività nucleare”. In questo modo, quali sono le caratteristiche nucleari di un elemento che produce la radioattività naturale? Come si può fare un non radioattivo elemento per imitare queste qualità, nella indotta artificialmente radioattività “? Se i neutrini sono prevalenti nella cattura K (trasmutazione), e la sua inversione, sembra che un elemento che viene fatto oscillare tra due elementi (per trasmutare e detrasmutare), dovrebbe reagire con lo ZPR. Poiché è eccesso coinvolta energia in , quando i neutrini (portatori di etere) si muovono dentro e fuori, l’ energia viene trasferita da e verso l’elemento, lo ZPR e l’etere .

Sappiamo che la radioattività sintetica può essere indotta esponendo un elemento a radiazioni appropriate, che è solo un’inversione del processo che inizialmente ha creato la radiazione, come una verifica della teoria di Tesla.

Nella cattura K nel ferro, quando l’elettrone del guscio K passa nel nucleo, convertendo un protone in un neutrone, non solo viene un emesso neutrino monoenergetico, ma anche un raggio X, quando il vuoto guscio K assume un altro elettrone . Sebbene l’atomo di ferro sia ora un atomo di manganese e abbia emesso energia, ha lo stesso massa numero di . Il numero di massa non dovrebbe riflettere la perdita di energia?

Dov’è il tuo dannato “E = MC2?” C’è anche la domanda: “Dove è finita l’energia del fascio di particelle incidente che ha indotto la cattura K ? Se i neutrini si portano via, restituiscono anche loro, come ” portatori “. Naturalmente, si può dire che gli elettroni coinvolti non pesano abbastanza per riflettersi nel numero di massa. I relativisti ammettono (o affermano) che i neutrini trasportano energia, proprio come fanno i eterici portatori. Recenti esperimenti giapponesi hanno dimostrato che i neutrini sono abbondanti nello spazio. La più grande fonte di energia libera sembra essere la ZPR.

Se il numero di neutroni in un prodotto di disintegrazione (l’atomo trasmutato a) è troppo piccolo rispetto al suo numero di protoni, il nucleo tenderà a ridurre la sua carica di un’unità mediante positroni emissione di e avrà sempre 1 Mev in meno di energia cinetica rispetto se si beta fosse verificato un decadimento . Poiché un elemento leggero (sotto atomic numero 19) trasmuterà in luce UV, radioattività negli elementi leggeri può essere indotto molto facilmente. quando Joliot e Curie hanno bombardato l’alluminio con alfa particelle, hanno osservato che venivano neutroni e positroni emessi .

Quando hanno rimosso la loro sorgente alfa, l’ emissione di positroni non è cessata, ma è diminuita esponenzialmente nel tempo, come se l’alluminio fosse un elemento naturalmente radioattivo, per un periodo di tre minuti.

Il positrone trasporterà sempre 1 energia cinetica Mev e può essere utilizzato per la produzione di energia. Poiché questo processo può essere effettuato mediante l’uso di un fascio di particelle incidente UV sugli elementi di luce e produrrà positroni a 1 Mev di energia cinetica, può essere utilizzato in quella che io chiamo “tecnologia del salto”, che può essere utilizzata per i processi di trasmutazione che produrrà elementi in quantità molto maggiori di quelle che potrebbero essere effettuate dagli enormi acceleratori in luoghi come UC Berkeley.

Basata sulla teoria Tesla Primary Solar Ray, utilizzando il Kcapture processo questa è la mia spiegazione per un dispositivo che chiamo Free Energy Surprise (© 1997, Wm. R. Lyne, ISBN 0-9637467-6-6, $ 10.00, Creatopia Productions, General Delivery, Lamy, New Mexico 87540, Tel / Fax 505-466-3022), una relazione tecnica che include una serie di progetti e foto documentarie.

Ho avuto l’idea di questo dispositivo da una dichiarazione di Nikola Tesla, riguardante usi “speciali” del ferro, per catturare i solari ZPR / Primari raggi Indipendentemente dal fatto che questo sia esattamente ciò che Tesla intendeva, credo che confermi la sua affermazione riguardo alle proprietà speciali del ferro.

Il dispositivo, composto da tubo in acciaio e barra (circa 10 libbre), viene stimolato con un trasformatore a presa centrale da 15 kv. Si opera in vari modi, ma in quello che chiamo il “ronzio” mostra modalità un ingresso di 35 watt ed un’attività secondaria di 42,6 kW, operando in corrispondenza o al di là della tensione approssimata K-cattura su ogni gamba, ca. 7.110 volt (la tensione di cattura K per il ferro), allo standard 60 cps.

La corrente a bassa frequenza entra nella massa del ferro (non un “effetto pelle”). Il ferro sembra passare al manganese e tornare al ferro, 60 volte al secondo. Questa idea si basa su quello che sembrava essere l’aspetto di un’area viola vicino alla parte superiore del tubo che ho riconosciuto essere il colore del biossido di manganese. L’extra elettrico

L’energia potrebbe essere il prodotto dell’interazione con lo ZPR, l’etere (neutrini?) e il ferro. Poiché il manganese è il prossimo elemento in basso nel grafico periodico, con lo stesso numero di massa del ferro, sembrava un’ipotesi ragionevole.

La tensione non è veramente critica, poiché l’effetto potrebbe verificarsi fintanto che la tensione passa attraverso la tensione di cattura K nel suo percorso su e giù, e dovrebbe causare un effetto un po ‘più definito solo quando è giusto sull’assorbimento bordo”.

Sembra che l’energia elettrica nel uscita secondario circuito di possa essere convertita in energia elettrica utilizzabile, soprattutto utilizzando un trasformatore risonante, sintonizzato sulla stessa frequenza di 60 cps.

I disinformazionisti del governo societario hanno già provato a sfatare questo dispositivo. Un “debunker” ha inavvertitamente rivelato il fatto che in realtà non ha fatto l’esperimento, quando ha descritto il dispositivo quando assemblato come un peso di “due libbre”. Nessuno rispettabile “scienziato” poteva confondere “dieci libbre” con “due libbre”, quindi sapevo che mentiva.

Naturalmente, la sua valutazione è stata negativa. era o una persona, che non ha fatto l’esperimento come descritto, o un bugiardo con un programma nascosto. Questa scoperta potrebbe rivelarsi un nuovo modo per produrre la cattura K e trasmutare gli elementi in un reversibile processo, stimolando con una semplice corrente elettrica standard di 60 cps, alla o vicino alla tensione di cattura K, o ad un altro appropriato voltaggio , senza la necessità di utilizzare un fascio di particelle incidente acceleratore di , una camera a vuoto, ecc.

Un buon processo a energia libera, quindi, può utilizzare un file elemento – convenientemente un elemento leggero – come “mezzo” per indurre un altro “mezzo” l’etere, o un altro elemento ad interagire e acquisire energia dallo ZPR, che viene poi ridotto a un’uscita radioattiva sintetica che può essere ulteriormente ridotto a energia elettrica o calore gestibile, o forse convertito più direttamente in energia elettrica con qualche mezzo ingegnoso.

Il tentativo di distruzione e occultamento del lavoro di Tesla è stato ora smascherato e sarà presto annullato. Le fazioni responsabili di ciò esistono ancora per sempre……

ma non saranno in grado di controllare la tecnologia quando finalmente emergerà.

Top Secret

Puoi risparmiare 1.00 Euro al mese per supportare i media indipendenti

A differenza della Rai, Mediset o Sky, NON siamo finanziati da Benetton, Bill & Melinda Gates o da altre ONG o governi. Quindi alcune monete nel nostro barattolo per aiutarci ad andare avanti sono sempre apprezzate.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code