toba60

La Tempesta in Arrivo

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

Noi della redazione abbiamo inserito migliaia di articoli che mettevano in guardia su quanto si profilava con disarmante evidenza.

Alle volte abbiamo l’impressione di mettere un disco già noto che in definitiva non ha una melodia differente, quello che cambia e’ lo stato d’animo di chi si siede in silenzio e contempla la musica.

In questo preciso momento la drammaticità della situazione è dovuta alla passività cognitiva e non solo, di gran parte delle persone.

Non ci riferiamo tanto alla questione vaccini o alle ideologie politiche divergenti, quelle sempre ci saranno e non sono di per sé un ostacolo insormontabile per un buon uso della ragione.

Ci riferiamo alla tendenza delle masse a lasciar perdere ogni questione sociale, delegando il problema al primo che capita, nella convinzione che la cosa migliore sia proseguire nella vita di tutti i giorni facendo le stesse cose come se questa fosse la battaglia fondamentale cui combattere.

Si lotta per un posto di lavoro Part-Time a 400 euro al mese, per un concorso come magazziniere a tempo determinato, o per una qualsiasi attività sottopagata che si considera un privilegio da tutelare con tutte le proprie forze.

Si combatte tutti i giorni per qualcosa che non ha alcuna via di uscita e da cui si e’ letteralmente schiavi in virtù di una logica ben consolidata che ora più’ che mai tiene ben strette le catene di ognuno.

La vita ci e’ stato detto che è una lotta continua, ma oggi più’ che mai ci si deve porre la domanda ……

Per cosa vale veramente la pena di impegnarsi !

Toba60

La Tempesta

Così, sembra che GloboCap non sarà felice finché non avrà fomentato il diffuso disordine sociale o la guerra civile globale di fatto di cui ha bisogno come pretesto per bloccare il nuovo totalitarismo patologizzato e rifare ciò che rimane della società in uno stato di polizia globale pseudo-medicalizzato, o che sembra dove siamo diretti attualmente. Sembra che ci stiamo andando a rotta di collo.

Non ho una sfera di cristallo o altro, ma mi aspetto che le cose diventino piuttosto brutte questo autunno, e probabilmente ancora più brutte nel prossimo futuro.

Sì, amici, sta arrivando una tempesta. Sta arrivando da 16 mesi. E GloboCap ci sta finendo dentro.

Io, e molti altri come me, abbiamo seguito la sua inesorabile avanzata come un autoproclamato Centro Internazionale Patologizzato-Totalitario per gli Uragani (sapete, come quello di Miami, solo che tutti i meteorologi sono “teorici della cospirazione”). Abbiamo documentato tutta la propaganda, le bugie, la manipolazione delle statistiche, l’abrogazione dei diritti costituzionali, le squadracce della Nuova Normalità, la censura aziendale, e tutto il resto del lancio della nuova ideologia ufficiale e le misure totalitarie messe in atto per farla rispettare.

I nostri sforzi non sono stati vani, ma non hanno avuto abbastanza successo per cambiare il corso degli eventi che stanno prendendo ora… un corso degli eventi che è sempre stato chiaro, un corso che ogni movimento totalitario deve prendere per arrivare dove sta andando. Non si possono trasformare intere società in sistemi quasi totalitari senza disordini civili, caos, rivolte, guerra o qualche altra forma di cataclisma.

Fare il lavaggio del cervello alle masse è tutto bello e buono, ma, ad un certo punto, hai bisogno di spingere le persone che stanno resistendo alla tua nuova “realtà” totalitaria a diventare indisciplinate, in modo da poterle reprimere, e trasformarle in nemici ufficiali, che sembra essere ciò che sta accadendo attualmente.

GloboCap sta aumentando il totalitarismo, e ce lo sta sbattendo in faccia.

Qui nella Nuova Germania normale, eminenti funzionari della sanità stanno apertamente abbaiando slogan goebbelsiani come “NESSUNA LIBERTÀ PER I NON VACCINATI!” e “I NON VACCINATI SONO UN PERICOLO PER LA SOCIETÀ!

In tutta Europa, compreso il Regno Unito, dove il “Freedom Day” si sta avvicinando velocemente, si stanno implementando sistemi di segregazione sociale pseudo-medica.

In Francia, Grecia e molti altri paesi, le persone che si rifiutano di essere “vaccinate” vengono private del loro lavoro e punite in altro modo.

Negli Stati Uniti, dove anche i non vaccinati vengono segregati, le squadre di sicari della Nuova Normalità vanno di porta in porta, intimando alle famiglie “esitanti nei vaccini” di conformarsi alla nuova ideologia ufficiale.

E così via … Sono stanco di citare i fatti. Non fanno la minima differenza per la stragrande maggioranza dei Nuovi Normali, comunque. Come ho notato in diverse colonne precedenti, queste persone hanno ceduto la loro razionalità, e sono stati assunti in un movimento totalitario, che è diventato la loro “realtà” percettiva e sociale, che la loro “sanità mentale” ora dipende dalla difesa, quindi i fatti non significano assolutamente nulla per loro.

E voi conoscete già i fatti.

Sì, voi. Noi. Gli altri. I non vaccinati. I “negazionisti di Covid”. Non penserete davvero che qualche irriducibile dei Nuovi Normali sia arrivato fin qui in questa rubrica, vero? Non l’hanno fatto. Se ci sono incappati su Internet e hanno iniziato a leggerla per caso, il loro cervello si è spento nel paragrafo iniziale… letteralmente, neurologicamente, si è spento.

L’hanno riconosciuto come una minaccia alla loro “realtà” e l’hanno immediatamente cancellato dalla loro coscienza, o l’hanno segnalato alle autorità competenti, forse l’FBI, il Bundesnachrichtendienst, o Facebook, o qualche altra società globale.

Ecco a cosa si è arrivati, gente… la gente sta denunciando i “crimini di pensiero” di altre persone alle corporazioni globali e alle forze dell’ordine dei governi “democratici” nella speranza di distruggere o danneggiare le loro vite, o, come minimo, di farle censurare, o altrimenti cancellate dalla vista pubblica.

Come ho notato nella mia colonna precedente, le nostre società sono state lacerate. Stiamo vivendo in due “realtà” reciprocamente ostili, uno stato che non può continuare all’infinito. Il problema per noi (cioè, i non vaccinati) è che probabilmente costituiamo circa il 20-25% della popolazione, quindi siamo massicciamente in minoranza rispetto ai Nuovi Normali. Il problema per i Nuovi Normali è che probabilmente costituiamo circa il 20-25% della popolazione, che è un numero eccessivo di persone da imprigionare o rimuovere dalla società.

Così, il loro piano è quello di rendere le nostre vite il più miserabili possibile, di segregarci, stigmatizzarci, demonizzarci, maltrattarci e imbarazzarci, e farci pressione per conformarci ad ogni passo.

Non ci metteranno sui treni per i campi di concentramento. GloboCap non è il nazismo. Hanno bisogno di mantenere la simulazione della democrazia.

Quindi, hanno bisogno di trasformarci in una sottoclasse di “teorici della cospirazione antisociale”, “disinformatori anti-vaxxer”, “negatori dei risultati elettorali white-supremacist”, “estremisti domestici potenzialmente violenti”, e qualsiasi altro epiteto si inventino, in modo che possiamo essere dipinti come mostri pericolosamente squilibrati e cacciati dalla società in un modo che faccia sembrare che ci siamo cacciati da soli.

Questo processo è già ben avviato, e diventerà solo più intenso, il che porterà inevitabilmente a disordini sociali. I “non vaccinati” hardcore non se ne andranno in silenzio. Di nuovo, questa non è la Germania nazista. Ci sono troppi di noi che stanno già resistendo. Possono segregarci, vietarci di viaggiare, oscurare le nostre proteste, censurarci, deplorarci, cancellare i nostri conti bancari e molestarci in altro modo, ma non possono farci sparire con la forza.

Hosting WordPress

Quindi, continueranno a pungolarci finché non perderemo la testa. Finora abbiamo dimostrato un’incredibile disciplina, ma alla fine finiremo la pazienza. Ci sarà un po’ di confusione. La gente si farà male.

Il che, ovviamente, è esattamente ciò che GloboCap vuole. Niente li renderà più felici che se ci trasformiamo negli “estremisti violenti” che hanno evocato negli ultimi cinque anni. Hanno disperatamente bisogno che diventiamo quegli “estremisti” prima che “incoraggiamo” troppi altri con la nostra “disinformazione”, “esitazione sui vaccini”, “negazione dei risultati elettorali” e un generale disgusto per l’intero programma ideologico del capitalismo globale.

Sfortunatamente, stanno probabilmente per ottenere il loro desiderio.

Ciò di cui abbiamo bisogno è una campagna organizzata e globale di disobbedienza civile classica e non violenta, ma non ci daranno il tempo di organizzarla. Manterranno la pressione, e aumenteranno il ritmo, e la propaganda ufficiale, e l’assurdità, e la confusione, e le regole che cambiano continuamente e l’isteria di massa e le bugie palesi, finché non cominceremo a dare di matto nei ristoranti, e nei pub, e nelle scuole, e sui trasporti pubblici, e gli stabilimenti segregati New Normal cominceranno ad essere vandalizzati di notte, o peggio, e altre forme di “azione diretta” saranno prese.

A quel punto, game over, perché avranno vinto loro. Saremo gli “estremisti” da cui si sono messi in guardia, e potranno fare di noi quello che vogliono, e i nostri ex amici (ora New Normal) applaudiranno, o semplicemente guarderanno altrove in silenzio.

Oppure… non so, forse mi sbaglio. Forse alcuni Nuovi Normali stanno ancora leggendo questo saggio, e possono ancora, in questa fase avanzata, riacquistare il senno. Forse possiamo ancora evitare la tempesta, e la piena attuazione della “Nuova Realtà”. Lo so, probabilmente sono un idealista senza speranza, ma lasciate che vi racconti un rapido aneddoto prima di lasciarvi andare.

Sono stato un po’ a spingere, o educatamente a tormentare, Glenn Greenwald, che rispetto, e ho sempre rispettato, a tirare fuori le palle e almeno a parlare contro le caratteristiche totalitarie del movimento New Normal. Glenn è totalmente a bordo con la narrazione ufficiale di Covid, e ha reso chiaro che non ha alcun interesse ad usare le sue capacità di investigatore-giornalista per indagare su quella narrazione ufficiale.

Nonostante ciò, ho continuato a spronarlo, e a pungolarlo educatamente, e a sollecitarlo in altro modo, a postare forse qualche parola critica, o a sollevare qualche domanda da giornalista investigativo, sulla più flagrante campagna di propaganda ufficiale nella storia delle campagne di propaganda ufficiale e sulle azioni palesemente totalitarie dei governi di tutto il mondo.

Per esempio, ho postato questo su Twitter di recente.

Poco dopo e sono sicuro che è stata solo una coincidenza, perché Glenn non segue la Consent Factory ha twittato questo pezzo di blasfemia di New Normal:

Così, apparentemente, è, infatti, ancora possibile per le persone che credono alla narrazione ufficiale di Covid come se fosse la Parola di Dio parlare contro qualche aspetto di essa, o semplicemente mettere educatamente in discussione la logica di essa, o altrimenti smettere di comportarsi come un branco di “buoni tedeschi” obbedienti senza cervello mentre una nuova iterazione del totalitarismo viene srotolata proprio davanti ai loro occhi.

Sì, lo so. Mi sto arrampicando sugli specchi, ma ho questa folle fiducia nelle persone. Oltre a questo, sto diventando vecchio, quindi non sono impaziente di vedere la parte della lotta di strada così tanto come avrei fatto 30 o 40 anni fa.

Oh, e, quasi dimenticavo, a tutti i miei amici del New Normal UK….

… vi auguro un bel Freedom Day!

CJ Hopkins

Fonte: cjhopkins.com

SOTTOSCRIVI UN  PIANO DI ABBONAMENTO MENSILE BASTA UN MINUTO DEL TUO TEMPO PER DONARE L’IMPORTO DI UN CAFFÈ

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.



Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code