toba60

La Teoria della Malattia di Pasteur è una Bufala, la Sconvolgente Verità su Virus e Altri Organismi

Quando da tempo mettiamo in guardia chiunque dal considerare la storia come un dato di fatto inequivocabile, probabilmente non conosce coloro che dettano le regole del gioco che hanno molto a cuore la morte delle persone e cercano in tutti i modi di supportare coloro che si prestano a questa peculiaritá del presente e …..del passato.

Toba60

Il nostro lavoro come ai tempi dell’inquisizione è diventato attualmente assai difficile e pericoloso, ci sosteniamo in prevalenza grazie alle vostre donazioni volontarie mensili e possiamo proseguire solo grazie a queste, contribuire è facile, basta inserire le vostre coordinate già preimpostate all’interno dei moduli all’interno degli editoriali e digitare un importo sulla base della vostra disponibilità.

Se apprezzate quello che facciamo, fate in modo che possiamo continuare a farlo sostenendoci oggi stesso…

Non delegate ad altri quello che potete fare anche voi.

Staff Toba60

Meno dello 0,1% dei nostri lettori ci supporta, ma se ognuno di voi che legge questo ci supportasse, oggi potremmo espanderci, andare avanti per un altro anno e rimuovere questo fastidioso Banner…

La sconvolgente verità su virus e altri organismi.

Chi fosse l’uomo nella foto a destra probabilmente lo sanno tutti. È il fondatore della moderna teoria delle malattie, secondo la quale le malattie sono causate da batterie, funghi, virus e altri agenti patogeni (come i parassiti).

E chi è l’uomo a sinistra? Questo probabilmente non è più noto a nessuno, tranne forse agli storici della medicina o della biologia. È stato cancellato dalla storia conosciuta dai comuni mangiatori di pane.

Si tratta di Antoine Bechamp (1816-1908) che, quando era in vita, era un noto e rispettato professore, insegnante e ricercatore. È stato un membro attivo dell’Accademia delle Scienze francese e ha tenuto molte presentazioni durante la sua lunga carriera. Ha inoltre pubblicato numerosi lavori, molti dei quali sono ancora disponibili.

Louis Pasteur, invece, è una star della medicina e della biologia molto conosciuta. È uno dei personaggi più riconoscibili della scienza moderna. A lui sono attribuite molte scoperte e progressi in campo medico, tra cui i vaccini e il punto focale delle sue conquiste: la teoria dei germi delle malattie.

Louis Pasteur era davvero un bugiardo, un codardo e un impostore. Ha revocato la sua teoria sul letto di morte. “È il terreno, non il germe”, disse Pasteur sul letto di morte.

Non sono i batteri o i virus a causare le malattie, ma i sottoprodotti chimici e i componenti di questi microrganismi che interagiscono con il metabolismo cellulare squilibrato e malfunzionante del corpo umano. Se il metabolismo cellulare e il pH dell’organismo sono equilibrati, il corpo non è soggetto a malattie.

E questo è confermato dal fatto che nel 1930. Otto Warburg ha ricevuto il premio Nobel per la ricerca sul cancro. Nelle sue ricerche ha scoperto che le cellule sane, private di ossigeno sufficiente, passano al metabolismo anaerobico e diventano cancerose. Al contrario, le cellule cancerose, se ossigenate, diventano sane. Pertanto, il cancro è una malattia metabolica, non genetica. La sua origine è dovuta a fattori ambientali, non a cambiamenti genetici. Questi ultimi possono verificarsi (in linea con il fatto che è stato scoperto che i geni cambiano sotto l’influenza dell’ambiente, come studiato dall’epigenetica), ma saranno l’effetto e non la causa della malattia.

Un altro esempio: il fungo Candida albicans. La maggior parte di noi ce l’ha nel corpo. Tuttavia, solo pochi di noi soffrono di candidosi. Perché? Nella maggior parte dei casi, quando l’ambiente dell’organismo è adatto, la Candida vive in noi in numero ridotto e non ci danneggia. Tuttavia, quando l’ambiente del nostro organismo è fortemente disturbato (ad esempio da tossine provenienti dal “cibo” del mercato, zuccheri, acidi, ecc.) la Candida si moltiplica fortemente e si sviluppa la candidosi.

Un professore (probabilmente Jerzy Vetulani) ha affermato nelle sue ricerche che il cancro è causato proprio dalla crescita della Candida come risultato di cambiamenti ambientali negativi nel corpo umano (acidificazione e fornitura al corpo di grandi quantità di zucchero, di cui questo fungo si nutre).

Come si evince dagli esempi precedenti, le malattie non sono causate da un agente patogeno o da un altro, ma dall’ambiente che esiste nell’organismo e che ne permette la crescita. Quindi possiamo dire che la causa delle malattie è il cibo e l’acqua sbagliati. Questa era la teoria di Bechamp. Ora è chiaro perché è stato cancellato dalla storia. Se la sua teoria fosse stata riconosciuta dalla scienza, allora non ci sarebbero stati affari con le malattie sotto forma di cosiddetti farmaci assunti per anni, spesso per tutta la vita. Basterebbe depurare l’organismo, cambiare la dieta, bere acqua sana e il gioco sarebbe fatto. Non ci sarebbe bisogno di veleni chimici, chiamati droghe, per confondere il nemico.

In altre parole, i microrganismi inizialmente associati alla malattia non causano la condizione nello stesso modo in cui, ad esempio, i ratti producono la lettiera.

L’ambiente cellulare acido e malato è stato creato da una dieta tossica, da esposizioni ambientali tossiche e da uno stile di vita tossico, che favoriscono i cambiamenti patologici dei germi in batteri, dei batteri in virus, dei virus in forme fungine e delle forme fungine in cellule cancerose nel corpo. Questo classico errore di riferirsi ai sintomi della malattia viene commesso ancora oggi in tutte le scuole di medicina, dai professori (il cui pane è imburrato dall’industria farmaceutica) a tutti gli studenti di medicina, con l’intenzione di fare un lavaggio del cervello ai giovani medici emergenti, affinché siano orientati verso la modalità di uccisione e siano sceneggiatori legali e macellai che eseguono interventi chirurgici non necessari.
Il motivo per cui le scuole di medicina che insegnano la teoria dei germi di Pasteur tengono tutti i medici all’oscuro di tutto è che se si insegna loro la verità che è la condizione interna del paziente (cioè la mancanza di ossigeno, le carenze nutrizionali, il pH acido, le tossine accumulate all’interno e intorno alla cellula, la cattiva circolazione, le emozioni tossiche, ecc. ) piuttosto che di germi che creano un terreno di coltura per batteri, virus, parassiti o per la crescita di cellule tumorali, la maggior parte dei medici getterebbe via il taccuino e il coltello chirurgico e concentrerebbe i propri protocolli di trattamento sul ripristino di un ambiente cellulare sano che tenga sotto controllo germi, batteri e virus.

Uccidendo virus, batteri o cellule tumorali con le loro devastanti armi da guerra, scatenano un’evoluzione dei microzimi che rafforza gli agenti patogeni ostili, creando ceppi resistenti che portano più malattie in futuro. Nessuno mette in relazione la nuova malattia sviluppatasi un anno dopo con la terapia farmacologica passata. Di conseguenza, se si dicesse la verità, l’industria sanitaria multimiliardaria che è stata meticolosamente costruita dall’élite globale nel corso di un secolo verrebbe smascherata e crollerebbe come l’antico impero babilonese. Non esiste una dottrina medica così potenzialmente pericolosa come una verità parziale implementata come una verità totale.

Louis Pasteur

Per motivi politici, il nome e i risultati delle ricerche di Antoine Bechamp e la controversia sulla teoria dei germi sono stati omessi dai libri di storia, medicina e biologia e persino dalle enciclopedie. Lo storico assassinio scientifico di Antoine Bechamp sembra aver portato la scienza medica a monopolizzare la farmacia e la ricerca sui vaccini. Questo ha significato sofferenze indicibili per la razza umana.

È ironico che lo stesso Pasteur abbia ammesso sul letto di morte che Claude Bernard aveva ragione: il microbo è nulla, il terreno è tutto, ma non avrebbe mai dato credito alle scoperte di Bechamp. La scoperta di Bechamp, nei suoi primi studi, che tutti gli esseri viventi contengono minuscoli granuli, da lui chiamati microzimi, è stata la scoperta più profonda del XX secolo. I microzimi possono indurre la vita o la morte I microzimi (che significa piccoli fermenti) popolano le cellule, il sangue e il liquido linfatico. Agiscono come costruttori e riciclatori di organismi. Abitano le cellule, il fluido tra le cellule, il sangue e la linfa. In uno stato di salute, il microzima lavora in modo armonioso e la fermentazione procede normalmente e in modo benefico, producendo microrganismi aerobi sani come l’acidophilus e il bifidus.

In condizioni interne malate e patologiche (bassi livelli di ossigeno, malnutrizione, pH acido, cattiva circolazione, ecc.), i microzimi possono cambiare il volto dei microrganismi come un camaleonte. Questo si chiama pleomorfismo. Pleo significa molti e morph significa forma. Pleomorfismo significa quindi un cambiamento in molte forme. Questi agenti patogeni possono evolvere o evolversi a seconda dell’ambiente della cellula. La risposta ai processi patologici risiede nello stato dell’equilibrio cellulare: favorisce la crescita di ospiti indesiderati?

Nelle fasi iniziali del pH acido nei tessuti dell’organismo, i segnali di allarme sono lievi. Tra questi, eruzioni cutanee, mal di testa, allergie, raffreddore, influenza e problemi sinusali. Questi sintomi vengono spesso trattati (manipolati) con antibiotici e farmaci soppressivi. Quando i segnali di allarme di un ambiente acido e povero di nutrienti continuano a essere soppressi, compaiono sintomi più gravi e la malattia si aggrava. Gli organi e i sistemi indeboliti iniziano a cedere (cuore, polmoni, tiroide, ghiandole surrenali, fegato, reni, ecc.) Sfortunatamente, la manipolazione dei sintomi con la farmacologia crea un gioco di prestigio: il cambio di malattia, che crea sintomi e condizioni più gravi in futuro, completamente diversi dalla malattia originale. Il gioco veloce della medicina voodoo è la causa dell’epidemia di malattie in questo Paese e pone gli ospedali e i medici come il terzo killer degli Stati Uniti.

Cosa sta facendo la medicina moderna con le sue devastanti armi da guerra? I microzimi non si possono uccidere, sono indistruttibili. Si può solo innescare l’evoluzione malsana dei patogeni anaerobi in muffe, funghi, lieviti e cancro. Sono i microzimi che sono responsabili della decomposizione della carne morta nel terreno e della creazione di vita nel suolo per la futura crescita delle piante.

Un microzima è un essere vivente indistruttibile che non può essere distrutto dal calore, dagli antibiotici o da qualsiasi altra arma da guerra. Credo che le tossine (acidi) delle microforme si combinino per provocare nell’organismo i sintomi di una crisi di guarigione, al fine di pulire o eliminare i residui tossici dal naso attraverso il naso che cola, dalla pelle attraverso il sudore, dal colon attraverso la diarrea e l’aumento della respirazione. Pertanto, è importante ricordare che non sono gli agenti patogeni in sé a dare inizio alla malattia, ma compaiono solo a causa del terreno cellulare acido e compromesso. Le zanzare cercano l’acqua stagnante, ma non causano una palude stagnante.

Tutte le malattie sono legate agli acidi

In generale, le malattie degenerative sono il risultato dell’accumulo di scorie acide in cellule e organi troppo deboli per fare pulizia. Quando nasciamo, abbiamo la massima concentrazione di minerali alcalini, che determinano il pH più alto. Ecco perché la maggior parte delle malattie degenerative non si manifesta in età giovanile. Di solito si manifestano dopo i 40 anni.

Le cause principali di cancro, malattie cardiache, aterosclerosi, ipertensione, diabete, artrite, gotta, malattie renali, asma, allergie, psoriasi e altre malattie della pelle, indigestione, diarrea, nausea, obesità, malattie dentali e gengivali, osteoporosi, nausea mattutina, malattie degli occhi, ecc. è l’accumulo di acidi nei tessuti e nelle cellule, una cattiva circolazione sanguigna e linfatica e una scarsa attività cellulare dovuta all’accumulo di residui acidi tossici intorno alla membrana cellulare, che impediscono ai nutrienti di entrare nella cellula.

Tutti gli spazzini si riproducono come parassiti. Una volta digerito e assorbito nel sangue, il cibo viene trasportato attraverso il sistema circolatorio a tutti i 75 trilioni di cellule del corpo. Il corpo elimina ciò che può e il resto si deposita nelle cellule più deboli. Quelli che non sono abbastanza forti per pulire la casa. In questa zuppa di rifiuti e pustole accumulate, depositate e morte, proliferano germi come batteri, virus, funghi e parassiti. Si verifica la decomposizione e vengono prodotti pus (che è la decomposizione del sangue), parassiti, vermi, tenie, muco indurito e altri prodotti metabolici acidi.

La scienza la chiama malattia

Il nome di una particolare malattia dipende dalla localizzazione dei depositi di questa zuppa acida, tossica e pustolosa. Se i depositi si accumulano nelle articolazioni, si parla di artrite. Se i rifiuti tossici si accumulano nel pancreas e saturano le cellule beta che sintetizzano l’insulina, si parla di diabete. Se il fango tossico viene scaricato nei polmoni, si parla di broncopneumopatia cronica ostruttiva. È la stessa malattia. Dove si trova l’anello più debole della catena degli organi, si trova la propensione genetica alle malattie.

Se il sovraccarico è eccessivo per il sangue, l’acido in eccesso viene scaricato nei tessuti e nelle cellule per essere immagazzinato. Il sistema linfatico e il sistema immunitario devono quindi neutralizzare ciò che possono e cercare di eliminare i rifiuti tossici. Se il sistema linfatico è generalmente sovraccarico a causa della mancanza di esercizio fisico, i depositi acidi soffocano le cellule e danneggiano il DNA. Se il sistema linfatico viene potenziato dall’esercizio fisico e dalla circolazione, cattura i prodotti metabolici acidi e li neutralizza attraverso i reni. Purtroppo, devono scaricarli nuovamente nel flusso sanguigno. Questo costringerà il sangue a raccogliere più sali alcalini per compensare il carico sul fegato e sui reni. In questo modo si ruba a Pietro per pagare a Paolo.

Corpo elettrico

Uno stato di salute dipende da un alto livello di carica elettromagnetica negativa sulla superficie cellulare del tessuto. L’acidità è la carica opposta e sopprime questi campi elettrici. Se il pH dei tessuti si sposta troppo verso l’acido, il metabolismo cellulare cessa e si verifica una carenza di ossigeno. L’acidità e la mancanza di ossigeno sono condizioni ambientali ideali per la crescita di microforme patogene.

Questi sono i sintomi principali della malattia. In breve, le malattie e le infezioni acute o ricorrenti sono il tentativo dell’organismo di mobilitare le riserve minerali da tutte le parti del corpo, oppure tentativi di crisi di disintossicazione. Ad esempio, l’organismo può scaricare gli acidi attraverso la pelle, causando sintomi come eczema, dermatite, acne o altre malattie della pelle. I sintomi cronici si manifestano dopo che sono state esaurite tutte le possibilità di neutralizzare o eliminare gli acidi.

Quindi, a meno che il trattamento non rimuova gli acidi dall’organismo e non sostituisca i blocchi di nutrienti, nella migliore delle ipotesi il trattamento sarà solo temporaneo e una terapia di facciata che spinge la malattia più in profondità in uno stato cronico. Ricordate che non esiste in commercio un solo farmaco che riduca l’acidità o che risolva una carenza di nutrienti.

È preoccupante sapere che quasi tutti i farmaci sono acidi, soprattutto gli antibiotici, e si aggiungono all’acidità residua. E se i farmaci fossero efficaci nel rimuovere gli acidi dall’area infetta, l’acido migrerebbe in altri tessuti deboli del corpo, causando effetti collaterali, a meno che il trattamento non preveda la rimozione degli acidi da tutti gli organi del corpo. Per questo motivo, la scienza medica odierna è patetica quando si tratta di trattare malattie degenerative e metaboliche.

La crescita delle cellule tumorali è causata dall’acido

Guardiamo al cancro. Se si chiede a un medico allopatico di spiegare il cancro in poche parole, il massimo che può proporre dopo tanti anni di ricerca è una mutazione cellulare, un gene mancante o forse un virus che causa immunosoppressione. Poiché il cancro non è una malattia localizzata ma una condizione sistemica, si manifesta negli anelli più deboli dell’organismo. Chiamo zone morte gli anelli più deboli del corpo, perché portano con sé una carica elettromagnetica decrescente. Tutte le cellule sane hanno una carica elettromagnetica negativa, ma tutte le cellule fermentate e i loro acidi hanno una carica elettromagnetica positiva.

Queste cellule in decomposizione e i loro acidi agiscono come una colla (attirandosi l’un l’altro), come gli opposti si attraggono, facendo sì che le cellule sane si attacchino tra loro. Questo porta alla privazione di ossigeno, dove le cellule sane iniziano a marcire. Questo è il cancro. La mia conclusione, basata su anni di ricerche e studi, è che il cancro e l’AIDS non sono altro che squilibri elettromagnetici cellulari dovuti alla disorganizzazione del pH acido dei microsomi cellulari, alla loro evoluzione morbosa in batteri, lieviti e muffe e alla loro produzione di esotossine e micotossine. Il cancro è quindi una parola di quattro lettere: ACIDO, in particolare l’acido lattico come prodotto di scarto dovuto ai bassi livelli di ossigeno e ai prodotti di scarto di lieviti e funghi.

Il dottor Otto Warburg, due volte premio Nobel, ha affermato nel suo libro Il metabolismo del cancro che la causa principale del cancro è la sostituzione dell’ossigeno nella chimica delle cellule respiratorie con la fermentazione degli zuccheri. La crescita delle cellule tumorali è avviata da un processo di fermentazione che può essere indotto solo in assenza di ossigeno a livello cellulare.

Proprio come le cellule muscolari sovraccariche producono sottoprodotti di acido lattico come scarto, le cellule tumorali riversano acido lattico e altri composti acidi, causando un pH acido.

Se ci si copre la bocca, l’ossigeno viene interrotto e l’anidride carbonica si accumula sotto forma di scorie acide (Fantastica idea quella di usare le mascherine per difendersi dal Covid, morire di cancro a quanto pare è assai preferibile) e alla fine si muore per soffocamento. Se il pH del sangue scende al di sotto di sette, l’ossigeno si interrompe e si entra in coma o si muore. Il sangue lavora in modo equivalente per mantenere il pH del sangue entro un intervallo sicuro di 7,35 – 7,45. Invece di morire, come fanno le cellule normali in un ambiente acido, alcune cellule possono adattarsi e sopravvivere diventando cellule anormali, come le cellule primitive del lievito.

Queste cellule primitive anomale del lievito sono chiamate cellule maligne. Le cellule maligne rinnegate non comunicano con le funzioni cerebrali o con il proprio codice di memoria del DNA. Pertanto, le cellule maligne crescono all’infinito e in modo disordinato. Questo disturbo biologico è ciò che la scienza chiama cancro. Si può correggere con una dieta alcalina e rafforzando il sistema immunitario.

Rivalità

Durante la loro vita, la rivalità tra Bechamp e Pasteur fu costante e spesso feroce. I due si scontrarono spesso sia nei discorsi pronunciati davanti all’Accademia sia nei documenti presentati ad essa. Bechamp dimostrò ripetutamente che le “scoperte” di Pasteur includevano frequenti plagi (e distorsioni) del lavoro dello stesso Bechamp.

Quando Bechamp e altri si opposero al plagio, Pasteur decise di usare la sua influenza politica per distruggere la carriera e la reputazione di Bechamp. Sfortunatamente, Pasteur ebbe un grande successo. Era più abile di Bechamp nel fare politica e nel partecipare alle cerimonie appropriate. Era bravo a farsi degli amici negli ambienti altolocati ed era popolare presso la famiglia reale. In altre parole, Pasteur era un personaggio di spicco. Bechamp era un lavoratore.

Le idee e i caratteri dei due uomini erano fondamentalmente opposti.

Pasteur sosteneva quella che oggi chiamiamo la “teoria dei germi” delle malattie, mentre il lavoro di Bechamp mirava ad affermare il pleomorfismo, ovvero l’idea che tutta la vita si basa sulle forme che una certa classe di organismi assume nelle diverse fasi del loro ciclo vitale.

Questa differenza è fondamentale. Bechamp riteneva che il suo lavoro mostrasse il rapporto tra scienza e religione: una ricerca della verità e l’altra uno sforzo per vivere in accordo con le convinzioni individuali. È giusto che il suo libro Les Mycrozymas si concluda con un’acclamazione a Dio come Fonte Suprema. Gli insegnamenti di Bechamp sono in diretta opposizione alle visioni materialiste della scienza moderna del XX secolo.

“Questi microrganismi (germi) si nutrono del materiale velenoso che trovano in un organismo malato e lo preparano per l’escrezione. Questi minuscoli organismi hanno origine da organismi ancora più piccoli, chiamati microzimi. Questi microzimi sono presenti nei tessuti e nel sangue di tutti gli organismi viventi, dove di solito rimangono quiescenti e innocui. Quando il benessere del corpo umano è minacciato dalla presenza di materiale potenzialmente nocivo, si verifica la trasmutazione. Il microzima si trasforma in un batterio o in un virus, che inizia immediatamente ad agire per liberare l’organismo da questo materiale nocivo. Quando il batterio o il virus ha terminato il suo compito di assorbire il materiale nocivo, torna automaticamente allo stadio di microzima”.

Antoine Bechamp

Antoine Bechamp è stato in grado di dimostrare scientificamente che i germi sono sottoprodotti chimici e componenti di microrganismi pleomorfi, che interagiscono con un metabolismo cellulare squilibrato e malfunzionante e con tessuti morti che causano effettivamente la malattia. Bechamp ha scoperto che un ambiente cellulare malato, acido e povero di ossigeno è creato da una dieta povera di nutrienti, da tossine, da emozioni tossiche e da uno stile di vita tossico.

Le sue scoperte mostrano come il cancro si sviluppi modificando morbosamente i microbi in batteri, i batteri in virus, i virus in forme fungine e le forme fungine in cellule cancerose. Ha trovato microbi presenti in ogni cellula del flusso sanguigno di animali, piante e persino rocce. Li ha trovati presenti nei resti di animali morti molti anni dopo che il corpo dell’animale era diventato polvere. Ha osservato che in un organismo sano i microzimi lavorano per riparare e nutrire tutte le cellule; ma quando l’area diventa acida, i microzimi si trasformano in virus, batteri, lieviti, funghi e muffe, preparandosi a distruggere l’ospite.

Autore Sconosciuto

Fonte: yummy.doctor


Comments: 1

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code