toba60

L’attaccamento degli Esseri Umani alla Propria Storia

Quante volte prima di prendere una decisione si considerano solo le opzioni legate ad un passato che non giustifica in nessun modo ogni presa di posizione?

Quante quante volte vi siete soffermati su considerazioni come ”Non sono portato, non ce l’ho mai fatta, non ho le competenze, tanto non serve a nulla, è inutile……..e ci si lega con estremo accanimento su principi che sono solo retaggio di un passato che non esiste più.

Cosi facendo non si vive il presente che e’ l’unica cosa che conta realmente.

Ci si nega quella che in definitiva è l’essenza della vita……..

Che peccato!!!!

Toba60

Sei dipendente dalla tua storia?

Le storie a cui ci attacchiamo e con cui ci definiamo possono essere dannose per il nostro benessere e successo. Molte persone sono rimaste intrappolate in un ciclo di drammi, caos e sofferenza perché continuano ad attaccarsi alla loro storia e a raccontarla. Se la storia li definisce come una vittima, un fallimento, o una persona sfortunata, allora continueranno a trovarsi in situazioni che affermano l’identità a cui la persona continua a dare vita con la loro storia le loro percezioni e convinzioni su se stessi.

CHE STORIA STAI RACCONTANDO?

Ho chiesto nel titolo se siete dipendenti dalla vostra storia. Sì, dipendente è una parola audace. Eppure ci sono persone che ho incontrato che continuano a raccontare la loro vecchia storia di se stessi, anche se era pietosa, triste o piena di tragedia, perché ne hanno ricavato qualcosa. Forse il loro ego prospera sull’attenzione, o sulla pietà, o addirittura gli piace l’eccitazione del dramma o del conflitto.

Questi sono i corpi di dolore che dirigono lo spettacolo – non l’essere potenziato della coscienza risvegliata. Questo non significa che non dovreste mai condividere le esperienze della vostra vita con gli altri. Questo è sano, va bene. È l’attaccamento, l’identificazione dell’ego, e la definizione del vostro momento presente con le realtà del vostro passato più e più volte, che sto dicendo che è un modo togliere la voglia di vivere la vostra vita.

La maggior parte delle persone che ho incontrato che sono bloccate nella loro storia, continuano ad attrarre le stesse esperienze più e più volte, ma non sembrano risvegliarsi al fatto che hanno il potere di cambiarla. Molte di queste persone vivono in un ciclo di relazioni fallite, lotte finanziarie, malattie, spostamenti e così via.

Le persone dipendenti dalla loro storia vi racconteranno la loro storia ripetutamente… racconteranno a tutti la loro storia perché quella storia li definisce, li rende, è la loro dichiarazione principale che dice al mondo chi sono. La storia alimenta una parte affamata di loro tipicamente l’insicurezza.

Molte persone dipendenti dalla loro storia credono che sia più facile ottenere attenzione attraverso la pietà o il conflitto che dall’essere presenti, vulnerabili, intimi o autentici. Queste persone non hanno creduto in se stesse o nella loro capacità di offrire qualcosa di valore, così permettono alla loro storia di essere ciò che sono e rimangono nascoste in un modello di attirare l’attenzione attraverso le tragedie e i drammi del loro passato.

NON LASCIARE CHE IL PASSATO TI DEFINISCA

Quando una persona è dipendente da qualsiasi cosa, compresa la sua storia, non c’è progresso, nessuna vera guarigione. Il tossicodipendente è schiavo di nutrire il vuoto che chiede affamatamente sempre di più per riempire il vuoto che è stato creato attraverso la mancanza di auto-amore e di connessione con lo Spirito. La persona dipendente dalla sua storia tipicamente non riesce a progredire nella sua vita. Rimangono bloccati in un momento passato nel tempo.

Anche se il passato ci influenza e aiuta a plasmare chi siamo, non deve definirci se cerchiamo di essere liberi e di progredire sempre in modo autentico. Possiamo imparare e guarire dagli eventi del nostro passato, ma l’obiettivo è di andare oltre il passato nel futuro che stiamo creando ora. Indipendentemente dal fatto che abbiate subito abusi, traumi, perdite, malattie o altre difficoltà, la chiave è cercare la guarigione, la comprensione, la compassione e la crescita. Se siamo stati vittime, abbiamo ancora la scelta di guarire quella parte della nostra vita, di liberarla e di evitare di definirci come una vittima.

BuyBitcoinswithVisaMcCard

L’affermazione Io Sono è uno dei più potenti incantesimi che possiamo pronunciare. È la nostra definizione di chi siamo. È ciò che stiamo dicendo di noi stessi al nostro sé e al mondo. Dobbiamo guardare dentro le nostre menti, dentro il nostro subconscio, per trovare le dichiarazioni di Io Sono che abbiamo parlato a noi stessi in silenzio e dietro le quinte. Cerca i modi in cui ti definisci con qualsiasi cosa che sia autodistruttiva, che non ti dia potere o che ti faccia male.

Quando ci liberiamo dal passato e ci permettiamo di essere qui e ora – vivi nel momento presente, allora abbiamo il potere di creare il futuro che abbiamo scelto di immaginare. Possiamo conservare i ricordi del passato, possiamo conservare le lezioni e i dettagli delle storie; possiamo anche raccontare le storie per insegnare lezioni e aiutare gli altri, ma non abbiamo bisogno di essere appesantiti dai sentimenti e dalle emozioni del passato. Non dobbiamo essere sospesi nel tempo, incapaci di andare avanti a causa dei tentacoli di attaccamento che abbiamo formato quando abbiamo permesso alle nostre storie di definirci.

Come possiamo smettere? Come possiamo cambiare la nostra storia?

In definitiva, la nostra storia deve sempre cambiare. Ogni giorno è un nuovo giorno, e il momento di adesso è dove siamo – eternamente. Per smettere di essere attaccati al nostro passato e dipendenti dalle nostre storie, creiamo pratiche di quiete e consapevolezza. La consapevolezza dei vostri pensieri, sentimenti, motivi, intenzioni, insicurezze, paure, e così via, vi aiuterà a conoscervi meglio e a diventare consapevoli di qualsiasi modo in cui avete raccontato storie per alimentare il vostro ego o calmare le vostre insicurezze. La guarigione emotiva, il perdono e l’autoresponsabilità radicale sono cruciali per questo processo.

Hosting WordPress

Dobbiamo fare il lavoro di guarigione delle parti dolorose di noi stessi se vogliamo veramente elevarci al di sopra delle storie del passato e volare in avanti in un nuovo capitolo della nostra vita… in una nuova storia. Quando dico auto-responsabilità radicale mi riferisco al lavoro di non incolpare gli altri per i nostri problemi, così come cercare il significato più profondo delle esperienze della nostra vita, e dei nostri sentimenti su queste esperienze. Significa scavare un po’ nella vostra psiche, studiare i capitoli della vostra vita, cercare le lezioni e i modelli, e la verità su chi siete veramente. Significa anche fare la scelta di cambiare e guarire ciò che è necessario quando si riconosce il bisogno.

Trasforma le tue percezioni

Quando facciamo questo lavoro e trasformiamo le nostre percezioni e le nostre azioni, ci apriamo a possibilità illimitate. Possiamo creare tutto ciò che scegliamo. Possiamo essere chiunque vogliamo. Possiamo esplorare nuove idee e nuovi modi di sperimentare la vita. Quando una persona è bloccata nella sua storia, è tagliata fuori da possibilità illimitate. È attaccata a una serie di possibilità, definite dalla sua storia.

Il vero potere è la capacità di avere successo in qualsiasi cosa stiamo perseguendo, dipende dalla nostra capacità di rompere la dipendenza dalle nostre storie, liberarci dal passato e accettare la nostra responsabilità divina come potenti creatori. In questo lavoro, diventiamo il guaritore, il mago, l’artista e il guerriero che viene a liberare tutti i prigionieri.

Siate liberi. Tagliate le corde dell’attaccamento e imparate a raccontare una storia che vi dia potere, che porti benedizioni nella vostra vita e che vi permetta di creare la vita dei vostri sogni.

Tu sei così potente.

Zahrah Sita

Fonte: zahrahsita.com

SOTTOSCRIVI UN PICCOLO PIANO DI DONAZIONE MENSILE E AIUTA COLORO CHE L’ESTABLISHMENT VUOLE CENSURARE

Codice  IBAN  IT19B0306967684510332613282

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code