toba60

Lockdown? È la Libertà che Salva La vita no il Vaccino

E’ doveroso premettere che chi e’ a capo delle istituzioni non e’ cosi stupido come la gente pensa, e’ un grave errore avere di loro un opinione del genere.

Mario Draghi

Essi hanno degli obbiettivi e stanno cercando in tutti i modi di realizzarli e se per farlo devono passare per deficienti, e’ inutile questionare sulla cosa, mettersi al loro livello significa assimilare la loro propensione a passare per tali.

Se ognuno di noi fosse al loro posto e dovesse creare un a società capitalista neoliberale, questo e solo questo deve svolgere, non ci sono altre modalità per farlo.

Il diverso modo in intendere la società’ fa si che vi siano idee, opinioni e strategie di azione che non combaciano con ciò che molte persone danno per scontato.

Ognuno di loro sa cosa e’ giusto o sbagliato, sanno che i vaccini sono veleno e che il lockdown significa disoccupazione e e carestia e che ogni decreto serve solo a stroncare il morale della gente, non c’è nulla di tutto quello che fanno di cui non hanno piena consapevolezza delle sue logiche conseguenze.

Ciò di cui la gente comune non vuole ancora capacitarsi e’ che può sempre agire di conseguenza……..ma non intende in nessuno modo farlo nella convinzione che sia solo una questione di opinioni.

Un modo molto elegante da parte mia di dire che le élite sanno quello che vogliono, mentre il rimanente 99% della popolazione ancora no.

Toba60

È la Libertà che Salva La vita no il Vaccino

La sera del 12 dicembre 1799, George Washington, che all’epoca aveva 67 anni e si era felicemente ritirato dalla vita pubblica, si ammalò di un piccolo raffreddore e mal di gola.

George Washington,

Il giorno dopo perse la voce e cominciò ad avere problemi di respirazione.

La mattina del 14 dicembre, sua moglie Martha mandò un messaggio a diversi medici chiedendo loro di venire alla tenuta dei Washington a Mount Vernon.

Tre diversi medici arrivarono e ognuno di loro eseguì un ‘salasso’ per curare George Washington.

Il salasso era un trattamento popolare all’epoca in cui un medico tentava di ‘drenare’ la malattia dal corpo facendo deliberatamente sanguinare il paziente.

Ma quando le condizioni di Washington non migliorarono, i medici raddoppiarono il salasso.

Erano certi che il loro approccio fosse quello giusto.

Gli storici moderni stimano che i medici rimossero il quaranta per cento del sangue totale di Washington quel giorno.

Inoltre, un medico diede a Washington anche un clistere, e un altro diede a Washington una miscela potente per indurre il vomito.

Quindi non solo Washington ha perso un’incredibile quantità di sangue, ma era anche estremamente disidratato.

Grosso shock: le sue condizioni peggiorarono ulteriormente, e finalmente quella sera, il 14 dicembre 1799, George Washington morì.

Non sapremo mai cosa sarebbe successo se Washington fosse rimasto a letto a bere tè.

Ma è difficile immaginare che rimuovere il 40% del suo sangue e disidratarlo completamente abbia aiutato la situazione.

Ai medici sembrava che fare qualcosa fosse meglio di niente. E anche quando i risultati hanno mostrato che la loro metodologia era profondamente sbagliata, hanno continuato a credere di avere ragione.

Ora, un anno dopo una pandemia globale, i politici e i funzionari della sanità pubblica hanno provato praticamente tutto quello che potevano pensare per fermare la diffusione del Covid-19.

Hanno obbligato la gente a indossare mascherine in pubblico; hanno rinchiuso le persone sane nelle loro case prive di luce solare o di esercizio fisico; hanno isolato tutti da amici e persone care; e hanno distrutto innumerevoli posti di lavoro e imprese.

Al contrario, una piccola manciata di luoghi ha adottato un approccio relativamente leggero per affrontare la pandemia.

Finalmente abbiamo i dati per confrontare le due strategie.

E uno dei maggiori contrasti è tra la California e la Florida.

In California, i bambini non sono ancora tornati a scuola, le mascherine sono ancora richieste anche quando si è fuori, e le attività al chiuso sono strettamente limitate. I californiani devono ancora uscire di casa solo per motivi “necessari” approvati dal governo.

Nel frattempo in Florida, il governatore non ha mai emesso un mandato per le mascherine in tutto lo stato. Bar e ristoranti sono tornati a pieno regime da settembre. Le scuole della Florida sono state aperte per tutto l’anno scolastico. Le famiglie si sono riunite per le vacanze. E lo stato ha ospitato il Super Bowl.

Nel 2020, le spiagge della Florida sono rimaste aperte per lo Spring Break, mentre la California ha chiuso la maggior parte delle spiagge.

Disney World in Florida è aperto da luglio, mentre Disney Land in California rimane chiuso.

Ma la Florida ha lo svantaggio di una popolazione più anziana il 20,9% dei floridiani ha più di 65 anni, contro il 14,8% dei californiani, secondo i dati del censimento americano.

E poiché le persone sopra i 65 anni rappresentano la preponderanza delle morti per Covid, la Florida ha una percentuale molto più alta di popolazione a rischio.

Abbiamo anche sentito per mesi dai nostri signori dei media quanto siano meravigliosi ed efficaci i rigidi blocchi in California, e quanto siano pericolose le cose in Florida.

Così sarebbe facile pensare che i tassi di casi di Covid e i tassi di morte in Florida sarebbero drammaticamente più alti che in California.

Ma questa non è la realtà.

Le statistiche del CDC mostrano che i tassi di caso e di morte Covid-19 dall’inizio della pandemia sono quasi identici in entrambi gli stati.

(Non sorprende che il tasso di mortalità della Florida sia un enorme 40% più basso di quello dello Stato di New York, insieme a decine di altri stati).

Eppure, nonostante la California e la Florida abbiano risultati di salute pubblica quasi identici, le loro strategie divergenti hanno avuto un enorme impatto economico:

Nel gennaio 2020, il tasso di disoccupazione della California era del 3,9%. Oggi è del 9,3%.

Nel gennaio 2020, il tasso di disoccupazione della Florida era del 3,3%. Oggi è del 5,1%.

Il tasso di disoccupazione medio nazionale è del 6,7%, quindi il mercato del lavoro della Florida è molto più sano.

I posti di lavoro nel settore del tempo libero e dell’ospitalità sono diminuiti del 30% in California, e solo del 15% in Florida.

Il doppio delle persone ha avviato imprese in Florida, rispetto alla California nell’ultimo anno.

Confrontando il terzo trimestre del 2019 rispetto al 2020, il declino economico della California è stato del 33% peggiore di quello della Florida, secondo il Bureau of Economic Analysis.

I dati sono abbastanza chiari: la California ha disatteso le libertà civili, violato la Costituzione, chiuso le persone nelle loro case, distrutto le imprese e devastato l’economia.

Ma si scopre che i loro duri metodi non hanno fatto un po’ di differenza.

Ed è costato un numero imprecisato di vite al suicidio, all’abuso di sostanze, all’aumento della povertà e a uno stile di vita più sedentario.

La libertà della Florida, d’altra parte, ha portato quasi lo stesso numero di morti di Covid della California, ma ha migliorato drammaticamente il risultato economico.

Si potrebbe pensare che gli stati di blocco cambierebbero i loro modi e capirebbero che hanno dissanguato troppo i loro pazienti.

Ma questo non sta accadendo. Invece, continuano ad insistere che il loro approccio duro è giusto.

Non c’è da meravigliarsi che il mercato immobiliare della Florida sia in fiamme. Non siamo nel 12° secolo; le persone non sono servi feudali legati alla terra.

E a causa del passaggio al lavoro da casa, decine di milioni di persone possono prendere e muoversi ora.

Tenete a mente che in molti luoghi, le rigide regole di Covid erano su base locale. Potresti trovare libertà e opportunità economiche in una città diversa. O forse devi trasferirti in un altro stato o provincia per trovare lo stile di vita che stai cercando.

Ma la stessa logica si applica anche se vuoi trasferirti all’estero. Non ha senso limitare le tue opzioni se le opportunità si trovano al di fuori della tua patria.

Per alcune persone, questo potrebbe essere un grande salto. Ma ci sono opzioni per facilitare la vita da espatriato e provare.

Per esempio, oltre una dozzina di paesi in tutto il mondo offrono attualmente visti a nomadi digitali, freelance e lavoratori autonomi per vivere e lavorare lì per un anno intero.

E questa potrebbe essere la fuga di cui hai bisogno.
Ti potrebbe anche piacere

Simon Black

Fonte: sovereignman.com

Novità letteraria di Toba60 IL mondo non è quello che sembra

Codice  IBAN  IT19B0306967684510332613282

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code