toba60

L’Odio Endemico degli Italiani Verso le Persone di Talento ha Creato una Devastazione Sociale ed Economica Irreversibile

Pochi giorni fa leggevo sul giornale che 5000 persone si sono presentate ad un bando per 10 posti di lavoro presso la sanità pubblica, ed è una consuetudine che per un posto di bidello o nelle ferrovie dello stato vi siano oltre 15.000 candidati.

Toba60…..Il lupo che corre in Borghese

È lo spaccato di un paese votato al suicidio che non ha ancora metabolizzato il concetto di lavoro inteso come massima espressione dell’individuo nel pieno di tutte le sue potenzialità al servizio della collettività.

Chi scrive ha svolto molti lavori in vita sua e mi sono imbattuto in persone con lauree in astronomia ( La più complessa in assoluto nel panorama universitario) programmatori informatici UNIX, ingegneri elettronici con uno spiccato talento per ogni genere di lavori manuali, molti di loro parlavano e scrivevano in 5 lingue perfettamente e svolgevano mestieri come pizzaioli, lavapiatti o camerieri a tempo determinato per vivere.

La sera al termine del lavoro parlare con loro era un piacere che mai dimenticherò, amavano discutere esponendo le materie che avevano appreso presso le loro strutture universitarie e al termine della discussione rimaneva sempre quel velo di tristezza che si conviene quando la fiaba ha un finale non in linea con le aspettative di chi ascolta.

Alle volte penso cosa avrei potuto fare se avessi deciso di fare l’allenatore di calcio, nella stessa scuola dove studiavo uscirono Tecnici come Diego Simeone Marcelo Bielsa, San Pauli e tanti altri protagonisti del panorama mondiale, ma io ero il più bravo.

Poi subentrano le mille variabili della vita e tutto si volatilizza sino a rendere giustizia al principio di realtà che non è quello dettato da norme matematiche.

È i potenziale latente che ci si porta appresso sino alla tomba di cui nessuno potrà mai godere.

Penso che questo sia il vero crimine dell’umanità.

Aver creato tutti i presupposti affinché ad ognuno di noi sia stato dato a credere che tutto doveva essere vincolato da delle logiche che non hanno nulla a che vedere con il pieno sviluppo del talento che anche il più miserabile essere della terra cela dentro si se.

Toba60

Il nostro lavoro come ai tempi dell’inquisizione è diventato attualmente assai difficile e pericoloso, ci sosteniamo in prevalenza grazie alle vostre donazioni volontarie mensili e possiamo proseguire solo grazie a queste, contribuire è facile, basta inserire le vostre coordinate già preimpostate all’interno dei moduli all’interno degli editoriali e digitare un importo sulla base della vostra disponibilità. Se apprezzate quello che facciamo, fate in modo che possiamo continuare a farlo sostenendoci oggi stesso…

Non delegate ad altri quello che potete fare anche voi.

Staff Toba60

Meno dello 0,1% dei nostri lettori ci supporta, ma se ognuno di voi che legge questo ci supportasse, oggi potremmo espanderci, andare avanti per un altro anno e rimuovere questo fastidioso Banner…

L’Odio Endemico degli Italiani Verso le Persone di Talento

Spesso si sente chiedere dalla gente come mai non c’è lavoro in Italia. Si parla di tanti fattori, come le troppe tasse, investimenti sbagliati, ecc. ecc. …

Questo articolo esplosivo vi mostra dei fattori di cui non si parla mai, che tendono a togliere soldi dalle tasche di tutti, ed influiscono per miliardi di euro in negativo. Se siete irritabili non leggetelo. Questo articolo NON è schierato, non importa se siete di destra, di sinistra o di centro, ma contiene delle verità’ fin troppo trascurate. Parliamo quindi della cosiddetta “crudeltà’ cittadina” rapportata all’economia ed alla produzione di nuovi posti di lavoro.

Perché’ la società’ funzioni bene attorno a voi serve gente capace. Se ci si ammala gravemente solo il medico competente vi salva, per il vostro stesso interesse ci devono essere buoni medici nella zona dove vivete. Perché’ la società’ prosperi la gente di talento deve fare da battistrada per chi non ne ha favorendo il miglioramento delle risorse collettive, e rendendo l’Italia più competitiva sulla scena internazionale, miglioramento a cui seguono posti di lavoro e nuovi mercati. Purtroppo si e’ consolidata in Italia l’idea di sabotare la vita di chi mostra di avere capacità oppure intelligenza, cedendo alla propria invidia si impedisce alla zona dove si risiede di migliorarsi e di diventare più produttiva.

Ogni cervellone, ogni “nerd sfigato” può rappresentare migliaia di posti di lavoro in più. Leggete mai qualcuno che vi spieghi che rovinare una persona di talento significa distruggere posti di lavoro? In tutto il paese è un fenomeno diffusissimo, capace di influenzare negativamente il destino di milioni di persone per tutte le opportunità mancate. Tra i barboni che vedete a spasso in una vita disperata ci sono anche personaggi che con altre impostazioni e senza alcuni traumi avrebbero portato ricchezze nelle vostre tasche.

Chi li ha rovinati ha danneggiato pure gli interessi di voi che leggete, invece di avere benefici dovete mantenere dei disadattati. In Veneto c’è un barbone con un quoziente intellettivo quasi doppio del normale, capace di risolvere incredibili problemi tecnici ma… Impossibilitato a migliorare la vostra vita e l’economia italiana.

Invece che originare posti di lavoro e miglioramenti sulla scena tecnologica è costretto a fare il nomade tra stazioni ferroviarie e centri di carità. Trovare un lavoro, pure se si e’ molto capaci, delle volte e’ veramente arduo, anche perché esiste un ramificato gioco di raccomandazioni.

Ogni idiota che trova lavoro grazie alle raccomandazioni significa un lavoratore veramente capace a casa, disperato, ed impossibilitato a far decollare un’azienda grazie al suo talento. Un docente di urbanistica si e’ lamentato che produce disoccupati visto che nei comuni italiani spesso la viabilità finisce in mano a gente raccomandata ed incompetente. Indagate nei municipi italiani e troverete che i sensi unici o la percorrenza del traffico viene spesso decisa da avvocati, ruffiani, improvvisati, politicanti oppure negozianti.

Se le raccomandazioni distruggono cosi’ tanto il progresso del paese ci si potrebbe chiedere come mai sono cosi’ ramificate. Non solo per i motivi che sentite ripetere in tv… Ci sono imprenditori che non hanno mai mercanteggiato di raccomandazioni fino a che non hanno dovuto trovare un lavoro a quegli idioti viziati dei loro figli, perché in cambio bisogna tirarsi in azienda gli incompetenti mandati avanti da altri.

Per tutti i genitori i loro figli sono speciali o dei geni, ma non e’ cosi’. La genialità è una categoria di minoranza, la maggior parte delle persone sono dei mediocri. Alcuni cittadini sono capaci ma non sono geniali, possono fare cinque metri ma non un chilometro… Riflettete sulla differenza tra essere intelligenti ed essere geniali, non e’ la stessa cosa. Possibile che nessuno ha il coraggio di dirvi questa realtà in televisione? Solo il talento e la genialità possono però trasformare un’azienda o una risorsa in un successo dirompente, che porta ricchezza e posti di lavoro, tutto il resto sono solo chiacchiere. Un buon dipendente CONSERVA il successo oppure lo migliora un pochino, il genio lo MOLTIPLICA.

Ogni posto di lavoro importante dato ad un idiota raccomandato è un danno al progresso del paese, ma chi ha figli idioti non può che alimentare questo sistema. Iscriversi alla Massoneria, pagare bustarelle, scaldare letti, fare in prestanome di criminali… Ci sono cento vie con cui un idiota diventa importante e questo lo sapete già, avrete sentito mille storie su questi arrampicatori sociali. Le persone intelligenti e di talento hanno poi un altro nemico di cui non si parla mai e che contribuisce a svuotare le vostre tasche ed a non farvi trovare lavoro.

In tutta Italia ci sono dei personaggi viziatissimi, spesso figli di gente agiata, che invece di ricalcare i successi dei genitori si concentrano sul loro tanto tempo libero. Si guardano intorno alla ricerca di persone da attaccare e rovinare, per far parlare di sé e mostrarsi importanti. Forti del carisma e dei soldi dei genitori dal saper trovare il lato ridicolo di ogni cosa, questi buffoni si accaniscono anche per anni contro persone che hanno talento (e proprio per questo sono invidiati ed odiati da questi falliti con l’abito firmato). Cominciano l’opera di sputtanamento a livello locale, se non ci sono punti deboli si inventano, è facile rovinare una persona in Italia. Milioni di italiani sono come i cani, gli si dice contro chi abbaiare e loro obbediscono, ignari delle conseguenze.

L’abilità sociale per difendersi da questi attacchi spesso manca in chi ha altre capacità intellettive, in teoria secondo la Costituzione dovrebbe pensarci lo Stato. In teoria. Le persone che avrebbero potuto portarvi soldi e posti di lavoro, o vantaggi, o meraviglie, vengono quindi sottoposti ad una pioggia di sputtanamenti, di distorsioni, passano per “strane” o peggio. Ovviamente anche per via del martellamento sociale non hanno quasi mai una relazione, e vengono appaiono pure storie inventate di devianze sessuali per aumentare l’odio cittadino.

Tutto fa brodo per affondare qualcuno, anche inventarsi il sospetto di manie pedofile. Lo stress, i traumi violenti, il trovarsi sempre a difendersi o in mezzo a problemi generano nelle vittime comportamenti strani o paranoie che finiscono con il confermare le parole dei persecutori, facendo fare la figura dei matti alle vittime. La maggior parte della gente e’ ignorante e crudele, e’ facile trasformare una cittadinanza in killer senza stipendio.

Storie che ho raccolto in tutto il paese parlano di persecuzioni impunite che sono durate anche decenni, interrotte solo quando i “bombardati” sono andati a vivere lontano. Questi linciaggi pluriennali generano anche paura dell’altro sesso, misantropia, impotenza sessuale e frigidità, cosi’ tante persone geniali non faranno figli. Per l’Italia è un danno peggiore degli attacchi terroristici o dei sabotaggi dall’estero: l’impoverimento genetico può provocare danni e mancati guadagni per secoli a venire, ma il governo lascia fare, contribuendo a dirigere il paese verso il Terzo Mondo.

Prima o poi gli sputtanati subiscono anche aggressioni fisiche, ma i picchiatori sono solo pedine inconsapevoli di chi ha ordito il linciaggio lento contro gli “sfigati”, che da lontano ride di cosa è riuscito a provocare senza sporcarsi le mani. Tanto la democrazia americana quanto il comunismo sovietico come il nazismo tedesco hanno cercato (in modi diversi) di agevolare i loro cervelloni, perché sono determinanti per sviluppare la forza di una potenza mondiale. Oggi ci sono nazioni che non solo comprano ed importano persone geniali, ma hanno metodi astuti per cercare di fargli fare figli che restino nel loro territorio, per essere sempre più potenti. L’Italia che fa’ con i suoi cittadini geniali? Scappano all’estero, dormono nelle stazioni, li si riempie di traumi e complessi cosi’ non producono meraviglie, e troppo spesso non lasciano discendenti genetici.

Si permette perfino a dei programmi televisivi nazionali di diffondere ancora di più lo stereotipo cervellone = sfigato, giusto per affondarci meglio tutti… Cosa fanno le autorità preposte alla salvaguardia dei cittadini? Non sempre la legge interviene con efficacia in queste situazioni. Delle volte i tutori dell’ordine prendono questi fenomeni con superficialità, convinti magari che almeno una parte delle “leggende locali” sia vera, che il “tipo strano” comunque si meriti l’ostracismo e l’ostilità cittadina.

Dire che qualcuno li perseguita da anni inventando stupidaggini sembra una mania paranoica. Ma come, quei figli di persone importanti perderebbero il loro tempo a rovinare questo tipo strano sempre da solo? E’ molto facile adeguarsi alla corrente, se quella persone e’ additata come “sfigata” un motivo ci sarà sicuramente? Alcune persone di talento si suicidano, altre vanno lontano e stranamente laggiù diventano produttive… NESSUNA persona già disagiata può migliorare se la prendete di mira, se ostracizzate qualcuno preparatevi a mantenerlo tutta la vita, perché potrebbe non riprendersi più…

Peccato che la televisione non ve lo dice mai, ma molte zone d’Italia sono fabbriche di disadattati e di traumatizzati cronici. In tutti i casi le leggi, che pure in teoria ci sarebbero a tutela degli individui contro questi fenomeni, praticamente non bastano a salvare i nostri cervelloni, e tutti ci rimettete un fiume di denaro. Chi ha investito tutta la sua vita nel fare il buffone, nel vivere di apparenze e nel rovinare altre persone, morti i genitori spesso si svela per quel fallito che e’.

Però è troppo tardi, probabilmente nella sua “carriera” lui e i suoi compari sono riusciti a rovinare (suicidi, droga, alcool, stati depressivi cronici), traumatizzare o indurre alla fuga una dozzina di persone che avrebbero potuto portare soldi all’intera comunità dove sono nati. Quasi sempre i persecutori rovinano diversi talentuosi ma non fanno un solo giorno di galera, eppure vi danneggiano tutti quanti. La disoccupazione viene interpretata come un’ingiustizia, ed invece è stata fortemente auto-favorita anche dalla gente normale, dai vostri stessi comportamenti… Nessuno si prende la briga antipatica di dirvi che anche i normali cittadini aiutano ad auto-affondare il mondo del lavoro.

Ma di cosa vi lamentate, se nel vostro paesino era nato quell’ingegnere che in Germania solo quest’anno ha generato 500 nuovi posti di lavoro grazie al brevetto di un nuovo circuito elettronico e lo avevate indotto a scappare? E in quella cittadina, dove era nato un tecnico talentuoso citato su un giornale di elettronica ma che è stato indotto al suicidio a 19 anni, e in condizioni normali avrebbe magari portato 1.000 nuovi impieghi? E voi, voi di quella città dove avete fatto scappare l’inventore di quel software che ora si vende in tutto il pianeta? E là dove era nata quella famosa esperta internazionale di marketing, che trovate sui giornali ogni anno, non avrebbe fatto comodo qualche centinaio di assunzioni in più invece di regalarli oltre oceano? Facile e bello lanciarsi tutti contro poche persone, attaccargli l’etichetta di “sfigati” con sadismo, emarginare, rovinare, aggredire…

Siete contenti di fare la fila per avere un niente, ora che raccogliete quello che avete seminato? Voi che avete denunciato quel dottore maledetto che vi ha rovinati curandovi in modo idiota (un raccomandato al posto di un medico capace), vi siete mai preoccupati di avere nella vostra comunità SOLO ottimi medici con spietata determinazione? Voi avete il potere di unirvi ed allontanare i dottori idioti formando dei comitati… No, ma eravate tanto divertiti a deridere quel “tipo strano”, che ora è primario ospedaliero super pagato all’estero, proprio in quel campo sanitario che avrebbe interessato voi…

Anche questa e’ la vera Italia. I nostri cittadini di talento non scappano solo perché non trovano lavoro nel nostro paese, fuggono da situazioni sociali intollerabili molto più spesso di quanto non crediate. Aiutate inconsapevolmente a rendere altri stati più concorrenziali rispetto a noi, contribuendo ad affondare l’Italia? I nostri talentuosi fanno figli all’estero, instillando la genetica della genialità in altri popoli, cosi’ domani saranno ancora più efficaci a fare concorrenza all’Italia. Nessuno vi spiegherà mai queste cose in televisione, è troppo antipatico dirvi…..

……… che anche voi siete i carnefici della vostra economia.

TatticAvenger1986

Fonte: ogigia.altervista.org

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code