toba60

Metodo di Allenamento Coerver

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

Una breve premessa riferita a questo articolo che tratta di una metodologia di allenamento che ha preso piede e si e’ consolidata negli anni particolarmente in Olanda.

Dopo una fase interlocutoria dove gli olandesi si sono adeguati al nuovo che avanza, sono tornati alla loro filosofia originale, dovete sapere che e’ stata per anni una delle dispute societarie principali dell’Ajax che solo ora ha trovato un certo equilibrio.

Personalmente devo dire che rispecchia quello che e’ il loro carattere, in altri contesti penso che non sia applicabile per intero e sono d’accordo con l’autore il quale dice che va applicato in modo complementare ad altre modalità.

Mi sono permesso e spero possa farvi piacere di inserire nella parte centrale alcuni video dell’Ajax veramente interessanti nella loro esplicazione, sono molto datati ma rendono perfettamente l’idea di come si sviluppa questo modo di educare i ragazzi e successivamente gli adulti.

(Purtroppo sono di pessima fattura ma avrete modo comunque di avere un idea del lavoro svolto, durano in complesso più di 2 ore)

Ho applicato io personalmente oltre 30 anni fa queste metodologie di allenamento e credetemi, se eseguite per filo e per segno ancora adesso tutto quello che vedete, i ragazzi, si divertiranno moltissimo, apprenderanno giocando e sotto l’aspetto educativo avrete dei giovani pronti ad affrontare la vita di tutti i giorni.

All’epoca quando applicai questo metodo di lavoro mi definivano un pazzo visionario …… (Venivano carta a penna a vedere cosa facevo) ma non c’era nessun segreto, la mania delle novità’ erano parte integrante della mia vita già allora.

Scommetto che non l’avevate mai visto!! Ajax Accademy

Disputavo gare di atletica tutte le settimane quando un amico che gestiva una società’ locale mi chiese di allenare dei ragazzini di 13 anni, potete immaginare negli anni 80-90 inserire queste modalità’ di allenamento li dove tutti facevano un giro di campo e una partitina

Fu la mia prima e l’ultima esperienza come allenatore nonostante acquisii successivamente da adulto il titolo Uefa e Fifa come tecnico di nazionale e massima divisione.

Date un occhiata e vi accorgerete che un ritorno al passato offrirà lo spunto fare qualcosa di estremamente utile e soprattutto interessante.

Toba60

Metodo Coerver

Si parla molto del Metodo Coerver in rete, sulla stampa, sulle riviste …. ma tutti finiamo con le stesse informazioni ottenute da fonti diverse.
Troviamo la storia del metodo, il suo fondatore, il suo sistema piramidale, gli allenatori e/o giocatori che hanno lavorato e lavorano basando parte della loro metodologia su Coerver, e troviamo anche una serie di video accettabili con immagini di compiti che possiamo sviluppare.

Con questo articolo voglio approfondire qualcosa di più nell’argomento, concentrandolo da una prospettiva molto più pratica al momento di pianificare blocchi, microcicli, sessione e/o compiti, tenendo conto della fase formativa in cui stiamo lavorando.

Come promemoria…


Un allenatore degli anni 70, Will Coerver, introdusse un sistema di insegnamento che proponeva che “la tecnica può essere appresa, non è solo innata”. Per sviluppare questa idea ha creato un modello di lavoro con una struttura organica piramidale di sei livelli cumulativi e che per avanzare da un livello inferiore a uno superiore bisogna padroneggiare i precetti dei livelli precedenti.

Coerver Training Video 1 Video 2 Video 3 Video 4 Video 5 Video6 Video7 Video 8 Video 9 Video 10

I sei livelli sono, dalla base in su: il rapporto con la palla, la ricezione e l’esecuzione dei passaggi, l’uno contro uno, la velocità, la rifinitura e, infine, l’attacco collettivo.

Normalmente lavora con giocatori di età compresa tra i 6 e i 14 anni. La sua premessa è stata che “il comportamento della squadra dipende sempre dalle condizioni individuali dei suoi giocatori”.

La relazione palla si riferisce a un singolo giocatore con una singola palla.
Gli esercizi di controllo della palla vengono eseguiti con entrambe le gambe e con un alto numero di ripetizioni, sia sul posto che in movimento.

Ricezione/Passaggio si riferisce a esercizi e giochi per migliorare il primo tocco. Quando si esegue il passaggio dobbiamo cercare precisione e velocità. E quando si tratta di ricevere il passaggio, dovrebbe essere da diverse traiettorie, altezza, direzione, forza…

Ajax Accademy Video 1 Video 2 Video 3 Video 4

L’1 contro 1 si riferisce a esercizi e giochi in cui si sviluppano i movimenti di attacco e difesa in situazioni di 1 contro 1. In attacco si usano movimenti di cambi di direzione, cambi di ritmo, finte… E in difesa si usano movimenti da dietro, dai lati, da davanti, colpi di testa…

La velocità si riferisce a esercizi e giochi per migliorare l’agilità, l’accelerazione, la decelerazione e la potenza con e senza palla.

La definizione si riferisce a esercizi e giochi che stimolano la capacità di tirare (qualsiasi superficie di contatto, sapendo come selezionare l’opzione migliore) in situazioni vicine alla porta.

L’attacco collettivo si riferisce a esercizi e giochi che migliorano le situazioni reali in piccoli gruppi, prestando maggiore attenzione ai momenti offensivi di attacco o contrattacco. Usiamo mini-giochi, situazioni di attacco veloce con o senza decisione, combinazioni ed elementi di opposizione.

Pianificazione.

Ogni volta che alluderemo alla pianificazione, ai compiti, alle età appropriate… ci baseremo sull’esperienza personale.

Adatteremo anche il metodo alle attuali categorie stabilite a livello federativo, categoria prebenjamín (6 e 7 anni), benjamín (8 e 9), alevín (10 e 11), infantil (12 e 13) e cadete (14 e 15).

In termini di formazione, Coerver dovrebbe diventare uno strumento a disposizione di giocatori e allenatori, cercando sempre di ottenere un miglioramento a livello fisico-tecnico-tattico.

Molti di noi lo considerano un metodo analitico, complicato da gestire e lontano dalla realtà del gioco. Ma niente potrebbe essere più lontano dalla verità, è sufficiente conoscere bene il concetto, innovare nella formazione e applicarlo, poiché la perseveranza e l’esperienza ci insegneranno perché e per cosa.

Durante gli ultimi anni, siamo riusciti a introdurre Coerver nelle nostre sessioni con le squadre di calcio di base, anche se devo ammettere che nella mia attuale squadra a livello regionale un bel po’ di compiti hanno questo condizionamento.

Questo tipo di compito dà al giocatore più sicurezza, fiducia e controllo della palla, orientando sempre il miglioramento al processo decisionale del giocatore nel gioco.

Il mio lavoro è consistito nell’elaborare una metodologia in cui Coerver ha un quadro pratico diretto all’azione del gioco.

Non credo in Coerver, né in nessun altro metodo isolato. Tutto deve essere interconnesso con il gioco, il giocatore deve percepire questo tipo di manovre come un arricchimento personale per poi offrire risposte immediate alle situazioni che il gioco genererà.

José Luis

Fonte: futbolofensivo.com

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code