toba60

Modello Proposto per la Cura del Cancro e dell’Aids

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

Come sapete ogni giorno scandagliamo centinaia di dati e informazioni inerenti la ricerca sul cancro e non ci soffermiamo solo sui centri statali o privati che siano, il quale abbiamo potuto verificare sono tutti finanziati dalle stesse case farmaceutiche che bloccano sul nascere ogni evoluzione che non sia farmacologica o brevettabile.

Fate molto bene attenzione cari lettori ad ogni parola citata dal Dottor Sirio Quintero in un intervista fatta nel 2015 che tocca temi molto attuali e tratta di ciò’ che noi da tempo avevamo posto come caposaldo di una linea di sviluppo già anticipata da Nikola Tesla che fa riferimento a principi della fisica abbinata alla medicina.

Al termine dell’articolo ci sono numero di Telefono e indirizzo mail per un eventuale contatto che ognuno può liberamente utilizzare.

Toba60

Modello di Cura del Cancro e dell’Aids

INTRODUZIONE:

Ogni tipo attuale di cancro e le varianti dell’AIDS sono un prodotto artificiale di laboratorio per distruggere e schiavizzare le popolazioni.

Le prove della ricerca scientifica che sostiene questa tesi che smaschera l’introduzione di uova di parassiti nei vaccini per formare il cancro e l’AIDS sono presentate in modo convincente. Allo stesso tempo, viene presentata la soluzione provata e applicata della cura assoluta contro il cancro e l’AIDS.

P= Giornalista Lic. Amarelys Volcan
SQ= Dottor Sirio Quintero

Parte 1

D: Ci accingiamo a parlare con Sirio Quintero, un nanotecnologo specializzato in biomedicina, porta alcune proposte di modelli per la cura del cancro e AIDS, interessante per combattere quello che è stato lo sviluppo di queste malattie e porta queste proposte che vengono a dare speranza a quelle persone che soffrono di queste malattie.

D: Per cominciare, qual è il suo background accademico e di ricerca?
SQ: Ho una laurea in filosofia, un master in filosofia e un dottorato in filosofia. Parzialmente anche in ingegneria dei sistemi e in teologia. Poi ho fatto ricerche e studi a livello di dottorato in Italia e Germania, e ho fatto ricerche in nanotecnologia e biofisica quantistica relative ad alcune malattie che colpiscono il comportamento umano. All’inizio pensavo che le alterazioni comportamentali fossero dovute solo ad una causa sintetica, droghe, prodotti farmaceutici, finché in queste indagini mi sono imbattuto in una sorta di agenti infettivi che modificano il comportamento umano. Poi sono entrato nel campo delle malattie legate all’indebolimento del comportamento dell’essere umano, l’indebolimento mentale, e poi gli affetti a livello corporale. Ci sono il cancro, la leucemia, l’HIV, il Parkinson, l’Alzheimer e un gran numero di affezioni, anche il diabete.

Commento:

Tra la traiettoria accademica e di ricerca vale la pena notare che il dottor Sirio Quintero è un ricercatore in Nanotecnologia, in possesso di un Diploma in Nanotecnologia nel campo della Biomedicina e Tossicologia dall’European Nanotechnology Gateway, l’Associazione Europea di Nanotecnologia, con ricerche parallele in virologia, batteriologia e immunologia, sviluppo di protocolli di bioelettromedicina quantistica e genetica dell’onda ricostituente umana, applicata a tutti i tipi di cancro, fasi di AIDS, Parkinson e Alzheimer.

Il Dr. Sirio Quintero è un Accredited International Referring Member SIISDET – come membro attivo onorario a vita della Società Internazionale per la Ricerca, la Salute, lo Sviluppo delle Imprese e la Tecnologia. È anche membro dell’Associazione Europea di Nanotecnologia, membro della Società Nordamericana di Filosofia Max Scheler, membro della Società Tedesca di Filosofia Max Scheler, membro ordinario dell’Associazione Latinoamericana di Fenomenologia, membro ordinario dell’Associazione Venezuelana di Filosofia, inventore del Protocollo di Bio-Elettro-Medicina Quantistica con Nanotecnologia, utilizzando un Generatore di Frequenze Modulate e combinato con Nanoparticelle di origine vegetale e minerale, avendo cinque Centri di attenzione in Venezuela e uno in Germania.

Pioniere in Venezuela nell’introduzione della nanotecnologia applicata all’elettroporazione per chelare il DNA delle cellule tumorali, guidando un lavoro scientifico interdisciplinare di medicina d’avanguardia nell’Istituto Venezuelano di Ricerca Scientifica-IVIC, con un gran numero di pubblicazioni digitali basate su prove scientifiche.

D: Ritiene che il cancro e l’AIDS siano malattie generate spontaneamente o ci sono elementi associati per lo sviluppo di queste malattie nel corpo umano?

SQ: La risposta è no! Il cancro e l’AIDS come malattie non possono essere sviluppati spontaneamente dalla natura, ma sono la conseguenza dell’inoculazione tramite iniezioni, tramite cibo o tramite piante nell’essere umano. C’è un articolo del 1971 in cui si delinea già l’interazione dei “virus innaturali” con le cellule del corpo umano. C’è un articolo della rivista scientifica “Nature” e questa è una copia:

Commento:

Stranamente, ma in una pubblicazione scientifica seria come Nature, il suo autore non volle mostrarsi, così il seguente articolo apparve così: Anonimo (1971). “Virus non naturali”. Nature New Biology Vol 230 marzo 17 1971, pp.65-66. [si noti la sostituzione della ‘t’ in basso nel titolo dell’articolo].

D: Possiamo cercarlo su Internet per le persone che vogliono consultarlo?

SQ: Purtroppo no, perché la strategia di disinformazione e di occultamento di questo tipo di dati, di rapporti scientifici, a volte elimina alcune delle lettere, in modo che in qualche motore di ricerca non appare. Ma in qualsiasi biblioteca ad accesso scientifico è possibile averlo a portata di mano. (notare la sostituzione della ‘t’ – “un nalural viruses” – vedi sopra).

Nello stesso anno 1971 apparve un articolo associato al precedente che ha qui per titolo ESP1-Virus and Human Oncogenesis, cioè, ESP è un’etichetta ed è il primo prototipo che svilupparono in laboratorio, mi riferisco a grandi aziende, grandi consorzi che misero scienziati in un progetto per l’elaborazione di un tipo di agente che colpirà il sistema immunitario umano, e la prima sigla che misero fu ESP-1, cosa significa ESP-1?
Prodotti escretori-secretori (Excretory-Secretory Products = ESP-1):

Fonte: ESP-1 Virus and Human Oncogenesis, bei Nature New Biology Vol. 232 August 4 1971,

Commento:

Questa scoperta era già stata annunciata dal direttore del programma per provocare il cancro per mezzo di virus, in questo caso avendo creato ESP-1, il primo prototipo di HIV, dal team diretto dal dottor Robert Gallo.

Da dove possono venire questi prodotti? Da certi parassiti.

D: Questi parassiti, dove si trovano, dottore?

SQ: Sono nel corpo umano, da dove viene questa possibilità?

Viene precedentemente dall’esistenza di un agente batteriologico creato dai nazisti chiamato Virus Medi-Visna.

Cfr. Gonda, MA; F Wong-Staal, RC Gallo, JE Clements, O Narayan, e RV Gilden “Omologia di sequenza e somiglianza morfologica di HTLV-III e visna virus, un lentivirus patogeno”. Scienza 11 gennaio 1985: 173-177.

Il virus Medi-Visna ha una struttura tale che certi tipi di segmenti cromosomici di altre specie possono essere accoppiati o assemblati ad esso e si potrebbe creare un virus come l’HIV, l’AIDS. Questo è ciò di cui stiamo parlando in questa linea di ricerca.

D: Pensa che il trattamento e la cura, in particolare per il cancro e l’AIDS, siano gestiti in modo appropriato o pensa che le malattie e le loro cure siano commercializzate per la manipolazione politica, economica e sociale della gente?


SQ; Non sono trattati in modo adeguato e un esempio può essere visto nel tipo di tecniche e strumenti diagnostici, che potrebbero rivelare il tipo di parassiti che producono l’AIDS o che producono tipi di cancro, perché c’è un tipo di parassiti: Elminti. A proposito di loro, oggi si sa che sono i “maestri della regolazione” del sistema immunitario dell’essere umano, ed ecco l’articolo scientifico che lo mette in evidenza.

Cfr. Maizels et al 2004. Á Parassiti elminti – maestri di regolazione. In: Immunological Reviews 2004. Vol. 201: 89-116.

Commento:

Ora leggendo questo articolo si scopre che regolano il sistema immunitario, attraverso prodotti escretori-secretori (Excretory-Secretory Products = ESP-1). Questi prodotti non sono altro che “uova”. Quelle uova sono state etichettate con la parola “virus”.

Commento:

B.- Sulla tecnica di estrazione delle “uova” (oociti) dei parassiti dell’herpes, vedi: Weller, Thomas (1953), “Serial propagation in vitro of agents producing inclusion bodies derived from varicella and herpes zoster”. Atti della Società di Biologia e Medicina Sperimentale. Volume 83, Numero 2 pp. 340-346.

Fig.2. Varicella. Ceppo Wel.; passaggio originale in tessuto embrionale umano pelle-muscolo. Bordo della lesione locale il 6° giorno dopo l’inoculazione del liquido della vescicola. Nota le inclusioni istranucleari e le cellule multinucleate.

Se questi elminti, per esempio, sono lunghi 6 cm. e larghi 3 cm., ci si chiede perché, con il progresso della tecnologia, non sono evidenziati, né attraverso i raggi X, né con la tomografia, né con la risonanza magnetica, né con qualsiasi altra tecnica di imaging. Semplicemente perché non interessa che si scoprano quelli che causano tumori o condizioni diverse all’interno dell’essere umano come il grande segreto che fornisce risorse farmaceutiche per mantenere gli esseri umani schiavi a vita davanti a un farmaco o davanti a un protocollo clinico di trattamento che non è curativo, ma solo palliativo, solo per alleviare.

D: Come sono collegati il cancro e l’AIDS?

SQ: Bene, stiamo parlando dell’esistenza di macroparassiti che producono uova, queste uova cominciano a interagire con i batteri o a essere fecondate all’interno dello stesso ventre di quei macroparassiti e una specie di larve, larve intracellulari o microparassiti che invadono certe cellule. L’AIDS e il cancro, dal punto di vista strettamente biologico, dal punto di vista scientifico, sono la stessa tipologia.

-Che differenza c’è? Ci sono larve che sono dipendenti dai tessuti neurologici, ci sono larve che sono dipendenti dai tessuti muscolari, possono essere dallo stomaco, dalle gambe, da x organi o membrane, e ci sono anche larve che sono dipendenti dal sistema immunitario e dai nostri sistemi nutrizionali. Per esempio l’AIDS, l’HIV attacca i globuli rossi, e noi rimaniamo senza ossigeno e nutrienti. Questo spiega la causa dell’indebolimento, del decadimento della persona. Perché, oltre ad attaccare i macrofagi, attacca i leucociti, i globuli bianchi, i timociti, quelli che sono la base del sistema immunitario nell’essere umano. Quindi è davvero un tipo di cancro più l’HIV. Se si eliminano le larve intracellulari, o i microparassiti, e si eliminano i parassiti nutrice, cioè quei macroparassiti che li producono, la malattia semplicemente si ferma e rafforzando il sistema immunitario e le cellule che sono colpite, si ha la guarigione totale della persona.

D: Si capisce allora che se c’è una proposta, come stiamo parlando oggi, di un modello per la cura del cancro e dell’AIDS. Stiamo parlando con Sirio Quintero, nanotecnologo e specialista in biomedicina, e ci sta dando maggiori informazioni su cosa sono queste malattie, e cosa non sappiamo sulla cura o sul trattamento di queste malattie, che hanno causato molte vittime in tutto il mondo.

Bene gli utenti di vive Tv nel suo spazio di “Dialogo della conoscenza” stiamo andando a un primo taglio e presto continueremo a parlare con Sirio Quintero, nanotecnologo e specialista in biomedicina.

Pausa Parte 2

D: Bene utenti di vive Tv nel vostro spazio di “Dialogo della conoscenza” continuiamo a parlare con Sirio Quintero, nanotecnologo e specialista in biomedicina con una proposta di un modello per la cura del cancro e dell’AIDS. Una speranza per queste persone che sono afflitte da queste terribili malattie.

D: Abbiamo continuato a parlare allora e siamo rimasti con una domanda: come sarebbe il contagio, il modo del contagio? Quello che ci è stato detto sull’AIDS, almeno, è che è un contagio attraverso il sangue, il contatto con il sangue, attraverso il rapporto sessuale. Come si diffonde questo, beh, lei mi stava dicendo poco fa che questo è ciò che siamo stati portati a credere, quindi qual è la ricerca che avete fatto su questo?

SQ: Il virus dell’AIDS è il risultato dell’incrocio di una diversità di virus, di batteri, di microparassiti all’interno di un macroparassita. Quando questi virus vengono digeriti, questi altri patogeni più piccoli, quando si disintegrano, l’informazione genetica viene estratta. Ma un riassemblaggio avviene attraverso gli organi di fecondazione di questi macroparassiti.

Come è possibile? Attraverso l’inoculazione progressiva di certi virus, e questo esiste. Se avessimo fatto la precisione secondo la quale il cancro e l’AIDS sono analoghi, vi presenterò un protocollo che esisteva già nel 1975, relativo alla sequenza di vaccinazione per produrre stati oncogeni, cioè stadi relativi al cancro, ed eccolo qui:

Protocollo relativo alla sequenza di vaccinazione per produrre stati oncogeni:

Cfr. McCarthy K, Tosolini F.A. (1975). “Una revisione degli Herpes Virus dei primati”. Atti della Royal Society of Medicine (Proc. roy. Soc. Med.), Volume 68 marzo 1975. Vedere la tabella: Modelli di infezione con gli herpes virus dei primati, p.147.

Commento:

Certo, non importa che non sia letto in dettaglio nella tabella, ma ciò che ci interessa notare qui è che questi “laboratori scientifici” parlano del virus “Simian-Virus-40” o “Cytomegalo Virus” che viene inoculato con il vaccino antipolio. Poi c’è il Virus di Epstein Barr, oggi famoso per causare la Mononucleosi (Stalking horse). Tuttavia, questo è il primo virus che può produrre stadi cancerosi. Poi c’è l’Herpes-Zoster, che viene inoculato anche, per esempio in iniezioni come Triple in precedenza, oggi può essere inoculato in qualsiasi Pentavalent Cocktail, ecc.

A causa di questa caratteristica di ricombinare le particelle virali introdotte prima o dopo questo virus, l’Epstein Barr Virus riceve l’etichetta di “Stalking horse”, poiché aspetta lentamente il suo cavaliere da davanti o da dietro, denotando che può modellarsi ad ogni situazione per riassemblare nuovi ceppi di agenti infettivi o larve parassitarie.

Cfr. Altstein, A. D. e N. N. Dodonova (1968). “Interazione tra adenovirus umani e scimmieschi in cellule scimmiesche: Complementazione, miscelazione fenotipica e formazione di virus “adattati” in cellule di scimmia”. In: Virologia 36, 248-254 (1968).

Comentario:

Poi qui appare in dettaglio un virus estratto o coltivato in una scimmia della variante Saimiri Ape. Da quel momento, quando hanno sviluppato questo agente in questa scimmia della varietà Saimiri, hanno scoperto che era possibile inoculare gli esseri umani, e che potevano essere contaminati orizzontalmente, per contatto, per interazione intima. Tuttavia, non è necessario che ci sia un contatto sessuale o che ci sia uno scambio di sangue per la contaminazione dell’HIV, ma è il risultato dell’ingresso graduale di certi virus e poi, o per via alimentare, o per elementi chimici, con la genetica ricombinata nel sacco embrionale dei macro-parassiti o delle infermiere umide, si scatena una moltiplicazione di nuovi agenti.

Brevetto WO 9810083 Herpesvirus Saimiri come vettore virale:

“L’invenzione riguarda un mezzo per un herpesvirus saimiri che è stato geneticamente modificato mutando e/o cancellando specifici geni essenziali e non essenziali. I geni essenziali sono richiesti nella replicazione dei geni virali e sono necessari per la proliferazione virale. I geni non essenziali possono rappresentare siti per l’inserimento di materiale genetico eterologo, cioè geni terapeutici”.

D: Quindi il virus dell’HIV si starebbe sviluppando nel corpo umano con vari elementi che vengono inoculati, come dice lei dottore ….?

SQ: Sì, è corretto. È inoculato. –Per esempio, un tipo di HIV può uscire se si inocula Cytomegalovirus, Epstein-Barr, Escherichia Coli, Klebsiella Pneumonae, poi Brucella, e c’è un tipo di macroparassita, che può essere Facsiolopsis buski, Artyfechinostoma sufrartyfex o Fasciola hepatica. se questi cinque primo nome sono succhiati da un macroparassita come uno degli ultimi tre menzionati, una varietà di HIV sorge, può essere gli elementi, cioè il tipo agenti infettivi, può essere nel corpo umano, ma entra un complemento, in questo caso di informazioni genetiche, immediatamente è strutturato, è integrato, la croce parassita è dato per emergere un nuovo tipo di virus, mutato.

D: Sì dottore, ora andiamo più alla parte di ricerca che lei ha fatto. Sappiamo che lei ha dedicato lunghe indagini per identificare gli elementi che generano il cancro e l’AIDS. Quali progressi ha fatto nelle sue indagini?

SQ: –Una delle più importanti è legata all’identificazione del tipo di frequenza che ognuno di questi elementi patogeni emette nel corpo umano. È come un segnale radio, una volta identificata la frequenza dell’emettitore, arriva un secondo elemento, che allo stesso tempo utilizza onde magnetiche per distruggere il campo di forze elettrostatiche di quell’emettitore, cioè produrre una specie di cortocircuito in esso, una bruciatura, al punto che si polverizza, senza toccare le cellule dell’essere umano.

Commento:
Cfr. National Institutes of Health (1994) “Bioelectrical Impedance Analysis in Body Composition Measurement”. Link online: http://www.bioelectricpulser.com/info2.htm [consultato il 13.07.11].

D: Vorremmo anche sapere dell’attrezzatura che avete sviluppato per la cura del cancro e dell’AIDS che state portando avanti con le istituzioni statali, cosa ci può dire in proposito?

SQ: -Sì, ci sono progetti che si stanno conducendo in questo senso, i cui dettagli non è ancora prudente rivelare. Tuttavia, questo è corretto. Oltre a tutta un’esperienza che ho condotto negli ultimi due anni in un lavoro sul campo (2013-2015). Ho trattato più di 500 casi legati a patologie o pre-oncogene, oncogene o anche metastasi, e anche immunosoppressione, cioè AIDS, con un’efficienza del 98% in una popolazione di 500 persone che sono state completamente trattate, guarite.

D: Dottore, come effettua la valutazione diagnostica e il trattamento delle persone che vengono a consultarla?

SQ: –Prima lavoriamo a livello delle frequenze che sono presenti nel DNA con un sistema di rilevamento. Successivamente, una volta identificate le zone del corpo umano che sono più colpite, la quantità di virus o agenti patogeni che sono presenti anche lì, si procede a un trattamento che ha tre componenti:

1) Rafforzamento del sistema immunitario, attraverso integratori di vitamine e nutrienti.

2) Un cambiamento nel protocollo alimentare, cioè l’eliminazione di quella quantità di elementi presenti nella dieta di una persona che contribuiscono allo sviluppo del cancro o all’intossicazione di quella persona.

3) Eliminazione efficace degli agenti patogeni che sono stati identificati.

D: Quale livello di successo mostrano le sue statistiche personali nel trattamento e nella cura di queste malattie?

SQ: –È sorprendente che con un’economia di risorse si raggiunga un’efficacia così alta. Persone che sono diventate cieche. Non sto dicendo che tutti i casi di perdita della vista possono essere curati o recuperati perché ci sono altri fattori. Ma casi di ciechi che hanno recuperato la vista, casi di persone totalmente disabili che hanno recuperato, casi di metastasi fino all’80% nello stomaco che sono stati guariti. Li mando a un laboratorio indipendente per corroborare il processo di guarigione. Casi di cancro nel grembo materno, di giovani che non hanno speranza di avere figli, e sono stati anche in grado di essere nel processo di concepimento. Stiamo parlando di un periodo molto breve di due anni, quando sono tornato di nuovo nel paese.

D: A parte il cancro e l’HIV, che tipo di malattie trattate? Come possono le persone contattarvi per un consulto? Perché c’è la speranza di una cura o di un trattamento per malattie che hanno tolto la vita a molte persone.

SQ: –C’è una vasta gamma di malattie che possono essere trattate: malattie autoimmuni, Lupus per esempio, che non ha una risposta medica tradizionale, perché con questa tecnologia d’avanguardia c’è una soluzione per il diabete, problemi di cuore, problemi anche mentali, anche il Parkinson, purché non ci sia una perdita molto grande di tessuti. Alzheimer, malattie delle ossa, malattie della spina dorsale, pancreas, reni, fegato, è una varietà molto ampia.

D: Per le persone che vogliono consultarla, può lasciare il suo numero, o dove si trova il suo ufficio? Per gli utenti che ci stanno vedendo e che vorrebbero consultarsi con voi.

SQ: si trova a Boconó, nel centro di Boconó, ho il mio ufficio lì, potete raggiungermi al mio numero di telefono: 0416-5354036
o attraverso la mia e-mail: sirioquintero@hotmail.com

D: Messaggio finale

SQ: –Prima di tutto, la guarigione del cancro è possibile, per coloro che sono aperti a queste forze dell’universo. Stiamo parlando di energie, alcune negative che trasformano o distruggono le nostre cellule, contro un altro tipo di forze positive, forze del bene che riaprono le nostre cellule e la nostra mente, la nostra anima a quel contatto con un creatore supremo.

Dottor Sirio Quintero & Giornalista Amarelys Volcan

Fonte: guerrabacteriologicaenvenezuela.com

SOTTOSCRIVI UN PICCOLO PIANO DI DONAZIONE MENSILE E AIUTA COLORO CHE L’ESTABLISHMENT VUOLE CENSURARE

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code