toba60

Non è Solo l’Umanità ad Affrontare lo Spopolamento; Anche gli Animali e la Vita Vegetale Sono nel Mirino degli Architetti della Globalizzazione

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

È paradossale quello che sta accadendo in questo momento nel mondo, non vi è nulla di ambientalista o ecologista come si suol dire tra le mille iniziative e normative che vengono poste all’attenzione del pubblico da tempo.

Comperi un auto elettrica che da qui a pochi anni è destinata a degradare ogni luogo della terra per il suo smaltimento, vengono imposte case ecologiche che nessuno si può permettere, le quali inducono gran parte dei paesi, poveri e non, a vivere perennemente in ambienti degradati molto eco.

Limiti l’uso della carta digitalizzando il tutto per non abbattere gli alberi, ma per la produzione del materiale con cui viene costruito un iPhone (Il Coltan) vengono rasi al suolo ogni anno territori vasti come la Svizzera e si provocano conflitti armati per il controllo territoriale il quale solo in Congo ha provocato la morte di oltre 8 milioni di persone negli ultimi 10 anni.

Il vero Crimine, la radice di ogni cosa, è l’ignoranza.

Toba60

Non è Solo l’Umanità ad Affrontare lo Spopolamento

Nel 1916 Rudolf Steiner disse che all’inizio del 21° secolo, il male apparirà in una forma che a quel tempo (1916) non poteva ancora essere descritta…. “La mia stima è che il nadir di questa battaglia cadrà intorno agli anni 2020-2040. Allora si aprirà l’abisso dei demoni. Il e il bolscevismo impallidirà in confronto a questo. Milioni di persone periranno” (La battaglia per l’anima, pp. 98-113). P.63 l’incarnazione di Ahriman.

Ahriman, noto anche come Angra Mainyu, era lo spirito del male e delle tenebre nella mitologia persiana e nello zoroastrismo. Ahriman era la forza dietro la rabbia, l’avidità, l’invidia e altre emozioni negative e dannose. Ha anche portato il caos, o la rottura dell’ordine e della struttura, nel mondo.

Ahriman, designato come il regno dell’anticristo, ha ampiamente ispirato la rivoluzione scientifica moderna dal XV secolo. La conquista di Ahriman dell’umanità avviene attraverso la scienza, la tecnologia e la manipolazione genetica avanzata, che Rudolf Steiner chiamava occultismo eugenetico.

Ahriman sarà, con il pretesto di una falsa “restaurazione spirituale”, una specie di azzeramento della qualità in tutte le cose, ma una qualità capovolta dal suo valore legittimo e normale (la cosiddetta nuova normalità); dopo quella della cosiddetta “Uguaglianza” vissuta per alcuni decenni, ci sarà di nuovo una gerarchia invertita, cioè propriamente una “contro-gerarchia”, il cui vertice sarà occupato dall’essere legato al mondo infernale.

Man mano che si accumulano sempre più prove sulla vera natura del colpo di stato anti-umano che è stato scatenato nel mondo, sempre più persone si rendono conto che lo spopolamento è davvero uno dei principali obiettivi perseguiti dai malfattori dietro questo democidio.

Se il loro obiettivo è quello di ridurre la popolazione mondiale del 10-15% (come Bill Gates ha suggerito in un discorso TED) , o se intendono andare molto oltre, è una questione di opinioni o congetture personali.

In ogni caso, quasi altrettanto sinistro dell’obiettivo di cui sopra è l’obiettivo molto chiaro di ridurre la biodiversità su questo pianeta uccidendo un gran numero di animali da allevamento e selvatici, così come la vita vegetale.

Da Tigran Kalaydjian

Con il lancio del “vaccino” Covid-19 al suo secondo anno, sembra che l’agenda dello spopolamento umano abbia guadagnato terreno. Nel gennaio di quest’anno, l’amministratore delegato di una grande compagnia assicurativa statunitense con sede in Indiana ha annunciato che il tasso di mortalità tra le persone di età compresa tra i 18 e i 64 anni era aumentato del 40%). Ha anche detto che una catastrofe che si verifica una volta ogni 200 anni giustificherebbe un aumento della mortalità di appena il 10% e ha rivelato che la sua compagnia sta anche sperimentando un forte aumento delle richieste di invalidità.

È interessante notare che negli ultimi sei mesi o giù di lì, la narrativa ufficiale è cambiata un po’ e ora si concentra sempre più sulle epidemie che colpiscono il bestiame e la fauna selvatica che potrebbero diffondersi agli esseri umani. In linea con la loro pratica consolidata di avvertire la gente di ciò che hanno intenzione di fare dopo, un portavoce della cabala di malfattori – l’ex direttore del CDC Robert Redfield ha recentemente dichiarato in un’intervista:

Dato che l’Indiana ha uno dei tassi di “vaccinazione” Covid-19 più bassi degli Stati Uniti, è lecito supporre che le compagnie di assicurazione che operano in stati con tassi molto più alti stiano sperimentando picchi di mortalità ancora più alti. Se una catastrofe di 200 anni può spiegare un aumento del 10% della mortalità, un aumento del 40% è come dire che stiamo guardando una catastrofe di 800 anni, che ci riporterebbe al Medioevo e alla “Grande Peste”.

Penso che la grande pandemia sia ancora nel futuro, e sarà una pandemia di influenza aviaria per l’uomo. Avrà una mortalità significativa dell’ordine del 10-50%. Questo sarà un problema” .

Questa dichiarazione arriva sullo sfondo di annunci ufficiali di epidemie di influenza aviaria in molti stati degli USA, così come in altri paesi. Per esempio, a marzo è stato riferito che 5,3 milioni di polli sarebbero stati abbattuti in Iowa a causa di un’epidemia di “influenza aviaria altamente contagiosa e mortale”, mentre un altro media ha riferito che più di 15 milioni di polli e 1,3 milioni di tacchini sono stati distrutti negli Stati Uniti da gennaio.

Questi massacri di pollame hanno portato ad avvertimenti di imminenti carenze di uova e altri prodotti in diversi paesi, tra cui Australia, Germania e Regno Unito.

Inoltre, si dice che il settore suinicolo in molti paesi sia sull’orlo del collasso a causa dell’aumento dei prezzi dei mangimi e della carenza di manodopera, con il capo della National Pig Association britannica che ha recentemente dichiarato che “la situazione è già più che disperata e non c’è luce alla fine del tunnel”.

Nel frattempo, si moltiplicano i rapporti sulla mortalità di massa degli uccelli in molti paesi, con una “malattia misteriosa” che ha ucciso uccelli in almeno sei stati degli Stati Uniti l’anno scorso, e incidenti di centinaia di uccelli caduti improvvisamente dal cielo registrati in Spagna, Messico, Italia e Inghilterra. Anche se i media mainstream hanno cercato di spiegare questi incidenti come niente fuori dall’ordinario, non può essere una coincidenza che così tanti casi di morte di massa di uccelli stanno accadendo allo stesso tempo in così tanti paesi.

Inoltre, in molti stati americani, le autorità hanno iniziato a testare la fauna selvatica per il Covid-19, come per evidenziare il presunto rischio di nuove pandemie derivanti dal “ritorno” di animali selvatici. Lo scorso autunno, la Wildlife Resources Commission del North Carolina ha testato i cervi dalla coda bianca per il Covid-19 e ha riferito che alcuni degli animali sono risultati positivi, anche se nessuno ha mostrato sintomi della malattia. E più recentemente, il CDC ha dichiarato che ora è “essenziale” che le autorità sanitarie e le agenzie monitorino regolarmente la diffusione del coronavirus nella fauna selvatica, citando le preoccupazioni per le nuove varianti nella fauna selvatica degli Stati Uniti.

La moria di massa non si limita agli animali più grandi come i mammiferi; gli insetti e le api stanno subendo da anni un massiccio calo numerico. Uno studio pubblicato l’anno scorso, per esempio, ha scoperto che l’illuminazione stradale a LED stava decimando la popolazione di insetti del Regno Unito, e la mortalità di massa delle api è stata ampiamente documentata per un decennio.

Tuttavia, non sono solo i virus, le “malattie misteriose”, i pesticidi e le luci LED ad uccidere animali e insetti. È sempre più chiaro che anche le piante e gli animali sono colpiti da un forte stress da radiazioni. I danni agli alberi vicino alle torri di telefonia mobile 5G si stanno diffondendo, il che non sorprende dato che molti studi hanno dimostrato come l’esposizione alle radiazioni elettromagnetiche provoca cambiamenti fisiologici e morfologici nelle piante.

In effetti, quello a cui stiamo assistendo è un collasso globale di molti ecosistemi, e questo non è solo uno sfortunato effetto collaterale dell’inquinamento, dell’uso eccessivo di pesticidi e delle nuove tecnologie di illuminazione stradale, ma fa parte di un piano orchestrato per ridurre la biodiversità del pianeta e rendere il mondo un luogo più controllabile e omogeneo. Un’arma chiave in questa campagna è la guerra climatica, i cui effetti devastanti sono stati visti molte volte negli ultimi anni, per esempio, gli incendi anomali in California nel 2017, in cui diversi eventi di “combustione spontanea” si sono verificati contemporaneamente; o le attuali inondazioni che colpiscono la costa orientale dell’Australia, che sono state descritte come il peggior disastro naturale del paese.

Quali obiettivi raggiunge lo spopolamento di massa della vita vegetale e animale? Un bel po’, in realtà. I malvagi vogliono che in futuro mangiamo sostituti alimentari inorganici coltivati in laboratorio – sostituti della carne, delle verdure e persino della frutta – in modo che il controllo delle persone su ciò che mangiano sia rimosso. Per fare questo, stanno organizzando carenze massicce di carne, pollame e latticini e facendo salire i prezzi, dando la colpa all’interruzione della catena di approvvigionamento e alla guerra in Ucraina. In futuro, vedremo sempre più agricoltori cacciati dalle loro terre da bancarotte orchestrate o da guerre climatiche.

Altre malattie misteriose colpiranno gli allevamenti di pollame/carne/pesce, e di conseguenza vedremo l’abbattimento di milioni di polli, maiali e bovini. A causa dei requisiti di salute e sicurezza, ai residenti delle zone rurali sarà alla fine proibito tenere polli o altri animali nei loro cortili e con la graduale introduzione di cibi sintetici come sostituti della cosa reale, il contatto umano – e la connessione umana – con gli animali sarà notevolmente diminuita. Questa è una parte insidiosa dell’agenda, perché il contatto con gli animali è di vitale importanza per l’umanità, sia in termini di salute del sistema immunitario che di benessere mentale.

Chiaramente c’è il desiderio di “igienizzare” il pianeta e renderlo meno biodiverso e meno complicato. Avere così tante specie di creature complesse deve sembrare così inutile agli psicopatici che cercano di produrre tutto in laboratorio in modo da poter inserire facilmente qualsiasi composto o tossina che desiderano prima dell’implementazione globale.

Lo stesso vale per le piante, che sono state la base di rimedi e terapie naturali per migliaia di anni. Spazzate via interi ecosistemi e spazzerete via la medicina basata sulle piante, spingendo più persone nelle grinfie di Big Pharma. Quindi, le estinzioni di massa di piante e animali devono essere musica per le orecchie di coloro che cercano di controllare il nostro mondo come se fosse un gigantesco esperimento di laboratorio.

Alla luce di ciò, qualcuno può dubitare dell’importanza di proteggere l’ambiente naturale dalle multinazionali, di preservare la conoscenza dell’allevamento e della medicina basata sulle piante, di educare le persone contro il consumo di alimenti inorganici prodotti in massa e di incoraggiare le persone a coltivare il più possibile il proprio cibo fresco? Alla luce di questo attacco multiplo e ben organizzato contro l’umanità, qualcuno dubita che i loro governi non siano più “loro”? Non è già chiaro che quando la prossima “grande pandemia” si verificherà, saremo di fronte a un attacco ancora più sfacciato che nel caso della pandemia Covid-19?

Fonte: dailyexpose.uk

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code