toba60

Non Solo gli Esseri Umani: Gli Scienziati Hanno Dimostrato che le Radiazioni 5G Stanno Uccidendo anche Animali e Fauna Selvatica

È interessante la questione, si è messo a soqquadro il mondo per far fronte ad una pandemia che pare essere uscita dal cilindro di un prestigiatore che inavvertitamente per errore ha fatto apparire un Virus.

Il gioco è riuscito bene ed il pubblico applaude, ma ancora oggi nessuno ha ben compreso quale doveva essere la trama esatta della magia.

Ma che importa avranno detto gli spettatori, tanto è tutta una finzione e solo pochi eletti sanno come si fa……..

Adesso tocca al 5g e via con la prossima esibizione, vengano, vengano signori, lo spettacolo è aperto a tutti ed è iniziato con effetti strabilianti e miracolosi.

Il paradiso può attendere, nel frattempo un piacevole l’inferno è quello che ci aspetta….

…tanto, è solo una finzione.

Toba60

Il nostro lavoro come ai tempi dell’inquisizione è diventato attualmente assai difficile e pericoloso, ci sosteniamo in prevalenza grazie alle vostre donazioni volontarie mensili e possiamo proseguire solo grazie a queste, contribuire è facile, basta inserire le vostre coordinate già preimpostate all’interno dei moduli all’interno degli editoriali e digitare un importo sulla base della vostra disponibilità.

Se apprezzate quello che facciamo, fate in modo che possiamo continuare a farlo sostenendoci oggi stesso…

Non delegate ad altri quello che potete fare anche voi.

Staff Toba60

Le Radiazioni 5G Stanno Uccidendo anche Animali e Fauna Selvatica

Un lungo rapporto sull’esposizione al 5G ha rilevato che questa nuova fonte di radiazioni danneggia la salute delle creature che vivono in natura. Il rapporto di 150 pagine, redatto dai ricercatori dell’Università di Washington e della Johns Hopkins University, contiene tre sezioni, la prima delle quali ha esaminato come i CEM (frequenze elettromagnetiche) ambientali siano aumentati radicalmente negli ultimi anni. La seconda parte ha esaminato l’impatto di questi CEM sugli organismi viventi.

Si scopre che “sono stati osservati effetti su mammiferi come pipistrelli, cervidi, cetacei e pinnipedi, tra gli altri, e su uccelli, insetti, anfibi, rettili, microbi e molte specie di flora”. La terza sezione si concentra sui limiti di esposizione ai campi elettromagnetici e sulla prospettiva di nuove norme che aiutino a proteggere meglio gli esseri viventi dai danni causati da questo costante flusso di radiazioni non ionizzanti.

“Questa eloquente revisione fornisce una visione delle opportunità mancate per la prevenzione del cancro esemplificate dall’amianto, dal tabacco, da alcuni pesticidi e ora dalle radiazioni a radiofrequenza”, ha dichiarato un portavoce dell’Environmental Health Trust (EHT). Gli autori evidenziano come le considerazioni economiche siano state privilegiate rispetto alla prevenzione del cancro”. Una strategia per seminare dubbi sui rischi di cancro è stata stabilita decenni fa ed è ora adottata e attuata in modo più sofisticato dall’industria delle telecomunicazioni per quanto riguarda i rischi RF-EMF per gli esseri umani e l’ambiente. L’industria ha il potere economico, l’accesso ai politici e ai media, mentre le persone preoccupate sono inascoltate”.


La Corte d’Appello di Washington si è pronunciata a favore della petizione che chiedeva una maggiore regolamentazione delle radiazioni cellulari da parte della FCC

Devra Davis, fondatrice di EHT, ha dichiarato che è noto da tempo che le radiazioni cellulari di ogni tipo sono pericolose per la fauna e le persone. Eppure il governo federale ha chiuso un occhio sulla scienza, favorendo invece gli interessi di Verizon, AT&T e T-Mobile. “Abbiamo ricerche più che sufficienti per avviare una nuova azione normativa per proteggere la fauna selvatica”, ha dichiarato un portavoce dell’EHT. “La FCC avrebbe dovuto fare una revisione completa dell’impatto ambientale della diffusione della rete 5G prima di razionalizzare centinaia di migliaia di torri cellulari 5G in tutta la nazione”.

Ad agosto, la Corte d’Appello di Washington si è pronunciata a favore di una petizione presentata da EHT contro la Federal Communications Commission (FCC). La corte ha ritenuto che la FCC non abbia fatto abbastanza per affrontare il crescente numero di prove che collegano i campi elettromagnetici a impatti negativi sulla salute, anche a livelli inferiori a quelli che la FCC considera “sicuri”.

Il tribunale ha inoltre rilevato che la FCC non ha risposto adeguatamente al Dipartimento degli Interni dopo che questo aveva sollevato la questione del danno ambientale che i CEM causano in particolare agli uccelli migratori. (Correlato: Il National Institutes of Health (NIH) ha pubblicato un rapporto che dimostra che sia il 5G che il 4G sono dannosi per l’uomo e gli altri esseri viventi).

I media aziendali, invece, comprati e pagati dall’industria wireless, hanno deriso e disprezzato l’idea che il 5G sia qualcosa di diverso dall’incredibile e meraviglioso. Il gigante delle fake news CNN, ad esempio, ha pubblicato un pezzo di propaganda del 2020 intitolato “Perché i teorici della cospirazione pensano che il 5G sia dannoso per la salute e perché gli esperti dicono di non preoccuparsi”. Il contenuto di questo pezzo di fake news è esattamente quello che ci si potrebbe aspettare.

“Con l’arrivo del 5G nei quartieri di tutto il Paese, i livelli di radiazioni wireless aumenteranno in modo significativo”, avverte Davis, che ritiene che sia giunto il momento di agire. “Non possiamo permetterci il lusso di continuare a discutere di questo problema con l’industria wireless. Adulti, bambini, animali domestici, animali selvatici e il nostro ambiente sono tutti vulnerabili”.

Ethanh

Fonti: afinalwarning.com & theepochtimes.com & NaturalNews.com

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code