toba60

Nuovo Dossier: Vaccini Covid e Controllo della Popolazione Tramite Nanonetwork Iniettati

Quella che appare come una tecnologia frutto di un film di Star Trek, è una realtà molto bel consolidata da anni e che mai come ora viene sviluppata direttamente sul campo grazie agli ingenti finanziamenti messi sul tavolo dai soliti noti (Big Pharma)

A tutti gli imbecilli Peraccinati che hanno rotto senza mezzi termini i coglioni da due anni a questa parte e che si sono fidati della scienza di stato, voglio far loro presente che le normative internazionali non richiedono l’indicazione della presenza di nanoparticelle nei vaccini.

Perche?

Elementare Caro Watson!

Toba60

Nuovo Dossier: Vaccini Covid e Controllo della Popolazione

Dal giugno 2021, diversi team di ricercatori indipendenti di diverse discipline hanno fatto ciò che le autorità sanitarie dei Paesi occidentali non hanno fatto e non hanno voluto fare: osservare il contenuto dei vaccini Covid sperimentali utilizzando la microscopia e la spettroscopia.

Le nanotecnologie identificate e la loro analisi forniscono una visione di ciò che l’industria farmaceutica e coloro che operano dietro le quinte vogliono fare con i cittadini.

L’opinione pubblica è poco informata sulle possibilità tecnologiche che si sono presentate negli ultimi 15 anni e che hanno permesso di indagare e controllare non lo spazio, né le profondità marine, ma il corpo umano e in particolare il cervello grazie alle nanobiotecnologie.

Le nanotecnologie nei 4 vaccini

Le recenti scoperte (2021-2022) attraverso l’osservazione e l’analisi indipendente dei sieri vaccinali da parte di biologi ma anche di chimici, specialisti in nanotecnologie o biotecnologie, esperti di bioinformatica, telecomunicazioni wireless, nano-reti o Internet delle cose, ci stanno portando a capire gradualmente cosa stanno progettando e hanno iniziato a fare i cittadini, in tutto il mondo. Questo nuovo dossier fa il punto su ciò che sappiamo oggi.

Poiché in diverse occasioni mi sono trovato di fronte all’incredulità di alcuni lettori quando nelle nostre righe si parlava di un progetto transumanista, ho preso la decisione di indagare sull’argomento e di fornire le prove scientifiche necessarie.

Il lavoro del Dr. Campra, di Mik Andersen (pseudonimo) e di altri team multidisciplinari può far avanzare le prove di ciò che si osserva nei sieri dei vaccini dei 4 prodotti che attualmente hanno ricevuto l’autorizzazione condizionata all’immissione in commercio: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson. Il confronto tra i risultati dell’osservazione dei sieri e le informazioni ricavate dalle pubblicazioni scientifiche ci permette di comprendere e ricomporre un puzzle leggibile e preoccupante.

Prove schiaccianti

Come la maggior parte dei lettori, mi sono interrogato sull’efficacia o sulla nocività delle nanoparticelle in un organismo, sull’efficacia dei nano-router o delle nano-antenne in quella che equivale a una nano-rete wireless. Infine, quale influenza possono avere le nanotecnologie sul nostro DNA (di cui si parla in un articolo) e sui nostri neuroni? Ciò che viene proposto può lasciare alcuni senza parole, ma le prove sono presentate in questo dossier:

Cosa è stato trovato di illecito nei “sieri vaccinali” Covid?

  • 1.1 Nanosensori
  • 1.2 Nano antenne e nano antenne plasmoniche
  • 1.3 Nano antenne rettificanti
  • 1.4 Idrogeli per le nanotecnologie
  • 1.5 Codec (codificatori-decodificatori) e porte logiche
  • 1.6 Ossido di grafene
  • 1.7 Nanopolveri di grafene o idra
  • 2Nano-computing e WBAN (Wireless Body Area Network)
  • 2.1 Alcuni principi di base del nanocomputing e della bioinformatica
  • 2.2 Reti corporee senza fili (WBAN)
  • 2.3 Alimentazione di una WBAN
  • 2.4 Autoassemblaggio di cristalli di DNA
  • 3 Transumanizzazione forzata delle popolazioni attraverso l’inoculazione di nano-reti complesse
  • 3.1 Presentazione di un modello sintetico della WBAN basato sull’analisi dei sieri del vaccino Covid
  • 3.2 Comunicazione con il mondo esterno e utilizzo del protocollo OS TOOK
  • 4. Prendere il controllo del cervello umano, l’ultimo bastione dei bioterroristi?
  • 4.1 Che cos’è la cibernetica?
  • 4.2 Spiegazione della neuromodulazione e del controllo remoto del cervello umano

Analisi Tecnica

Non si tratta affatto di un parto dell’immaginazione, ma di un insieme di elementi incriminanti che non possono più lasciare il lettore nel dubbio. Nei prossimi giorni pubblicheremo alcuni estratti di argomenti selezionati sotto forma di articoli. Tuttavia, la coerenza di questo dossier conferma che la preparazione dei vaccini è stata effettuata prima dell’epidemia e che l’epidemia di Sars-Cov 2 non è né naturale né accidentale.

Vaccini Covid: Cos’è un WBAN o “Nanonetwork Intracorporeo di Nanocomunicazioni Wireless”

Alla luce del lavoro indipendente degli scienziati sul contenuto dei quattro “vaccini” Covid che vengono inoculati in Occidente induce a considerare che la scoperta di nanotecnologie non dichiarate ci porta a capire l’utilità di questi dispositivi in un vaccino. Gli elementi individuati sono molto simili all’iniezione di una Wireless Local Area Network (WBAN) o nano-rete wireless intracorporea, la cui esistenza è confermata da pubblicazioni scientifiche nel campo della medicina avanzata.

Che cos’è una WBAN?

“Nella loro configurazione attuale e dalla letteratura scientifica pubblica, si evince che esse (le WBAN) utilizzano la nanotecnologia e sono generalmente progettate per occuparsi del monitoraggio e del rilevamento dell’intero sistema corporeo umano. Lo scopo principale di queste reti è quello di trasmettere i dati generati dalle nanotecnologie intrabody a una rete WLAN (Wireless Local Area Network) o a Internet. In questo modo, le attività interne del corpo vengono monitorate, come le malattie croniche, da sensori presenti nel corpo della persona sotto controllo medico. Si tratta di un monitoraggio biotecnologico costante e quindi particolarmente invasivo.

La letteratura scientifica su queste nano-reti wireless è abbondante e per presentare questa sezione ci basiamo solo su alcune pubblicazioni recenti.

Mentre il grafene è il nanomateriale chiave per le reti di nanocomunicazione, altri studi si concentrano sulla propagazione delle reti wireless attraverso l’aria contenuta negli alveoli polmonari, come spiega il lavoro di Akkaş M.A. pubblicato nel 2019. Ci affidiamo qui alla traduzione di Xochipelli, che è uno dei pochi siti in cui è possibile trovare il lavoro di vari scienziati sul contenuto dei vaccini (tra cui il dottor Mik Andersen o il dottor Campra).

Uno strumento di monitoraggio intracorporeo

L’idea di sviluppare la nanotecnologia per misurare e registrare eventi e cambiamenti nel corpo umano si basa sulla meccanica quantistica (cfr. Richard Feynman, There’s Plenty of Room at the Bottom, 1959). Uno degli obiettivi di questo campo di conoscenze è la creazione di nanosensori in grado di funzionare in modo coordinato su scala nanometrica, per poter trasmettere informazioni e dati sullo stato di salute delle persone o per sviluppare applicazioni biomediche complesse.

A tal fine, è prevista la realizzazione di una rete di nanocomunicazioni per nanosensori, nota anche con l’acronimo WNSN (Wireless Nanosensors Networks o WBAN, vedi sopra). Secondo i ricercatori, una rete di questo tipo ha bisogno di antenne di dimensioni nanometriche, che operino con antenne compatibili nella gamma dei Tera Hertz (onde elettromagnetiche), in grado di propagare il segnale in modo efficiente, senza perdite. In questo modo, i nano-sensori sono interconnessi nella rete wireless per un’azione coordinata, trasmettendo i dati a un nodo gateway, che potrebbe essere un telefono cellulare o una qualsiasi antenna telefonica, che invierebbe automaticamente le informazioni all’ospedale via Internet.

Se si accetta l’utilità di una WBAN per il trattamento di malattie gravi e/o croniche, ciò avviene con il consenso del paziente. Questo non è assolutamente il caso della vaccinazione Covid, dove la presenza di tale dispositivo non è mai stata menzionata né nella composizione dei sieri vaccinali né al momento dell’inoculazione dei sieri ai cittadini.

L’utilità di un simile dispositivo potenzialmente inoculato a miliardi di individui non è ovviamente da ammirare…

Laurent Aventin

Fonte: lecourrierdesstrateges.fr

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Piramide di Shungite lucida
Shungite tipo 2 – carbonio minimo 28%
Voto medio su 240 recensioni: Da non perdere
€ 0,00

Piramide in Orgonite e Shungite - Energia di GizaVoto medio su 3 recensioni: Buono
€ 0,00

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code