toba60

Olanda: Dopo il Vaccino a Beverwijk in Casa di Cura Muioiono 26 Residenti!

E’ notizia di adesso mente scrivo che in Olanda il governo ha stabilito di bloccare la somministrazione dei vaccini, l’articolo in questione che avrete modo di leggere e’ datato 11Marzo 2021 e’ passato quasi un mese prima che prendessero questa decisione.

Nei paesi bassi la gente ogni giorno invade le piazze e le strade in ogni angolo del paese e non ci riferiamo ai Caceroleros Argentini, ma di una nazione che e’ l’emblema della pacifica e ordinata espressione di un popolo civile.

Di vaccino non deve morire nessuno e quando ripeto nessuno significa che il suo uso deve essere predisposto per tutelare ogni singolo individuo indipendentemente dall’età, cultura e razza, ma pare che tutti se lo siano dimenticati o stanno rimuovendo quanto resta per poter essere degni di appartenere al genere umano.

Svegliatevi per piacere, aprite gli occhi, fate che la paura di morire non vi faccia passare la voglia di vivere.

Se proprio dovete morire fatelo per qualcosa di cui ne vale veramente la pena, Gesu Cristo aveva le idee molto chiare sulla questione, ma pare che il Dio in Terra oggi sia sotto le sembianze di una fiala maleodorante proposta da una schiera di gente veramente poco raccomandabile.

Toba60

In Casa di Cura in Olanda Muioiono 26 Residenti!

Nella casa di cura Huis ter Wijck a Beverwijk, 26 residenti sono morti in un mese. Questo è successo poco dopo aver ricevuto il vaccino per il covid. È stato uno dei mesi più bui della storia, scrive il Noordhollands Dagblad. Un portavoce dice: “È arrivata come una sorpresa dopo il primo ciclo di vaccinazioni. Molti residenti purtroppo sono morti”.

Una ex dipendente racconta a NineForNews di aver avvertito la casa di cura, ma le è stato detto che “come organizzazione, dobbiamo seguire le linee guida del governo”.

I familiari lanciano l’allarme: forse 26 persone sono morte in un mese subito dopo la prima vaccinazione. Questo puzza.

Questo tipo di notizie accade quasi quotidianamente. I dipendenti tacciono. Le autorità dicono che non c’è alcun collegamento. E torniamo agli affari come al solito. Sicuramente i produttori di vaccini sono lì per proteggerci da questo virus?

In questo contesto, il deputato Leonie Sazias ha fatto una dichiarazione interessante nel Telegraaf oggi. “Questi farmacisti sono solo degli idioti. Vogliono fare più soldi possibile sulle spalle della gente malata”.

Cosa fai quando si scopre che un prodotto con cui vuoi fare più soldi possibile ha tutti i tipi di effetti collaterali sgradevoli? Ci si assicura che tutti tengano la bocca chiusa, ma attraverso vari canali le storie trapelano lentamente ma inesorabilmente.

L’avvocato Isa Kriens, conosciuta anche come The Little Activist, ha postato su Instagram una storia di persone morte dopo aver ricevuto il vaccino per il covid. “Leggo e vedo troppi post su persone anziane che muoiono subito dopo l’iniezione. Troppi”, ha scritto.

La sua casella di posta è stata inondata come risultato. Ecco un piccolo campione degli innumerevoli messaggi che ha ricevuto:

“Due uomini sono morti nella casa di cura di mia nonna con solo una disabilità fisica. Entrambi sono stati ricoverati il 25 gennaio e sono morti la notte tra il 30 e il 31 gennaio. Nessuna ulteriore indagine. Coincidenza”.

“Anche nella nostra casa di cura. Sette morti dopo la prima vaccinazione!”

“Esattamente questo! Nella nostra casa di cura, sei persone sono morte dopo la prima iniezione e tre sono state ricoverate. Ci viene detto di non parlarne alla nostra famiglia e ai nostri amici. Benvenuto in questo tossico mondo!”.

“La mia prozia di 96 anni stava bene nella casa di cura ma aveva un cuore debole. Le è stata fatta la prima iniezione con la promessa di una vita più lunga. Due giorni dopo si e’ ammalata. All’inizio il medico disse che non era l’iniezione, ma poi cambiò idea. Una settimana e mezzo dopo, è morta”.

“Anche mio padre di 92 anni si è ammalato dopo tre giorni ed è morto dopo due settimane”.

“Lavoro in uno studio medico e la tua storia è vera. È incredibile quante persone crollano improvvisamente dopo la vaccinazione, anche se hanno già avuto Corona. È attribuito a una condizione sottostante”.

“La mia prozia di 95 anni è morta poche settimane dopo la sua prima vaccinazione. Chi, sano di mente, vaccinerebbe una signora di 95 anni con un cuore debole? Non riesco a capirlo… Sto trattenendo il respiro per i miei nonni che hanno 75 anni… Anche loro hanno intenzione di prenderlo”.

“La madre di un mio amico è stata vaccinata. Aveva circa 80 anni, era già piuttosto debole e aveva molti disturbi. Abbiamo tutti cercato di dissuaderla, ma lei ci crede così tanto. Due giorni dopo il vaccino, sua madre è morta. Ora il mio amico si sente in colpa oltre al dolore. Chi permetterebbe di vaccinare qualcuno che è già così debole? Sicuramente un medico dovrebbe essere contrario a questo!”.

“Al lavoro di mia sorella, anche un cliente è morto poco dopo essere stato vaccinato. E doveva essere nascosto”.

Secondo la Lareb, ci sono state finora 87 segnalazioni di morti dopo la vaccinazione per il covid, ma quando si leggono storie come questa, non si può fare a meno di notare che il numero di morti è in realtà molto più alto.

Isa Kriens

Fonte: uncutnews.ch