toba60

Oltre la Matrice dei Media

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

Vi devo confessare una cosa, quando esco da casa evito sempre di parlare di questioni legate alla situazione mondiale in corso d’opera, ai più, e’ un mondo sconosciuto, vincolati da mezzi televisivi che tempestano di notizie che paiono uscite dal paese dei balocchi, il dialogo non può’ essere che analogo a chi deve comunicare con un cinese adoperando il dialetto bergamasco.

Saró un romantico ma amo vedere i film di Inga lindstrom e Rosamund Pilcher e nelle pause pubblicitarie alle volte accedo su programmi alternativi che nel 99% parlano di politica.

Sentivo un personaggio di quelli sul genere ”so tutto io” stile Luca Zaia detto il Paietta (Esempio catastrofico per un veneto), che parla di ripresa, di riaperture , rilancio delle imprese, economia ecc ecc.

Ora…….. attraverso questo editoriale avrete modo di conoscere chi realmente detta le regole del gioco in tutto il pianeta e poi fate le vostre considerazioni su quanto possa valere ogni presa di posizione, in relazione a ciò che un qualsiasi soggetto, che sia politico economico o culturale ha, una volta percepito il quadro reale della situazione.

Ma perché non esistono più le comiche di un tempo, almeno nelle pause interlocutorie posso farmi qualche risata tra un bacio, un tradimento e un lieto finale romantico delle mie care Rosamund e Inga.

Toba60

Oltre la Matrix

I media aziendali creano un mondo che riflette i punti di vista del potere stabilito e serve l’agenda di un oligarchia globale, offrendo un flusso infinito di propaganda, disinformazione e menzogne, disinformando le persone e prevenendo loro la comprensione del lavoro

Il mondo sintetico che creano è la ”Media Matrix”

IL MATERIALE PRESENTATO IN QUESTO SITO WEB CERCA DI SFONDARE LA MATRICE DEI MEDIA PER OFFRIRE INFORMAZIONI CHE CORRISPONDONO PIÙ STRETTAMENTE ALLA REALTÀ SU QUESTIONI, SOGGETTI ED EVENTI IMPORTANTI.

“Non credere a niente, non importa dove lo leggi o chi lo ha detto, a meno che la tua ragione e il tuo buon senso non siano d’accordo.”

Gautama Buddha
(la citazione è una parafrasi dell’originale)

” In tempi di inganno universale, dire la verità diventa un atto rivoluzionario”.

George Orwell

L’OLIGARCHIA GLOBALE

Il mondo è gestito da un’oligarchia di banche, società, famiglie dinastiche e istituzioni molto potente e ricca britannica-americana-europea, che controlla gran parte della ricchezza del mondo. Questa cabala domina la finanza e il commercio, manipola le valute e le economie nazionali, controlla i media della maggior parte delle nazioni e comanda le risorse della terra. La loro ricchezza e il loro potere hanno avuto origine nel medioevo e si sono espansi nel corso dei secoli, e oggi regnano sovrani.

Poche persone sono consapevoli del potere e dell’influenza globale di questi oligarchi perché dominano i principali media. Di conseguenza, invece di informarci, i media ci alimentano con una dieta costante di intrattenimento, disinformazione e bugie – per distrarci e sviarci – in modo che l’oligarchia possa realizzare il suo piano per dominare il mondo.

Vediamo il mondo attraverso l’obiettivo dei principali media – per la maggior parte delle persone questo significa televisione. Libri, giornali, riviste, radio e Internet hanno un ruolo, ma la stragrande maggioranza delle persone in tutto il mondo riceve le informazioni dalla televisione. E, se coloro che possiedono i conglomerati dei media globali e coloro che gestiscono le reti televisive e i canali via cavo, decidono di alimentarci con disinformazione e bugie che servono i programmi di chi ha il controllo, allora, invece di essere detta la verità, impareremo non sul mondo reale, ma sul mondo che desiderano farci vedere, uno che servirà al loro piano di controllo globale.

A meno che non andiamo oltre la matrice dei media per trovare fonti che ci dicano la verità, il governo mondiale autoritario gestito da questa potente oligarchia diventerà una realtà e saremo tutti prolet in un mondo totalitario di George Orwell.

UN’OLIGARCHIA GLOBALE CONTROLLA IL MONDO
(ELENCO PARZIALE)

Attraverso i consigli di amministrazione interconnessi e la proprietà azionaria e agendo attraverso club privati, società e istituzioni, spesso in segreto, un’oligarchia globale enormemente ricca e potente di famiglie dinastiche, banche e società, governa il mondo, possedendo direttamente o controllando:

PIÙ BANCHE CENTRALI
economie nazionali
MONETA NAZIONALE
MAGGIORE mercati azionari
PIÙ GRANDI Banche Private
politici e partiti
CORPORATE Mainstream Media e gran parte della media alternativi
BASI PIU INFLUENTI esentI da tasse
più influenti think tank
MAGGIOR PARTE importanti università e istituzioni pubbliche
più grandi organizzazioni AMBIENTALI
più importanti holding, ASSET SOCIETÀ DI GESTIONE E FONDI DI COPERTURA
LE
PIÙ GRANDI SOCIETÀ TRANSNAZIONALI LE PIÙ GRANDI SOCIETÀ DI ASSICURAZIONE LE PIÙ GRANDI AZIENDE
FARMACEUTICHE
LE
PIÙ
GRANDI AZIENDE DELL’ENERGIA PRINCIPALI RISORSE ENERGETICHE COMPRESI PETROLIO E GAS
ORO, DIAMANTI E MINERALI ESSENZIALI MINERALI E DISTRIBUZIONE
CARTELLI
TERRENO AGRICOLO
ACQUA E SISTEMI
IDRICI PIÙ GRANDI PRODUTTORI
DI ARMI RETI
INTERNAZIONALI DI RICICLAGGIO DI DENARO RETI INTERNAZIONALI DEL TRAFFICO DI DROGA

ISTITUZIONI, CLUB E SOCIETÀ DELL’OLIGARCHIA GLOBALE
(ELENCO PARZIALE)

L’oligarchia globale stabilisce le sue agende e coordina le sue politiche attraverso club e società segrete, e alcune istituzioni globali ben note così come alcune meno conosciute.

NAZIONI UNITE
NATO
WORLD TRADE ORGANIZATION (WTO)
WORLD BANK
INTERNATIONAL MONETARY FUND (FMI)
CONSIGLIO PER LE RELAZIONI ESTERE (CFR)
COMMISSIONE TRILATERALE (TC)
GRUPPO BILDERBERG
CHATHAM HOUSE (ROYAL INSTITUTE OF INTERNATIONAL AFFAIRS)
CENTER FOR STRATEGIC AND INTERNATIONAL
BUSINESS STUDIES (CSIS) TAVOLA ROTONDA
EUROPEAN ROUND TABLE OF INDUSTRIALISTS (ERT)
INTERNATIONAL CHAMBER OF COMMERCE (ICC)
WORLD ECONOMIC FORUM
WORLD BUSINESS COUNCIL FOR SUSTAINABLE DEVELOPMENT (WBCSD)
BROOKINGS INSTITUTION
RAND CORPORATION
HERITAGE FOUNDATION
AMERICAN ENTERPRISE INSTITUTE
CATO INSTITUTE
CLUB OF THE ISLES
PILGRIMS SOCIETY
CLUB DI ROMA

CASE DINASTICHE REALI EUROPEE

In Europa oggi sono rimaste solo dieci monarchie, ma hanno enormi ricchezze e potere (risalenti al Medioevo)

HOUSE OF WINDSOR (Gran Bretagna e Irlanda del Nord)
PAESI BASSI
BELGIO
LIECHTENSTEIN
LUSSEMBURGO
SPAGNA
DANIMARCA
NORVEGIA
SVEZIA
MONACO

FAMIGLIE BANCARIE INTERNAZIONALI

Otto famiglie possiedono la maggior parte delle azioni in quasi tutte le banche centrali private del mondo, inclusa la Federal Reserve.

ROTHSCHILD
ROCKEFELLER
KUHN LOEB
WARBURG
LAZARD
GOLDMAN SACHS
ISRAELE MOSES SEIF
LEHMAN

BANCHE CENTRALI

La maggior parte delle nazioni sovrane del mondo ha banche centrali di proprietà pubblica, ma sono controllate da un’oligarchia bancaria globale composta dalle più grandi banche private e da poche famiglie bancarie e dinastiche internazionali.

La Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, non è di proprietà del governo degli Stati Uniti. Il suo presidente e il consiglio di amministrazione sono nominati dal presidente degli Stati Uniti, ma è di proprietà e controllata da banche private.

Le dieci banche private elencate di seguito possiedono la maggioranza delle azioni della Federal Reserve, e quindi la controllano.

ROTHSCHILD BANK OF LONDON
ROTHSCHILD BANK OF BERLIN
WARBURG BANK OF HAMBURG
WARBURG BANK OF AMSTERDAM
LAZARD BROTHERS OF PARIS
ISRAEL MOSES SEIF BANCA D’ITALIA
KUHN LOEB BANCA DI NEW YORK
GOLDMAN SACHS DI NEW YORK
JP MORGAN CHASE LEHANK OF
BROTHERS ha dichiarato fallimento nel 2008)

La maggior parte delle banche centrali nel mondo sono “di proprietà statale”, ma sono controllate da un cartello bancario internazionale.

CONGLOMERATI BANCARI INTERNAZIONALI

LE 25 BANCHE PIÙ GRANDI DEL MONDO – 2012

HSBC
BNP PARABIS
Industrial and Commercial Bank of China
MITUBISHI
CREDIT AGRICOLE
Gruppo Barclays
Royal Bank of Scotland
JPMorgan Chase
BANK OF AMERICA
China Construction Bank
Mizuho Financial Group
BANK OF CHINA
CITIGROUP
AGRICOLA BANK OF CHINA
ING GROUP
BANCO SANTANDER
Sumitomo Mitsui Financial Group
SOCIETE GENERALE
UBS
LLOYDS BANKING GRUPPO
GRUPPO BCPE
WELLS FARGO
UNICREDIT
CREDIT SUISSE
DEUTSCHE BANK

CORPORAZIONI TRANSNAZIONALI

LE BANCHE E LE ISTITUZIONI FINANZIARIE SONO LE AZIENDE PIÙ POTENTI

Ci sono più di più di 40.000 società transnazionali nel mondo.
Più di cinquanta delle cento più grandi economie del mondo sono corporazioni. 
Le società transnazionali detengono il novanta per cento di tutti i brevetti di tecnologia e di prodotto in tutto il mondo.
Le società transnazionali sono coinvolte nel 70% del commercio mondiale.

Centinaia di società, molte delle quali sono banche e istituzioni finanziarie, possiedono azioni e obbligazioni l’una dell’altra – possiedono collettivamente se stesse. Quindi, diventa quasi impossibile rintracciare le radici della proprietà e del controllo. Dalla loro relativa oscurità, esercitano un enorme controllo sulle economie nazionali e globali.
Queste società sono emerse ancora più grandi e potenti dopo il crollo economico del 2008.

AZIENDE TRANSNAZIONALI CHE HANNO LA MAGGIORE INFLUENZA SULL’ECONOMIA GLOBALE

Uno studio scientifico sul sistema finanziario globale è stato condotto presso l’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Zurigo, Svizzera, ottobre 2011.
Utilizzando un database che elencava 37 milioni di società e investitori in tutto il mondo, i ricercatori hanno studiato tutte le 43.060 società transnazionali (TNC), comprese le condividere le proprietà che li collegano.
Le prime 737 di queste super-corporazioni o “super-entità” controllano l’80% dell’economia mondiale.
Le 147 principali super-società o “super-entità” controllano il 40% dell’economia globale attraverso la proprietà diretta e indiretta o l’interesse di controllo.

Di seguito sono elencate le prime 50 delle 147 super-società che hanno il maggiore impatto sull’economia globale – 2011

1 – BARCLAYS PLC – GREAT BRITIAN
2 – CAPITAL GROUP COMPANIES INC. – STATI UNITI
3 – FMR CORP (Fidelity Management) – STATI UNITI
4 – AXA FR 6712 – SVIZZERA
5 – STATE STREET CORPORATION – STATI UNITI
6 – JPMORGAN CHASE & CO. – STATI UNITI
7 – LEGAL & GENERAL GROUP PLC – GRAN BRETAGNA
8 – VANGUARD GROUP, INC. – STATI UNITI
9- UBS AG – SVIZZERA
10 – MERRILL LYNCH & CO., INC. – STATI UNITI
11 – WELLINGTON MANAGEMENT CO. LLP – STATI UNITI
12 – DEUTSCHE BANK AG – GERMANIA
13 – FRANKLIN RESOURCES, INC. – STATI UNITI
14 – GRUPPO CREDIT SUISSE – SVIZZERA
15 – WALTON ENTERPRISES LLC – STATI UNITI
16 – BANK OF NEW YORK MELLON CORP. – STATI UNITI
17 – NATIXIS – FRANCIA
18 – GOLDMAN SACHS GROUP, INC. – STATI UNITI
19 – T. ROWE PRICE GROUP, INC. – STATI UNITI
20- LEGG MASON, INC. – REGNO UNITO STATI
21 – MORGAN STANLEY – STATI UNITI
22 – MITSUBISHI UFJ FINANCIAL GROUP, INC. – GIAPPONE
23 – NORTHERN TRUST CORPORATION – STATI UNITI
24 – SOCIÃ TÃ GÃ NÃ RALE – FRANCIA
25 – BANK OF AMERICA CORPORATION – STATI UNITI
26 -LLOYDS TSB GROUP PLC – GRAN BRETAGNA
27 – INVESCO PLC – GRAN BRETAGNA
28 – ALLIANZ SE – GERMANIA
29 – TIAA US 6601 – INDIA
30 – OLD MUTUAL PUBLIC LIMITED COMPANY – GRAN BRETAGNA
31 – AVIVA PLC – GRAN BRETAGNA
32 – SCHRODERS PLC – GRAN BRETAGNA
33 – DODGE & COX – STATI UNITI
34 – LEHMAN BROTHERS HOLDINGS, INC. – STATI UNITI
35 – SUN LIFE FINANCIAL, INC. – CANADA
36 – STANDARD LIFE PLC – GRAN BRETAGNA
37 – CNCE – FRANCIA
38 – NOMURA HOLDINGS, INC. – GIAPPONE
39 – THE DEPOSITORY TRUST COMPANY – STATI UNITI
40 – MASSACHUSETTS MUTUAL LIFE INSUR. – STATI UNITI
41 – ING GROEP NV – PAESI BASSI
42 – BRANDES INVESTMENT PARTNERS, LP – STATI UNITI
43 – UNICREDITO ITALIANO SPA – ITALIA
44 – DEPOSIT INSURANCE CORPORATION DI JP – GIAPPONE
45 – VERENIGING AEGON – PAESI BASSI
46 – BNP PARIBAS – FRANCIA
47 – AFFILIATED MANAGERS GROUP, INC. – STATI UNITI
48 RESONA HOLDINGS, INC. – GIAPPONE
49 – CAPITAL GROUP INTERNATIONAL, INC. – STATI UNITI
50 – CHINA PETROCHEMICAL GROUP CO. – CINA

CONTROLLO MEDIA
(ELENCO PARZIALE)

L’oligarchia globale controlla tutti i principali media.
Le mega-corporazioni dei media possiedono azioni l’una dell’altra e, a loro volta, sono possedute e controllate da un’oligarchia di corporazioni transnazionali, banchieri internazionali e famiglie dinastiche europee.

Negli Stati Uniti, sei multinazionali dei media controllano il 90% di ciò che vediamo, ascoltiamo e leggiamo.

COMCAST (NBC / Universal)
NEWS CORP (Fox News / Wall Street Journal)
TIME WARNER (CNN)
VIACOM
DISNEY (ABC)
CBS

L’oligarchia controlla il principale motore di ricerca Internet e il principale sito di social media Internet.

GOOGLE
FACEBOOK

L’oligarchia controlla i principali media di stampa e trasmissione in tutto il mondo, tra cui:

NEW YORK TIMES
WASHINGTON POST
REUTERS
ASSOCIATED PRESS
BBC (BRITISH BROADCASTING CORPORATION)
THE TIMES OF LONDON

L’oligarchia controlla anche le più influenti fonti di notizie sui media alternativi.

LA PARTITA FINALE DELL’OLIGARCHIA GLOBALE

“I pianificatori hanno escogitato la strategia di una fusione – una Grande Fusione – tra le nazioni.
Ma prima che una tale fusione possa essere consumata, e gli Stati Uniti diventino solo un’altra provincia in un Nuovo Ordine Mondiale, deve esserci almeno la parvenza di parità tra i partner senior dell’accordo.

Come si possono rendere le nazioni del mondo più quasi uguali? Gli addetti ai lavori hanno stabilito che era necessario un approccio su due fronti; usa il denaro e il know-how americani per costruire i tuoi concorrenti, mentre allo stesso tempo usa ogni strategia subdola che puoi escogitare per indebolire e impoverire questo paese.

L’obiettivo non è quello di mandare in bancarotta gli Stati Uniti. Piuttosto, è ridurre la nostra potenza produttiva e quindi il nostro tenore di vita, al magro livello di sussistenza dei socializzati nazioni del mondo.
Il piano non è quello di portare il tenore di vita nei paesi meno sviluppati al nostro livello, ma di abbassare il nostro per soddisfare il loro in arrivo … È il tuo tenore di vita che deve essere sacrificato sull’altare del Nuovo Ordine Mondiale . “

Gary Allen nel suo libro “The Rockefeller File”

“Una certa diluizione o livellamento del sistema di sovranità così come prevale nel mondo oggi deve avvenire a svantaggio immediato di quelle nazioni che ora possiedono la preponderanza del potere … L’istituzione di una moneta comune … priverebbe il nostro governo di controllo esclusivo su una moneta nazionale … Gli Stati Uniti devono essere pronti a fare sacrifici in seguito per creare un ordine politico-economico mondiale che livellerebbe le disuguaglianze di opportunità economiche rispetto alle nazioni “.

John Foster Dulles, 1939

“Il tenore di vita dell’americano medio deve diminuire. Non credo che si possa sfuggire a questo.”

l’ex presidente della Federal Reserve Paul Volcker, 1979

“I due obiettivi del Partito sono conquistare l’intera superficie della terra e spegnere una volta per tutte la possibilità di un pensiero indipendente.
I capitalisti possedevano tutto nel mondo, e tutti gli altri erano loro schiavi. Possedevano tutta la terra, tutte le case, tutte le fabbriche e tutti i soldi. Se qualcuno disobbediva poteva gettarlo in prigione, o poteva portargli via il lavoro e farlo morire di fame “.

George Orwell nel suo libro “1984”

“Esiste una classe dirigente transnazionale, una” Superclass “, che accetta di istituire un governo mondiale. La classe media è mirata all’eliminazione, perché la maggior parte del mondo non ha una classe media, e per integrare e internazionalizzare completamente una classe media, sarebbe richiedono l’industrializzazione e lo sviluppo in Africa e in alcuni luoghi dell’Asia e dell’America Latina. L’obiettivo della Superclasse non è di perdere la propria ricchezza e potere a favore di una classe media transnazionale, ma piuttosto di estinguere la nozione di classe media e transnazionalizzare una , classe non istruita e orientata al lavoro, attraverso la quale garantiranno ricchezza e potere definitivi.
La crisi economica globale serve a questi fini, poiché qualunque ricchezza rimanente detiene la classe media è in procinto di essere eliminata, e con il progredire della crisi, le classi medie del mondo ne soffriranno, mentre una grande percentuale delle classi inferiori del mondo, colpiti dalla povertà anche prima della crisi, ne soffriranno maggiormente, portando molto probabilmente a una massiccia riduzione dei livelli di popolazione, in particolare negli stati “sottosviluppati” o “del terzo mondo”.

Andrew Gavin Marshall, ‘The Global Economic Crisis: The Great Depression of the XXI Century’

“Le persone, i governi e le economie di tutte le nazioni devono soddisfare i bisogni delle banche e delle società multinazionali”.

Zbigniew Brzezinski, nel suo libro “Technotronic Era”

“Le famiglie più ricche del pianeta terra prendono il sopravvento in ogni grande sconvolgimento che provocano. La loro sfera di attività si estende su tutto il globo e anche oltre, la loro ambizione e avidità di ricchezza e potere non conosce limiti e per loro, la maggior parte l’umanità è “spazzatura umana”. È anche il loro obiettivo di spopolare il globo e mantenere una popolazione molto più bassa rispetto a quella che abbiamo ora “.

Mujahid Kamran, 2015

“La dialettica hegeliana di Freidrich Hegel ha portato avanti un processo mediante il quale gli opposti” tesi “e” antitesi “sono riconciliati in” sintesi “. La tavola rotonda degli affari dei Rothschild che lo ha sponsorizzato vedeva nella dialettica un vantaggio per i loro monopoli presentando il comunismo fasullo (antitesi) come spauracchio al capitalismo (tesi) … Sostenendo il capitalismo di stato sovietico in tutto il mondo come un esempio di “comunismo fallito”, i banchieri potevano screditare questa idea pericolosa mentre producevano la loro desiderata ‘sintesi’ – un Nuovo Ordine Mondiale governato dalle banche degli Illuminati famiglie e monarchi della Nobiltà Nera, con il capitalismo monopolistico laissez faire come paradigma economico “.

Dean Henderson nel suo libro “Big Oil & Their Bankers In The Persian Gulf”

“La nazionalità come la conosciamo sarà obsoleta; tutti gli stati riconosceranno un’unica autorità globale”.

Strobe Talbott, vice segretario di Stato nell’amministrazione Clinton

“Il Partito cerca il potere interamente per se stesso. Non ci interessa il bene degli altri; ci interessa solo il potere. Non la ricchezza o il lusso o la lunga vita o la felicità: solo potere, potere puro.


Siamo diversi da tutti i oligarchie del passato, in quanto sappiamo quello che stiamo facendo. Tutti gli altri, anche quelli che ci somigliavano, erano codardi e ipocriti. I nazisti tedeschi ei comunisti russi ci sono stati molto vicini nei loro metodi, ma non hanno mai avuto la coraggio di riconoscere le proprie motivazioni Fingevano, forse credevano addirittura, di aver preso il potere contro la sua volontà e per un tempo limitato, e che proprio dietro l’angolo c’era un paradiso dove gli esseri umani sarebbero stati liberi ed uguali.


Non siamo così. Sappiamo che nessuno prende mai il potere con l’intenzione di rinunciarvi. Il potere non è un mezzo; è una fine. Non si instaura una dittatura per salvaguardare una rivoluzione; si fa la rivoluzione per instaurare la dittatura. L’oggetto della persecuzione è la persecuzione. L’oggetto della tortura è la tortura. L’oggetto del potere è il potere.”

George Orwell nel suo libro “1984”

“Il comunismo e il socialismo sono essi stessi forme di monopolio. L’unica differenza è che in questo caso il monopolio è gestito dal governo. Ma cosa succede se un banchiere internazionale, tramite prestiti allo stato, manipolazione di una banca centrale, contributi elettorali o tangenti, è in grado di ottenere il dominio su un governo? In tal caso, troverebbe il socialismo benvenuto, perché gli servirebbe come strumento per controllare la società “.

James Perloff nel suo libro “The Shadows of Power: The Council on Foreign Relations and the American Decline”

“Non esiste una cosa del genere, in questa data della storia del mondo, in America, come stampa indipendente. Lo sai e io lo so.
Non c’è nessuno di voi che osi scrivere le proprie opinioni oneste, e se lo faceste, sai in anticipo che non sarebbe mai apparso in stampa. Sono pagato settimanalmente per mantenere la mia onesta opinione fuori dal giornale con cui sono in contatto.

Altri di voi ricevono stipendi simili per cose simili, e chiunque di voi sarebbe così sciocco come scrivere opinioni oneste sarebbe per strada in cerca di un altro lavoro Se permettessi che le mie opinioni oneste compaiano in un numero del mio giornale, prima delle ventiquattr’ore la mia occupazione sarebbe finita.


Il compito dei giornalisti è distruggere la verità, mentire apertamente, pervertire, diffamare, adulare ai piedi di mammona e vendere il suo paese e la sua razza per il suo pane quotidiano. Lo sai e io lo so, e che follia è questo brindare a una stampa indipendente?
Siamo gli strumenti e i vassalli degli uomini ricchi dietro le quinte. Siamo i jumping jack, tirano le corde e balliamo.

I nostri talenti, le nostre possibilità e le nostre vite sono proprietà di altri uomini. Siamo prostitute intellettuali “.

John Swinton, preminente giornalista di New York, a un banchetto con la stampa, 1880

“Se volevi un monopolio nazionale, devi controllare un governo nazionalsocialista. Se vuoi un monopolio mondiale, devi controllare un governo socialista mondiale.

Questo è il gioco.” Il comunismo “non è un movimento degli oppressi masse, ma è un movimento creato, manipolato e utilizzato da miliardari in cerca di potere per ottenere il controllo del mondo, prima stabilendo governi socialisti nelle varie nazioni e poi consolidandoli tutti attraverso una “Grande Fusione”, in un potere onnipotente mondo, super-stato socialista “.

Gary Allen nel suo libro “None Dare Call It Conspiracy”

“La segretezza e l’anonimato sono parte integrante delle operazioni dell’Elite così come l’assoluta spietatezza, il profondo inganno e lo spionaggio e il ricatto più sordidi. L’Elite mette le nazioni l’una contro l’altra e mira alla distruzione della religione e di altri valori tradizionali, crea caos, diffonde deliberatamente povertà e miseria, e poi usurpa il potere mettendo in atto i suoi tirapiedi.

Guerre, “rivoluzioni” e omicidi fanno parte delle loro tattiche per distruggere la civiltà tradizionale e le religioni tradizionali, accumulare ricchezza e potere, eliminare gli avversari e procedere incessantemente verso i loro dichiarati obiettivo, generazione dopo generazione. Operano attraverso società e organizzazioni segrete e palesi “.

Mujahid Kamran, 2015

“Noi americani siamo gli ultimi innocenti. Siamo sempre disperati nel credere che questa volta il governo ci stia dicendo la verità”.

Sydney Schanberg

Top secret

Fonte: Vk social

Puoi risparmiare 1.00 Euro al mese per supportare i media indipendenti

A differenza della Rai, Mediset o Sky, NON siamo finanziati da Benetton, Bill & Melinda Gates o da altre ONG o governi. Quindi alcune monete nel nostro barattolo per aiutarci ad andare avanti sono sempre apprezzate.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code