toba60

Perché i Blocchi non Servono a Nulla e Danneggia i più Vulnerabili

Il mondo ora viaggia su due scuole di pensiero, quello stabile vincolato da un rigoroso paradigma mediatico dato dagli organi mainstream e un secondo che le cose le ha capite benissimo e non si fa addomesticare dai pifferai televisivi che tempestano di terrificanti notizie il mondo intero.

Personalmente non sono arrabbiato con coloro che perseguono nella loro opera autodistruttiva, non va dimenticato che per secoli la classe povera ha spesso subito in silenzio ogni abuso sociale, la povertá a cui faccio riferimento non e’ legata solo alla questione materiale, ma di ben altra natura.

Invito tutti coloro che seguono questo magazine di non darsi pena se gran parte delle persone si affannano nel supportare le falsità’ che su scala globale vengono poste all’attenzione del pubblico, questo e’ un loro problema, il vostro e’ cercare costantemente una soluzione alle questioni di tutti i giorni, perdere tempo nel convincere chi non la pensa come voi, e’ una causa persa già in partenza.

Andate per la vostra strada e non fatevi intimidire, avete a che fare con persone che vivono nella paura e sapete bene quanto questa induca a fare le cose più’ stupide del mondo, ci siamo passati tutti.

Ho ricevuto ieri una bellissima notizia, tutti i Social Maistream in rete mi hanno censurato ad eccezione di VK, chiudendomi 6 account in un colpo solo, questo è un privilegio che pochi possono vantare, non cambia nulla, chi desidera informarsi sa come e dove farlo, sapete dove trovarmi e non abbiate timore…….non sono un Coronavirus………

quello e’ nella testa di chi evita accuratamente di visitarmi

Toba60

Il più grande trasferimento di ricchezza nella storia

In che modo chiudere le piccole imprese ma consentire ai grandi magazzini di rimanere aperti protegge la salute pubblica? Non c’è davvero nessuna rima o ragione per una tale decisione, se non quella di spostare la ricchezza dai piccoli imprenditori privati ​​alle multinazionali.

Mentre gli americani della classe operaia sono stati costretti a file per la disoccupazione a decine di milioni di persone, i primi cinque più ricche persone negli Stati Uniti hanno aumentato la loro ricchezza del 26% tra il 18 marzo e il 17 giugno 2020. Dall’inizio della pandemia, il la ricchezza collettiva di 651 miliardari negli Stati Uniti è aumentata di oltre il 36% ($ 1 trilione). Il patrimonio di questi 651 miliardari è ora quasi il doppio di quello della ricchezza complessiva dei 165 milioni di americani meno ricchi.

Come notato da Frank Clemente, direttore esecutivo di Americans for Tax Fairness, “Mai prima d’ora l’America ha visto un tale accumulo di ricchezza in così poche mani”.

Lungi dall’essere il grande equalizzatore, COVID-19 è il più grande schema di trasferimento di ricchezza nella storia del mondo. In effetti, potresti anche chiamarlo per quello che è: furto di beni su larga scala da parte dei poveri e della classe media. Il 14 dicembre 2020, l’articolo 10 di The Defender esamina chi ha beneficiato maggiormente delle misure pandemiche, dalle industrie finanziarie e tecnologiche ai settori farmaceutico e dell’intelligence militare.

Le imprese di proprietà di minoranze hanno subito il maggior successo

Secondo un articolo di Forbes del 10 agosto 2020, le misure pandemiche avevano eliminato quasi la metà di tutte le piccole imprese di proprietà dei neri negli Stati Uniti entro la fine di aprile 2020. Cita i dati di un rapporto della Fed di New York che ha rilevato che “Le aziende di proprietà di neri avevano più del doppio delle probabilità di perdere tempo rispetto alle loro controparti bianche”.

Mentre i dati rappresentativi a livello nazionale sulle piccole imprese hanno mostrato che la proprietà attiva delle imprese è scesa del 22% tra febbraio e aprile 2020, il numero di aziende di proprietà dei neri è diminuito del 41%. Il calo delle imprese di proprietà latina è stato del 32%; 26% di proprietà asiatica; e il 17% di proprietà di White. Secondo Forbes:

“Allo stesso tempo, le aziende di proprietà nera, già eccitate da una grande recessione che le ha gravemente danneggiate, sono già entrate nella crisi con ‘posizioni di cassa più deboli, rapporti bancari più deboli e carenze di finanziamento preesistenti.’ “Anche le aziende nere più sane erano finanziariamente svantaggiate all’inizio del COVID-19”, afferma il rapporto. “

Insicurezza alimentare a livelli sbalorditivi

A poche settimane dall’inizio della pandemia, gli americani erano in fila nei banchi alimentari. Un articolo del 12 aprile 2020 sul New York Times mostrava linee lunghe miglia a Pittsburgh, Pennsylvania, Miami, Florida e altrove:

“In molte città, le file fuori dalle dispense alimentari sono diventate simboli lampanti di precarietà finanziaria, mostrando quanto velocemente la pandemia abbia devastato le finanze dei lavoratori.

A San Antonio, giovedì 10.000 famiglie hanno iniziato ad arrivare prima dell’alba in una sala riunioni di scambio ora chiusa per ricevere scatole di cibo. Normalmente, da 200 a 400 famiglie potrebbero presentarsi durante una normale distribuzione di cibo.

“È un’ondata di bisogno”, ha detto Eric Cooper, presidente della San Antonio Food Bank. «Sono stati tutti lasciati andare. Non ci sono risparmi. Non c’è rallentamento nel loro bilancio familiare. I soldi sono finiti. Mostra solo quanto siano disperate le persone. “”

La situazione è più o meno la stessa in altri paesi. Un rapporto del 10 aprile 2020 del Financial Times ha citato i risultati del sondaggio che mostrano che circa 3 milioni di britannici erano rimasti senza cibo ad un certo punto nelle tre settimane precedenti. Si stima che circa 1 milione di persone avesse già perso tutte le fonti di reddito.

Anna Taylor, direttrice esecutiva della Food Foundation nel Regno Unito, ha detto al Financial Times che c’è un “problema di povertà alimentare che non è stato affrontato” che ora sta diventando palesemente evidente – e sono trascorse poche settimane dall’inizio della pandemia. Ora siamo a nove mesi di distanza ei governi di tutto il mondo chiedono di nuovo blocchi durante le vacanze invernali.

La salute mentale scivola via mentre la disperazione cresce

Anche il fatto che costringere le persone alla povertà avrà un effetto dannoso sulla loro salute mentale non è sorprendente. Un sondaggio canadese all’inizio di ottobre 2020 ha rilevato che il 22% dei canadesi ha sperimentato livelli di ansia elevati – quattro volte superiori al tasso di prepandemia – e il 13% ha riportato una grave depressione.

Negli Stati Uniti, un sondaggio dell’agosto 2020 dell’American Psychological Association ha rilevato che i membri della Gen-Z sono tra i più colpiti in questo senso, con i giovani adulti di età compresa tra i 18 ei 23 anni che riferiscono i più alti livelli di stress e depressione.

Più di 7 su 10 in questa fascia di età hanno segnalato sintomi di depressione nelle due settimane precedenti l’indagine. Tra gli adolescenti di età compresa tra 13 e 17 anni, il 51% ha affermato che la pandemia rende impossibile pianificare il futuro. Il 67% degli intervistati in età universitaria ha fatto eco a questa preoccupazione.

Con la disperazione arrivano i problemi legati alla droga e, secondo l’American Medical Association, l’epidemia di overdose di droga è notevolmente peggiorata e si è complicata quest’anno. “Più di 40 stati hanno segnalato aumenti della mortalità correlata agli oppioidi e preoccupazioni in corso per coloro che soffrono di una malattia mentale o di un disturbo da uso di sostanze”, ha riportato l’AMA in un breve numero aggiornato il 9 dicembre 2020.

Un elenco di notizie nazionali incluse nel breve dell’AMA include rapporti di aumenti di arresti cardiaci correlati a overdose, picchi di fentanil da strada che hanno portato a migliaia di morti e un “drammatico aumento” di vittime illecite di oppiacei. Picchi e numeri record di morti per overdose sono stati segnalati in Alabama, Arizona, Arkansas, California, Colorado, Delaware, Distretto di Columbia, Illinois, Florida e molti altri stati.

Giovani adulti che muoiono in numero maggiore del normale

Che le misure pandemiche stanno facendo più danni che benefici si può vedere anche nei dati dei Centers for Disease Control and Prevention che mostrano che, rispetto agli anni precedenti, le morti in eccesso tra i 25-44enni sono aumentate di un notevole 26,5% , anche se questa fascia di età rappresenta meno del 3% dei decessi correlati a COVID-19.

Per dirla senza mezzi termini, nei nostri sforzi fuorvianti per evitare che gli anziani e gli immunocompromessi muoiano a causa del COVID-19, stiamo sacrificando le persone che sono nel fiore degli anni. Come notato da Senger:

“Per CDC, nonostante i test PCR di massa e falsi positivi sproporzionati, almeno 100.947 morti in eccesso nel 2020 non erano nemmeno collegate a COVID-19 A TUTTI. In altre parole, oltre 100.000 americani sono stati assassinati quest’anno dal loro PROPRIO GOVERNO “.

I blocchi aumentano drasticamente gli abusi domestici

La crescente disperazione si riflette anche nelle statistiche che mostrano un drammatico aumento di abusi domestici, stupri, abusi sessuali su minori e suicidi. Entro luglio 2020, l’Irlanda ha registrato un aumento del 98% delle persone in cerca di consulenza per stupro e abusi sessuali su minori.

I dati del gruppo britannico Women’s Aid hanno mostrato che il 61% delle vittime di abusi domestici ha riferito che gli abusi sono peggiorati durante il blocco. Anche il numero di donne uccise dai loro partner domestici è raddoppiato durante le prime tre settimane di blocchi nel Regno Unito

Negli Stati Uniti, i dati di un ospedale del Massachusetts hanno rivelato un drammatico balzo nei pazienti in cerca di cure di emergenza dopo essere stati maltrattati dal loro partner domestico nelle nove settimane tra l’11 marzo e il 3 maggio 2020, quando lo stato aveva ordinato la chiusura delle scuole.

Durante questo periodo, 26 pazienti sono stati trattati per lesioni da abuso domestico che includevano strangolamento, accoltellamento, ustioni e ferite da arma da fuoco. Questo è solo uno meno del numero di casi visti nello stesso periodo di tempo durante il 2018 e il 2019 messi insieme. In altre parole, i casi di abuso domestico erano quasi il doppio della norma annuale per quell’ospedale.

All’inizio di aprile 2020, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha avvertito di un’ondata “orribile” di abusi domestici globali legati a blocchi pandemici poiché le chiamate ai numeri di emergenza in alcuni paesi erano già raddoppiate. Anche il numero di persone che chiedono il divorzio negli Stati Uniti è stato superiore del 34% da marzo a giugno 2020 rispetto allo stesso periodo di tempo nel 2019.

Bambini portati a soffrire in innumerevoli modi

Gli abusi sui minori, nel frattempo, hanno meno probabilità di essere rilevati e denunciati grazie alla scuola virtuale. Come notato da Human Rights Watch:

“Più di 1,5 miliardi di studenti non vanno a scuola. È probabile che la diffusa perdita di lavoro e di reddito e l’insicurezza economica tra le famiglie aumentino i tassi di lavoro minorile, sfruttamento sessuale, gravidanze adolescenziali e matrimoni precoci.

Le sollecitazioni sulle famiglie, in particolare quelle che vivono in quarantena e blocchi, stanno aumentando l’incidenza della violenza domestica … “I rischi per i bambini posti dalla crisi del COVID-19 sono enormi”, ha affermato Jo Becker, direttrice per la difesa dei diritti dei bambini presso Human Rights Watch …

È meno probabile che gli abusi sui minori vengano rilevati durante la crisi del COVID-19, poiché le agenzie di protezione dei minori hanno ridotto il monitoraggio per evitare la diffusione del virus e gli insegnanti sono meno in grado di rilevare i segni di maltrattamenti con le scuole chiuse “.

Ci sono segni di un aumento degli abusi sui minori, incluso uno studio britannico che ha rilevato uno scioccante aumento del 1.493% nell’incidenza di traumi cranici violenti tra i bambini durante il primo mese di blocco, rispetto allo stesso periodo di tempo dei tre anni precedenti.

I bambini corrono anche il rischio di restare indietro socialmente e di sviluppo, anche se non sono esposti ad abusi diretti. Nel novembre 2020, The Guardian ha riferito che molti bambini stanno regredendo mentalmente e fisicamente a causa dei blocchi.

“ Tutto questo per un virus che non ha causato una mortalità superiore alla media in paesi senza blocchi … In altre parole, tutto per assolutamente niente. ~ Michael P. Senger “

Il Washington Post ha riferito che divari nel rendimento scolastico si sono ampliati negli Stati Uniti e che l’alfabetizzazione precoce tra gli asili ha visto un forte calo quest’anno.

Secondo The Economist, bambini americani di età superiore ai 10 anni hanno dimezzato l’attività fisica durante il blocco, trascorrendo la maggior parte del loro tempo giocando ai videogiochi e mangiando cibo spazzatura. In effetti, la chiusura di parchi e spiagge insieme a piccole imprese e scuole è stata senza dubbio tra le misure pandemiche più ignoranti e distruttive di tutte.

Epidemia del suicidio

Anche impedire a persone sane di lavorare e sconvolgere la vita di tutti ha portato (come previsto) a un massiccio aumento dei suicidi e picchi anomali sono diventati evidenti entro poche settimane dai blocchi iniziali.

Come notato da Robert F. Kennedy Jr. in “ How the Government Uses Fear to Control “, una ricerca degli anni ’80 ha scoperto che per ogni aumento di 1 punto della disoccupazione c’erano 37.000 morti in eccesso, 4.000 detenzioni in eccesso e 3.300 ammissioni in eccesso in istituti psichiatrici . Kennedy cita anche dati recenti di un ospedale di San Francisco che affermavano di aver visto suicidi per un anno in un solo mese, un aumento del 1.200%.

Nel settembre 2020, il Cook Children’s Hospital di Fort Worth, in Texas, ha ammesso un numero record di 37 pazienti pediatrici che avevano tentato il suicidio. La dottoressa Kia Carter, direttore medico di Psichiatria presso Cook Children’s, ha detto a CBS:

“Il settembre del 2020 è stato il mese più alto in assoluto in cui abbiamo visto pazienti suicidari ammessi nel nostro centro medico … Il suicidio è diventato la seconda causa di morte per bambini e adolescenti nell’ultimo anno, rispetto a due anni fa, quando era la terza principale causa di morte. “

In Giappone, che non ha nemmeno implementato i blocchi, le statistiche del governo rivelano che più persone sono morte per suicidio nel mese di ottobre di quante ne siano morte per COVID-19 durante tutto l’anno. Mentre solo 2.087 giapponesi erano morti a causa del COVID-19 al 27 novembre 2020, il bilancio dei suicidi nel solo mese di ottobre era di 2.153. Le donne fanno la parte del leone nei suicidi e anche le hotline riferiscono che le donne stanno confessando pensieri di uccidere i propri figli per pura disperazione.

Le tariffe mondiali in via di sviluppo sono ancora peggiori

Per quanto orribili siano tutte queste statistiche, non iniziano nemmeno a confrontarsi con le tragedie che si verificano nei paesi in via di sviluppo. In India, milioni di lavoratori migranti sono rimasti bloccati all’inizio della pandemia senza un modo per guadagnarsi da vivere e incapaci di lasciare le città a causa di ordini di blocco.

Linee alimentari si sono estese per miglia in Sud Africa alla fine di aprile 2020 39 e in Arabia Saudita, “centinaia se non migliaia” di migranti africani – per lo più uomini etiopi sono stati lasciati morire per mancanza di cibo e acqua durante la detenzione COVID-19 centri dopo che una moratoria sulla deportazione è stata emessa ad aprile, secondo un rapporto del 30 agosto 2020 di The Telegraph.

Le Nazioni Unite stimano che le risposte alla pandemia abbiano “spinto altri 150 milioni di bambini in una povertà multidimensionale privi di istruzione, salute, alloggio, nutrizione, servizi igienici o acqua” e alla fine di aprile 2020 hanno avvertito che il mondo stava affrontando “la carestia proporzioni, con solo un periodo di tempo limitato per agire prima che la fame rechi centinaia di milioni di vite “.

“Tutto questo per un virus che non ha causato una mortalità superiore alla media in paesi senza blocchi e che secondo le stime dell’OMS ha già infettato il 10% delle persone nel mondo entro ottobre. In altre parole, tutto per assolutamente niente ”, scrive Senger.

Le pandemie evidenziano le disuguaglianze sanitarie preesistenti

In effetti, un numero sempre crescente di medici, accademici e scienziati sta ora mettendo in dubbio la validità dell’utilizzo dei test PCR per diagnosticare “casi”, l’utilità delle maschere facciali, la discutibile classificazione dei decessi per COVID-19 e la soppressione di metodi scientificamente verificati di prevenzione e trattamento, nonché la sicurezza e l’utilità dei vaccini COVID-19.

Ci sono chiari problemi in tutte queste aree, eppure le domande e il pensiero logico sono stati e continuano ad essere incontrati con dura resistenza e diniego. Coloro che guidano l’accusa in termini di risposte alla pandemia non sono stati timidi riguardo alla censura delle contro-narrazioni, quasi senza eccezioni.

Quando si tratta della malattia stessa, ora sappiamo che alcune comorbidità aumentano notevolmente il rischio di complicazioni e decessi. Tra i primi ci sono l’obesità, la resistenza all’insulina e la carenza di vitamina D.

Sebbene queste condizioni siano nel complesso eccezionalmente comuni, sono particolarmente diffuse nelle comunità nere e indigene e, se combinate con un accesso inadeguato all’assistenza sanitaria, questi gruppi finiscono per essere colpiti in modo sproporzionato dal COVID-19.

COVID-19 è una guerra di classe

Mentre i media e le istituzioni politiche ed economiche affermano che la narrativa della pandemia si basa sul consenso scientifico, chiaramente non è così. Non ci sono prove a sostegno dell’uso di maschere universali, ad esempio, e c’è ancora meno supporto scientifico per i blocchi, una strategia basata su un progetto di scuola superiore che ha vinto il terzo posto.

James Corbett del Corbett Report discute questa scioccante rivelazione nel video qui sopra. Ora, mentre molte piccole imprese stanno fallendo grazie a chiusure di mesi e le opportunità di lavoro sembrano deprimenti, i leader mondiali si stanno improvvisamente unendo al Forum economico mondiale per chiedere un grande ripristino dell’economia.

Questa non è certo una coincidenza casuale. Questo piano, che è stato in lavorazione per decenni, rafforzerà ulteriormente e arricchirà i powerbrokers ricchi e non eletti mentre schiavizza e impoverisce tutti gli altri. Il fatto che la pandemia sia stata utilizzata per spostare la ricchezza dalla classe media e povera a quella ultra-ricca è chiaro a chiunque a questo punto. Come notato da IPS News:

“La pandemia COVID non è stata il ‘Grande Equalizzatore’ come suggerito da personalità del calibro del Governatore di New York Andrew Cuomo e dai membri del Forum economico mondiale. Piuttosto, ha esacerbato le disuguaglianze esistenti lungo le divisioni di genere, razza e classe economica in tutto il mondo.

La ristrutturazione globale

A questo punto, dovrebbe essere ovvio per chiunque presti attenzione che la pandemia si sta prolungando ed esagerando per un motivo, e non perché c’è preoccupazione per la vita. Al contrario.

È uno stratagemma per schiavizzare letteralmente la popolazione globale all’interno di un sistema di sorveglianza digitale un sistema così innaturale e disumano che nessuna popolazione razionale andrebbe mai volontariamente su quella strada.

“Il ‘Great Reset’ cerca di … espandere il controllo aziendale delle risorse naturali e la sorveglianza statale degli individui”, scrive IPS News. “Nel ‘Great Reset’ post-pandemico, non sarebbe rimasta molta vita al di fuori del nesso tecnologico-aziendale dominato dall’agrobusiness monolitico, dalla farmaceutica, dalla comunicazione, dalla difesa e da altre società interconnesse, e dai governi e dai media al loro servizio.

I sostenitori del “Great Reset” immaginano un Brave New World in cui “Non possiedi nulla”. E sarai felice. Qualunque cosa tu voglia, la noleggerai e verrà consegnata dai droni.

Ma è più probabile che questa rivoluzione guidata dall’élite renderà la stragrande maggioranza dell’umanità un’appendice impotente della tecnologia con poca coscienza e significato nelle loro vite “.

Dovrebbe anche essere chiaro che la maggior parte se non tutte le restrizioni pandemiche alla libertà sono destinate a diventare permanenti. In altre parole, questi ultimi nove mesi sono stati un’anteprima del mondo che l’élite tecnocratica vuole implementare come parte del nuovo ordine sociale ed economico.

Se è la prima volta che senti qualcosa di simile, assicurati di rivedere ” Chi ha premuto il grande pulsante di ripristino? “” I pericoli pressanti della tecnocrazia “,” L’acquisizione globale è in corso “e” Lo scandalo delle frodi sul coronavirus – La più grande battaglia è appena iniziata “.

Adesso è il momento di reagire

È importante capire che ora è il momento di reagire: resistere a tutti gli editti incostituzionali. Una volta che il “nuovo ordine mondiale” è in atto, non sarai più in grado di fare nulla al riguardo.

La tua vita – le tue opportunità di salute, istruzione e lavoro, le tue finanze e la tua stessa identità saranno così intrecciate con l’infrastruttura tecnologica automatizzata che qualsiasi tentativo di liberarti risulterà in te essere bloccato o cancellato dal sistema, lasciandoti senza capacità di apprendere, lavorare, viaggiare o impegnarsi nel commercio.

Suona inverosimile, lo so, ma quando segui il piano tecnocratico fino alla sua inevitabile fine, questo è fondamentalmente quello con cui finisci. I segnali di pericolo sono tutt’intorno a noi, se siamo disposti a vederli per quello che sono realmente. L’unica domanda ora è se un numero sufficiente di persone sia disposto a resistere per fare la differenza.

La cosa più importante è la necessità di liberare la paura. È un pubblico pauroso che permette all’élite tecnocratica di dettare il futuro e strappare le nostre libertà personali. È la paura che permette alla tirannia di prosperare. Guarda davvero i dati, così puoi vedere di persona che il panico è ingiustificato e che le cosiddette “soluzioni” alla pandemia sono in realtà un percorso di distruzione totale.

Questa distruzione, sia morale che economica, è necessaria affinché avvenga il grande ripristino. L’élite tecnocratica ha bisogno che tutto e tutti cadano a pezzi per giustificare l’implementazione del loro nuovo sistema. Senza questa disperazione, nessuno accetterebbe ciò che ha pianificato.

Per strategie pratiche su come rispondere alla luce di tutti gli interventi tirannici che ci sono stati imposti, controlla l’intervista di James Corbett con Howard Lichtman di seguito. Consiglio anche di leggere “ Gli sceriffi costituzionali sono la differenza tra libertà e tirannia “.

Ultimo ma non meno importante, ora è anche il momento di prendere il controllo della propria salute. Impegnati a prenderti veramente cura di te stesso. Ricorda, l’insulino-resistenza, l’obesità e la carenza di vitamina D sono in cima alla lista delle comorbidità che aumentano significativamente il tuo rischio di complicanze e morte per COVID-19.

Questi sono anche fattori alla base di una miriade di altre malattie croniche, compresi i problemi di salute mentale, quindi affrontandoli migliorerai le tue possibilità di superare questo momento difficile con la tua salute e la tua sanità mentale intatte.

Dr. Mercola

Fonte: https://articles.mercola.com

Puoi risparmiare 1.00 Euro al mese per supportare i media indipendenti

A differenza della Rai, Mediset o Sky, NON siamo finanziati da Benetton, Bill & Melinda Gates o da altre ONG o governi. Quindi alcune monete nel nostro barattolo per aiutarci ad andare avanti sono sempre apprezzate.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code