toba60

Questo è un Mondo di Zombie Perché lo Abbiamo Creato Noi e Nessun Altro

Sapete chi sono gli zombie? sono coloro che si sentono perfettamente a loro agio all’interno di un sistema neoliberista, gli Yes Man travestiti con abiti in pelle nera ed il pollice su, coloro che amano la schiavitù e la difendono con le unghie e con i denti contro chi si batte contro i loro aguzzini.

Sono i pensionati che si mettono in coda per un vaccino che dopo il 3 tentativo non ha fatto alcun effetto se non quello di anticipare la loro morte, sono i politici di professione che hanno dimenticato da un pezzo il motivo per cui sono li, sono gli operai che un tempo rivendicavano i loro diritti e ora invece confidano solo nei loro doveri

Sono le persone a te vicine che hanno barattato l’amicizia per il valore supremo della collettività diventata ora più’ importante, sono i pendolari che non sanno mai che cosa hanno fatto il giorno prima pur compiendo lo stesso rituale, sono coloro che vanno in vacanza in quel mese quel giorno e quella ora perché lo ha stabilito un titolare di azienda che li considera solo schiavi, sono quelli che si lamentano tutto il giorno e non fanno nulla per far fronte ai problemi.

Sono zombie pure tutte le persone che da 3 anni a questa parte fanno visita a questo sito senza considerare la realtà che vede di fatto gente la quale 24 su 24 dedica tutto il suo tempo per offrire ogni strumento utile per uscire da tutta questa merda di situazione in cui in troviamo…

La fiducia che nutrite in noi noi non vi impedisce in nessun modo di supportarci mensilmente con un euro, questa sappiate e la classica linea di demarcazione che passa tra il dire ed il fare in una società portata ad una virtuale concezione di quello che va intrapreso.

Byo Blu ha il nostro stesso problema, rischia di chiudere pur avendo 15 milioni di persone che li segue regolarmente, fate bene i conti, senza incidere minimamente nell’economia anche della persona più povera del mondo potrebbero disporre di 15 milioni di euro, ed al pari di noi possiamo nel nostro piccolo distruggere e annientare ogni ingerenza esterna legata al mondo dell’informazione che latita proprio per l’indifferenza di coloro che predicano la libertà senza mettersi in gioco direttamente su questioni che sappiatelo sono in questo momento di vitale importanza.

Pensateci e Riflettete

Ne va della nostra sopravvivenza e quella di tutti, morta l’informazione indipendente scompare ogni speranza e senza quella ci cimane solo un Siero Magico che ponga fine alla nostra eterna sofferenza

Staff Toba60

Come Riprendere il Controllo Della tua Mente

I politici, i sacerdoti e gli psichiatri affrontano spesso lo stesso problema: come trovare i mezzi più rapidi e permanenti per cambiare la convinzione di un uomo …

Il problema del medico e del suo paziente nervoso e di quello del leader religioso che si prefigge di guadagnare e tenere nuovi convertiti, ora è diventato il problema di interi gruppi di nazioni, che desiderano non solo confermare certe convinzioni politiche entro i loro confini, ma fare proselitismo nel mondo esterno “.

William Sargant

“Battaglia della mente”

E’ piuttosto ironico che in questa “era dell’informazione”, siamo più confusi che mai …

Era stato comunemente pensato in passato, e non senza basi, che la tirannia potesse esistere solo a condizione che il popolo fosse tenuto analfabeta e ignorante della propria oppressione. Riconoscere che si era “oppressi” significava che dovevano prima avere un’idea di cosa fosse la “libertà”, e se si fosse permesso al “privilegio” di imparare a leggere, questa scoperta era inevitabile.

Se l’educazione delle masse potesse trasformare la maggioranza di una popolazione alfabetizzata, si pensava che le idee superiori, il tipo di “idee pericolose” che Mustapha Mond, ad esempio, esprime in “The Brave New World”, organizzassero rapidamente le masse e la rivoluzione contro i loro “controllori” sarebbe inevitabile. In altre parole, la conoscenza è libertà e non puoi schiavizzare coloro che imparano a “pensare”.

Tuttavia, non ha esattamente funzionato in questo modo, vero?

La maggior parte di noi è libera di leggere qualunque cosa desideriamo, in termini di libri un tempo proibiti, come quelli elencati da The Index Librorum Prohibitorum . Possiamo leggere tutti gli scritti che sono stati banditi in “The Brave New World“, in particolare le opere di Shakespeare che sono state nominate come forme di “conoscenza” assolutamente pericolose.

Ora siamo molto liberi di “educare” noi stessi sulle stesse “idee” che sono state riconosciute dai tiranni del passato come “antidoto” per una vita di schiavitù. Eppure, oggi, la maggioranza sceglie di non …

È riconosciuto, sebbene superficialmente, chi controlla il passato, controlla il presente e quindi il futuro. Il libro di George Orwell “1984”, considera questo come la caratteristica essenziale che consente all’apparato del Grande Fratello di mantenere il controllo assoluto sulla paura, la percezione e la lealtà nei confronti della causa del Partito, eppure, nonostante la sua popolarità, rimane ancora una mancanza di interesse a informare effettivamente sul passato.

Cosa importa comunque, se il passato è controllato e riscritto per adattarsi al presente? Come l’interrogatore del Grande Fratello O’Brien afferma a Winston, “Noi, il Partito, controlliamo tutti i record e controlliamo tutti i ricordi. Quindi controlliamo il passato, no? [E così, siamo liberi di riscriverlo mentre scegliamo …] “

Certo, non siamo nella stessa situazione di Winston … stiamo molto meglio. Possiamo studiare e conoscere il “passato” se lo desideriamo, sfortunatamente, è una scelta che molti danno per scontato.

In effetti, molti probabilmente non sono pienamente consapevoli del fatto che attualmente esiste una battaglia per chi “controllerà il passato” in un modo che assomiglia molto a una forma di “cancellazione della memoria”.

C’è un focus speciale per riscrivere la storia della Seconda Guerra Mondiale proprio in questo momento. Questi revisionisti stanno tentando di riscrivere questa storia poiché risiede la radice da cui deriva il fascismo di oggi.

Chiunque capisca questo periodo storico capisce il fascismo di oggi.

Gli “esperti” affermano che il Patto William Sargant del 23 agosto 1939 è presumibilmente “prova” che Stalin sostenne l’agenda fascista di Hitler, e quindi l’impiallacciatura dell’Unione Sovietica che è il più grande difensore contro il fascismo durante la Seconda Guerra Mondiale è una finzione.

Tuttavia, ciò che viene lasciato fuori da questa discussione ogni volta, è che l’anno precedente, il primo ministro britannico Neville Chamberlain firmò un accordo di pacificazione con Hitler il 30 settembre 1938, noto come Accordo di Monaco (noto anche come Tradimento di Monaco), dove Hitler ha chiesto e ricevuto prontamente l’annessione delle zone di confine ceche, nota come l’annessione dei Sudeti. Era quindi diventata la politica britannica ufficiale per consentire l’espansione del territorio tedesco di Hitler relativamente non controllata come parte della “pacificazione”.

La “logica” alla base era che la Gran Bretagna avrebbe dato ciò che Hitler chiedeva nella speranza di “placare” i suoi “appetiti” imperiali, evitando così ulteriori conflitti. Cioè, dando a Hitler più potere, in un modo o nell’altro, lo convincerebbe a non desiderare di più … almeno il piano apparentemente sembrava buono sulla carta.

Poi c’è l’intera faccenda imbarazzante con la Banca d’Inghilterra e la Banca degli insediamenti internazionali, a cui il governatore della BoE Montague Norman ha permesso il trasferimento diretto di denaro a Hitler , tuttavia, non con i soldi propri dell’Inghilterra ma piuttosto 5,6 milioni di sterline d’oro di proprietà della Banca nazionale della Cecoslovacchia! Beh, di certo non pensavi che l’Inghilterra avrebbe usato i suoi soldi?

E non dimentichiamoci che la Union Banking Corporation, con il socio fondatore e direttore Prescott Bush, fu coinvolta anche nel finanziamento di Hitler prima e durante la Seconda Guerra Mondiale, e il 20 ottobre 1942 le sue attività bancarie furono sequestrate ai sensi del “Trading degli Stati Uniti con l’Enemy Act “E” Ordine esecutivo 9095 “.

Ovviamente, puoi immaginare che essere consapevoli di tali rapporti rendesse Stalin a disagio poiché stava diventando evidente che la visione di Hitler era condivisa da altri del gambo dell’alta società”.

Perché dovremmo aspettarci che Stalin sia rimasto da solo senza supporto e rischiando di essere immediatamente abbattuto, quando i suoi presunti “alleati” stavano firmando “appagamenti” e consegnando denaro a quella che doveva essere la più grande minaccia per il mondo libero?

Questi uomini “dell’alta società” sono abituati a stringere le corde, si autoproclamano padroni degli scacchi, ma non si sa mai da che parte stanno giocando …

E così, ci troviamo sempre più nella posizione inquietante di una Winston. Nel “1984” di Orwell, ci sono tre principali super stati nel mondo: Oceania, Eurasia ed Eastasia che sono in una combinazione o nell’altra costantemente in guerra tra loro e lo sono stati negli ultimi 25 anni.

Nel caso di Winston, ha conosciuto solo l’Oceania (il Commonwealth britannico e gli Stati Uniti), non conosce praticamente nulla né dell’Eurasia né dell’Estasia, tranne che a volte l’Oceania è in guerra con l’Eurasia e talvolta è in guerra con l’Estasia. In effetti, anche questo ricordo, che il nemico non è costante , non è qualcosa che Winston dovrebbe ricordare o riconoscere. Solo facendo proprio questo, sta commettendo un “crimine di pensiero”.

L’esperienza di Winston pone le domande, se uno fosse nato in uno stato fascista e totalitario, lo saprebbero? Naturalmente, lo stato stesso non si descriverebbe come tale. Come saresti in grado di confrontare la tua “libertà” con l ‘”oppressione” del nemico, quando tutto ciò che ti veniva dato era ciò che lo stato ha scelto di darti?

Come fai a sapere che cosa è venuto a plasmare le tue convinzioni, le tue convinzioni, le tue paure ti appartengono davvero e non sono state messe lì da un altro?

Siamo tutti molto sensibili a questa domanda inquietante perché ironicamente, anche questo è stato posto in noi. È stato ciò che ha dato il via a tutta questa attività di “controllo mentale”, vedete, doveva essere fatto … per la nostra “protezione”.

La battaglia per la tua mente

“Colui che gli dei vogliono distruggere, prima di tutto fanno impazzire.”
Henry Wadsworth Longfellow

“The Masque of Pandora”

William Sargant era uno psichiatra britannico e, si potrebbe dire, effettivamente il padre del “controllo mentale” in Occidente, con collegamenti con l’Intelligence britannica e l’Istituto Tavistock, che avrebbero influenzato la CIA e l’esercito americano attraverso il programma MK Ultra. Sargant è stato anche consulente del lavoro di “lista bianca” dell’LSD di Ewen Cameron alla McGill University, finanziato dalla CIA.

Sargant spiega la sua ragione nello studio e nell’uso di forme di “controllo mentale” sui suoi pazienti, che erano principalmente soldati britannici che furono rimandati dal campo di battaglia durante la Seconda Guerra Mondiale con varie forme di “psicosi”, come l’unico modo per riabilitare forme estreme di PTSD.

L’altra ragione, era perché apparentemente i sovietici erano diventati “esperti” sul campo, e per necessità di sicurezza nazionale, gli inglesi avrebbero dovuto a loro volta diventare anche esperti … naturalmente per autodifesa.

Il lavoro di Ivan Pavlov, un fisiologo russo, era riuscito a produrre alcune intuizioni inquietanti interessanti in quattro forme primarie di sistema nervoso nei cani, che erano combinazioni di temperamenti inibitori ed eccitatori; “Forte eccitazione”, “equilibrato”, “passivo” e “calma imperturbabile”.

Pavlov ha scoperto che a seconda della categoria di temperamento del sistema nervoso che il cane aveva, questo a sua volta avrebbe dettato la forma di “condizionamento” che avrebbe funzionato meglio per “riprogrammare il comportamento”. La rilevanza del “condizionamento umano” non è andata persa per nessuno.

In Occidente si temeva che tali tecniche non sarebbero state utilizzate solo contro i loro soldati per invocare confessioni disinibite e disinibite al nemico, ma che questi soldati potevano essere rispediti nei loro paesi d’origine, come assassini e spie zombificati che potevano essere posti via con una semplice parola in codice.

Almeno, queste erano le storie e i film thriller che venivano pompati nella popolazione. Davvero orribile! Che il nemico potesse apparentemente entrare in quello che si pensava fosse l’unica terra sacra per essere la nostra … nostra “mente”!

Tuttavia, per coloro che stavano effettivamente guidando il campo nella ricerca sul controllo mentale, come William Sargant, si capì che non era esattamente così che funzionava il controllo mentale.

Per prima cosa, il problema del “libero arbitrio” si stava mettendo in mezzo.

Indipendentemente dalla durata o dal grado di elettro-shock, “terapia” dell’insulina, cocktail tranquillanti, coma indotti, privazione del sonno, fame ecc. Indotti, si è scoperto che se il soggetto avesse una “forte convinzione” e “forte convinzione” in qualcosa, questo non poteva essere semplicemente cancellato, non poteva essere sovrascritto con qualsiasi cosa arbitraria.

Piuttosto, il soggetto dovrebbe avere l’illusione che il loro “condizionamento” fosse in realtà una “scelta”. Questo è stato un compito estremamente impegnativo e le conversioni a lungo termine (mesi o anni) erano rare.

Tuttavia, Sargant ha visto un’apertura. Resta inteso che non si potrebbe creare un nuovo individuo da zero, tuttavia, con il giusto condizionamento che doveva condurre a un guasto fisico usando uno stress anormale (in effetti un riavvio del sistema nervoso), si potrebbe aumentare notevolmente la “suggestionabilità” nei loro soggetti.

Sargant ha scritto nella sua “Battaglia della mente”: “Le descrizioni cliniche di Pavlov delle” nevrosi sperimentali “che potrebbe indurre nei cani hanno dimostrato, infatti, di avere una stretta corrispondenza con quelle nevrosi di guerra che stavamo investigando in quel momento. ”

Inoltre, Sargant ha scoperto che una memoria falsamente impiantata potrebbe aiutare a indurre uno stress anormale che porta all’esaurimento emotivo e al collasso fisico per invocare la “suggestionabilità”. Cioè, non era nemmeno necessario avere uno “stress reale”, ma uno “stress immaginato” avrebbe funzionato altrettanto efficacemente.

Sargant continua affermando nel suo libro: “Non sorprende che la persona comune, in generale, sia molto più facilmente indottrinata rispetto all’anormale … Una persona è considerata” ordinaria “o” normale “dalla comunità semplicemente perché accetta la maggior parte dei suoi standard sociali e modelli comportamentali; il che significa, in effetti, che è suscettibile alla suggestione ed è stato convinto ad andare con la maggioranza nella maggior parte delle occasioni ordinarie o straordinarie. “

Sargant ripercorre quindi il fenomeno del London Blitz, che fu un periodo di otto mesi di pesanti bombardamenti di Londra durante la Seconda Guerra Mondiale. Durante questo periodo, per far fronte e rimanere “sani”, le persone si abituarono rapidamente all’idea che i loro vicini potessero essere e furono sepolti vivi in ​​case bombardate intorno a loro.

Il pensiero era “Se non posso farci nulla a che serve che mi preoccupo?” Il miglior “coping” è stato quindi scoperto essere quelli che hanno accettato il nuovo “ambiente” e si sono concentrati solo sul “sopravvivere”, senza tentare di resistere.

Sargant osserva che è questa “adattabilità” a un ambiente in cambiamento che fa parte dell’istinto di “sopravvivenza” ed è molto forte nell’individuo “sano” e “normale” che può imparare a far fronte e quindi continua ad essere “funzionale” nonostante un ambiente in continua evoluzione.

Fu quindi il nostro “istinto di sopravvivenza” profondamente programmato a essere ritenuto la chiave della suggestionabilità delle nostre menti. Che i migliori “sopravvissuti” hanno creato il miglior “lavaggio del cervello” in un certo senso.

Sargant cita il lavoro di Hecker, che stava studiando il fenomeno della mania danzante verificatosi durante la Morte Nera, dove Hecker osservò che la suggestionabilità accresciuta aveva la capacità di indurre una persona a “abbracciarsi con uguale forza, ragione e follia, bene e male, diminuendo gli elogi della virtù e della criminalità del vizio. “

E che tale stato d’animo è stato paragonato ai primi sforzi della mente infantile “questo istinto di imitazione quando esiste nel suo massimo grado, è anche unito a una perdita di ogni potere sulla volontà, che si verifica non appena l’impressione su i sensi si sono stabiliti saldamente, producendo una condizione come quella dei piccoli animali quando sono affascinati dallo sguardo di un serpente. “

Mi chiedo se Sargant si sia immaginato il serpente …

Sargant ammette infine: “Ciò non significa che tutte le persone possano essere veramente indottrinate con tali mezzi. Alcuni daranno solo una sottomissione temporanea alle richieste fatte su di loro, e combatteranno di nuovo quando tornerà la forza del corpo e della mente. Altri sono salvati dalla supervisione della follia. Oppure la volontà di resistere potrebbe cedere, ma non l’intelletto stesso. “

Ma si conforta come risposta a questa ostinata resistenza che “Come menzionato in un contesto precedente, il palo, la forca, la squadra di fuoco, la prigione o il manicomio, sono solitamente disponibili per i fallimenti”.

L’arte del Doppio Pensiero

“LA GUERRA È PACE, LA LIBERTÀ È DOLCE, L’ignoranza è forza”
“1984”

Il Grande Fratello di George Orwell

Quindi ciò che Sargant trovò e ciò che Orwell identificò con astuzia fu che la forma più affidabile di controllo mentale fu trovata nell’arte del “doppio pensiero”, cioè la capacità di accettare due pensieri contraddittori nella tua mente senza riconoscere che sono in effetti opposti.

Orwell lo identifica in due forme di “doppio pensiero”, che sono “crimestop” e “blackwhite”. “Crimestop” significa la facoltà di fermarsi, come per istinto, alla soglia di un pensiero pericoloso.

Orwell afferma inoltre:

Comprende il potere di non cogliere analogie, di non riuscire a percepire errori logici, di fraintendere gli argomenti più semplici … e di essere annoiato o respinto da qualsiasi serie di pensieri che è in grado di condurre in una direzione eretica. Crimestop in breve, significa stupidità protettiva. “

“Blackwhite”, è l’atto di contraddizione di fatti semplici, applicato a un avversario. E quando viene applicato al Partito, è la volontà di dire che il nero è bianco quando la disciplina del Partito lo richiede.

Come lo descrive Orwell

Significa la capacità di credere che il nero è bianco, e di più, di sapere che il nero è bianco e di dimenticare che si è mai creduto il contrario. Ciò richiede una continua alterazione del passato … L’alterazione del passato è necessaria per due motivi […] La ragione sussidiaria è che … deve essere tagliato fuori dal passato, così come deve essere tagliato fuori da paesi stranieri, perché è necessario per lui credere che stia meglio … [la ragione precauzionale] di gran lunga la ragione più importante per il riaggiustamento del passato è la necessità di salvaguardare l’infallibilità del Partito.
[…]
La scissione dell’intelligenza che il Partito richiede ai suoi membri, e che è più facilmente raggiungibile in un’atmosfera di guerra, è ora quasi universale, ma più in alto si sale, più marcata diventa. È precisamente nel Partito Interno che l’isteria di guerra e l’odio verso il nemico sono più forti.

Cioè, sono i membri del Partito Interno che sono i più indottrinati, i migliori nell’indurre il “controllo mentale” o il “doppio pensiero” su se stessi, e allo stesso tempo credono che sia la cosa migliore e giusta da fare.

Orwell descrive così il “doppio pensiero”:

Il processo deve essere cosciente, o non dovrebbe essere eseguito con sufficiente precisione, ma deve anche essere inconscio, o porterebbe un sentimento di falsità e quindi senso di colpa … Dire bugie deliberate credendole sinceramente, a dimentica qualsiasi fatto che è diventato scomodo e poi, quando diventa nuovamente necessario, per ritirarlo dall’oblio per tutto il tempo necessario, per negare l’esistenza della realtà oggettiva e per tutto il tempo per tener conto della realtà che si nega – tutto ciò è indispensabile. Anche usando la parola doppio pensiero è necessario esercitare il doppio pensiero.

Attraverso Rabbit Hole e di nuovo fuori

Ciò che molti non riescono a capire quando leggono “1984” è che Orwell non è solo il personaggio di Winston, è anche il personaggio di O’Brien. È il membro del Partito esterno diventato rivoluzionario, ed è il disciplinare del Partito interno.

È contemporaneamente il programmatore tormentatore e il tormentato programmato.

Alla fine Winston rompe e libera l’unica cosa che lo ha mantenuto umano, il suo amore e la sua lealtà verso Julia. Alla fine, viene annunciato che l’Oceania è sempre più vicino a vincere la guerra e Winston alza lo sguardo su un grande poster del Grande Fratello e piange lacrime di gioia e sollievo riempite di gin, poiché alla fine aveva imparato ad amare il Grande Fratello.

Era diventato O’Brien.

Orwell’s è la tragica storia di un prodotto dell’Impero britannico. Di stanza come ufficiale di polizia senior in Birmania, aveva esperienza diretta con le tecniche del “programmatore” che O’Brien stava usando. Fai riferimento all’eccellente articolo di Martin Sieff per ulteriori informazioni su questa storia.

Penso che sia sicuro affermare che Orwell intendesse il Grande Fratello come simbolo dell’Impero britannico, il più grande impero che sia mai esistito nella storia del mondo.

Oggi la NATO sta pianificando di spostarsi ulteriormente verso est. 9500 truppe statunitensi vengono rimosse dalla Germania con il piano di entrare nell’Europa orientale vicino al confine russo e nella regione indo-pacifica, un potenziale nuovo punto caldo tra gli Stati Uniti e la Cina.

La giustificazione per questa mossa si basa sulla narrativa della Seconda Guerra Mondiale e della Guerra Fredda secondo cui la Russia e la Cina sono sempre state nemiche del “mondo libero” … che la Russia e la Cina non hanno mai lasciato le loro “ideologie” fasciste che hanno gettato il mondo intero in conflitto e guerra per quasi un secolo.

Lascio a te caro lettore, di riempire il resto.

Cynthia Chung

strategic-culture.org

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code