toba60

ROYAL RAYMOND RIFE E LA CURA DEL CANCRO CHE FUNZIONA!

Views: 531

Più che una semplice cura per il cancro, la scoperta di R.Rife indicato una nuova comprensione di ciò che abbiamo erroneamente definito “teoria dei germi”.

Nell’estate del 1934 in California, sotto l’egida dell’Università della California del Sud, un gruppo di importanti batteriologi e medici americani condusse la prima clinica per il cancro. I risultati hanno mostrato che:

a) il cancro è stato causato da un microrganismo;
b) il microrganismo potrebbe essere distrutto indolore in pazienti con tumore terminale; e
c) gli effetti della malattia potrebbero essere invertiti.




    



La scoperta tecnica che ha portato alla cura del cancro era stata descritta nella rivista Science nel 1931. Nel decennio successivo al successo clinico del 1934, la tecnologia e il successivo trattamento di successo dei malati di cancro furono discussi in conferenze mediche, diffuse in una rivista medica, con cautela ma professionalmente riportato su un grande giornale e tecnicamente spiegato in un rapporto annuale pubblicato dalla Smithsonian Institution.

Tuttavia, la cura del cancro ha minacciato numerosi scienziati, medici e interessi finanziari. È stato avviato un insabbiamento. I medici che usavano la nuova tecnologia furono costretti ad abbandonarla. L’autore dell’articolo di Smithsonian è stato seguito e poi gli hanno sparato mentre guidava la sua auto. Non ha mai più scritto sull’argomento. Tutti i rapporti che descrivono la cura sono stati censurati dal capo dell’AMA (American Medical Association) dalle principali riviste mediche. È stata impedita una valutazione scientifica obiettiva da parte dei laboratori governativi. E rinomati ricercatori che hanno supportato la tecnologia e i suoi nuovi principi scientifici in batteriologia sono stati disprezzati, ridicolizzati e chiamati bugiardi in faccia. Alla fine, un lungo, buio silenzio che durò decenni cadde sulla cura del cancro. Con il tempo, la cura fu etichettata come un “mito”, non accadde mai. Tuttavia, i documenti ora disponibili dimostrano che la cura esisteva, è stata testata con successo in studi clinici e in effetti è stata utilizzata segretamente per anni dopo, continuando a curare il cancro e altre malattie.

BATTERI E VIRUS

Nella Francia del XIX secolo, due giganti della scienza si scontrarono. Uno di questi è ora famoso in tutto il mondo: Louis Pasteur. L’altro, dal quale Pasteur ha rubato molte delle sue idee migliori, ora è sostanzialmente dimenticato: Pierre Bechamp.

Una delle molte aree in cui hanno discusso Pasteur e Bechamp riguardava quello che oggi è noto come pleomorfismo, il verificarsi di più di una forma distinta di un organismo in un singolo ciclo di vita. Bechamp ha sostenuto che i batteri potrebbero cambiare forma. Un batterio a forma di bastoncino potrebbe diventare uno sferoide, ecc. Pasteur non era d’accordo. Nel 1914, la signora Victor Henri dell’Istituto Pasteur confermò che Bechamp aveva ragione e Pasteur sbagliava.

Ma Bechamp andò molto oltre nella sua tesi per il pleomorfismo. Sosteneva che i batteri potessero “trasformarsi” in forme più piccole e invisibili, quello che chiamava microzima. In altre parole, Bechamp ha sviluppato, sulla base di una vita di ricerca, una teoria secondo cui i microrganismi potrebbero cambiare la loro dimensione essenziale e la loro forma, a seconda dello stato di salute dell’organismo in cui viveva il microrganismo. Ciò ha contraddetto direttamente ciò che le autorità mediche ortodosse hanno creduto per la maggior parte del 20 ° secolo. La ricerca di laboratorio negli ultimi anni ha fornito conferma dell’idea di Bechamp.




    



Questa disputa scientifica apparentemente esoterica aveva ramificazioni ben oltre le istituzioni accademiche. La negazione del pleomorfismo è stata una delle pietre miliari della ricerca medica del 20 ° secolo e del trattamento del cancro Un’accettazione del pleomorfismo dei primi del 20 ° secolo avrebbe potuto impedire a milioni di americani di soffrire e morire di cancro.

In un articolo presentato alla New York Academy of Sciences nel 1969, la dott.ssa Virginia Livingston e la dott.ssa Eleanor Alexander-Jackson dichiararono l’esistenza di un singolo microrganismo tumorale. Dissero che il motivo per cui l’esercito dei ricercatori sul cancro non riusciva a trovarlo era perché aveva cambiato forma. Livingston e Alexander-Jackson hanno affermato:

“L’organismo è rimasto un mistero non classificato, dovuto in parte al suo notevole pleomorfismo e alla sua stimolazione di altri microrganismi. Le sue varie fasi possono assomigliare a virus, micrococchi, difteroidi, bacilli e funghi.”

L’ASSOCIAZIONE MEDICA AMERICANA

L’American Medical Association è stata fondata nel 1846 ma non è stato fino al 1901 che una riorganizzazione le ha permesso di acquisire potere su come la medicina veniva praticata in tutta l’America. Diventando una confederazione di associazioni mediche statali e costringendo i medici che volevano appartenere alla loro società medica della contea ad aderire all’associazione statale, l’AMA ha presto aumentato la sua adesione per includere la maggioranza dei medici. Quindi, accreditando le scuole mediche, ha iniziato a determinare gli standard e le pratiche dei medici. Coloro che si rifiutarono di conformarsi persero la licenza per praticare la medicina.

Morris Fishbein fu il dittatore virtuale dell’AMA dalla metà degli anni 1920 fino a quando fu espulso il 6 giugno 1949 alla convention AMA di Atlantic City. Ma anche dopo essere stato costretto dalla sua posizione di potere a causa di una rivolta di diverse delegazioni statali di medici, le politiche che aveva messo in atto continuarono per molti anni. Muore all’inizio degli anni ’70.




    



Pochi anni dopo il successo della clinica oncologica del 1934, il dott. RT Hamer, che non partecipò alla clinica, iniziò ad usare la procedura nel sud della California. Secondo Benjamin Cullen, che ha osservato l’intero sviluppo della cura del cancro dall’idea alla realizzazione, Fishbein ha scoperto e ha cercato di “acquistare”. Quando è stato rifiutato, Fishbein ha scatenato l’AMA per distruggere la cura del cancro. Cullen ha ricordato:

“Il dott. Hamer gestiva in media una quarantina di casi al giorno al suo posto. Doveva assumere due operatori. Li aveva addestrati e li osservava da vicino. I casi clinici si stavano accumulando molto velocemente. Tra questi c’era questo vecchio di Chicago. aveva una malignità su tutto il viso e sul collo. Era una massa gory. Solo terribile, solo una massa gory rossa. Si era impadronito di tutto il suo viso. Aveva preso una palpebra nella parte inferiore dell’occhio. Aveva preso dalla parte inferiore del lobo inferiore dell’orecchio ed era anche andato nella zona delle guance, naso e mento. Era uno spettacolo da vedere. ”

“Ma in sei mesi tutto ciò che restava era una piccola macchia nera sul lato del suo viso e la condizione era tale che stava per cadere. Ora quell’uomo aveva 82 anni. Non ho mai visto niente del genere La gioia di avere di nuovo una pelle bella e pulita, proprio come la pelle di un bambino. ”

“Beh, è ​​tornato a Chicago. Naturalmente non poteva stare fermo e Fishbein lo ha sentito. Fishbein lo ha chiamato e il vecchio era un po ‘reticente nel dirglielo. Quindi Fishbein ha vinto e ha pranzato con lui e finalmente ha saputo del suo trattamento del cancro del dott. Hamer nella clinica di San Diego “.

“Ben presto un uomo di Los Angeles è venuto giù. Ha avuto diversi incontri con noi. Alla fine ci ha portato fuori a cena e ha affrontato l’argomento per acquistarlo. Beh, non lo faremmo. La fama si stava diffondendo e non lo eravamo persino la pubblicità. Ma, naturalmente, quali sono state le case history del dottor Hamer. Ha detto che questo è stato lo sviluppo più meraviglioso dell’epoca. Le sue case history sono state assolutamente meravigliose ”

“Fishbein ha corrotto un partner della compagnia. Con il risultato siamo stati cacciati in tribunale, operando senza una licenza. Sono stato rotto dopo un anno.”

Nel 1939, sotto la pressione della società medica locale, il dott. RT Hamer abbandonò la cura. Non è uno degli eroi di questa storia.

Così, nel giro di pochi, pochi anni dal 1934 al 1939, la cura per il cancro fu dimostrata clinicamente e ampliata nella cura di altre malattie su base giornaliera da altri medici, e poi terminata quando Morris Fishbein dell’AMA non fu autorizzato a “comprare “. Era una pratica che aveva trasformato in un’arte fredda, ma mai più una tale azione mercenaria avrebbe condannato milioni di americani a morti premature e brutte. Era l’ora più vergognosa dell’AMA.

Un’altra importante istituzione che “rivendicò le sue affermazioni” nel territorio vergine della ricerca sul cancro nel periodo 1930-1950 fu il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York. Fondato nel 1884 come il primo ospedale oncologico in America, il Memorial Sloan-Kettering dal 1940 alla metà degli anni ’50 fu il centro dei test antidroga per le più grandi compagnie farmaceutiche. Cornelius P. Rhoads, che aveva trascorso gli anni ’30 al Rockefeller Institute, divenne direttore al Memorial Sloan-Kettering nel 1939. Rimase in quella posizione fino alla sua morte nel 1959. Rhoads fu il capo del servizio di guerra chimica dal 1943-1945 , e in seguito divenne il principale sostenitore della chemioterapia della nazione.




    



Fu il dottor Rhoads a impedire alla dott.ssa Irene Diller di annunciare la scoperta del microrganismo canceroso alla New York Academy of Sciences nel 1950. Fu anche il dott. Rhoads che organizzò la cancellazione dei fondi per il laboratorio del dottor Caspe nel New Jersey dopo che lei annunciò la stessa scoperta a Roma nel 1953. Un’indagine dell’IRS, avviata da una potente autorità non identificata per il cancro di New York, aumentò la sua sofferenza e il laboratorio fu chiuso.

Quindi i principali attori nel campo del cancro sono i medici, le istituzioni di ricerca private, le compagnie farmaceutiche, l’American Cancer Society e anche il governo degli Stati Uniti attraverso il National Cancer Institute (organizzazione di ricerca) e la Food and Drug Administration (la temuta FDA che mantiene gli estranei sulla difensiva attraverso raid, molestie legali e costose procedure di test).

L’uomo che ha trovato la cura per il cancro

Nel 1913, un uomo con un amore per le macchine e una curiosità scientifica, arrivò a San Diego dopo aver guidato attraverso il paese da New York. Era nato a Elkhorn, nel Nebraska, aveva 25 anni e molto felicemente sposato. Stava per iniziare una nuova vita e aprire la strada a una scienza della salute che sarà onorata lontano nel futuro. Si chiamava Royal Raymond Rife. Gli amici intimi, che amavano la sua dolcezza e umiltà mentre erano stupiti dal suo genio, lo chiamavano Roy.

Royal R. Rife era affascinato da batteriologia, microscopi ed elettronica. Per i successivi sette anni (incluso un periodo misterioso nella Marina durante la prima guerra mondiale in cui viaggiò in Europa per indagare su laboratori stranieri per il governo degli Stati Uniti), pensò e sperimentò in una varietà di campi, oltre a padroneggiare le capacità meccaniche necessario per costruire strumenti come il mondo non aveva mai immaginato.

Alla fine degli anni 1920, la prima fase del suo lavoro fu completata. Aveva costruito il suo primo microscopio, uno che infrangeva i principi esistenti, e aveva costruito strumenti che gli permettevano di distruggere elettronicamente specifici microrganismi patologici.

Rife credeva che la minuziosità dei virus rendesse impossibile colorarli con le macchie di colorante acido o anilina esistenti. Dovrebbe trovare un altro modo. Da qualche parte lungo la strada, fece un salto intuitivo spesso associato alle più grandi scoperte scientifiche. Ha concepito prima l’idea e poi il metodo di colorazione del virus con la luce. Ha iniziato a costruire un microscopio che consentirebbe a una frequenza della luce di coordinarsi con i componenti chimici della particella o del microrganismo sotto osservazione.




    



Il secondo microscopio di Rife fu terminato nel 1929. In un articolo apparso sul Los Angeles Tunes Magazine il 27 dicembre 1931, l’esistenza del metodo di colorazione della luce fu riportata al pubblico:

“I bacilli possono quindi essere studiati dalla loro luce, esattamente come gli astronomi studiano lune, soli e stelle dalla luce che proviene da loro attraverso i telescopi. I bacilli studiati sono esseri viventi, non cadaveri uccisi dalle macchie.”

Per gran parte di questo periodo. Rife aveva anche cercato un modo per identificare e poi distruggere il microrganismo che ha causato il cancro. La sua ricerca sul cancro iniziò nel 1922. Ci sarebbe voluto fino al 1932 per isolare il microrganismo responsabile che in seguito chiamò semplicemente “virus BX”.

ANNI 1930

Nel 1931, i due uomini che fornirono il massimo supporto professionale a Royal R. Rife entrarono nella sua vita. Il dott. Arthur I. Kendall, direttore della ricerca medica presso la Northwestern University Medical School in Illinois, e il dott. Milbank Johnson, membro del consiglio di amministrazione del Pasadena Hospital in California e un potere influente negli ambienti medici di Los Angeles.

Il dott. Kendall aveva inventato un mezzo di coltura proteica (chiamato “K Medium” dal suo inventore) che consentiva di isolare le porzioni di “virus filtrable” di un batterio e di continuare a riprodursi. Questa affermazione contraddiceva direttamente il dott. Thomas Rivers del Rockefeller Institute che nel 1926 aveva dichiarato autorevolmente che un virus aveva bisogno di un tessuto vivente per la riproduzione. Rife, Kendall e altri dovevano dimostrare entro un anno che era possibile coltivare virus artificialmente. Rivers, nella sua ignoranza e ostinazione, era responsabile della soppressione di uno dei più grandi progressi mai fatti nella conoscenza medica.

Kendall arrivò in California a metà novembre 1931 e Johnson lo presentò a Rife. Kendall portò il suo “K Medium” a Rife e Rife portò il suo microscopio a Kendall.

Un “germe tifoide” è stato inserito nel “mezzo K”, triplo filtrato attraverso il miglior filtro disponibile e i risultati sono stati esaminati al microscopio di Rife. Erano visibili minuscoli corpi distinti macchiati da una luce blu turchese. Le colture virali sono cresciute in “K Medium” ed erano visibili. I virus potrebbero essere macchiati di “luce” e quindi classificati in base ai loro colori al microscopio unico di Rife.




    



Un successivo rapporto apparso sulla pubblicazione annuale dello Smithsonian fornisce un accenno alla tecnologia microscopica totalmente originale che ha permesso all’uomo di vedere per la prima volta un microrganismo mortale di dimensioni virali nel suo stato vivo (il microscopio elettronico degli anni successivi uccide i suoi esemplari ):

“Quindi sono stati esaminati al microscopio Rife, dove la forma di virus filtrabile del bacillo tifoide, che emette un colore di spettro blu, ha causato la deviazione del piano di polarizzazione di 4,8 gradi in più. Quando l’angolo opposto di rifrazione è stato ottenuto mediante la regolazione della polarizzazione prismi a meno 4,8 gradi e le colture di virus sono state illuminate dai raggi monocromatici coordinati con i costituenti chimici del bacillo tifoide, sono stati osservati corpi turchesi di colore blu turchese piccoli, ovali, attivamente mobili, luminosi, in alto contrasto con il Detriti incolori e immobili del mezzo. Questi test sono stati ripetuti 18 volte per verificare i risultati. ”

Dopo il successo, il dott. Milbank Johnson organizzò rapidamente una cena in onore dei due uomini affinché la scoperta potesse essere annunciata e discussa. Più di 30 tra i più importanti medici, patologi e batteriologi di Los Angeles hanno partecipato a questo storico evento il 20 novembre 1931. Tra i presenti c’erano il dott. Alvin G. Foord, che 20 anni dopo avrebbe indicato di non conoscere le scoperte di Rife, e il dott. George Dock, che avrebbe prestato servizio nel comitato di ricerca speciale dell’Università della California del Sud, supervisionando il lavoro clinico fino a quando anche lui “passare” all’opposizione.

Il 22 novembre 1931, il Los Angeles Times riportò questo importante raduno medico e il suo significato scientifico:

“Le scoperte scientifiche della più grande grandezza, inclusa una discussione sul microscopio più potente del mondo recentemente perfezionato dopo 14 anni di sforzi dal dottor Royal R. Rife di San Diego, sono state descritte venerdì sera a membri della professione medica, batteriologi e patologi in un cena offerta dal dott. Milbank Johnson in onore del dott. Rife e del dott. AI Kendall.

“Prima del raduno di uomini illustri, il dott. Kendall ha parlato delle sue ricerche sulla coltivazione del bacillo tifoide sul suo nuovo” K Medium “. Il bacillo tifoide è non filtrabile ed è abbastanza grande da poter essere visto facilmente con microscopi in uso generale. Attraverso l’uso di “Medium K”, ha detto il dott. Kendall, l’organismo è così alterato che non può essere visto con microscopi ordinari e diventa abbastanza piccolo da essere ultra-microscopico o filtrabile, quindi può essere riportato alla forma microscopica o non filtrabile.

“Attraverso l’uso del potente microscopio del dottor Rife, che si dice abbia un potere visivo di ingrandimento fino a 17000 volte, rispetto a 2.000 volte di cui è capace il microscopio ordinario, il dott. Kendall ha detto che poteva vedere i bacilli tifoidi nella fase filtrabile o precedentemente invisibile Probabilmente è la prima volta che si vedono minuscoli organismi (virus) filtrabili.

“Il microscopio più potente attualmente in uso può ingrandire tra le 2.000 e le 2.500 volte. Dr Rife, con una disposizione ingegnosa di lenti che applicano un principio ottico completamente nuovo e introducendo prismi a doppio quarzo e potenti luci illuminanti, ha ideato un microscopio con un ingrandimento più basso di 5.000 volte e un ingrandimento massimo di lavoro di 17.000 volte.




    



“Il nuovo microscopio, prevedono gli scienziati, dimostrerà anche uno sviluppo di prima grandezza. Francamente dubbioso sulla perfezione di un microscopio che sembra trascendere i limiti fissati dalla scienza ottica, gli ospiti del dott. Johnson si sono dichiarati felici della dimostrazione visiva e di cuore ha concesso sia al dott. Rife che al dott. Kendall un posto di prim’ordine nel rango di scienziati del mondo “.

Cinque giorni dopo, il Los Angeles Times ha pubblicato al microscopio una foto di Rife e Kendall. Era la prima volta che appariva in pubblico un’immagine del super microscopio. Il titolo recitava “Il microscopio più potente del mondo”.

Nel frattempo, Rife e Kendall avevano preparato un articolo per il numero di dicembre 1931 della California e della medicina occidentale. “Le osservazioni su Bacillus Typhosus nel suo stato Filtrable” descrissero ciò che Rife e Kendall avevano fatto e visto. Il diario era la pubblicazione ufficiale delle associazioni mediche statali di California, Nevada e Utah.

La prestigiosa rivista scientifica ha quindi pubblicato un articolo che ha messo in allarme la comunità scientifica di tutta la nazione. Il supplemento dell’11 dicembre 1931 di Science News includeva una sezione intitolata “Corpi filtrabili visti con il microscopio Rife”. L’articolo descriveva la cultura media filtrabile di Kendall, i corpi blu turchese che erano la forma filtrata del bacillo tifoide e il microscopio di Rife. Comprendeva la seguente descrizione:

“La luce utilizzata con il microscopio del dottor Rife è polarizzata, ovvero passa attraverso cristalli che fermano tutti i raggi tranne quelli che vibrano in un piano particolare. Tramite un doppio prisma riflettente incorporato nello strumento, è possibile ruotare questo piano di vibrazione in qualsiasi direzione desiderata, controllando esattamente l’illuminazione degli oggetti minuti nel campo. ”

Il 27 dicembre 1931, il Los Angeles Times riferì che Rife aveva dimostrato il microscopio in una riunione di 250 scienziati. L’articolo ha spiegato:

“Questo è un nuovo tipo di lente d’ingrandimento e le leggi che regolano i microscopi potrebbero non applicarsi ad esso … O Rife ha sviluppato uno strumento che può rivoluzionare i metodi di laboratorio e consentire a batteriologi come Or Kendall di identificare i germi che producono circa 50 malattie la cui le cause sono sconosciute … ”

Presto Kendall fu invitato a parlare davanti all’Associazione dei medici americani. La presentazione avvenne il 3 e 4 maggio 1932 alla Johns Hopkins University di Baltimora. E lì il dott. Thomas Rivers e Hans Zinsser hanno interrotto il processo scientifico. La loro opposizione significava che lo sviluppo delle scoperte di Rife sarebbe stato rallentato. I microbiologi professionisti sarebbero cauti persino nel concedere la possibilità che Rife e Kendall abbiano aperto nuove strade. La depressione era al suo peggio. Il Rockefeller Institute non era solo una fonte di finanziamento, ma potente nei corridoi del riconoscimento professionale. Un grande crimine derivò dalle azioni disinformate, crudeli e non scientifiche di Rivers e Zinsser.

Lo slancio è stato rallentato nel momento in cui le scoperte di Rife avrebbero potuto “scoppiare” e innescare una reazione a catena di ricerca, cure cliniche e l’inizio di un sistema sanitario completamente nuovo. Entro la fine del 1932, Rife poteva distruggere i batteri del tifo, il virus della poliomielite, il virus dell’herpes, il virus del cancro e altri virus in una cultura e negli animali da esperimento. Il trattamento umano era solo a un passo.

L’opposizione di Rivers e Zinsser nel 1932 ebbe un impatto devastante sulla storia della medicina del 20 ° secolo. (La batteriologia di Zinsser, in una versione aggiornata, è ancora un manuale standard). Sfortunatamente, c’erano pochi stimati batteriologi che non erano spaventati o spaventati da Rivers.




    



Ma c’erano due eccezioni a questa folla generalmente non eroica. L’articolo di Christopher Bird, “Che cosa è diventato del microscopio Rife?”, Pubblicato nel New Age Journal del marzo 1976, riporta:

“In mezzo al veleno e all’acerbità, l’unico collega che venne in aiuto di Kendall fu il grandissimo uomo di batteriologia, e primo insegnante di materia negli Stati Uniti, il dott. William H.” Popsy “Welch, che evidentemente guardò a Kendall lavorare con un po ‘di rispetto “.

Welch era il principale patologo in America in una volta. La biblioteca medica della Johns Hopkins University prende il nome da lui. Si alzò e disse: “L’osservazione di Kendall segna un netto progresso nella medicina”. Ha fatto poco bene. A quel tempo Rivers e Zinsser erano i poteri sul campo.

L’altro sostenitore di Kendall era il dottor Edward C. Rosenow della divisione di batteriologia sperimentale della Mayo Clinic. (La Mayo Clinic era allora ed è oggi una delle più importanti cliniche di ricerca e cura del mondo. Il Washington Post del 6 gennaio 1987 scrisse: “Per molti nella comunità medica, la Mayo Clinic è” lo standard “contro il quale altri vengono giudicati i centri medici. “) Il 5-7 luglio 1932, appena due mesi dopo l’umiliazione pubblica di Kendall, Rosenow della Mayo Clinic si incontrò con Kendall e Rife al Kendall’s Laboratory presso la Northwestern University Medical School di Chicago.

“Il virus ovale, mobile, turchese-blu è stato dimostrato e mostrato in modo inconfondibile”, ha dichiarato Rosenow in “Atti degli incontri del personale della Mayo Clinic, 13 luglio 1932, Rochester, Minnesota”. È stato anche visto il virus dell’herpes. Il 26 agosto 1932, la rivista Science pubblicò il rapporto di Rosenow, “Osservazioni con il microscopio Rife di filtri che passano forme di microrganismi”.

Nell’articolo, Rosenow ha dichiarato:

“Non ci possono essere dubbi sui corpi filtrabili turchese-blu descritti da Kendall. Non sono visibili con i normali metodi di illuminazione e ingrandimento … Esame al microscopio di campioni Rife, contenente oggetti visibili con il normale microscopio, non lascia dubbio sull’accurata visualizzazione di oggetti o particolato mediante osservazione diretta all’altissimo ingrandimento (calcolato in 8.000 diametri) ottenuto con questo strumento ”

Tre giorni dopo essere partito da Rife a Chicago, Rosenow scrisse a Rife dalla Mayo Clinic:

“Dopo aver visto cosa farà il tuo meraviglioso microscopio, e dopo aver riflettuto sul significato di ciò che hai rivelato con il suo uso durante quei tre faticosi e memorabili giorni trascorsi nel laboratorio del dottor Kendall, spero che tu prenda il tempo necessario per descrivere come ottenere ciò che i fisici considerano l’impossibile …. Mentre visualizzo la materia, il tuo ingegnoso metodo di illuminazione con l’intenso fascio di luce monocromatico ha un’importanza ancora maggiore dell’enorme ingrandimento … ”

Rosenow aveva ragione. L’esclusivo metodo di colorazione della “frequenza di colore” è stato un grande passo avanti. Anni dopo, dopo l’arrivo della televisione, un collega dell’allora defunto Rife spiegò: “I virus sono stati macchiati con la frequenza della luce proprio come i colori sono sintonizzati sui televisori”. Era la migliore descrizione non tecnica mai concepita.

“BX”: IL VIRUS DEL CANCRO

Rife iniziò a usare “K Medium” di Kendall nel 1931 nella sua ricerca del virus del cancro. Nel 1932, ottenne una massa mammaria non sterilizzata che fu controllata per tumori maligni dal Paradise Valley Sanitarium di National City, California. Ma le culture iniziali del cancro non sono riuscite a produrre il virus che stava cercando.

Quindi si è verificato un incidente fortuito. L’11 maggio 1938 Evening Tribune di San Diego in seguito descrisse ciò che accadde:

“Ma né il mezzo né il microscopio erano sufficienti da soli a rivelare l’organismo che filtrava il filtro che Rife ha trovato nei tumori, ha raccontato. Era un trattamento aggiuntivo che ha trovato praticamente per caso che alla fine ha reso possibile tutto ciò, ha riferito. È successo a testare un tubo di cultura del cancro all’interno del cerchio di un anello tubolare riempito di gas argon attivato da una corrente elettrica, che stava usando per sperimentare il bombardamento elettronico di organismi di malattia. La sua cultura del cancro si trovò a riposare lì circa 24 ore (con il corrente sul tubo riempito di gas argon), e poi notò (al microscopio) che il suo aspetto sembrava essere cambiato. Studiò e testò ripetutamente questo fenomeno, e scoprì così (granuli rosso-porpora di filtro-virus, filtro-cancro) nelle culture “.

Il virus del cancro BX era un colore rosso violaceo distinto. Rife era riuscito a isolare il virus filtrabile del carcinoma.

Le note di laboratorio di Rife del 20 novembre 1932 contengono la prima descrizione scritta delle caratteristiche del virus del cancro. Tra questi ce ne sono due, unici per il suo metodo di classificazione usando il microscopio Rife: angolo di rifrazione – 12-3 / 10 gradi; colore per rifrazione chimica – rosso porpora.

La dimensione del virus del cancro era davvero piccola. La lunghezza era di 1/15 di micron. L’ampiezza era 1/20 di un micron. Nessun normale microscopio ottico, anche negli anni ’80, sarebbe in grado di rendere visibile il virus del cancro.

Rife e il suo assistente di laboratorio ES Free hanno continuato a confermare la sua scoperta. Hanno ripetuto il metodo 104 volte consecutive con risultati identici.




    



Col tempo, Rife fu in grado di dimostrare che il microrganismo canceroso aveva quattro forme:

1) BX (carcinoma);
2) BY (sarcoma: più grande di BX);
3) Forma monococcoide nei monociti del sangue di oltre il 90% dei pazienti con cancro.
Se adeguatamente colorato, questo modulo può essere facilmente visto con un microscopio standard di ricerca;
4) Crytomyces pleomorphia fungo – identico morfologicamente a quello dell’orchidea e del fungo.

Rife scrisse nel suo libro del 1953: “Ognuna di queste forme può essere ripristinata in” BX “entro un periodo di 36 ore e produrrà nell’animale sperimentale un tumore tipico con tutta la patologia del vero tessuto neoplastico, dal quale possiamo di nuovo recuperare il microrganismo “BX”. Questo processo completo è stato duplicato oltre 300 volte con risultati identici e positivi.

Rife aveva dimostrato pleomorfismo. Aveva mostrato come si forma il virus del cancro, a seconda del suo ambiente. Aveva confermato il lavoro di Bechamp, di Kendall, di Rosenow, di Welch e un esercito di batteriologi pleomorfisti che lo avrebbero seguito e avrebbero dovuto combattere le errate leggi ortodosse di Rivers e delle sue legioni di seguaci.

Rife ha detto: “In realtà, non sono i batteri stessi che producono la malattia, ma i componenti chimici di questi microrganismi che agiscono sul metabolismo cellulare squilibrato del corpo umano che in realtà producono la malattia. Crediamo anche se il metabolismo del corpo umano è perfettamente bilanciato o in bilico, è suscettibile a nessuna malattia “.

Ma Rife non ebbe il tempo di discutere la teoria. Lo lascerebbe per gli altri. Dopo aver isolato il virus del cancro, il passo successivo è stato quello di distruggerlo. Lo ha fatto con i suoi strumenti di frequenza, ancora e ancora. E poi lo ha fatto con animali sperimentali, inoculandoli, osservando i tumori crescere e quindi uccidendo il virus nei loro corpi con gli stessi strumenti di frequenza sintonizzati sulla stessa frequenza “BX”.

Rife dichiarò nel 1953:

“Questi test di successo sono stati condotti oltre 400 volte con animali da esperimento prima di tentare di utilizzare questa frequenza su casi umani di carcinoma e sarcoma”.

Nell’estate del 1934, 16 persone malate terminali con cancro e altre malattie furono portate nel “ranch” di Scripps. Lì, mentre Rife e i dottori lavoravano per la prima volta sugli esseri umani, impararono molto. Nel 1953 quando Rife ha protetto il copyright del suo libro, ha fatto il vero resoconto di ciò che è accaduto nel 1934. Ha scritto:

“Con il trattamento con strumenti a frequenza, nessun tessuto viene distrutto, nessun dolore viene avvertito, nessun rumore è udibile e non si nota alcuna sensazione. Si accende una provetta e 3 minuti dopo il completamento del trattamento. Il virus o i batteri vengono distrutti e il corpo poi si riprende naturalmente dall’effetto tossico del virus o dei batteri. Diverse malattie possono essere trattate contemporaneamente.

“Il primo lavoro clinico sul cancro è stato completato sotto la supervisione di Milbank Johnson, MD, che è stato istituito sotto uno Special Medial Research Committee dell’Università della California del Sud. 16 casi sono stati trattati presso la clinica per molti tipi di neoplasie. Dopo 3 mesi, 14 di questi cosiddetti casi senza speranza sono stati firmati come clinicamente curati dall’avvio di cinque medici e il dott. Alvin G. Foord, MD, patologo del gruppo. I trattamenti consistevano in una durata di 3 minuti usando lo strumento di frequenza impostato sulla frequenza oscillatoria mortale per “BX” o cancro (a intervalli di 3 giorni). È stato riscontrato che il tempo trascorso tra i trattamenti ottiene risultati migliori rispetto ai casi trattati quotidianamente. Ciò offre al sistema linfatico l’opportunità di assorbire e scartare il condizione tossica prodotta dalle particelle morte devitalizzate del virus “BX”. In nessuno di questi casi è stato percepito un aumento della temperatura corporea al di sopra del normale durante o dopo il trattamento con lo strumento di frequenza ent. Nessuna dieta speciale è stata usata in nessuno di questi lavori clinici, ma crediamo sinceramente che una dieta adeguata compilata per l’individuo sarebbe di beneficio “Data: dicembre 1,1953.




    



Altri membri della clinica erano Whalen Morrison, capo chirurgo della ferrovia di Santa Fe; George C. Dock, MD, famoso a livello internazionale; George C Fischer, MD, Ospedale pediatrico di New York; Arthur I. Kendall; Dr. Zite, MD, professore di patologia presso l’Università di Chicago, Rufus B. Von Klein Schmidt, presidente dell’Università della California del sud.

Il dott. Couche e il dott. Carl Meyer, PhD, capo del Dipartimento di ricerca batteriologica della Hooper Foundation di San Francisco, erano presenti anche il dott. Kopps della Metabolic Clinic di La Jolla, che firmò tutti i 14 rapporti e conosceva tutti i test dalla sua osservazione personale .

Nel 1956, il dott. James Couche fece la seguente dichiarazione:

“Vorrei fare questa registrazione storica delle incredibili meraviglie scientifiche riguardanti l’efficacia delle frequenze del Royal R. Rife Frequency Instrument ..

“Quando mi è stato detto del dottor Rife e del suo strumento di frequenza nella casa di Ellen Scripps vicino all’Annesso Scripps Institute circa ventidue anni fa, sono uscito per vederlo e sono diventato molto interessato ai casi che aveva lì. E il thing that brought me into it more quickly than anything was a man who had a cancer of the stomach. Rife was associated at that time with Dr Milbank Johnson, MD, who was then president of the Medical Association of Los Angeles, a very wealthy man and a very big man in the medical world—the biggest in Los Angeles and he had hired this annex for this demonstration over a summer of time.

“In quel periodo vidi molte cose e quella che mi colpì di più fu un uomo che barcollò su un tavolo, proprio all’ultima estremità del cancro; era un sacco di ossa. Mentre giaceva sul tavolo, il dott. Rife e il dottor Johnson dissero: “Senti solo lo stomaco di quell’uomo”. Quindi ho messo la mano sulla cavità in cui era sotto il suo stomaco ed era quasi una cavità quasi, perché era così magro; la sua spina dorsale e la sua pancia si stavano quasi toccando.




    



“Gli ho messo la mano sullo stomaco, che era solo una massa solida, proprio quello che avrei potuto coprire con la mia mano, un po ‘come la forma di un cuore. Era assolutamente solido. E ho pensato a me stesso, beh, non si può fare nulla per quello. Tuttavia, gli diedero un trattamento con le frequenze di Rife e nel corso del tempo per un periodo da sei settimane a due mesi, con mio grande stupore, si riprese completamente. Si riprese così bene che chiese il permesso di andare a El Il Centro, poiché aveva una fattoria lì e voleva vedere le sue azioni. Il dottor Rife disse: “Ora non hai la forza di guidare fino a El Centro.”

“Oh, sì”, disse. “Sì, ma avrò un uomo che mi accompagnerà lì.” È un dato di fatto, il paziente ha guidato la sua macchina lì e quando è sceso a El Centro ha avuto una mucca malata ed è rimasto sveglio tutta la notte con esso. Il giorno dopo è tornato senza alcun riposo, quindi puoi immaginare come si era ripreso.

“Ho visto altri casi che erano molto interessanti. Poi volevo una copia della quota di frequenza. Alla fine ho comprato uno di questi strumenti di frequenza e l’ho installato nel mio ufficio.

“Ho visto alcune cose davvero straordinarie che ne sono derivate nel corso di oltre venti anni.”

Nota a piè di pagina :

I biofisici hanno ora dimostrato che esiste un’interazione naturale cruciale tra materia vivente e fotoni. Questo processo è misurabile a livello cellulare (batterio). Altre ricerche hanno dimostrato che i sistemi viventi sono straordinariamente sensibili alle onde elettromagnetiche a bassissima energia. Ciò significa che ogni tipo di cellula o microrganismo ha una frequenza specifica di interazione con lo spettro elettromagnetico. In vari modi, il sistema di Rife ha permesso di regolare la frequenza della luce che colpisce il campione. Da alcune intuizioni apprese che la frequenza della luce poteva essere “sintonizzata” sulla frequenza naturale del microrganismo esaminato per provocare una risonanza o un circuito di feedback. In effetti, in questa condizione, si può dire che il microrganismo si è illuminato da solo.




    



Rife estrapolava dalla sua tecnica di illuminazione, di cui possiamo essere certi che non fosse buono, che specifiche frequenze elettromagnetiche avrebbero un effetto negativo su specifiche forme batteriche. Non ci sono dubbi sul fatto che Rife abbia dimostrato la correttezza della sua ipotesi a se stesso e ai pochi che hanno avuto il coraggio di guardare e l’acuità percettiva da vedere! Le stesse nuove scoperte in biofisica non spiegano solo il principio di illuminazione di Rife; spiegano anche il suo processo di distruzione selettiva dei batteri. Quest’ultimo fenomeno è simile alla pulizia ad ultrasuoni, che differisce nella delicata selettività della forma d’onda e della frequenza. Recentemente, i ricercatori i cui risultati sono stati soppressi, hanno causato e curato il cancro nello stesso gruppo di topi sottoponendoli a determinati campi elettromagnetici. Il lavoro di Rife era molto più sofisticato. Ha selezionato obiettivi microscopici specifici e in realtà ha visto esplodere gli obiettivi.

Un corpus di prove scientifiche riconosciute ora supporta in modo schiacciante le teorie sul cancro originali articolate e dimostrate da Rife cinquant’anni fa. Ciò include la moderna ricerca sull’AIDS.

Estratto dal libro The Cancer Cure That Funed! di Barry Lynes

Fonte: Rivista Nexus USA




    



Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart