toba60

Scienziati Israeliani: Questo non è un Vaccino ma Nessuno ve lo ha Ancora Detto

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

Quello che viene inoculato alle gente non è un vaccino e questo lo si sapeva sin dall’inizio, bastava solo leggere quell’indecifrabile foglio di carta a lettere miniaturizzate allegato al siero della vita, tanto per intendersi, ma come si sa nessuno si prende la briga di farlo e allora si da ascolto al pifferaio magico che sarebbe capace di farvi bere il cianuro spacciandolo per un succo di frutta.

Mario Draghi

Ora che la gente vaccinata comincia a morire come mosche, tutti si domandano come e’ potuto succedere una cosa del genere e i nostri filibustieri al comando del Titanic a dire che il rimedio e’ sempre quello dopo e allora via con il secondo e poi il terzo vaccino e chissà che prima o poi si trasformi tale.

Ehiiii voi ……….ci siete o ci fate…..e’ tutto vero, non e’ un incubo, potete comunque consolarvi con il Green Pass che sicuramente salva la vita.

Se lo ha detto Mario Draghi poi, siamo su una botte di Ferro.

Toba60

Questo non è un Vaccino ma Nessuno ve lo ha Ancora Detto

La nazione d’Israele è in questo momento impegnata in una congiuntura storica e decisiva che determinerà la traiettoria di questo popolo ora e per il prossimo futuro. È un’impresa che non può essere sottovalutata.

Come è ormai ampiamente pubblicizzato, rivelato inizialmente dall’ex premier Ehud Barak [1] e poi dallo stesso primo ministro Benjamin Netanyahu [2], un accordo è stato fatto. In Israele, Pfizer ha trovato una casa per il suo programma pilota sperimentale di prove umane espansive. Secondo Barak, la Pfizer ha scelto il nostro paese per i suoi decenni di registri medici e di vaccinazione meticolosamente registrati, che le permettono di spiegare le reazioni avverse al suo prodotto puntando a condizioni già esistenti nel paziente.

In effetti, Bibi ha ingaggiato il suo popolo, tutti i sette milioni di cittadini dai 12 anni in su [3], senza il nostro consenso informato, per diventare il primo paese nella sua totalità a fare test umani su una tecnologia che è stata, per molti decenni, tentata e fallita in laboratorio. Finora, lo studio pilota sta procedendo a una velocità davvero sorprendente; circa due milioni di persone sono già state iniettate in un programma che si svolge ogni giorno dalla mattina presto fino a tarda notte, anche durante lo Shabbat. [4]

Tuttavia, al popolo israeliano non sono state date le informazioni necessarie per fare una sufficiente analisi rischi-benefici in questa straordinaria impresa. In effetti, gli sono state date poche informazioni e ciò include la completa opacità dei dati sugli esiti delle reazioni avverse che si stanno verificando.

I nostri cittadini devono innanzitutto definire la discussione per pesare accuratamente le loro scelte. Quello che si chiede loro di iniettare non è un vaccino come definito dal CDC come “Un prodotto che stimola il sistema immunitario di una persona a produrre immunità a una specifica malattia.” [5] Si tratta piuttosto di una tecnologia sperimentale e nuova.

Per la definizione della FDA [6] come un componente usato come trattamento per influenzare una funzione del corpo, è in realtà un dispositivo medico, un dispositivo fisico che viene fornito in una confezione di dimensioni molecolari. Riferirsi erroneamente a questo intervento come a un vaccino sfrutta la fiducia radicata del pubblico nel programma di vaccinazione per sollecitare una risposta e un’azione a scatto. Ci tiene intrappolati in un inutile dibattito al posto di prendere le misure necessarie per indagare l’impatto sulla nostra salute.

Il DNA è, in breve, la base della nostra struttura genetica. All’interno di ogni cellula ci sono codici che trasferiscono le sue informazioni per fare proteine attraverso l’RNA messaggero. L’RNA messaggero è un intermediario tra il gene e la proteina e la proteina suscita la risposta immunitaria, non l’RNA. Il contenuto di questa iniezione in via sperimentale è un RNA messaggero sintetico che viene inserito nel sistema umano per attivare la cellula a produrre, in questo caso, una proteina spike. [Un vaccino mRNA non è un vaccino, perché non suscita una risposta immunitaria. Ciò che è, è ingegneria genetica.

Ci sono una serie di preoccupazioni prominenti di gravi reazioni avverse che includono, in breve sintesi, alcune delle seguenti:

Nei precedenti studi clinici a partire dagli anni ’60 [8] i tentativi di vaccinazione contro RSV, [9] Dengue, [10] SARS e MERS, gli studi sono falliti durante la fase animale. Gatti, furetti, scimmie e conigli hanno sperimentato ogni volta l’Antibody Dependent Enhancement (ADE), noto anche come priming patogeno o tempesta di citochine.

Questo si verifica quando il sistema immunitario crea una risposta infiammatoria incontrollata e schiacciante quando viene confrontato con l’agente patogeno nel mondo reale e il risultato, tragicamente, è la morte. La stessa reazione eccessiva del sistema immunitario ha avuto luogo in un certo numero di bambini in studi clinici che hanno ricevuto un tentativo di iniezione di RSV, così come in circa seicento bambini filippini che sono morti dopo una vaccinazione precoce contro la Dengue [11] e rimane una preoccupazione attuale. [12]

La malattia autoimmune si verifica quando il sistema immunitario del corpo non riesce a distinguere tra le proprie cellule e quelle estranee, e fa sì che il corpo attacchi le sue cellule normali. [13] È stato suggerito che il “mimetismo molecolare” possa contribuire a questo problema, con gli anticorpi della SARS-CoV-2 che reagiscono in modo incrociato con sequenze proteiche dell’ospite strutturalmente simili e suscitano una risposta autoimmune acuta contro di esse. [14]

Gli scienziati hanno determinato che la stessa proteina spike che si trova nei virus della SARS è anche responsabile dello sviluppo della placenta nei mammiferi, compresi gli umani, ed è quindi un prerequisito essenziale per una gravidanza di successo. Se il corpo di una donna è innescato per attaccare queste proteine spike, il sistema immunitario può impedire la formazione della placenta, il che renderebbe la donna infertile. [15]

I dottori Yeadon e Wodarg spiegano inoltre: “Per quanto ne so, Pfizer/BioNTech non ha ancora rilasciato alcun campione dei materiali scritti forniti ai pazienti, quindi non è chiaro quali informazioni (potenziali) relative ai rischi specifici per la fertilità causati dagli anticorpi siano incluse.

Secondo la sezione 10.4.2 del protocollo dello studio Pfizer/BioNTech, una donna con potenziale di gravidanza è idonea a partecipare se non è incinta o sta allattando, e sta usando un metodo contraccettivo accettabile come descritto nel protocollo dello studio durante il periodo di intervento (per un minimo di 28 giorni dopo l’ultima dose di intervento dello studio). Ciò significa che potrebbe essere necessario un tempo relativamente lungo prima di osservare un numero notevole di casi di infertilità post vaccinazione.” [16]

Abbiamo inoltre sentito i rapporti di molteplici casi di paralisi di Bell in entrambi gli studi [17] e la somministrazione, numerosi casi di shock anafilattico anche quando non sono state rilevate allergie precedenti, così come diversi incidenti annunciati di test HIV “falso positivo”. [18]

L’elefante rimanente nella stanza è quello della più grande incognita, della manomissione del genoma umano. C’è molto che dobbiamo ancora comprendere della complessità del corpo umano e del sistema immunitario.

La scienza si è sbagliata molte volte in passato, avendo fatto supposizioni sulla sua capacità di esercitare il suo dominio sulla natura. È ancora e sempre la natura che ha l’ultima parola. Nel progetto del genoma umano hanno provato l’ingegneria genetica cambiando un singolo gene che credevano fosse il difetto del processo genetico. Inaspettatamente, invece di correggere, ha causato un effetto domino di regolazione incontrollata su molti altri geni.

Del comunicato stampa dei media del 95% di efficacia preso come vangelo e ripetuto come fatto, Peter Doshi del British Medical Journal ipotizza che gli studi siano stati progettati troppo male per non fallire. Con 3.410 casi totali di sospetto, ma non confermato COVID 19 nella popolazione complessiva dello studio contabilizzato rende una riduzione del rischio relativo del 19%, molto al di sotto del 50% richiesto per l’autorizzazione all’uso di emergenza. [19]

Pfiizer, Moderna, il dottor Anthony Fauci e il dottor Soumya Swaminathan, lo scienziato capo dell’OMS, hanno chiarito che il nuovo filamento di mRNA che entra nella cellula non è destinato a fermare la trasmissione, ma piuttosto come un trattamento.

Tuttavia, se ci fosse stato finalmente permesso di tenere un discorso pubblico sui trattamenti profondamente validi e un tempo onnipresenti come l’Ivermectina, [20] per esempio, e se questi trattamenti non ci fossero stati negati sia nell’accesso che nei dati scientifici ma diffusi alla comunità globale, forse non avremmo avuto affatto bisogno di una tecnologia di uso urgente.

Se questo esperimento dimostra di causare uno qualsiasi o una combinazione di questi problemi tra un anno o poco più ed è già stato somministrato a miliardi di persone in tutto il mondo, sarà troppo tardi. Non può essere rimosso e non può essere spento, è stato irrimediabilmente liberato nel sistema cellulare. E non c’è un governo al mondo né il produttore stesso che sarà ritenuto responsabile se vi troverete in grave pericolo. [21]

In una moltitudine di cambiamenti monumentali che hanno avuto luogo nel corso dell’ultimo anno, l’unica cosa che è rimasta coerente è che il rischio mortale che pone un’infezione da Covid-19 è, con eccezione, per coloro che hanno più di 65 anni o con comorbidità. Non esiste una ragionevole indicazione scientifica o medica per iniettare per sempre una tecnologia sperimentale nelle vene di chiunque al di fuori di quel ristretto gruppo. Io sostengo che farlo è un’imprudente e cinica dimostrazione di disprezzo per la vita e il benessere umano nel nome perverso del salvataggio di pochi.

Rivendichiamo un amore sfrenato per la scienza, eppure ci sfuggono le lacune della ragione delle dimensioni di un cratere. Un rischio tremendo di problemi noti e “noti sconosciuti” è considerato contro il singolare beneficio di evitare sintomi in un potenziale discutibile nel migliore dei casi. Testato su una popolazione disinformata, questo non è una bandiera per la salute pubblica. L’uso della parola “vaccino” e la pallottola magica che è venuta a rappresentare confondono la discussione, così come la sua rapida somministrazione in un mondo che cambia in modo esponenziale.

La brevità con cui questa tecnologia è stata prodotta così recentemente è da tempo dimenticata e io, con molti altri, mi trovo di fronte al fatto sobrio che con un’iniziativa totalitaria di Passaporto Verde ormai in diretta, devo scegliere quale delle mie libertà concedere, la perdita della mia auto determinazione o la mia autonomia del corpo stesso.

Sostengo il vostro diritto di capire i rischi e di scegliere di fare questo intervento. Vi chiedo di sostenere, allo stesso modo e con la stessa enfasi, il mio diritto di capirli e di scegliere di non farlo. Per quanto energicamente lei possa essere in disaccordo con le mie prospettive, i rischi che io abbia torto non toccano i rischi di togliere la libertà di sceglierle. La libera scelta è ciò che dà vita alla vita. È ciò che ci dà l’opportunità di imparare. È ciò che ci dà speranza per il futuro. Queste sono le più grandi sfide che incontreremo mai. Qualunque cosa siate chiamati a fare per cambiare, fatelo presto, fatelo ora. La vostra scelta è importante.

Ilana Rachel Daniel

Fonte: www.choicesources.com

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.



Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code