toba60

Toba60: Una Breve Pausa Condivisa con tutti Voi ”Tutta da Leggere”.

Views: 208

Tutti si prendono un momento di pausa per staccare dal lavoro, per riposare, per riflettere o per condividere il proprio tempo con la propria famiglia.

La sosta che mi concedo non e’ una vacanza, staccare dalle cose consuete della vita di tutti i giorni, significa aprire la mente, mettersi in discussione facendo qualcosa che dia un senso alla nostra vita, e’ aprire una porta che ti proietta in un mondo nuovo, che non avevamo mai avuto il coraggio di oltrepassare.

Non mi immergerò in interminabili code per andare in montagna e nemmeno per condividere lo ”Spazio Vitale” che Politici e Governanti ci hanno concesso in riva al mare.

Un giorno pensando tra me, mi posi la domanda su cosa avrei desiderato fare dal profondo del mio cuore nel mio tempo libero e nulla mi riconduceva al mare o la montagna, o le isole incantate delle Seychelles, benché rubano nell’immediato in me ogni attenzione.

Spesso il desiderio di andare in un luogo verte sempre su luoghi comuni che non nascono mai da una spontanea azione individuale.

Pochi giorni fa mi trovavo a Falcade un piccolo paesino in provincia di Belluno, a un ora e mezza di strada da dove vivo e mi sono immerso nella natura del posto, quando mi sono imbattuto in alcune trincee della prima guerra mondiale, un posto incantato a ridosso del fiume e con una vista incantevole, gli occhi dei soldati con cui a suo tempo percepivano il luogo sicuramente non erano gli stessi dei miei ora, ognuno di loro avrebbe tanto desiderato essere altrove, magari nel freddo di una umile casa, in compagnia della famiglia, dei figli, o degli amici e quello che noi ora vedremmo come uno squallido ambiente cittadino, per ognuno di loro rappresentava probabilmente un posto incantato che da’ sicurezza e tranquillità’

Il sogno della loro vita? Fare la coda per andare a Jesolo!

Tutte le settimane assisto dalla mia abitazione ad una colonna infinita di macchine che vanno al mare, sono tutti arrabbiati, suonano il clacson per una minima distrazione dei sfigati compagni di fila e si affannano, una volta arrivati sul luogo di destinazione, in ricerche interminabili per una sosta che non c’è, i vigili in assetto di guerra sfogano tutta la loro frustrazione in multe salate per infrazioni che i malcapitati conoscono solo una volta che gli arriva a casa la contravvenzione.

I 100.000 turisti che tutti i giorni fanno il bagno, sono 100.000 pipi’ che si immettono sul mare, dove tutti si immergono come premio della loro abnegazione turistica, li dove da mesi ti raccomandano di lavarti le mani altrimenti prendi il virus.

La coda la si fa pure per un gelato, una pizza o per il solo piacere di comperarsi un costume da bagno, nel tal caso la mascherina si o si bisogna portarla durante tutta la sosta, in guerra un tempo avevano il Gas Nervino, oggi abbiamo un surrogato che ai loro tempi avrebbero usato come deodorante, considerato il pericolo reale.

Voglio proprio godermi la montagna in Solitudine!

Poco distante da Falcade, quel giorno, ascolto alla radio che ci sono 5 ore di coda sulla statale che porta a Cortina, già’ immagino le imprecazioni di chi su consiglio dei rappresentati della regione veneto di andare in vacanza vicino la propria residenza, sognava in quel momento di lavare i piatti per conto della moglie in quel di casa, e’ paradossale tra l’altro che dove mi trovavo ho incrociato 5 autovelox mobili e 7 permanenti per arrivare a destinazione, un tragitto sottoposto ad un controllo tale che ti fa letteralmente dimenticare lo scopo del viaggio.

Mi scappa la Pipi’

La montagna e’ un posto rilassante ma sono riusciti a farla diventare un luogo di inferno, con file e file di chilometri di gente immessi nei sentieri invasi da persone, presi più’ a reclamare la distanza di sicurezza per il contagio, che non per ammirare la natura.

La magia di un luogo non può’ essere delegata ad un depliant o un manipolatore politico o televisivo, e’ cosa che riguarda solo noi e si può’ trovare in ogni posto, anche dietro casa, i nostri occhi sono ipnotizzati da una tempesta mediatica che ci dice in ogni momento che cosa dobbiamo fare, e’ comodo, facile e sgrava le persone da ogni decisione.

Cosa vuoi più’ dalla Vita?……5 ore di colonna per Cortina!

Quando vi ritrovate in coda sulla strada in spiaggia o in montagna o in qualsiasi altro luogo, riflettete su quanto avete ora letto e ponetevi sempre la domanda su cosa veramente desiderate fare del vostro prezioso tempo che vi resta da vivere, sicuramente evitereste di guardare Bruno Vespa in televisione o i monologhi di Barbara Palombelli, per non parlare di Enrico Mentana con le sue eterne Fake televisive Virali e nemmeno vi impegnate in una gita fuori porta ad Ostia tra la stessa folla che avete cercato disperatamente di evitare,

Se non si e’ in grado di porsi come attori e protagonisti della propria vita, dove si e’ i soli Interpreti, Spettatori e Registi, non si ha alcun titolo e credenziale per criticare nessuno, se non se stessi.

Ora torno a Casa Completamente Rilassato

Oggi Toba festeggia la vittoria del Milan in Coppa Campioni dopo uno scontro diretto contro i microcefali dell’Inter, la felicita’ se non c’è, bisogna crearsela e la mia fantasia non ha limiti, non me ne abbiano a male i cari milanesi di fede nerazzurra, (Senza un nemico come loro la mia vita non avrebbe senso) oggi sono in pausa e vinco io, la realtà’ e’ un altra lo so, ma quella viene dopo.

Sto’ qualche giorno fermo, ma non per ricaricare le batterie, non e’ necessario, per quelle si fa qualcos’altro, nulla a che vedere con le vacanze, quelle le lascio ai turisti che ora sono in attesa di pagare lo scontrino al casello autostradale 🙁

A presto e.. sempre di corsa ma al vostro fianco

Toba60

Neuroschiavi
Liberiamoci dalla manipolazione psicologica, politica, economica e religiosa
Voto medio su 33 recensioni: Da non perdere
€ 0,00

Covid 19(84) - Oltre il Corona Virus
Tutto quello che devi sapere: dalla sottomissione dell’umanità a un futuro transumano
€ 12,70

Piccole Riflessioni di un Criceto in Gabbia
€ 8,75

Puoi risparmiare  1,00 Euro al mese per supportare i media indipendenti

A differenza della Rai, Mediset o Sky, NON siamo finanziati da Benetton, Bill & Melinda Gates o da altre ONG o governi. Quindi alcune monete nel nostro barattolo per aiutarci ad andare avanti sono sempre apprezzate.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code