toba60

Libero Pensiero ed Energia libera Il Genio del Dr. Viktor Schauberger

Views: 181

Il pianeta non arebbe nessun titpo di problema se solo invece di pensare alla politica al profitto e tutto cio che é legato alle norme economiche e finanziarie mondiali, si mettese in moto la millesima parte di quello che scienziati umanistici e illuminati come Viktor Schauberger o Nikola Tesla hanno realizzato, ma che la volontá predatoria di un ristretto numero di persone ha voluto relegare nel dimenticatorio per fini squisitamente distruttivi.

Sono convinto che Viktor Schauberger, pochi lo conoscono, eppure il suo genio era tale che solo la volontá storica di non farlo conoscere, ha fatto si che nessuno venisse a conoscenza delle sue ricerche.

Buona lettura.

Toba60

Il Genio Dr. Viktor Schauberger

Mi chiamano squilibrato. Spero che abbiano ragione. Non importa se un altro sciocco cammina su questa terra. Ma se ho ragione e la scienza ha torto, allora che Dio abbia pietà dell’umanità! In effetti, i misteri dell’acqua sono simili a quelli del sangue nel corpo umano. L’acqua è il sangue della Terra. Mi chiamano pazzo. Spero che abbiano ragione. Non importa se un altro pazzo cammina sulla Terra. Ma, se ho ragione e la scienza ha torto, allora Dio ha pietà dell’umanità.

I Geni della Scienza censurati dalla Storia

Il sole è buio e freddo. L’acqua è un organismo vivente e c’è acqua sana e malata. Il fiume sano non allaga mai. Tutti i moderni motori a combustione interna sono innaturali e costruiti su basi sbagliate. Dobbiamo copiare la Natura le cui funzioni sono sempre silenziose, fredde e consumano poca energia. Dott. Viktor Schauberger

“Tutto scorre, lascia che diventi e cambi e non rimanga mai lo stesso” Eraclito

Forme naturali di energia vivente

Le incredibili intuizioni e teorie di Victor Sauberger

Da quando i romani costruirono complessi sistemi idrici, da quando Archimede sperimentò la sua vasca da bagno e gli indiani fecero bagni rinfrescanti che prolungavano la vita, da quando Plinio scrisse delle proprietà divine dell’acqua, da quando Plinio scrisse delle proprietà divine dell’acqua. Il primo uomo osservò la risposta del livello dell’acqua alle fasi lunari, poiché le Fate e le Silfidi vivevano nelle acque di fiumi e laghi, ma anche da quando Mesmer magnetizzò l’acqua con i suoi enormi magneti, e osservai i cerchi concentrici che si formano nell’acqua se si lancia una pietra.

Sapevamo molto bene una cosa che oggi abbiamo dimenticato: sta accadendo qualcosa di molto strano all’acqua. I segreti che nascondono l’elemento più essenziale per la vita – dopo l’aria – ci sono stati svelati tante volte, e tanti altri si sono persi nel tempo che cancella tutto. Nel tempo in cui le nostre stesse tracce non verranno cancellate, se non possiamo invertire i crimini che commettiamo ogni giorno contro la Natura che ci ospita. Non è un caso che vogliano controllare l’acqua.

Persone di conoscenza, che estendono la loro ricerca oltre la scienza convenzionale (passabile = pecora) del loro tempo ma cercano anche di capire, per proteggere le forze della Natura – che la scienza spesso cerca di domare violentemente – sono un esemplare molto raro di pensatori. Il loro lavoro raramente riesce a venire a galla, in un momento in cui lo sfruttamento sfrenato delle risorse naturali è indifferente allo sconvolgimento dell’armonia naturale, ma non conosce nemmeno i modi per stare al passo con quell’armonia.

Uno di questi rari man-key era il ricercatore austriaco Dr. Victor Sauberger. Già nel 1920 aveva avvertito della crisi ambientale in cui ora siamo intrappolati e dalla quale abbiamo poche speranze di sfuggire. Durante la sua vita ha vissuto il ridicolo e l’ironia, ma oggi l’interesse per il suo lavoro ha cominciato a diffondersi sempre di più. Molte persone sono rimaste colpite dal suo carattere dinamico ed esplorativo, dal suo tragico destino e dalle sue sorprendenti teorie con cui voleva cambiare il mondo.

Il tema centrale della ricerca del dott. Sauberger era acqua e traffico

“La tecnologia prevalente utilizza le forme sbagliate di movimento . Le nostre macchine e metodi incanalano gli elementi della Natura, come aria, acqua e altri gas liquefatti, in un tipo di movimento che la Natura usa solo per decomporre e dissolvere la materia. La natura usa un altro tipo di movimento per ricostruire e ringiovanire. Quando la nostra tecnologia utilizza solo il movimento di decomposizione, si trasforma in tecnologia morta. Una tecnologia distruttiva che inquina pericolosamente l’intero ambiente naturale “

Dott. Sauberger ha sperimentato il tentativo di mettere in pratica il principio corroborante della Natura, che ha chiamato “movimento a spirale circolare” . Le descrizioni dei suoi successi spesso sembrano pura immaginazione. Il linguaggio stesso che usa per descrivere le sue scoperte e teorie è spesso difficile da capire e tradurre. Era spesso costretto a usare i termini scientifici dati nelle sue variazioni per spiegare le sue teorie, perché le vecchie definizioni non potevano esprimere ciò che intendeva.

È arrivato al punto di inventare nuovi significati e terminologia che sono molto difficili da comprendere per la persona media. Conosceva i problemi che derivavano da una cosa del genere, ma non vedeva altre alternative. Il suo lavoro è pieno di ragionamenti complessi e spiegazioni sperimentali difficili. Uno dei suoi collaboratori, il professor Wilhelm Balters, aveva detto: “Ma come si può facilmente capire la lingua di Sauber? Il suo lavoro appartiene al futuro “

Victor Sauberger proveniva da un’antichissima famiglia aristocratica in Baviera. Nacque nel 1885 vicino al lago Plockenstein in Austria. Fin da giovanissimo aveva mostrato un vivo interesse per tutto ciò che riguardava la Natura. Si ricorda di sua madre che gli diceva sempre: “Se ti trovi in ​​momenti difficili della tua vita, e non sai a chi rivolgerti per chiedere aiuto, vai in una sorgente in montagna e ascolta la musica che suona nelle sue acque. Allora tutto, vedrai, andrà tutto bene “

Hosting WordPress

Quando era ancora giovane, ha studiato il modo in cui la gente di campagna trattava la Natura ei suoi elementi. Ha scritto di loro: “Hanno fatto affidamento su ciò che hanno visto con i propri occhi e su ciò che hanno sentito dalla loro ispirazione. Soprattutto, hanno riconosciuto il potere curativo interiore dell’acqua e si sono resi conto che l’acqua, canalizzata di notte attraverso i canali di irrigazione, poteva produrre raccolti molto più grandi dei vicini campi irrigati. Sapevano anche quanto la foresta fosse strettamente collegata all’acqua – entrambi all’uomo “.

Ha lavorato come apprendista presso un vecchio guardaboschi, e dopo la fine della prima guerra mondiale ha assunto il ruolo di guardia forestale in una zona abbastanza isolata. Le cose che Sauberger era in grado di studiare con quella mano umana desolata, quasi intatta, erano spesso in netto contrasto con quanto aveva appreso nei suoi studi di selvicoltura. L’acqua era il suo principale interesse.

Aveva iniziato a scoprire le caratteristiche e le leggi dell’acqua, ma anche la connessione tra temperatura e movimento. Notò che l’acqua che scorreva da una sorgente di montagna era alla sua massima densità (nel suo “punto normale” come viene chiamato) a +4 C, che era ovviamente la sua qualità più alta. Salmoni e trote andavano sempre a queste sorgenti e lì si trovava la vegetazione più ricca e più bella.

Il tema centrale della ricerca del dott. Sauberger era acqua e traffico

Un giorno, ha visitato una zona appartata tra le montagne con alcuni vecchi cacciatori. C’era una sorgente che era coperta da una capanna di pietra. Questo era stato ora demolito e quindi la sorgente era stata esposta alla luce solare. Dopo un po ‘il ruscello si prosciugò, sorprendendo tutti quelli che lo sapevano, perché non era mai successo prima. Alla ricerca di spiegazioni per questo, qualcuno ha suggerito di ricostruire la struttura in pietra.

E così fu, e dopo un po ‘il ruscello tornò. Questa fu una rivelazione per Sauberger, perché ormai era ovvio che l’acqua corrispondeva all’ombra e alla foresta. Successivamente, gli furono fornite molte più prove per confermare la sua teoria. Sauberger iniziò a percepire l’acqua come “il sangue della Terra”, credendo che dovesse fluire con flussi naturali. Un flusso d’acqua senza ostacoli è formato da curve rotanti e argini ombrosi, coperti di alberi e arbusti – e questo non è affatto casuale.

“L’acqua vuole scorrere in questo modo, quindi protegge queste coste ombreggiate dalla luce solare diretta”

Voleva dire che la bassa temperatura e il flusso naturale sono le condizioni necessarie affinché l’acqua mantenga la sua forza.

Sauberger ha notato lo strano comportamento delle trote nell’acqua di sorgente. La grossa trota poteva stare nello stesso punto, completamente immobile, per tutto il tempo che voleva, anche nel più forte monte. Se fosse spaventato, potrebbe essere scagliato controcorrente con una velocità incredibile, invece di essere lasciato nella corrente per essere travolto dal suo flusso, il che, dopotutto, sarebbe il più naturale.

Video sulle ricerche del Dr. Viktor Schauberger Digita Qui

Sauberger non è riuscita a trovare alcuna spiegazione per questo fenomeno in nessun libro. Tuttavia, sapeva che un ruscello di montagna era più freddo vicino alla sua sorgente e diventava sempre più caldo lontano da lui. Potrebbe avere qualcosa a che fare con la trota che va controcorrente? Ha fatto molti esperimenti per indagare su questo.

Scelse un piccolo fiume e un luogo con una corrente molto forte dove spesso apparivano le grandi trote immobili. Aveva chiesto alla sua gente di versare cento galloni di acqua calda nel fiume, a circa cinquecento iarde sopra quel punto, quando avrebbe dato loro il segnale. Non appena l’acqua calda è caduta, prima ancora che raggiungesse quel punto, la trota ha cominciato a tremare e ad apparire ansiosa e non poteva più stare ferma al suo posto.

E nonostante tutti i suoi sforzi, non appena l’acqua più calda si avvicinò a lei, la trota fu portata via dalla corrente. Non tornò al suo posto se non molto tempo dopo.

Questo ha convinto Sauberger che la sua teoria era corretta, che la temperatura dell’acqua era correlata al comportamento della trota. Ha anche studiato la sua capacità di saltare contro alte cascate con il minimo sforzo. In questo fenomeno ha riconosciuto prove che confermavano la sua teoria secondo cui la trota stava sfruttando una fonte di energia fino ad allora sconosciuta nell’acqua.

Ha descritto: “Poi, all’improvviso, la grossa trota scomparve contro il flusso della cascata , che brillava al chiaro di luna. La vidi navigare sotto un vortice d’acqua conico, danzando in un movimento vorticoso selvaggio. Poi è stato lanciato fuori da questa rotazione e l’ho visto fluttuare immobile verso l’alto. Quando raggiunse il bordo della cascata, con un forte scuotimento della coda scomparve dai miei occhi, controcorrente, sempre più giorno. “Nessuno scienziato potrebbe spiegarmi il fenomeno.”

Sauberger, dopo innumerevoli simili osservazioni e ricerche, ha formulato la teoria che il flusso naturale dell’acqua, che consente il movimento fisico, crea un’energia che scorre in direzione opposta a quella dell’acqua. Questa era l’energia utilizzata dalla trota. In una cascata adeguatamente formata, si può vedere il flusso di questa energia come un canale di luce nel flusso dell’acqua. La trota cerca questo flusso di energia e si lascia trascinare verso l’alto come una ventosa capovolta.

Era anche interessato allo strano movimento della biscia d’acqua, che poteva muoversi nell’acqua senza avere pinne, formando una serie di avvolgimenti a spirale.

In una limpida notte d’inverno notò un altro strano fenomeno. Osservando uno stagno formatosi in un torrente impetuoso, vide sul suo fondo – profondo diversi metri – alcune pietre grosse come la testa di un uomo, che si muovevano qua e là, come caricate elettricamente:

“Non potevo credere ai miei occhi quando all’improvviso ho visto una grossa pietra muoversi in cerchio, nello stesso modo in cui si era mossa la trota prima di saltare nella cascata. La pietra era a forma di uovo. Un attimo dopo, la pietra fu sulla superficie dell’acqua e presto si formò un cerchio di ghiaccio attorno ad essa. Quella grossa e pesante pietra galleggiava nell’acqua, danzando al chiaro di luna! Poi un secondo e un terzo, sempre più pietre facevano gli stessi movimenti e venivano in superficie. Avevano tutti più o meno la stessa forma di uovo. Le altre pietre di forma irregolare o spigolosa, rimanevano immobili sul fondo. Di fronte a me avevano un tipo unico di movimento che poteva SUPERARE la forza della GRAVITÀ “

Si è chiesto: cosa chiamiamo “movimento”? Esistono diversi tipi di movimento? È possibile che esista un tipo di movimento finora sconosciuto alla scienza? Da queste riflessioni e osservazioni iniziò a sviluppare una teoria dei diversi tipi di moto.

Allo stesso tempo, il principe Adolfo d’Austria voleva trasportare grandi quantità di legname da aree remote, dove c’erano molte foreste vergini, ma il costo del trasporto sarebbe stato molto alto. Ha sollevato la questione con gli esperti, ma al momento giusto Sauberger è apparso con la soluzione. Costruì canali, attraverso i quali l’acqua fredda sarebbe stata incanalata dalle sorgenti e di notte enormi tronchi che avrebbero dovuto essere trasportati avrebbero navigato con la corrente. Acqua fredda, di notte, in un’incredibile struttura in legno, lunga cinquanta chilometri.

Rocky Mountain Radar has THE BEST technology on the market for radar detectors!

Eppure, il miracolo è avvenuto e Sauberger lo ha fatto. Esperti da tutta Europa sono venuti per studiare la costruzione. Sauberger ha affermato che quando l’acqua è esposta ai raggi del sole, dorme, ma di notte – e soprattutto al chiaro di luna – è fresca e viva. Il principe manifestò la sua gratitudine nominandolo supervisore generale di tutte le foreste e zone di caccia del territorio austriaco.

Sauberger diceva sempre più e più volte: “Dobbiamo prima capire la Natura e poi copiarla.” Disse che la Natura è la nostra più grande insegnante. Lo scopo della tecnologia non dovrebbe essere quello di correggere la natura, ma di imitarla. Tuttavia, il resto degli scienziati non era convinto delle teorie dello strano “Mago dell’Acqua”, come avevano cominciato a chiamarlo i suoi colleghi.

La teoria di Sauberer che anche la minima differenza di temperatura avesse un effetto sul comportamento dell’acqua era considerata ridicola. Ma per Sauberger l’acqua non era solo idrogeno e ossigeno, ma un organismo vivente che richiedeva rispetto da parte dell’umanità, altrimenti le conseguenze sarebbero state fatali.

Si è terrorizzato non appena ha notato i cambiamenti catastrofici avvenuti nelle sorgenti e nelle acque dei fiumi, nella vita degli animali e delle piante, non appena una foresta è scomparsa da una zona. Notò anche che l’acqua perdeva le sue proprietà quando veniva deviata in modo anomalo dal suo flusso naturale o quando le dighe utilizzate per tali scopi non erano appositamente progettate con materiali compatibili con l’acqua come il legno e la pietra.

Negli anni ’30, Sauberger scrisse una dissertazione in cui spiegava tutto ciò che aveva scoperto sulle misteriose leggi che regolavano il comportamento dell’acqua, nonché gli effetti del cambiamento di temperatura e dei suoi tipi di movimento e flusso. Il libro, pubblicato nel 1931 a Vienna, era intitolato Hydrotechnology (Die Wasserwirtschaft).

IDROTECNOLOGIA

Se studiamo i sistemi acquedottistici degli antichi romani, noteremo che l’acqua potabile veniva convogliata o attraverso tubi di legno o lungo canali di pietra naturale. Successivamente, con la crescita delle città e l’aumento del fabbisogno idrico, è stata una scelta sfortunata canalizzare l’acqua potabile in canali metallici. Altre antiche strutture idrauliche di grande interesse erano i canali di irrigazione sotterranei costruiti nel Turkestan orientale.

Erano funzionanti anche nel 1700 e i loro resti furono studiati dall’esploratore Sven Hedin. L’acqua scorreva in profondità in questi canali e scorreva al buio verso le aree che dovevano essere irrigate. Sauberger pensava che questo metodo di trasporto dell’acqua al buio ea basse temperature fosse la ragione principale della fertilità del suolo che era caratteristica delle oasi del Turkestan orientale. Queste e molte altre osservazioni storiche hanno mostrato che le persone dei tempi antichi avevano una maggiore comprensione della vera natura dell’acqua rispetto agli esseri umani moderni.

Victor Sauberger ad un certo punto è arrivato al punto di pensare alla possibilità di produrre artificialmente una buona acqua potabile. Utilizzando una macchina che copierà i metodi della natura per ricreare e rigenerare l’acqua, sarebbe possibile creare acqua di sorgente e quindi fornire persone che non potrebbero ottenere acqua naturale a causa di un disastro ambientale.

“È estremamente importante scoprire fin dall’inizio le vie della Natura, per salvare le persone, gli animali e la terra dal declino e in modo che il pianeta non muoia di sete”.

Sauberger ha voluto riprodurre le fasi naturali attraverso le quali passano gli elementi dell’acqua sorgiva. Realizzò il primo dispositivo di filtraggio intorno al 1930. Cominciò con l’acqua sterile del Danubio, aggiungendo piccole quantità di alcuni metalli, minerali e anidride carbonica, lasciando che la miscela fluisse con un movimento circolare a spirale nell’oscurità, lasciando che la sua temperatura scendesse. da “zero idrobiologico” (+4 gradi Celsius). Dopo un breve periodo di conservazione, ha aumentato lentamente la temperatura dell’acqua a +8 gradi Celsius. E poi l’acqua era pronta da bere.

Si sparse ovunque la voce che Sauberger potesse creare “acqua viva” e la gente venne a casa sua per provarla. I campioni sono stati inviati dagli scettici ai laboratori per l’analisi, dove è stato dimostrato che l’acqua del Sauberger non si distingueva affatto dall’acqua dolce della sorgente!

I piani di Sauberger per l’acqua potabile sicura includevano la riprogettazione delle condutture dell’acqua, ora realizzate con nuovi materiali. Era completamente contrario ai tubi di cemento e ferro, che non solo considerava particolarmente pericolosi, ma considerava cancerogeni! Il materiale inadatto del tubo ha causato il danneggiamento del tubo dalla grondaia continua, ma ha anche dato proprietà dannose all’acqua stessa.

Inoltre le pareti delle tubazioni dell’acqua potabile devono essere realizzate in modo tale da favorire il deflusso dell’acqua come avviene in Natura, ma la tubazione deve essere anche un cattivo conduttore di calore, come il legno buono e sano. Il legno sano e ben utilizzato è resistente nel tempo come il ferro. Inoltre, i tubi devono passare attraverso un terreno sabbioso soffice.

Se la grondaia è disposta in modo naturalmente corretto, sotto forma di doppia rotazione, proprio come nelle sorgenti e nei fiumi liberi, allora l’acqua che scorrerà nelle case delle persone sarà fresca, fresca, piena di energia – e conterrà poco gas. Inoltre, i batteri patogeni scompariranno all’interno di tali tubi. Una forma di queste pipe fu depositata nel 1934 e Sauberger ricevette il brevetto.

Le proposte del Dr. I sauberger per l’uso naturale dell’acqua erano considerati, paradossalmente, (perché?) Molto controversi negli ambienti ‘scientifici’:

1. L’acqua deve essere lasciata e matura nel proprio ambiente naturale che, tra le altre cose, presuppone una foresta sviluppata naturalmente, che contiene molte specie di alberi. Qualsiasi deviazione d’acqua in modo innaturale e qualsiasi distruzione della foresta deve cessare prima che sia troppo tardi.

2. Tutte le grondaie, dai piccoli ruscelli ai grandi fiumi, devono avere argini di alberi e arbusti per fornire ombra naturale.

3. Le strutture idrauliche devono essere in armonia con i bisogni dell’acqua e non devono modificare le sue forme naturali di movimento.

4. Le condutture dell’acqua – e tutti gli altri metodi di trasporto dell’acqua – devono essere progettati in modo tale e da tali materiali, in modo da promuovere la conservazione e lo sviluppo della speciale qualità biologica dell’acqua.

NUOVE FORME DI MOVIMENTO ED ENERGIA

Dott. Sauberger è stata anche coinvolta nella produzione di utili forme di energia. Attraverso osservazioni ed esperimenti, aveva identificato il contrasto tra i metodi della natura e la tecnologia degli esseri umani. Si convinse sempre più che la tecnologia umana avrebbe minacciato la vita del pianeta stesso, che vedeva come un enorme organismo vivente, su cui siamo i suoi microrganismi.

“Le locomotive e i motori a combustione interna – su cui si basa il mondo moderno – non funzionano nemmeno per il cinquanta per cento dell’attività richiesta. Più della metà dell’energia che usano viene distrutta o sprecata. Perché funzionano così male? La natura ci darà la risposta: perché usiamo la forma sbagliata di movimento? La forma di movimento che crea, sviluppa, purifica e cresce, è il “moto a spirale eccessivo”, che è esternamente centrifugo e si muove internamente verso il centro.

Lo troviamo nella Natura, nelle spirali delle nebulose spaziali, nel moto del nostro sistema solare, nella formazione della Galassia, nel flusso naturale dell’acqua, nella circolazione del sangue, nelle correnti d’aria. D’altra parte, la forma distruttiva e dissolvente del movimento in Natura ha la direzione opposta, dal centro verso l’esterno, verso la periferia in linee rette. Gli elementi sono costretti a spostarsi dal centro. Il mezzo prima si indebolisce, poi si dissolve e viene distrutto.

Il movimento rotatorio verso l’interno, eccessivo movimento a spirale, è sinonimo di calo di temperatura, contrazione, concentrazione. Il movimento inverso è sinonimo di aumento della temperatura, calore, espansione, espansione, esplosione. “Tutta la nostra tecnologia moderna si basa sull’idea del collasso, nel mezzo del calore, dell’accensione, dell’esplosione, dell’estensione”.

Sauberger ha concluso che i risultati dannosi e scarsi della tecnologia moderna derivano dalla resistenza della Natura al desiderio dell’uomo di distruzione e decadenza. I problemi delle alte temperature, della resistenza dell’aria, della barriera del suono, sono la conferma che l’uomo è sulla strada sbagliata. La tecnologia ci conduce alla morte. Rifiuti di carbone e petrolio, che hanno ruoli ecologici più importanti che bruciare in macchine stupide, che distruggono materiali, avvelenano e inquinano l’intero ambiente. Queste opinioni furono espresse da Sauberger negli anni ’30, quando nessuna grande catastrofe ecologica era ancora visibile all’orizzonte.

strength and toning equipment

Sauberger ha proposto un altro modo – un metodo biotecnologico – di produzione di energia. Un metodo che utilizzerà la forma cicloidale del moto, per la produzione positiva di energia dall’aria e dall’acqua. La disintegrazione dell’individuo e lo sviluppo dell’energia nucleare stanno portando il futuro delle nostre società alla distruzione totale.

“Le teorie di Einstein sull’acquisizione di energia mediante la disintegrazione dell’atomo sono un insulto alla Natura (p. Come lo stesso cretino Einstein, dopotutto). Possiamo utilizzare l’energia atomica attraverso la biotecnologia della fusione “

Viktor Schauberger voleva imitare la fusione della natura progettando macchine che chiamava “macchine di fusione”, che sosteneva fossero uniche perché non avevano bisogno di carburante.

“I sistemi distruttivi si basano su motori esplosivi. Ma i motori a fusione creano la propria fonte di energia, utilizzando l’uso diamagnetico di acqua e aria. Non hanno bisogno di carbone, petrolio, uranio o energia dalla decomposizione dell’atomo perché producono la propria energia (atomica) con mezzi biologici e in quantità inesauribile – e quasi a costo zero. L’ENERGIA può essere BIOELETTRICA, cioè distruttiva o BIOMAGNETICA, cioè ringiovanente “

Sauberger ha concentrato tutta la sua attenzione sulla costruzione di una macchina per produrre energia direttamente dall’acqua e dall’aria. Ha lavorato su questo nel 1932, insieme al Dr. Winter, un rinomato ingegnere di Vienna. Si sa che hanno realizzato due di questi modelli, uno dei quali è andato distrutto perché gettato sul soffitto del laboratorio. Non poteva controllare l’enorme quantità di energia che creava. Tuttavia, sappiamo che fece progetti per vascelli volanti che usassero la nuova energia!

Dal momento che non ha affidato a nessuno il metodo di costruzione e ha sperimentato da solo, i risultati ei dettagli di questa ricerca strana e promettente non sono noti. Oggi, nel 21 ° secolo, Viktor Schauberger è rivendicato ed è ora chiaro che le sue osservazioni, scoperte e proposte sono disperatamente importanti da ignorare.

Per ACQUA VIVA utilizzare Orgonodrome Drink Charger MWO

Dai vita all’acqua che usi, l’acqua che non è la fonte della vita, ma la vita stessa, con l’orgonite Orgonodrome Drink Charger MWO. L’unica orgonite che serve per la ricarica energetica dell’acqua che beviamo, con il potere dell’orgone. Posizionare la bottiglia d’acqua in bottiglia da 1,5 litri o una caraffa di vetro o plastica, mai di metallo, sopra. Il tempo di ricarica dell’acqua pulita va da dieci minuti a mezz’ora a seconda delle energie generali dello spazio in cui ti trovi.

* Il sapore dell’acqua diventa “più leggero”

* Neutralizza qualsiasi radioattività, varie sostanze chimiche in larga misura e si attiva, soprattutto se lo lasci per mezz’ora.

* La rifrazione cambia e la sua tendenza superficiale si riduce. Quando la tensione superficiale dell’acqua diminuisce, passa più facilmente alle cellule, trasferendo meglio i nutrienti e lo scambio di materia è più efficiente.

* Lenisce i dolori di stomaco.

* Attiva l’intestino, senza intestino vivo attivato non c’è serotonina

* Aiuta a perdere peso. Una buona qualità e quantità di acqua VIVA aiuta in qualsiasi dieta equilibrata.

* È benefico per il cuore. Uno studio recente ha dimostrato che il consumo di acqua VIVA può ridurre il rischio di infarto.

* È una fonte di energia OR, ma ovviamente solo acqua organizzata vivente. Se ti senti stanco, assonnato ed esausto senza una ragione apparente, questo potrebbe essere un segno che non stai bevendo abbastanza acqua o che l’acqua che stai bevendo non è nemmeno pulita, figuriamoci viva. La stanchezza è un classico sintomo di disidratazione. Assicurati che quest’acqua sia orgonizzata, cioè VIVA, per godere dei benefici dell’orgone allo stesso tempo dei benefici dell’acqua.

* Purifica tutto il corpo dalle tossine. Circa il 70-80% del nostro cervello è costituito da acqua. Quindi non ci vuole molta mente per capire che la disidratazione influisce negativamente sul cervello e quindi sulla nostra psicologia. Tra le altre cose, la mancanza di acqua viva causa stress.

* Aiuta in modo benefico nell’attività. L’esercizio richiede molta acqua viva, prima, durante e dopo. L’acqua Orgone previene i crampi muscolari e lubrifica le articolazioni del corpo. Quando sei ben idratato, puoi fare esercizio più intensamente e più a lungo. Porta sempre con te una bottiglia di acqua viva sul Drink Charger MWO per circa 20 minuti.

Fully Teledildonic Male Masturbator by Kiiroo together with Fleshlight

* È benefico per la pelle. Dona lucentezza e chiarezza. È stato anche dimostrato che migliora la condizione delle unghie. Il tuo dietologo ti grida di bere più acqua (ma non ti parla dell’acqua VIVA) come fa la tua estetista. Dopotutto, come ti spiegano costantemente, l’acqua pulita ti aiuta a perdere peso provocando l’eliminazione delle tossine, mantiene la pelle fresca e pulita e contribuisce anche a una buona funzione renale. Quindi, tieni sempre una bottiglia d’acqua sul Drink Charger MWO in ufficio da bere inconsciamente senza rendertene conto.

* Bilancia l’odore “pesante” del periodo mestruale. Molte volte, soprattutto nel mezzo del periodo mestruale, il corpo acquisisce un odore strano e abbastanza “pesante” che non si copre nemmeno con il deodorante più pesante. Questo odore “pesante” del corpo è causato dalle ghiandole sensibili situate sotto le ascelle e l’inguine che rilasciano il feromone dell’ormone sessuale. Questi ormoni si sviluppano durante l’adolescenza e secernono un grasso appiccicoso, che sebbene non visibile viene secreto nella pelle.

* È terapeutico per mal di testa e svenimenti. Uno dei sintomi della disidratazione è il mal di testa. Certo le cause sono molte e di solito iniziano dallo stomaco e dall’intestino, ma la disidratazione è una delle classiche e comuni. Abbiamo già detto che circa il 70-80% del nostro cervello è costituito da acqua.

* Riduce il rischio di calcoli renali. Secondo gli esperti, il motivo principale è che le persone, compresi i bambini, hanno smesso di bere abbastanza acqua. L’acqua diluisce i sali e i minerali nelle urine, che formano i cristalli solidi che chiamiamo calcoli renali. Riduci il rischio di calcoli renali bevendo molta acqua pulita e VIVA.

* Non dimenticare di bere acqua orgonica PRIMA della sete! La sensazione di sete è un indicatore ritardato della disidratazione, che si manifesta quando le cellule soffrono già di mancanza di liquidi, consumo eccessivo di caffè e cibi dolci e salati. Sappiamo cosa fa l’acqua giusta al nostro corpo.

* Pulisci contemporaneamente l’acqua dalle radiazioni elettromagnetiche e dagli ANIMALI, posizionando un caricatore per bevande MWO davanti al computer.

* Funziona come un grande orgone spaziale, come una piramide della stessa dimensione.

Fonte: http://www.orgonodrome.gr

Il Vero Potere dell'AcquaVoto medio su 6 recensioni: Da non perdere
€ 19,90

Piramide in Orgonite e Shungite - Blue Sky NatureVoto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 0,00

L'Acqua che GuarisceVoto medio su 9 recensioni: Da non perdere
€ 19,90

Puoi risparmiare  1,00 Euro al mese per supportare i media indipendenti

A differenza della Rai, Mediset o Sky, NON siamo finanziati da Benetton, Bill & Melinda Gates o da altre ONG o governi. Quindi alcune monete nel nostro barattolo per aiutarci ad andare avanti sono sempre apprezzate

Codice JTR Bitcoin :

 bc1qkspp89dl7ywl4v4ngdz6h0nrzfrt850anlgpll 

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code