toba60

Informatore CDC fa Rivelazioni Shock: “I Vaccini non Sono Mai Stati Pensati per Fermare il Covid-19”

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

In rete si legge di tutto, ma mai come ora si aprono infinite praterie di persone direttamente coinvolte nella truffa del Covid che inizia a parlare.

Eppure alla luce di quelli che sono stati gli sviluppi mondiali non era difficile capire che tutto era una autentica messa in scena che in definitiva ha mietuto si un gran numero di morti, ma per le conseguenze adottate per far fronte a questa influenza stagionale chiamata covid che perdura oramai da due anni ……forse!

Toba60

Informatore CDC fa Rivelazioni Shock

“Le attuali vaccinazioni contro il Covid-19 non sono più efficaci nel prevenire il Covid di quanto il Viagra lo sia nel prevenire che una persona prenda il comune raffreddore”, sono state le parole dette a Real Raw News da un ex scienziato ricercatore del CDC che in ottobre è stato licenziato per aver messo in discussione il protocollo dell’agenzia.

La fonte, che chiameremo Larry per proteggere il suo anonimato, aveva lavorato per l’agenzia finanziata dallo Stato profondo per 12 anni ed era responsabile della cura dei rapporti di prova dei vaccini che Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson avevano inviato al CDC per l’analisi e la registrazione.

Era chiaro fin dall’inizio, ha detto, che l’intento del CDC era quello di seppellire o travisare i rapporti sulle reazioni avverse, mentre si faceva pressione sulla Covid-19 Task Force di Trump per fargli credere che i risultati degli studi clinici, che Big Pharma falsificava, mostravano un’efficacia >95% nel prevenire che una persona contraesse il virus della Cina. Big Pharma ha iniettato collettivamente l’iniezione del coagulo nelle braccia di 50.000 partecipanti agli studi clinici; altri 47.000 hanno ricevuto dei placebo. Il due per cento un numero allarmante dei 50.000 ha sviluppato gravi reazioni avverse che includono miocardite e pericardite entro 21 giorni dall’aver ricevuto il primo o il secondo jab.

Inoltre, l’85% dei partecipanti al trial che hanno ricevuto il farmaco e sono stati intenzionalmente esposti alla Sars-Cov2 sono risultati positivi al Covid-19 entro 4-14 giorni dall’esposizione al virus. In breve, le vaccinazioni sembravano proteggere solo il 15% dei destinatari.

“Il livello di inganno è scioccante.

Ma il fatto è che non possiamo nemmeno fidarci della cifra del 15%, perché con ogni malattia, un segmento della popolazione avrà un’immunità intrinseca o naturale. Lo abbiamo visto con il vaiolo, la poliomielite e persino l’ebola. Alcune persone hanno una resistenza biologica.

È del tutto possibile che il 5%, il 10% o anche il 15% siano immuni alla Sars-Cov2. È importante notare che Big Pharma, il CDC e il NIH operano praticamente come un’unica entità. Ci sono dentro tutti insieme. Così, quando il CDC ha ricevuto le statistiche della sperimentazione, hanno dovuto confonderle. Quale persona sana di mente rischierebbe di prendere un vaccino che causa malattie e forse un 15% di possibilità di proteggere contro una malattia con meno dell’1% di mortalità”, ha detto Larry.

“Il CDC sapeva fin dall’inizio, dall’epidemia in Italia, che il Covid-19 non ammalava gravemente le persone che sono generalmente sane. Semplicemente non succedeva. Alcuni hanno mostrato i sintomi dell’influenza o della bronchite, ma sono stati brevi e non pericolosi per la vita”, ha aggiunto Larry.

Prima della genesi della mal concepita Operazione Warp Speed di Trump, i membri del CDC, NIH, FDA e Big Pharma tenevano abitualmente riunioni clandestine per discutere i modi per ingannare un pubblico potenzialmente diffidente ad accettare una narrazione fittizia – vaccinarsi o morire – ideata prima che le prove sui vaccini fossero completate.

Ha ricordato di aver visto un memo interno del CDC datato 5 maggio 2020. Sosteneva che le prove cliniche di fase 3 del vaccino mRNA-1273 Covid-19 di Moderna avevano dimostrato inconfutabilmente che il prodotto era efficace al ~93,7%. La nostra fonte ha notato, tuttavia, che Moderna non aveva iniziato le prove di fase 3 fino al 27 luglio 2020, e che ha completato nell’ottobre dello stesso anno. Quindi, il CDC e/o Big Pharma avevano arbitrariamente fabbricato l’efficacia del farmaco molto prima che gli studi clinici fossero finiti.

“Credo che il memorandum sia stato ampiamente diffuso per errore, perché è sparito dai server del CDC il giorno dopo. È mia opinione che c’è stato uno sforzo collaborativo per pompare quel veleno in quanta più gente possibile, indipendentemente da quanto sia efficace. In questo momento, la maggior parte delle persone ricoverate ha avuto uno, due o tre colpi. Ci sono più vaccinati che non vaccinati negli ospedali. Questo è eloquente.

I vaccini non sono mai stati pensati per fermare il Covid-19″, ha detto Larry.

Mike Baxter

Fonte: realrawnews.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code