toba60

La Microbiologa Ceca Soňa Peková: Ogni Ondata è stata Causata da un Virus Diverso, Nuovo, e non ha Nulla a che Fare con la Sorgente (Virus), che è Scomparsa

Seguite attentamente quello che dice questa ricercatrice Ceca, e’ quello che tutti sanno ma che nessuno vuole ammettere ….insomma la Nuova Normalitá

Toba60

Ogni Ondata è stata Causata da un Virus Diverso, Nuovo, e non ha Nulla a che Fare con la Sorgente

La microbiologa ceca Soňa Peková ha affermato in un’intervista che il ceppo di coronavirus che ha causato la seconda e la terza ondata è stato creato artificialmente. Secondo lei, il vaccino COVID-19 potrebbe non funzionare per la mutazione del coronavirus britannico, ed è incerto cosa farà il vaccino tra cinque o dieci anni. Ha anche ammesso che non avrebbe vaccinato.

La microbiologa ceca Soňa Peková ha detto in un’intervista per Reflex e ripresa dall’edizione ceca della CNN:

“Non credo che il vaccino possa funzionare. È stato sviluppato contro qualcosa che qui non esiste più”. Alcuni dicono che il loro vaccino funzionerà per il ceppo britannico, ma oso dubitarne”.

“Questo si basa principalmente sul numero di mutazioni significative portate da questo ceppo britannico e sull’eterogeneità (diversità di sequenza) che esiste tra i ceppi. I vaccini che già esistono possono avere un problema con i ceppi che attualmente circolano qui”.

Capisce che le aziende farmaceutiche stanno perdendo molto sangue e hanno bisogno di un ritorno sugli investimenti. Ha anche detto che non c’è abbastanza esperienza in medicina con i vaccini geneticamente modificati in un design così rivoluzionario come i vaccini contro il coronavirus.

“Non conosciamo il loro profilo di sicurezza a lungo termine. Non avrei paura degli effetti immediati, avrei paura degli effetti che potrebbero verificarsi tra cinque o dieci anni. Se qualcuno ha 30 anni, può essere un rischio. Non mi farei vaccinare”, ha detto il microbiologo.

Secondo lei, ciò che è circolato e circola in autunno e in inverno sono altri ceppi, altri virus che non sono discendenti di quello primaverile (virus).

Secondo lei, ogni ondata è stata causata da un virus diverso, nuovo, e non ha nulla a che fare con la sorgente (virus), che è scomparsa. E la mutazione britannica è già il quarto ceppo consecutivo.

“Il virus primaverile è stato il primo, il secondo a settembre, il terzo a dicembre e il nuovo, quello britannico, è il quarto. Esagererei quasi se dicessi che finora è stato SARS-CoV-2 in primavera, SARS-CoV-3 a settembre e SARS-CoV-4 a dicembre”.

“E la mutazione britannica dovrebbe essere chiamata SARS-CoV-5. Ogni onda si comporta clinicamente un po’ diversamente, il virus ha un genoma diverso, un programma diverso, secondo il quale è scritto”, ha specificato Peková.

“Se la seconda o terza ondata provenisse dalla prima ondata, vedremmo le mutazioni che il virus ha acquisito nel tempo nei virus della seconda e terza ondata. Ma non è questo il caso. Non ho idea da dove vengano”, ha detto Peková.

“Ma è un’altra cosa. E non so da dove viene la grotta da cui volano”, ha detto la microbiologa, che ha aggiunto che i virus sono modificati artificialmente, secondo lei.

“Il mio messaggio non è cambiato dalla primavera: trovare la caverna da cui vola, chiuderla, far chiudere i suoi impiegati e la sua gestione. Molti dicono che dovremmo prepararci per un’altra pandemia. Mio Dio, non è possibile. Questo non dovrebbe costituire un precedente”, ha detto Peková in un’intervista.

Allo stesso tempo, ha aggiunto che il virus non si comporta affatto come gli isolati naturali.

“Va oltre qualsiasi cosa che abbiamo visto. Viene da un pipistrello ed è modificato per infettare gli esseri umani”, ha detto Peková.

“Siamo vigili, continuiamo a testare e oggettivare ciò che sta succedendo esattamente in ogni momento”, ha sottolineato il microbiologo.

Le autorità cinesi hanno cancellato 300 studi di Shi Zhengli dal laboratorio top-secret di Wuhan legato alle origini del COVID-19. I dettagli di più di 300 studi, tra cui molti che indagano sulle malattie che passano dagli animali all’uomo, non sono più disponibili.

L’anno scorso, il gruppo mediatico Caixin, con sede a Pechino, ha pubblicato un rapporto scioccante secondo cui la commissione sanitaria e medica della provincia di Hubei aveva ordinato la distruzione di campioni di coronavirus.

Cinque anni fa, la Rai – Radiotelevisione Italiana, ha esposto questi esperimenti cinesi con i virus.

Il video, trasmesso nel novembre 2015, mostrava scienziati cinesi che conducevano esperimenti biologici con un virus legato alla SARS che si credeva fosse il Coronavirus, derivato da pipistrelli e topi, chiedendosi se valeva la pena rischiare per modificare il virus e renderlo compatibile con gli organismi umani.

La persona che ha coperto questi esperimenti biologici e ha orchestrato il mito dell’origine naturale del COVID-19 è Peter Daszak, il presidente della EcoHealth Alliance.

Le e-mail ottenute da U.S. Right to Know mostrano che una dichiarazione su The Lancet, scritta da 27 eminenti scienziati della salute pubblica che condanna “le teorie di cospirazione che suggeriscono che il COVID-19 non ha origine naturale” è stata organizzata dai dipendenti di EcoHealth Alliance.

Fonte: alertadigital.com

Abbiamo  bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per  finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.  

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code