toba60

Le Folli Assurdità dei Media sul Covid-19 Smentiti Dalla Scienza

E’ doveroso come sempre da parte mia avvisare i lettori a non condividere questo articolo su Facebook, pena il blocco dell’account, è già avvenuto con molti utenti nei miei articoli precedenti , meglio farlo su Vk Social o MeWe per essere sicuri.

In rete le notizie ad effetto che dicono tutto per non dire in definitiva nulla sono l’ordine del giorno, non dimentichiamo che pure una notizia autentica posta nel modo adeguato, può diventare uno strumento per confondere le idee del lettore.

Quello che avrete modo di leggere ora non e’ un resoconto stilato da improvvisati virologi medici, scienziati o quant’altro, ma dalle migliori strutture al mondo nel settore della ricerca, mi sono preso la briga di inserire a fondo pagina ogni riferimento, in modo che ognuno di voi possa approfondire quanto si sconvolgente avrà modo di constatare in prima persona.

Per quanto il testo sia intriso di termini molto tecnici, e’ estremamente chiaro e intuitivo ogni significato insito nel suo contenuto.

E’ una pietra miliare nel settore dell’informazione che e’ bene condividiate con quante più persone possibili affinché chiunque non possa dire un giorno ………

non lo sapevo!

Toba60

Il Virus Fantasma

”Nature Afferma”con Certezza! Non e’ Dimostrabile che la SARS-CoV-2 viene Trasmessa per via Aerea

Sta diventando sempre più ovvio su quali gambe di legno si basa la narrazione, che ruota attorno a SARS-CoV-2 e alle sue mutazioni.

Può esserci così tanto fumo senza fuoco?

A volte può. Soprattutto quando soffia molto vento sui media. Né il Robert Koch Institute né le autorità sanitarie di molti altri paesi possono fornire chiaramente prove conclusive che un nuovo virus chiamato SARS-CoV-2 è in realtà “infestato”, che viene trasmesso in molti modi che indicano che sta accadendo e che le procedure di prova standard possono determinarlo senza dubbio. Questo di per sé trasforma la discussione sulle mutazioni pericolose del virus in un’irresponsabile assunzione di rischi e i cosiddetti test SARS-CoV-2-PCR alla fine diventano uno strumento inutile.

Alla domanda su uno studio che mostra l’isolamento e la completa eliminazione delle particelle dichiarate essere il coronavirus SARS di tipo 2 (SARS-CoV-2), Michael Laue del Robert Koch Institute (RKI) in Germania, uno dei più importanti al mondo e sostenitori della dottrina ufficiale per COVID-19 diceva:
“Non conosco nessun lavoro dove e’ stato purificato e ‘isolato SARS-CoV-2”. Questo è più che notevole, soprattutto perché Laue aggiunge di essere “certo che il virus che si moltiplica nella coltura cellulare è completamente eliminato per determinati test”. Con questa dichiarazione, conferma esplicitamente l’importanza di un’accurata pulizia delle particelle per essere in grado di rilevare i virus. Ma questa pulizia non è stata fatta da nessuna parte.

L’accettazione da parte di Laue, che dirige la Divisione Special Light and Electron Microscopy presso RKI , corrisponde anche alle dichiarazioni che abbiamo pubblicato nel nostro articolo “I test COVID-19 PCR sono scientificamente privi di significato” di Off Guardian il 27 giugno , 2020 in tedesco da Rubikon l’11 luglio 2020 e in greco “Nessuna prova che l’RNA della nuova corona sia di origine virale?”. In questo articolo siamo stati i primi al mondo a spiegare in dettaglio perché i presunti test PCR SARS-CoV-2 sono inutili per diagnosticare un’infezione virale.

Naturalmente, alcuni avevano “inventato” il termine virus fantasma prima, da marzo 2020.

Il virus fantasma della famiglia della farmacopea causa la farmacopea.

Uno dei punti chiave della nostra analisi è stato che gli autori dello studio che affermano di aver dimostrato che SARS-CoV-2 è un virus nuovo e potenzialmente mortale non hanno il diritto di rivendicare “isolamento” dal cosiddetto SARS-CoV-2 – soprattutto perché in realtà questi studi non sono stati in grado di isolare e pulire completamente le particelle che dovrebbero essere virus.

Ciò è confermato dalle risposte corrispondenti che abbiamo ricevuto dagli autori di studi pertinenti e le abbiamo elencate in una tabella nel nostro articolo. Tra questi c’è la risposta del team cinese Na Zhu, il cui lavoro può essere descritto come il più importante in relazione all’affermazione secondo cui SARS-CoV-2 è stato rilevato come virus e pubblicato il 20 febbraio 2020 in uno dei più importanti riviste specializzate, il New England Journal of Medicine. Nel frattempo, un altro gruppo di ricerca – uno australiano – ci ha ammesso di non aver “pulito” le particelle.

Invana ricerca: il virus SARS-CoV-2


Inoltre, Christine Massey, una ricercatrice biostatistica canadese sul cancro, e il suo collega neozelandese Michael Speth, nonché molte persone in tutto il mondo, la maggior parte delle quali preferisce rimanere anonime, hanno scoperto l’incredibile. Ad esempio, ai sensi del Freedom of Information Act (FOIA), hanno chiesto a dozzine di autorità sanitarie e istituzioni scientifiche, nonché a una manciata di istituzioni politiche in tutto il mondo, di inviare loro i file che risultano nell’isolamento di una SARS- Virus CoV-2 da un campione non modificato di una persona malata.

Hanno ricevuto un totale di 46 risposte, ma nessuno è stato in grado di fornire o citare un set di dati che descriva l’isolamento “SARS-CoV-2”. Il Ministero della Salute tedesco ha completamente ignorato la nostra richiesta di FOIA.

L’uomo d’affari tedesco Samuel Eckert ha chiesto alle autorità sanitarie di varie città come Monaco, Düsseldorf e Zurigo lo studio in cui il SARS-CoV-2 segnalato è stato isolato e completamente pulito. Ma anche oggi non ha ricevuto uno studio del genere.

Grandi premi in denaro per la prova dell’isolamento e della causalità
Samuel Eckert aveva persino promesso a Christian Drosten più di 230.000 euro se avesse potuto presentare estratti da pubblicazioni che dimostrassero scientificamente il processo di isolamento della SARS-CoV-2 e della sua sostanza genetica. Tuttavia, la scadenza, il 31 dicembre 2020, è scaduta senza che Drosten contattasse Eckert (10). (I 230.000 sono una fetta di fronte a ciò che il grande filantropo dà alla Fondazione Drosten e molto probabilmente a se stesso.)

La regina del nido di vespe NTROSTEN e come le vespe hanno dominato il mondo .

L’incontro CDU / CSU nel maggio 2019 prima dell’EVENTO 201 ha avuto un significato più profondo. Tedros, Wieler (RKI), Drosten, Bill & Melinda Gates Foundation, Wellcome Trust, Merkel, Spahn non hanno discusso solo di “Biosicurezza e vaccini” …

Il premio in denaro è stato rinnovato a coloro che potranno presentare estratti di testo da pubblicazioni che dimostrano scientificamente il processo di isolamento della SARS-CoV-2 e della sua sostanza genetica.

LA NOSTRA MISSIONE:

Se un post non può essere presentato, è necessario eseguire esperimenti di controllo e allineamento critico con noi e con l’individuo.
Quando qualcuno o qualcuno sarà in grado di soddisfare la nostra richiesta quando questo avviene da un esperimento congiunto o presentando un post la persona riceverà l’importo incluso in questo gruppo più 225.000 euro.

Un altro termine, sempre il 31 dicembre, è scaduto senza che fossero stati presentati i documenti richiesti. In questo caso, il giornalista tedesco Hans Tolzen ha offerto una ricompensa di 100.000 euro per coloro che possono presentare una pubblicazione scientifica che descrive specificamente un tentativo riuscito di infezione da parte di questo particolare SARS-CoV-2. Il tentativo di contaminazione deve aver portato in modo affidabile a malattie respiratorie nei soggetti del test.

Il cambiamento nella dimensione delle particelle porta all’assurdità anche l’ipotesi del virus.


Recentemente, la popolazione mondiale è stata spaventata dalle segnalazioni di presunte mutazioni varianti di “SARS-CoV-2”. Ma anche queste storie dell’orrore non sono basate su una scienza solida. Innanzitutto, non è possibile identificare una variante di un virus a meno che non si sia completamente isolato l’originale. In secondo luogo, è stato a lungo dalla parte ortodossa che ci sono decine di migliaia di presunti nuovi ceppi di virus che sono stati trovati in tutto il mondo dallo scorso inverno.

In effetti, il cosiddetto database dei virus GISAID contiene ora più di 450.000 sequenze genetiche diverse che si dice rappresentino una variante di SARS-CoV-2. Affermare ora che all’improvviso ci sono nuove mutazioni o varianti di virus è una sciocchezza anche dal punto di vista della ricerca ortodossa sui virus, principalmente perché dice sì, i virus sono in costante mutamento. Pertanto, possono costantemente affermare di aver trovato nuovi dirigenti e quindi perpetuare la paura.

Questa tattica dell’orrore è ancora più assurda se si guardano le immagini al microscopio elettronico stampate negli studi pertinenti.

Questi indicano particelle che dovrebbero rappresentare SARS-CoV-2. Ciò che è inizialmente certo, tuttavia, è che queste immagini mostrano particelle di dimensioni molto variabili. In questo studio del gruppo Zhu, ad esempio, la larghezza di banda varia da 60 a 140 nanometri (un nanometro è un miliardesimo di metro; l’abbreviazione è “nm”) . Ma un virus particolare che ha una variazione di dimensioni così grandi potrebbe non esistere effettivamente.

Potrebbe essere corretto affermare che i virus hanno un intervallo di dimensioni totali compreso tra 60 e 140 nm. Ad esempio, si potrebbe dire dell’essere umano adulto che la sua taglia – con poche eccezioni – è compresa tra circa 1,50 me 2,20 m. Ma per affermare che un virus particolare, in questo caso SARS-CoV-2, di dimensioni così grandi, vorrei affermare che gli adulti di un tipo molto specifico di persona, ad esempio di un piccolo gruppo etnico, sono alti da 1,50 a 2,20 m. Ma una tale gamma è semplicemente assurda.

Si potrebbe sostenere che i virus non sono esseri umani. Ma ricorda, anche secondo la virologia consolidata, ogni virus ha una struttura abbastanza stabile. Per l’HIV, ad esempio, viene assegnato un “diametro di circa 120 nm”, come dice Wikipedia Con SARS-CoV-2, invece, si crede di poter ottenere una grande libertà nel definirne le dimensioni. Questo rende anche chiaro che tutto qui è ancora più arbitrario di quanto non sia già nel caso della virologia.

Il tutto arriva al punto in cui persino Wikipedia ha drasticamente cambiato il suo testo su questo presunto nuovo coronavirus. Qualche mese fa, ad esempio, qualcuno ha letto nell’enciclopedia online che il diametro medio delle particelle SARS-CoV sarebbe di circa 125 nm. Ma qualche tempo dopo, è stato improvvisamente riferito che “ogni virus SARS-CoV-2 ha un diametro da circa 50 a 200 nm”, ovvero i limiti superiore e inferiore sono in un rapporto di 4 a 1. Quanto è assurdo diventa evidente se lo porti il ​​rapporto di 4 a 1 in altri esseri, ad esempio negli adulti di un certo gruppo etnico. Questi avranno quindi un intervallo di dimensioni, ad esempio, da 1,30 a 5,20 metri.

Che ciò che viene trasmesso come SARS-CoV-2 non sia un virus, ma particelle di ogni tipo, è evidente anche dalle immagini al microscopio elettronico presentate negli studi. Di seguito sono riportate due immagini dallo studio di cui sotto di Zhu et al.

Se lo misuri con un dispositivo di misurazione delle dimensioni dello schermo (FreeRuler), il risultato è il seguente: Le particelle mostrate nell’immagine a sinistra dovrebbero mostrare SARS-CoV-2 ogni metro a circa 100 nm o su una scala di 100 nm. Se invece guardi l’immagine a destra, in cui le particelle mostrate dalle frecce dovrebbero essere anche virus SARS-CoV-2, queste particelle – misurate su una scala di 1 micrometro (1.000 nm) – sono di dimensioni completamente diverse.

Le particelle nell’immagine a destra, evidenziate dalle frecce nere, rappresentano le vescicole – e devono quindi contenere i virus evidenziati dalle frecce colorate. Se si misurano alcune di queste particelle nelle vescicole, il risultato è che la particella più grande nella vescicola centrale misura quasi 52 nm, che è inferiore alla larghezza di banda da 60 a 140 nm suggerita da Zhu et al. lo stesso vale per la particella immediatamente alla sua destra, poiché misura circa 57,5 ​​nm. Al contrario, la particella più grande al centro della vescicola inferiore (freccia gialla) misura circa 73,7 nm, quindi è all’interno dell’ampio intervallo di Zhu et al. Nella vescicola inferiore sinistra, d’altra parte, la particella più grande misura 155,6 nm,che è maggiore dei 140 nm che Zhu ei suoi colleghi indicano come limite massimo.

Nel frattempo, ci sono ulteriori prove evidenti che le particelle note come SARS-CoV-2 sono in realtà queste particelle innocue o addirittura benefiche chiamate “vescicole extracellulari” (EV). Questi variano notevolmente in dimensioni, tra 20 e 10.000 nm, ma la maggior parte misura tra 20 nm e 200 nm. Una sottocategoria di questi veicoli elettrici è extracorporea. Questi sono prodotti dalle nostre cellule, contengono acidi nucleici, lipidi e proteine ​​e sono coinvolti in varie attività benefiche per il nostro corpo, incluso il trasporto di molecole immunitarie e cellule staminali e l’eliminazione dei detriti cellulari.

Gli extracorporei possono essere la maggior parte dei veicoli elettrici. Sebbene pochissimi abbiano sentito parlare di queste particelle benefiche, sono state oggetto di ricerca da oltre 50 anni. E la letteratura scientifica ne è piena.

Se cerchi il termine “esosoma” in PubMed, troverai più di 14.000 studi!

I veicoli elettrici e gli extraterrestri non possono essere discussi in dettaglio a questo punto, ma è importante rendersi conto che sono quasi indistinguibili da ciò che affermano di essere virus. E alcuni scienziati hanno persino suggerito che quello che viene definito un pericoloso virus SARS-CoV-2 in realtà non è altro che un utile esosoma. Ciò è indicato, ad esempio, dalle immagini al microscopio elettronico (17).

Come mostrato nelle due immagini sottostanti, il più grande degli extraterrestri (immagine a sinistra) ha le stesse dimensioni e struttura del presunto SARS-CoV-2 (immagine a destra). Sarebbe quindi perfettamente ragionevole concludere che le particelle contenute nel grande “mare” di un campione di fluido di un paziente COVID-19 (esattamente: nel surnatante, in inglese surnatanti, il liquido bronchiale del paziente) e SARS-CoV -2 devono essere extraterrestri.

Esosomi (a sinistra) Rivendicazione SARS-CoV-2 (a destra)

Perché è impossibile rilevare i virus senza la completa purificazione delle particelle


In una coltura cellulare con innumerevoli particelle altamente simili, la completa purificazione delle particelle deve logicamente essere il primo passo per poter effettivamente definire le presunte particelle come virus. Oltre alla pulizia delle particelle, ovviamente, deve essere anche pienamente dimostrato che le particelle possono causare determinate malattie in condizioni reali e non solo di laboratorio. Ma da nessuna parte è stata fatta una tale “pulizia” delle particelle. Come si può concludere che l’RNA ottenuto sia un genoma virale?

E come può tale RNA essere utilizzato in generale per diagnosticare una nuova infezione da virus, sia mediante test PCR che con altri metodi?

Abbiamo posto queste due domande a molti rappresentanti della narrativa ufficiale di Corona in tutto il mondo, ma nessuno è stato in grado di rispondere.

L’affermazione che le sequenze del gene RNA ottenute dagli scienziati da campioni di tessuto preparati in studi in vitro e in vitro, in cui i cosiddetti test SARS-CoV-2 RT-PCR sono stati finalmente “calibrati”, un nuovo virus patogeno chiamato SARS -CoV-2 – basato dovrebbe essere ribadito – esclusivamente sulla fede e non sui fatti.

In questo contesto, vale la pena ricordare quello che hanno fatto tutti i ricercatori che affermano di aver isolato SARS-CoV-2 e che alla fine lo hanno rilevato come un virus “cattivo”, invece di una pulizia completa delle particelle “pulita”: “Gli scienziati hanno prelevato dei campioni dalla gola o dai polmoni del paziente sono stati ultracentrifugati (ad alta velocità) in modo da separare le molecole più grandi / pesanti da quelle più piccole / leggere e quindi “rimuovere” il surnatante, cioè la parte superiore del materiale centrifugo.

E questo è esattamente ciò che chiamano “isolamento” a cui poi applicano il test PCR. Ma questo supernatante contiene tutti i tipi di molecole, miliardi di diverse micro e nanoparticelle, inclusi i veicoli elettrici menzionati e gli extracorporei, che, come ho detto, “Oggi è quasi impossibile inviare la separazione di veicoli elettrici e virus utilizzando metodi normali di isolamento delle vescicole, come l’ipercentrifugazione differenziale, poiché spesso si uniscono a causa delle loro dimensioni simili”, afferma lo studio “Il ruolo delle vescicole extracellulari come alleate” HIV, HCV and SARS ”pubblicato sulla rivista Viruses nel maggio 2020 (18).

Gli scienziati quindi “creano” semplicemente il virus usando la PCR. Per fare ciò, usano i cosiddetti primer, cioè sequenze geniche esistenti che sono disponibili nelle banche genetiche. Quindi modificano questi primer sulla base di stime puramente ipotetiche e infine li portano a contatto con il brodo surnatante fino a quando si legano a un RNA nel brodo. Quindi convertono l’RNA “catturato” in DNA artificiale o complementare (cDNA) con l’aiuto dell’enzima trascrittasi inversa, perché solo allora può essere elaborato mediante PCR e replicato con un certo numero di cicli CTR PCR.

Ogni ciclo raddoppia la quantità di DNA e più cicli sono necessari per produrre abbastanza materiale che trasporta virus, minore è l’affidabilità della PCR, ovvero, meno si può fare qualsiasi cosa usando la PCR. “Per ottenere qualcosa di utile” dal brodo surnatante. Infine, si può affermare che il risultato tende ad avere senso se richiede più di 25 cicli di PCR e la maggior parte, se non tutti, i test o i protocolli PCR attualmente in uso utilizzano più di 25 cicli. Di solito anche da 35 a 45, di cui abbiamo anche discusso in modo più dettagliato nel nostro primo articolo sull’argomento.

A peggiorare le cose, ogni primer è composto da 18 a 24 basi (nucleotidi). Il virus SARS-CoV-2, d’altra parte, sarebbe composto da 30.000 basi. Il primer quindi non rappresenta nemmeno lo 0,1 per cento del genoma del virus. Questo rende ancora più facile trovare il virus che stai cercando in un mare di miliardi di particelle molto simili. Ciò riduce anche significativamente la probabilità che la sequenza genica “catturata” utilizzando i primer sia specifica per il virus putativo.

Soprattutto perché si dice che il virus che i ricercatori stanno cercando è nuovo. Pertanto, semplicemente non esistono primer genetici già pronti che corrispondono esattamente al nuovo virus che affermano. Pertanto, i ricercatori stanno semplicemente ottenendo trigger che ritengono siano più o meno vicini alla struttura del sospetto nuovo virus. Ma questa è sicuramente solo una supposizione. E quando “immergi” i primer nel brodo supernatante, possono eventualmente legarsi a uno qualsiasi dei miliardi di molecole che contiene.

Di conseguenza, gli scienziati non hanno modo di sapere se ciò che hanno creato in questo modo appartiene al virus che stanno cercando. In effetti, è una nuova creazione dei ricercatori che chiamano semplicemente SARS-CoV-2.

Il presunto genoma del virus è solo un puzzle artificiale del computer
, quindi SARS-CoV-2 è “assemblato” sul computer.
Esperti come il medico californiano Thomas Cowan lo definiscono una “truffa scientifica”. Cowan scrive il 15 ottobre 2020: “Questa settimana la mia collega e amica Sally Fallon Morell ha attirato la mia attenzione su un fantastico articolo del CDC pubblicato nel giugno 2020 . Lo scopo dell’articolo era che un team di circa 20 virologi descrivesse lo stato dell’arte riguardo l’isolamento, la purificazione e le proprietà biologiche del nuovo virus SARS-CoV-2 e condividesse queste informazioni con altri scienziati per la propria ricerca. . Una lettura approfondita e attenta di questo importante studio rivela alcuni risultati scioccanti. «

La sezione “Full Genome Sequence” dell’articolo mostra che il CDC non ha isolato il virus e non ha sequenziato il suo genoma completo da un’estremità all’altra, ma ha creato il genoma in base alla sequenza di riferimento del coronavirus (numero di accesso Genbank NC045512). “Per me, questo passaggio della creazione di computer è una truffa scientifica”, ha detto Cowan.

“Sarebbe come se i ricercatori trovassero un pezzo di zoccolo, un capello da una coda e un pezzo di corno e poi concludessero di aver scoperto un unicorno. Hanno quindi inserito queste informazioni in un computer e l’hanno programmato per ricreare l’unicorno. E poi affermano che questa copia sul computer è il vero unicorno. Naturalmente, gli scienziati non avevano mai visto un unicorno, quindi era impossibile studiarne il profilo genetico per confrontare i suoi esemplari con i capelli, gli zoccoli e il corno dell’unicorno. «

Alla fine, i ricercatori non hanno analizzato l’intero genoma del presunto virus, ma hanno semplicemente preso alcune sequenze trovate nelle colture, sostenendo che appartenevano a un nuovo virus specifico senza alcuna prova e hanno creato una sorta di puzzle genetico al computer basato su queste presunte sequenze, il virus, assemblò il genoma. che dovrebbe rappresentare l’intero genoma del nuovo virus. “Usano la modellazione al computer per creare effettivamente un genoma da zero”, afferma il biologo molecolare Andrew Kaufman (21, 22).

In questo contesto, non sorprende che uno dei primer nel test PCR sviluppato dall’Istituto Pasteur corrisponda esattamente a una sequenza sul cromosoma 8 del genoma umano.

Nessun dato aereo


Sfortunatamente, i responsabili delle decisioni non sono consapevoli di tutto questo. E per fermare la diffusione di un presunto nuovo virus, le popolazioni sono costrette a esercitare varie forme di distanza sociale e indossare copri naso e bocca in tutti i luoghi possibili. Ciò si basa sull’idea che i virus, e in particolare SARS-CoV-2, vengono trasmessi attraverso l’aria o da persone che tossiscono, starnutiscono o anche solo parlano e quindi “lanciano” goccioline di virus individualizzati e caricati nell’aria da un persona a un’altra ‘. Ma la verità è che tutte queste teorie sulla trasmissione del virus sono solo ipotesi che non sono mai state provate.

Come anche la rivista specializzata più importante del mondo Nature ha affermato in un articolo nell’aprile 2020, anche esperti affermati non possono affermare con certezza che la SARS-CoV-2 viene trasmessa per via aerea – e anche secondo l’OMS “Le prove per questo non sono convincenti”.

Anche da un punto di vista ortodosso, gli unici studi in cui la trasmissione per via aerea di un coronavirus (non SARS-CoV-2) “è avvenuta” sono temporaneamente negli ospedali e nelle case di cura, cioè luoghi che si dice siano soggetti a circostanze particolari che può giovare a tutti i tipi di infezioni. Tuttavia, nessuno studio ha mai dimostrato che la trasmissione del virus avvenga all’aperto o al chiuso ma in aree ben ventilate. E anche se si presume una trasmissione aerea, significa anche che le persone tra le quali la presunta trasmissione ha luogo devono essere in stretto contatto per almeno 45 minuti affinché la trasmissione abbia luogo.

Solo per questo motivo, misure drastiche di allontanamento non hanno basi scientifiche.

Anche il BMJ ha detto: “Il test di screening è un pasticcio costoso”
Poiché la pulizia delle particelle è un prerequisito per ulteriori passaggi, vale a dire la prova della causalità e il test di “calibrazione”, abbiamo un test diagnostico insignificante – e quindi il “test, test , test “a cui si fa riferimento nel nostro primo articolo su” Il mantra del Segretario generale dell’OMS Adhanom Ghebreyesus “può essere descritto come non scientifico e fuorviante. Ciò è particolarmente vero per testare persone asintomatiche, cioè coloro che non hanno i sintomi della malattia.

In questo contesto, uno studio cinese di Wuhan pubblicato su Nature il 20 novembre 2020 è estremamente degno di nota. Quasi 10 milioni di persone sono state testate e tutti i casi “positivi” asintomatici, i casi “riparativi” ei loro contatti stretti sono stati isolati per almeno due settimane fino a quando il test PCR è stato “negativo”.
Risultato: tutti coloro che erano in stretto contatto con coloro che erano risultati asintomatici e “positivi” sono stati testati “negativi”, indicando che i casi “positivi” asintomatici identificati in questo studio erano “probabilmente non infettivi”, come riportato in Nature.

Anche la rivista ortodossa The BMJ si è recentemente unita alla critica fondamentale del test PCR. Poco prima di Natale, la rivista scientifica ha pubblicato l’articolo “COVID-19: lo screening di massa è impreciso e dà un falso senso di sicurezza”. Determina se uno è “positivo” o “negativo”.

Poche settimane prima, la rivista BMJ aveva pubblicato articoli critici affermando che “lo screening di massa per COVID-19 è un pasticcio non apprezzato, sviluppato e costoso” che “lo screening della popolazione sana per COVID-19 ha un valore sconosciuto” e che ” La risposta alla pandemia nel Regno Unito fa molto affidamento su scienziati e altri funzionari governativi con preoccupanti conflitti di interesse, compresi quelli con interessi in aziende che producono test diagnostici, trattamenti e vaccini per COVID-19 “.

L’avvocato Reiner Füllmich, membro dell’inchiesta extraparlamentare tedesca sulla Fondazione Corona, ha detto che Stefan Hockertz, professore di farmacologia e tossicologia, gli aveva assicurato che non c’erano prove scientifiche per un’infezione asintomatica da SAR. finora.

E anche RKI non ha potuto darci nemmeno un singolo studio che dimostri che


(a) le persone asintomatiche “positive” hanno fatto ammalare un’altra persona (non solo “positiva”), che
(b) le persone “positive” con i sintomi della malattia hanno fatto ammalare un’altra persona (non solo “positivo”) e che
(c) qualsiasi persona trovata “positiva” per SARS-CoV-2 ha reso un’altra persona “positiva”.

“Se avessi interrotto completamente i test, il Coronavirus sarebbe scomparso”.


Già nel maggio 2020, il Journal of the American Medical Association (JAMA) aveva dichiarato che un risultato PCR “positivo” non significa necessariamente la presenza di un virus vivo. “, mentre un recente studio su Lancet afferma che” la rilevazione dell’RNA non può essere utilizzata per inferire l’infettività “(36).

In questo contesto, non si può che concordare con Franz Knieps, capo dell’Associazione dei fondi di assicurazione sanitaria in Germania, quello che disse a metà gennaio 2021: “E se non l’avessi testato affatto, la Corona sarebbe scomparsa”.

È interessante notare che anche lo “zar virale” tedesco Christian Drosten oggi contraddice ciò che ha detto in un’intervista del 2014 sul test PCR – sul cosiddetto virus MERS-CoV in Arabia Saudita:

Il metodo (PCR) è così sensibile da poter rilevare una singola molecola genetica di questo virus. Se, ad esempio, un tale agente patogeno cade sul naso di un’infermiera per un giorno senza ammalarsi o accorgersi di nulla, allora è improvvisamente un caso di MERS. Dove malattie precedentemente segnalate, casi lievi improvvisi e persone che sono effettivamente molto sane sono inclusi nelle statistiche. Ciò potrebbe anche spiegare l’esplosione del numero di casi in Arabia Saudita.

Inoltre, i media locali hanno amplificato la questione in modo incredibile “.

Suona molto familiare …

Anche Olfert Landt è critico nei confronti dei risultati dei test PCR, affermando che solo circa la metà delle persone “infettate dalla corona” sono contagiose. Questo è più che notevole, perché Landt non è solo uno dei coautori dello studio Drosten (Corman, Drosten et al.), Che descrive il protocollo del test PCR, che è stato il primo ad essere accettato (non convalidato in mai! ) Dall’OMS a livello mondiale nel gennaio 2020 in Eurosurveillance, Eurosurveillance Landt è anche CEO di TIB Molbiol, la società che produce i test secondo questo protocollo.

Sfortunatamente, questo conflitto di interessi non è menzionato nel lavoro di Corman / Drosten e dei suoi colleghi, poiché 22 scienziati – tra cui Stefano Scoglio, uno degli autori di questo articolo – hanno criticato un’analisi dettagliata pubblicata di recente. Nel complesso, Scoglio ei suoi colleghi hanno riscontrato “gravi conflitti di interesse in almeno quattro autori”, tra cui Christian Drosten, oltre a una serie di carenze scientifiche fondamentali. Hanno quindi concluso che “la redazione di Eurosurveillance non ha altra scelta che ritirare la pubblicazione”.

Il dottor Scoglio spiega il più grande pregiudizio di Covid19. Le misurazioni del test.

L’11 gennaio 2021, la redazione di Eurosurveillance ha risposto alla nostra richiesta via e-mail con una richiesta di commento su questa analisi come segue: ma chiediamo la vostra comprensione che al momento non stiamo commentando questo. Ma stiamo lavorando per poter presentare una decisione alla fine di gennaio. “Ma poiché non è arrivato nulla fino alla fine di gennaio, abbiamo ricontrollato. Poi ci hanno scritto il 29 gennaio:

Questo richiede un po ‘di tempo poiché molte parti sono coinvolte. Annunceremo la nostra decisione in uno dei prossimi numeri regolari della nostra rivista (Eurosurveillance). «

Miliardi e miliardi vengono sprecati in processi privi di significato,
ancora più scandalosi. che il costo del test non viene discusso in pubblico perché è enorme. Sentiamo spesso da politici e facilitatori che i test sono gratuiti se vengono soddisfatti determinati criteri, ma questa è una completa bugia. Quello che c’è dietro è che paghi con le tasse. Ma non importa come paghi, in Svizzera, ad esempio, un test PCR costa tra i 140 ei 200 franchi svizzeri, ovvero tra i 130 ei 185 euro. Quindi facciamo i conti.

Ad oggi, la piccola Svizzera con una popolazione di 8,5 milioni di abitanti ha eseguito circa 3.880.000 test PCR SARS-CoV-2, oltre a circa 500.000 test dell’antigene, che sono leggermente più economici. Con una media di 170 franchi svizzeri per test PCR, si tratta di un impressionante 660 milioni di franchi svizzeri o 610 milioni di euro. Il 27 gennaio 2021, il Consiglio federale svizzero ha persino invitato la popolazione a essere nuovamente testata. Ha inoltre annunciato che dal giorno successivo il governo federale e, quindi, il contribuente sosterrà anche in molti casi anche il costo del test di individui asintomatici. Ciò è ancora più assurdo se si considera, come affermato, che non esiste una base scientifica per testare persone asintomatiche.Il Consiglio federale svizzero stima che questo costerà circa 1 miliardo di franchi svizzeri.

In termini di costi, l’epidemiologo britannico Tom Jefferson ha dichiarato in un’intervista al Daily Mail: “La maggior parte dei kit PCR sono ancora superiori a £ 100 da acquistare privatamente e il governo afferma che ora ne consegna 500.000 al giorno. Ma anche quei numeri sono oscurati dal budget di 100 100 miliardi che il governo britannico ha stabilito per l’operazione Moonshot, che include test approfonditi sulla popolazione di massa. Ciò significa che il budget per questa avventura non scientifica è di tre quarti del budget annuale totale del sistema sanitario nazionale (Servizio Sanitario Nazionale).

In Germania, il prezzo per i test varia notevolmente e dipende anche dal fatto che il test venga pagato privatamente o meno. Ma in media è simile a quello del Regno Unito (50) e ad oggi sono stati eseguiti oltre 40 milioni di test PCR nella Merkel Land. Anche se calcoli attentamente e imposti un importo di 100 euro per un test PCR, ci fanno più di 4 miliardi di euro.

Ciò significa che miliardi e miliardi di dollari vengono spesi per test che semplicemente mancano di validità scientifica – e tuttavia alimentano una “caccia alle streghe” globale e molecolare per un virus che non è mai stato rilevato.

Nel fondo pagina troverete tutti i riferimenti scientifici relativi all’articolo

Konstantin Demeter , Torsten Engelbrecht , Stefano Scoglio

Fonte: katohika.gr

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Tutti i riferimenti scientifici per una consultazione e verifica individuale.

  • https://www.rki.de/DE/Content/Institut/OrgEinheiten/ZBS/ZBS4/zbs4_node.html
  • https: // off-guardian. Org / 27/06/2020 / covid19-pcr-tes-is-Scientific-meanless /
  • https://www.rubikon.news/artikel/die-nonsens-tests
  • https: //www.nejm .org / doi / pdf / 10.1056 / NEJMoa2001017? articleTools = true
  • https://www.mja.com.au/journal/2020/212/10/isolation-and- quick- sharing-2019-novel-coronavirus-sars-cov-2-first-patient? fbclid = IwAR0WnExythGHPpqzxiLKXLUUcOwOARrhvpZsOiRxXik5FbwckGszjZdgKtU
  • https://www.fluoridefreepeel.ca/fois-reveal-that-health-science-institutions-around-the-world-have-no-record-of-sars-cov-2-isolation-purification/
  • https: //www.youtube.com/watch? v = N7VOpY4ZSME, dal minuto 23:00
  • https://samueleckert.net/isolat-truth-fund/
  • https://www.impfkritik.de/ pressespiegel / 2020032201.html
  • https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2021/01/05/mutated-covid-virus.aspx?ui=f41848815b2bd3d7541dd4e703789768f72fe6ce901e6d99dcidcid=dnid DM758565 &
  • https://www.gisaid.org
  • https://www.pnas.org/content/117/49/31519
  • https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/nejmoa2001017
  • https://en.wikipedia.org/wiki/HIV#Structure_and_genome virus-12-00571.pdf
  • https://www.facebook.com/notes/stefano-scoglio / l’invenzione-pandemia-la-mancanza-virus-isolamento-e-il-invalido-covid-19-test / 10219132803013133 /
  • https://wwwnc.cdc.gov/eid/article/26/ 6 / 20-0516_articlehttps://www.andrewkaufmanmd.com/bio-credentials/
  • https://www.youtube.com/watch?v=sSBQUIEUbQ8, dal minuto 4:15
  • https://www.who.int/docs/default-source/coronaviruse/real-time-rt-pcr-tests-for-the-detection-sars-cov-2-institute-pasteur-paris.pdf ? sfvrsn = 3662fcb6_2
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/nucleotide/NC_000008.11? riferimento = genbank & log $ = nuclalign & from = 63648346 & to = 63648363
  • https://www.nature.com/articles/d41586-020-00974-w
  • https: //www.ncbi.nlm .nih.gov / pmc /articles/PMC7151430/pdf/main.pdf
  • https://www.nature.com/articles/d41586-020-00974-w
  • https://www.nature.com/articles/s41467-020 -19802-w
  • bmj.m4916.full.pdf
  • https://www.collective-evolution.com/2020/12/19/who-calls-into-question-ability-of-rt-pcr-test-to-detect-covid-19-false-positives /
  • https://www.bmj.com/content/bmj/371/bmj.m4436.full.pdhttps://www.bmj.com/content/bmj/371/bmj.m4425.full.pdf
  • https://www.youtube.com/watch?v=kANkpqtWLN4, da 1:03:40
  • https://jamanetwork.com/journals/jama/ fullarticle / 2765837
  • https://www.thelancet.com/action/showPdf?pii=S2666-5247%2820%2930172-5
  • https://www.rnd.de/politik/bkk-chef- knieps-criticize-crown-policy-in-the-chancellery-rules-bunker-mentality-7DRGYYDUJFEIPFUKNT2JN34HOE.html
  • https://www.wiwo.de/technologie/forschung/virologe-drosten-im-gespraech-2014-die-who-kann-nur-empfänger-ausrechen/9903228-2.html
  • https: // www. wiwo.de/ Technologie / forschung / virologe-drosten-im-gespraech-2014-die-kan-kann-nur-empfänger-ausrechen
  • https://www.fuldaerzeitung.de/fulda/ corona-pcr-test-mut-rki-robert-koch-institut-berlin-hersteller-tib-molbiol-olfert-landt-90132220.html
  • https://www.eurosurveillance.org/content/10.2807/1560- 7917.ES.2020.25.3.2000045
  • https://cormandrostenreview.com/report/
  • https://www.srf.ch/news/schweiz/preise-ververgleich-lohnt-sich-coronatest-grosse-lösungen – per chi paga autonomamente
  • https://www.bag.admin.ch/bag/en/home/das-bag/aktuell/medienmitteilungen.msg-id-79584.html
  • https://coronatest.uzh.ch/en/
  • https://www.covid19.admin.ch/de/overview?ovTime=total
  • https://www.srf.ch/play/tv/sendung/tagesschau?id=ff969c14-c5a7-44ab-ab72 -14d4c9e427a9, dal minuto 1:13
  • https://www.dailymail.co.uk/health/article-9046363/DR-TOM-JEFFERSON-fear-mania-mass-Covid-testing-hugely-expensive-blunder .html
  • https://www.bmj.com/content/371/bmj.m4436
  • https://www.faz.net/aktuell/wirtschaft/mehr-wirtschaft/schwankende-preise-160-euro -for-a-corona-test-17000225.html
  • https://www.rki.de/DE/Content/InfAZ/N/Neuartiges_Coronavirus/Daten/Testzahlen-vergleich.xlsx?__blob=publicationFile

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code