toba60

Non Dimenticare Mai: Gli Stessi Politici che Ora Invocano “Libertà”, Sono Gli Stessi te l’hanno Tolta

Quella che stiamo vivendo é una guerra contro i mulini a vento dove non si sa più distinguere un lupo da una pecora, basta indossare una mascherina ed il pranzo e’ servito, tutti sono gli invitati ma solo pochi sono gli eletti che banchettano sulla tavola imbandita…

….indovinate un po chi?

Toba60

Gli Stessi Politici che Ora Invocano “Libertà”, Sono Gli Stessi te l’hanno Tolta

Nel caso non l’abbiate notato, è stata tracciata una linea nella sabbia: o state dalla parte dell’Ucraina e ripetete indiscutibilmente la narrazione dell’establishment o siete un agente del Cremlino. La propaganda di guerra è palpabile e non abbiamo visto nulla di simile dall’immediato dopo l’11 settembre.

Mentre i media e i vostri leader vi chiedono di “prendere una parte”, è importante ricordare che è del tutto possibile schierarsi contro l’invasione russa in Ucraina, così come contro le persone che hanno contribuito a istigarla.

Non c’è dubbio che la politica della NATO negli ultimi 8 anni ha spinto Vladimir Putin in un angolo, creando una minaccia diretta alla sicurezza nazionale della Russia. E, come sottolinea Chris Hedges, “la Russia ha tutto il diritto di sentirsi minacciata, tradita e arrabbiata”.

Tuttavia, aggiunge, “Ma capire non significa perdonare. L’invasione dell’Ucraina, secondo le leggi post-Norimberga, è una guerra criminale di aggressione”.

È anche importante sottolineare che coloro che stanno con l’Ucraina ora, sono in gran parte responsabili del pantano attualmente in corso nella regione. Mentre ascoltiamo le voci politiche parlare di difendere la “libertà e la democrazia” in Ucraina, le loro parole suonano vuote per coloro che hanno prestato attenzione.

Per cominciare, l’Ucraina non è una democrazia, perché le democrazie non eliminano tre stazioni televisive per aver criticato il presidente. Le democrazie non rapiscono e ingabbiano la loro opposizione politica che è arrivata seconda nel processo elettorale. E le democrazie non bombardano civili innocenti all’interno dei loro paesi per non essere fedeli al partito.

Indubbiamente, il popolo ucraino desidera la libertà e la democrazia ma i loro leader hanno reso chiaro che questo non è il loro obiettivo finale.

Inoltre, coloro che sostengono di essere a favore della libertà e della democrazia qui in Occidente, non sono nemmeno quelli che dicono di essere. Solo poche settimane fa, stavano compiendo incredibili atti di tirannia contro il loro stesso popolo.

“Oggi, mentre il presidente Putin tenta di impadronirsi illegalmente e ingiustificatamente del territorio dell’Ucraina, il Canada continua ad essere ispirato dall’Ucraina e dal suo popolo, che rimangono forti, resistenti e determinati nel difendere la sovranità del loro paese”, ha detto il primo ministro canadese Justin Trudeau in una dichiarazione sull’Ucraina la scorsa settimana. “In queste ore buie, il messaggio del Canada al popolo dell’Ucraina è questo: Non siete soli. Noi siamo con voi. Il nostro sostegno all’Ucraina, alla democrazia e ai diritti umani rimane incrollabile”.

Esattamente come abbia detto questo con la faccia seria è un’ipotesi di chiunque, dato che Trudeau è salito attraverso i ranghi dei tiranni della storia piuttosto rapidamente negli ultimi due anni.

Solo poche settimane prima di affermare di essere a favore della libertà e dei diritti umani, Trudeau ha iniziato a congelare i conti bancari dei manifestanti che si opponevano ai mandati tirannici. I cittadini sono stati picchiati e arrestati per aver protestato pacificamente davanti al Campidoglio. Non solo hanno perseguito i manifestanti, ma il governo ha perseguito anche i conti bancari di coloro che hanno fornito supporto monetario sotto forma di donazioni.

Per aver praticato la loro libertà di parola, i canadesi sono stati perseguitati e portati alla rovina finanziaria dal governo che sostiene di stare dalla parte dell’Ucraina. Tutto questo è stato fatto senza alcun processo e senza alcun input democratico – annullando completamente la dichiarazione che Trudeau “sta per la democrazia”.

Quando la classe politica americana che sostiene anche di “stare dalla parte della democrazia in Ucraina” ha visto come il governo canadese ha iniziato a perseguitare finanziariamente gli individui per la loro libertà di parola, non solo è rimasta in silenzio, ma lo ha facilitato. Questa è stata una delle mosse più tiranniche della recente storia occidentale e invece di opporsi, l’establishment l’ha sostenuta.

Infatti, un sondaggio di Trafalger Group per Convention of the States ha recentemente trovato che una super-maggioranza di democratici, il 65%, ha effettivamente pensato che la mossa autoritaria di Trudeau di arrestare le persone e confiscare i loro risparmi di una vita – per aver praticato la loro libertà di parola – fosse una buona cosa.

In un discorso simile, come quello di Trudeau di cui sopra, anche Biden ha parlato a sproposito affermando che “l’America si oppone ai bulli. Noi ci battiamo per la libertà. Questo è ciò che siamo”.

Ancora una volta, queste parole suonano vuote dato il fatto che solo mesi prima di dire questo, stava rimuovendo la libertà delle persone costringendole a prendere un vaccino o ad affrontare la rovina finanziaria.

Invece di chiamare l’establishment per questi mandati incostituzionali e illegali, ABC, CBS, NBC, WaPo, AP, MSNBC, e CNN, hanno scelto di sostenere la decisione unilaterale di costringere gli americani a sottoporsi a una procedura medica contro la loro volontà e l’hanno difesa con veemenza sostenendo che coloro che si sono opposti erano il problema.

Non è una sorpresa che questi siano gli stessi media che ci hanno fatto marciare in un conflitto con la Russia sull’Ucraina solo che questa volta, invece di stupide bugie sulla pasta di cavallo, la loro disinformazione ha conseguenze potenzialmente catastrofiche.

Non possiamo avere la memoria così corta. Le stesse persone che ci hanno mentito per due anni sul covido ci stanno di nuovo manipolando in un devastante conflitto con la Russia perché stanno per trarre enormi profitti dalla guerra.

Come Chris Hedges ci ricorda così accuratamente:

Solo gli autocrati e i politici che sognano l’impero e l’egemonia globale, il potere divino che deriva dal maneggiare eserciti, aerei da guerra e flotte, insieme ai mercanti di morte, il cui business inonda i paesi di armi, traggono profitto dalla guerra. L’espansione della NATO nell’Europa orientale ha fatto guadagnare miliardi di profitti a Lockheed Martin, Raytheon, General Dynamics, Boeing, Northrop Grumman, Analytic Services, Huntington Ingalls, Humana, BAE Systems e L3Harris. Il fomentare il conflitto in Ucraina farà guadagnare loro altri miliardi.

Non dobbiamo lasciare che i fornitori di propaganda ci portino in un altro Afghanistan o Iraq. Semplicemente non possiamo permettercelo, e questa volta il nemico è una minaccia molto più grande di un’insurrezione nelle caverne.

Matt Agorist

Fonte: thefreethoughtproject.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code