toba60

Non Incluso nel Calcolo: Quali Ceppi a Lungo Termine Soffre il Sistema Sanitario per i Danni Permanenti ai Vaccini?

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

Imbrogli, inganni, truffe, crimini, omicidi, benvenuti nel mondo della perversione mediatica che si diverte a prendere in giro miliardi di persone che non sanno che la propria esistenza è in questo momento una virtuale scenografia scritta da una Élite votata al crimine globalizzato.

Tutti insieme appassionatamente giocano e si prestano ad interpretare Dio a sua immagine e somiglianza….

Questa è la vita o la morte…….. si vedrà.

Toba60

Danni Permanenti ai Vaccini

Si imbrogliano ora statistiche e cifre per dimostrare che appena il 10% che non vuole vaccinarsi causa un sovraccarico del servizio sanitario.

Tuttavia, le persone che sono state completamente vaccinate sono considerate non vaccinate dopo un certo numero di settimane dopo la vaccinazione. Inoltre, uno è considerato non vaccinato la prima settimana dopo la vaccinazione. Con una contabilità così creativa, ottieni i numeri necessari per indicare i capri espiatori.

Ci sono molte condizioni che possono portare alla congestione. Dagli anni precedenti sappiamo che l’inverno è una stagione con molte infezioni respiratorie, che si tratti di influenza o covid.

È sorprendente che non riceviamo dati degli anni precedenti in modo da poter confrontare se gli oneri sono maggiori quest’anno rispetto agli anni precedenti. Tuttavia, possiamo confrontare quanto è grande il carico totale in relazione al numero totale di posti letto disponibili per i nostri ospedali.

Nel 2019, in Norvegia c’erano 11.100 posti letto d’ospedale. L’8 dicembre, 320 pazienti covid sono stati ricoverati negli ospedali norvegesi. Di. la metà deve essere “non vaccinata”.

Ciò significa che (160/11100 × 100 = 1,44) circa l’1,5%) di quelli ricoverati oggi negli ospedali norvegesi sono pazienti covid “non vaccinati”.

Ciò dimostra che i ceppi che i non vaccinati dovrebbero porre in realtà sono minimi. Ma i media, non ultimi quelli grandi, ora stanno usando i numeri per avanzare affermazioni che indicano un gruppo nel paese come capri espiatori per una politica completamente fallita.

I vaccini che sono stati spinti sulla popolazione non hanno mantenuto affatto la loro promessa (oltre il 90% di efficacia, hanno detto). A Gibilterra completamente vaccinata r , i ricoveri stanno tornando ad aumentare. Qui non si può incolpare i non vaccinati.

Gibilterra è un territorio d’oltremare britannico dal 1713 e nel 1830 è diventata una colonia della corona britannica. L’area si trova nell’Europa sud-occidentale, più precisamente sulla costa meridionale della penisola iberica, strategicamente situata sullo stretto di Gibilterra, che collega l’Oceano Atlantico e il Mar Mediterraneo. L’ONU considera Gibilterra un territorio non autonomo.
Wikipedia L’area è di 6,8 km2 e ha una popolazione di quasi 34.000 abitanti.

Hanno anche promesso che se il 70% fosse stato vaccinato, avremmo ottenuto l’immunità di gregge. Ora dobbiamo vaccinare continuamente la popolazione, prima con una dose extra dello stesso vaccino che non funziona. In Israele cominceremmo con la dose numero 4.

Inoltre, i vaccini hanno messo alla prova la salute di molte persone. Per molti, i vaccini hanno portato a un’invalidità permanente. Il numero di decessi registrati dopo la vaccinazione è superiore a 200, forse più alto a causa di una segnalazione insufficiente.

Se avessero pensato che la malattia fosse così pericolosa come dicono, avrebbero rifornito tutti i reparti di vaccini immediatamente e con tutta la forza. Il fatto che questo non sia stato fatto dimostra che si tratta di parole (intimidazioni) alle quali le autorità, con la loro mancanza di azione, non credono.

Nel prossimo post, viene evidenziato un altro problema. Quale sforzo imporrà il sistema sanitario danneggiato dai vaccini non solo a breve termine, ma, forse più importante, per molto tempo a venire. Questo non è problematizzato. In questo caso, una commissione di ricerca viene utilizzata per tutto ciò che vale la pena di spingere attraverso un’agenda specifica. Per come la vedo io, non si tratta di salute, ma di controllo e sottomissione.

Knut Lindtner
Editore

Perché i ricoveri dovuti agli effetti collaterali dei vaccini non sono inclusi nel carico sul sistema sanitario?

Anonimo: D’altra parte è scontato questo calcolo .

Una cosa che deve essere presa in considerazione nel numero che gli ospedali sono gravati e la capacità che hanno è quella di coloro che sono ricoverati per gravi effetti collaterali del vaccino.

Se si guarda il numero di effetti collaterali del vaccino presso l’Agenzia norvegese dei medicinali, nei loro rapporti sugli effetti collaterali, danno il numero di effetti collaterali gravi, così come la percentuale che sono stati ricoverati in ospedale.

Nel loro ultimo rapporto, sono stati segnalati 4203 effetti collaterali gravi e il 44% di loro è stato ricoverato, questo dall’inizio della vaccinazione, cioè dal 27 dicembre 2020 al 14 dicembre. 2121 nell’ultimo rapporto. Il numero di effetti collaterali gravi aumenta significativamente, in linea con il numero di dosi di vaccino e soprattutto quando vengono stabilite dosi di richiamo aggiuntive.

Osservando l’aumento degli effetti collaterali gravi (e la percentuale di ricoverati) per ogni report che viene pubblicato, si ottiene il numero che aumenta per ogni report:

9 novembre 47% di 3591 = 1688 pazienti Ricoverati dall’inizio della vaccinazione il 27 dicembre 2020.

23 novembre 46% di 3795 = 1746 pz. Ricoverato dall’inizio della vaccinazione il 27 dicembre 2020.

Cambio = 58 pz.

7 dicembre 45% di 4083 = 1837 pz. Ricoverato dall’inizio della vaccinazione il 27 dicembre 2020.

Cambio = 91 pz.

14 dic 44% di 4203 = 1849 pz. Ricoverato dall’inizio della vaccinazione il 27 dicembre 2020.

Cambio = 12 pz.

SOMMA = 161 pz. che sono stati ricoverati in ospedale dal 9 novembre 2021 a causa di effetti collaterali/lesioni del vaccino.

Poi mi arriva un’altra statistica sui vaccinati che occupano i posti ospedalieri e la capienza, non solo del covid-19, ma degli effetti collaterali/lesioni che hanno avuto dal vaccino.

Il rapporto afferma che alcuni sono stati ricoverati per un breve periodo, altri per un periodo di tempo più lungo, che ne dici di essere ricoverati in terapia intensiva? In caso di gravi effetti collaterali cardiaci, è probabile che siano venuti in terapia intensiva.

C’è una mancanza di dettagli su queste ammissioni e numeri in qualsiasi momento e su ev. unità di terapia intensiva.

Perché questo non viene segnalato accanto a quelli ammessi dal covid-19?

Quindi le statistiche sull’occupazione della capacità ospedaliera saranno come nell’immagine qui sopra. I media dovrebbero includerlo nel dibattito sul perché i posti negli ospedali sono occupati e per quale motivo. Si lamenta che i posti siano occupati da persone non vaccinate, ma la verità è un po’ diversa.

Dove sono le statistiche dei media su questi?

Quella statistica dovrebbe essere accanto a quella sui ricoveri per covid-19, in modo che le persone possano valutare da sole il rischio. Ma questo ovviamente non è menzionato in una parola, perché allora le persone avranno paura di farsi vaccinare. Non conosceremo il rischio, a quanto pare, o almeno non otterremo alcuna statistica chiara/distinta su questo nei media.

Knut Lindtner

Fonte: derimot.no

Abbiamo  bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per  finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.  

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code