toba60

Ora Sappiamo che i “Vaccini” per il Coronavirus di Wuhan (Covid-19) Stanno Diffondendo l’AIDS Indotto dal Vaccino

Ci teniamo a sottolineare che nessuno dei nostri articoli ad una verifica postuma è mai stata smentita dai fatti, i numerosi riferimenti e le innumerevoli testimonianze dirette di chi è parte in causa di ogni notizia, sono una credenziale che deve tutelare voi lettori da eventuali dubbi. (Che devono essere sempre parte integrante del vostro modo di recepire le notizie.)

Gli algoritmi in rete ed i numerosi infiltrati nei social, oramai non avendo piú argomenti si limitano a dire la fatidica frase ( Se, lo dice Toba60 allora… )

Siamo uno dei portali più’ consultati in rete su scala nazionale (oltre che copiati), ma come abbiamo sempre ribadito, per noi e’ importante che i nostri articoli siano condivisi e che vengano posti all’attenzione di tutti non ci importa a nome di chi, il nostro lavoro è una missione.

Toba60

Vaccini veicolo di distruzione e Morte

Mentre le iniezioni di covid diffondono malattie autoimmuni e “VAIDS”, i media si concentrano sul “vaccino” contro l’AIDS in arrivo che accelererà solo il genocidio del vaccino

Ora sappiamo che i “vaccini” Wuhan coronavirus (Covid-19) stanno diffondendo l’AIDS indotto dal vaccino, o VAIDS, che è un momento conveniente visto che i media controllati dalle corporazioni stanno iniziando a spingere un nuovo “vaccino” sperimentale per l’AIDS sulle masse.

I dati ufficiali del governo del Canada sul Covid-19 suggeriscono che la maggior parte delle persone “completamente vaccinate” stanno sviluppando la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) indotta dal “vaccino” Covid-19, dopo aver confermato che il sistema immunitario di queste persone si è già deteriorato ad una media inferiore all’81%.

Hanno inoculato alla gente la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) attraverso le iniezioni di Covid, quindi ora dovranno inventare un’altra pandemia per coprire e continuare il piano di genocidio, controllo e alterazione del DNA iniziato su scala planetaria, sostenendo che è sorta un’altra pandemia.

Sembra che la battaglia contro i covidi stia lentamente volgendo al termine, ma cosa sta arrivando?

Le restrizioni sui covi sono state allentate e i paesi stanno persino abbandonando gli schemi dei passaporti per i vaccini nei loro sforzi per “tornare alla normalità”.

Gli “esperti” che una volta avvertivano che saremmo morti tutti se non avessimo fatto il vaccino e seguito le regole, ora ci dicono che dovremmo “trattare il covid come l’influenza”.

Ora che la narrazione dei covidi è crollata, quella lotta è finita. Nonostante alcune sacche di resistenza simbolica, l’establishment lo sta abbandonando. Ma questo non significa che l’agenda dietro la pandemia sia scomparsa.

Qualcuno ha notato che i media si stanno gradualmente spostando dal covid all’HIV e all’AIDS?

Così riporta The Off Guardian: Infatti, anche se cercano di gettare questa pandemia in una tomba poco profonda, stanno già preparando il pubblico per il prossimo allarme sanitario: l’AIDS.

A dicembre Joe Biden ha dichiarato che l’obiettivo della sua amministrazione è di “porre fine all’epidemia di HIV/AIDS entro il 2030”. Una campagna simile, lanciata nel Regno Unito nello stesso periodo, usa esattamente la stessa frase, parola per parola.

Poi è stato improvvisamente riportato che c’era una “nuova variante” dell’HIV che circolava in Europa, questo nuovo ceppo presumibilmente “più virulento”, “più trasmissibile” e “che progrediva verso l’AIDS più rapidamente”.

Allo stesso tempo, i giornali riportano che, per la prima volta dopo anni, gli eterosessuali hanno più probabilità di contrarre l’HIV rispetto agli omosessuali, e sono “più a rischio di contrarre l’AIDS” perché sono “diagnosticati tardi”.

Sulla scia di questa “notizia“, un pezzo di opinione su The Guardian sostiene che abbiamo bisogno di una “nuova strategia” per affrontare l’AIDS.

Sulla scia di questa nuova ondata di paura, c’è una spinta per tutti a fare il test dell’AIDS il più presto possibile, da parte di politici, celebrità e chiunque altro.

Il principe Harry sta guidando la carica, in un video che ha fatto sì che la stampa invocasse lo spirito di sua madre, la principessa Diana, Harry ha insistito sul fatto che tutti noi abbiamo il “dovere” di fare il test per l’HIV “per mantenere le altre persone al sicuro”, paragonandolo all’epidemia di COVID.

“Conosci il tuo stato”, dice il video. Che probabilmente sarà un hashtag nel prossimo futuro. (Ho appena controllato, e infatti lo è già).

Stanno davvero schiacciando l’acceleratore.

Anche se il problema e la reazione sono appena usciti dalla fase di ricerca e sviluppo, si parla già della soluzione,

Indovina cos’è? Sì, “un altro vaccino mRNA”.

A quanto pare Moderna ha imparato così tanto dalla realizzazione del suo vaccino Covid che non ha funzionato che sta già facendo un vaccino contro l’HIV che spera sia altrettanto “sicuro ed efficace”.

In una coincidenza davvero sorprendente, il vaccino HIV di Moderna ha iniziato i test clinici esattamente lo stesso giorno in cui la “nuova variante” dell’HIV ha fatto notizia, e la stessa settimana della “HIV Testing Week” del NHS. Strano il mondo, vero?

Comunque, preparatevi a fare la fila per il vaccino contro l’AIDS, gente.

Alla fine di gennaio, Moderna ha annunciato i primi test clinici su una nuova iniezione di HIV che ha creato sulla base della stessa tecnologia mRNA (RNA messaggero) utilizzata nelle iniezioni di influenza Fauci. Il gigante delle biotecnologie ha collaborato con un’organizzazione “no-profit” chiamata International AIDS Vaccine Initiative (IAVI) per sviluppare l’iniezione, che viene già somministrata a volontari presso la George Washington University School of Medicine and Health Sciences di Washington, D.C. “Siamo tremendamente entusiasti di portare avanti questa nuova direzione nella progettazione del vaccino HIV con la piattaforma mRNA di Moderna”, ha detto il dottor Mark Feinberg, presidente e CEO di IAVI, in una dichiarazione. “La ricerca di un vaccino contro l’HIV è stata lunga e impegnativa, e avere nuovi strumenti in termini di immunogeni e piattaforme potrebbe essere la chiave per fare rapidi progressi verso un vaccino HIV efficace e urgentemente necessario”

Il falso “medico” del governo Tony Fauci è stato a lungo ossessionato dall’AIDS, e si dice che abbia lavorato per anni per cercare di mettere in produzione un vaccino per esso. Quel momento sembra essere ora, giusto in tempo per la fine dell’operazione pandemica dei covidi.

Le Nazioni Unite sostengono che una nuova “variante” dell’HIV si sta diffondendo è l’AIDS indotto dai vaccini?

Con il covid che inizia a sparire dai titoli dei giornali, viene ora sostituito con il fearmongering sulla diffusione dell’AIDS. Un titolo delle Nazioni Unite afferma ora che una “variante dell’HIV che si sta diffondendo raddoppia il tasso di declino del sistema immunitario”. Un articolo di Nature afferma anche che una “variante dell’HIV altamente virulenta è stata trovata in circolazione in Europa”. C’è anche una spinta nel Regno Unito per gli inglesi a fare il test per l’HIV proprio come è stato detto a tutti di fare il test per l’influenza Fauci.

Il principe Harry ha annunciato che tutti ora hanno il “dovere” di fare un test HIV per la sicurezza del pubblico suona familiare? Il Sun ha anche esortato il pubblico a fare il test dell’HIV “mentre le diagnosi eterosessuali aumentano per la prima volta in un decennio”. Questo improvviso emergere dell’HIV dal nulla coincide stranamente con il fenomeno del VAIDS che è misteriosamente apparso dopo che grandi masse di persone hanno iniziato a farsi iniettare le iniezioni di Fauci.

Può essere che l’HIV e l’AIDS siano in aumento a causa delle iniezioni? E se è così, questo significa che la prossima è una pandemia di AIDS che verrà con più test, più mascheramento, più tirannia? Se è confermato che il jab contiene inserti proteici dell’HIV che abbassano il numero di cellule T della gente, allora centinaia di milioni di persone in tutto il mondo hanno l’HIV e non lo sanno nemmeno.

Un informatore del Dipartimento della Difesa (DoD) dice che i casi di HIV sono aumentati del 590% di anno in anno. I vaccini sono la causa? “L’infezione da HIV asintomatica è il secondo stadio dell’HIV/AIDS”, riferisce Strange Sounds. “Durante questa fase, non ci sono sintomi dell’infezione da HIV”. “Questo stadio è anche chiamato infezione cronica da HIV o latenza clinica. Durante questa fase, il virus continua a moltiplicarsi nel corpo e il sistema immunitario si indebolisce lentamente, ma la persona non ha sintomi”.

È certamente nel regno della possibilità che ogni persona completamente vaccinata che si è infettata con il “covid” e ha sviluppato sintomi “simil-influenzali” possa portare con sé l’HIV. E anche se alla fine sono “guariti”, questo è solo temporaneo fino alla prossima volta che il loro corpo inizia a scarseggiare di cellule T. “L’aumento delle notizie e dei test sull’HIV da parte dei media potrebbe essere una rivelazione morbida di ciò che ci aspetta per coloro che sono vaccinati”, avverte Strange Sounds, suggerendo che una nuova pillola o vaccino per l’HIV/AIDS è presto in arrivo.

Fonte: NaturalNews.com & StrangeSounds.org & verdadypaciencia.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code