toba60

Perché l’Assalto al Campidoglio è Solo l’Inizio

Quando si parla di elezioni politiche negli Stati Uniti si devono mettere da parte tutti gli stereotipi che usualmente si prendono in considerazione.

Donald Trump

Hollywood di ha abituato ad effetti speciali e grandi finzioni che tutto il mondo conosce, mio nipote con cui sono ogni settimana in contatto, vive gran parte del su tempo a a New York e ride sempre di quello che io dall’Italia comunico lui in riferimento agli avvenimenti del suo paese attraverso quello che i media Maistream riferiscono in Europa.

Pure lì come dappertutto le persone vivono alla giornata, considerare i fatti di Washington o quelli della California o dello stato del Texas non e’ proprio la stessa cosa, saranno anche Stati Uniti, ma ognuno vive di luce propria.

E’ una realtà’ molto più complessa le cui dinamiche mai come in questo momento sono ad un punto di rottura, Donald Trump conta poco, chi detta le regole del gioco sono degli intermediari occulti che stanno giocando le loro carte e la posta in palio mai come oggi è molto alta.

Come in tutti i drammi e’ facile che verrà’ assassinato, come dove quando e’ tutto da vedere, ma il destino e’ segnato, non e’ un eroe ma solo la vittima sacrificale di una guerra i cui contendenti sono entità’ astratte e indefinibili, rimangono alla fine solo le macerie e quelle saranno appannaggio di chi ancora….

non ha capito nulla di come funziona il mondo.

Toba60

l’Assalto al Campidoglio è Solo l’Inizio

Il 6 gennaio 2021 abbiamo assistito a scene a Washington che di solito sono riservate alle repubbliche delle banane. Non è stato l’ultimo tentativo di salvare la presidenza di Trump, come alcuni credono, ma è l’inizio di un’escalation di violenza e di un periodo turbolento nella storia degli Stati Uniti. L’analista politico Marc Vandepitte riassume i fatti ed esamina il futuro.

Un’azione “selvaggia” pianificata

Questi eventi sconvolgenti non sono caduti dal cielo. Poche settimane prima, Trump, tramite una serie di tweet , aveva invitato i suoi sostenitori a manifestare il 6 gennaio.

Uno di quei tweet ha lasciato pochi dubbi: “Sii lì, sarà selvaggio!” (“Sii lì, sarà selvaggio!”).

Alla fine di dicembre, era già chiaro che i sostenitori radicali stavano pianificando un’azione di protesta significativa e violenta per impedire la convalida della vittoria elettorale di Joe Biden. Il gruppo armato neofascista Proud Boys aveva prenotato gli hotel a Washington con settimane di anticipo. Nei forum crittografati si parlava del traffico di armi e dell’installazione di un “campo armato”. Molti rivoltosi sembrano avere legami o essere membri di di milizie estrema destra . Tra gli arrestati c’era un tenente in pensione dell’Air Force .

Un’ora e mezza prima dell’invasione del Campidoglio, Trump ha detto ai suoi sostenitori su Twitter: “Non riprenderai mai il nostro paese per debolezza. Devi mostrare forza ”. In una manifestazione di protesta quel giorno a Washington, il suo avvocato personale Rudy Giuliani ha invitato la folla a risolvere la controversia elettorale attraverso un “processo per dibattimento”.

In retrospettiva, è ancora sorprendente che i rivoltosi non fossero più numerosi. Questa rivolta è il culmine di quattro anni di escalation di violenza di estrema destra, dai manifestanti con le fiaccole a Charlottesville che cantavano insulti contro neri ed ebrei, alle milizie pesantemente armate che protestavano contro il contenimento, attraverso progetti per rimuovere o uccidere il governatore e Michigan .

Si stima che centinaia di gruppi paramilitari oggi negli Stati Uniti siano attivi . Alcuni sono pesantemente armati. Hanno un totale di circa 50.000 membri . Gli esperti vedono uno sviluppo preoccupante: prima mettersi in mostra con le armi, poi volerle usare.

La scorsa estate si sono verificati quasi 500 episodi di intimidazione o violenza causati da civili armati. I suprematisti bianchi e altri estremisti di destra sono responsabili di due terzi di tutti gli attacchi terroristici e le cospirazioni nazionali nel 2020. La metà di questa violenza è stata diretta contro i manifestanti. Ricorda le squadriglie fasciste degli anni Trenta.

Uno strano intervento della polizia

Il fatto che i rivoltosi siano stati in grado di entrare in questi edifici pesantemente sorvegliati è a dir poco curioso. Prima di tutto, questo edificio avrebbe dovuto essere molto più sorvegliato. Le dimostrazioni del passato dimostrano che prendere il Campidoglio è praticamente impossibile. L’azione mista della polizia contrasta nettamente con le precedenti proteste nei pressi del Campidoglio. Edward Luce del Financial Times non nasconde: “Se i manifestanti afroamericani avessero tentato di assaltare il Campidoglio o la Casa Bianca, non c’è dubbio che sarebbero stati uccisi”.

I sostenitori di Trump hanno incontrato poca resistenza da parte delle guardie di sicurezza. Ovviamente potevano contare sulla loro simpatia. Alcuni agenti sono stati avvistati mentre lasciavano passare i rivoltosi attraverso le barriere del Campidoglio. Altri hanno persino posato per un selfie con i sostenitori di Trump. Sappiamo che almeno un quarto delle milizie di estrema destra negli Stati Uniti sono costituite da militari e polizia , attivi o ex.

Eppure i servizi di sicurezza erano pienamente consapevoli in anticipo di rivolte potenzialmente violente. Così i parlamentari presenti erano ben informati della minaccia e si consigliava loro di portare un sacco di effetti personali per passare la notte se necessario.

In totale, solo 26 persone sono state arrestate all’interno degli edifici e successivamente altre 43 sono state arrestate all’esterno. Durante una manifestazione pacifica nel 2018 nello stesso luogo, 600 persone sono state arrestate. Erano manifestanti di sinistra.

Supporto repubblicano

Con il suo incitamento e il suo sostegno agli insorti, Trump non è stato isolato. Anche dopo l’assalto al Congresso, circa il 70% dei repubblicani alla Camera dei rappresentanti e un quarto al Senato si sono rifiutati di convalidare almeno una parte dei risultati elettorali.

Lauren Boebert , una delegata repubblicana, ha gridato durante la sessione: “Adesso ho elettori fuori da questo edificio – ho promesso di essere la loro voce”. Nei giorni scorsi l’abbiamo vista in un video passeggiare per Washington in posa armata di Glock .

Ivanka Trump , la figlia di Donald, ha descritto i piantagrane come “patrioti”. Molti leader repubblicani hanno condannato l’attacco ma non ne hanno accusato Trump. Quasi la metà dei sostenitori repubblicani sono dietro l’invasione del Campidoglio.

Il terreno Fertile

Nonostante la sua volgarità, totale incompetenza e disastrosa politica contro il coronavirus , Trump può contare su un sostegno molto ampio. Nelle ultime elezioni presidenziali, ha ottenuto il sostegno di 74 milioni di elettori , il secondo punteggio più alto nella storia degli Stati Uniti. E questo per molte ragioni.

Dagli anni ’70, gli Stati Uniti hanno registrato un relativo declino economico sulla scena mondiale. A partire dagli anni ’90, ciò è stato accompagnato dalla deindustrializzazione di intere regioni del Paese. Insieme a una politica di austerità antisociale, ciò ha portato a un deterioramento sociale di vasta portata.

Oggi il 58% dei cittadini vive di stipendio in stipendio. Spesso devi avere due o tre lavori per non finire in povertà. Negli ultimi quarant’anni il salario medio dei lavoratori bianchi non qualificati è diminuito di oltre il 20%, un calo particolarmente marcato dopo la crisi finanziaria del 2008. Allo stesso tempo, il tasso mortalità è aumentato di della popolazione adulta bianca. Il divario tra ricchi e poveri continua ad aumentare. In nessun luogo nel mondo occidentale questo divario è così grande come negli Stati Uniti. Lo 0,1% dei ricchi possiede la stessa ricchezza del 90% più povero.

Con il declino sociale, il tessuto sociale si è indebolito. Le organizzazioni della società civile, le istituzioni religiose e i sindacati hanno registrato un considerevole calo dei propri membri. Nel 1970 il 27% dei dipendenti era ancora sindacalizzato , oggi è solo il 10%. Politicamente, non potevano nemmeno più rivolgersi al Partito Democratico. Come i partiti socialdemocratici centrali in Europa, sotto Clinton e Obama il Partito Democratico è stato un promotore della politica neoliberista. I Democratici hanno prestato poca attenzione alle molte lamentele di un’ampia sezione dell’elettorato (bianco).

La base sociale su cui si basa Trump è costituita principalmente da popolazioni scarsamente istruite, principalmente tra la popolazione bianca. Ma la sua ideologia di estrema destra e ultranazionalista attrae anche segmenti delle classi medie e alte.

Sfrutta l’angoscia e il malcontento

Si è creato un pericoloso vuoto sociale e politico. Molte persone si sentono ignorate ed escluse da coloro che detengono il potere politico ed economico. Vedono anche il mondo come un luogo minaccioso e ostile.

Trump sfrutta abilmente la sfiducia nei confronti dell’establishment fingendosi un estraneo. Proveniente dalle ricche sfere della società, si presenta come anti-establishment e si scaglia contro la casta politica, i media, gli scienziati e gli intellettuali. Il suo linguaggio aspro e volgare è perfettamente in sintonia con i suoi obiettivi.

Come altri leader di estrema destra in altri paesi, Trump è straordinariamente bravo a controllare la paura e la rabbia di larghe fasce della popolazione. In tal modo, usa un discorso velenoso che combina sciovinismo nazionale e ostilità contro migranti e minoranze. Condanna intellettuali ed esperti come traditori del popolo. Colpisce le persone che si sentono escluse. Fa anche sentire alle persone che sta ascoltando le loro lamentele e le difende , a differenza di altri leader politici.

In tempi di incertezza, le persone cercano risposte semplici e un leader forte. L’ideologia autoritaria e di estrema destra di Trump risuona con un elettorato radicalizzato. Nel 2017, circa un quarto della popolazione riteneva che un’acquisizione militare fosse giustificata in casi di corruzione o criminalità diffusa. Il forte sostegno elettorale su cui Trump può contare incoraggia i gruppi paramilitari di estrema destra e li rende più spericolati.

Supporto dalla struttura

All’inizio del suo mandato, Trump ha potuto contare sulla maggior parte delle grandi società grazie a una significativa riduzione delle tasse. Le sue guerre commerciali, politiche irregolari e legami con l’estrema destra hanno eroso quel sostegno . La sua politica anti-immigrazione non è stata sostenuta da una parte significativa dei datori di lavoro. Eppure Trump è stato in grado di continuare a fare affidamento su investitori di settori come energia, agroalimentare, trasporti e costruzioni.

La classe capitalista preferisce scegliere leader politici docili e prevedibili. Ma se non è disponibile alcuna alternativa, non esita a dare una possibilità al “giullare malvagio” più brutale o instabile, purché i suoi interessi siano difesi. Questo è ciò che impariamo dalla storia del fascismo del XX secolo e delle dittature del Terzo mondo.

I media e i social network sono sempre più decisivi nelle elezioni. Secondo il Berkman Klein Center , le elezioni presidenziali del 2020 sono state un processo guidato dall’élite tramite i mass media. Come nel 2016, Trump ha potuto contare su un supporto mediatico significativo. Rupert Murdoch , il potente magnate dell’informazione, proprietario della più popolare stazione televisiva tra gli altri Fox , , è stato determinante nella vittoria elettorale di Trump nel 2016. È rimasto molto fedele al presidente fino alla sua sconfitta elettorale. . La campagna di disinformazione sistematica organizzata da Trump durante le elezioni è stata ripresa e amplificata da molti media mainstream.

L’influenza dei social network è ancora più importante. La propaganda digitale è stato il segreto di Pulcinella dietro prima vittoria elettorale di la Donald Trump , ma anche quella di Javier Bolsonaro in Brasile. Su Twitter Trump è stato seguito da 89 milioni di abbonati, su Facebook sono 35 milioni. Ma, anche ora che è stato espulso da Twitter, può continuare a diffondere il suo messaggio su piattaforme o siti apparentemente alternativi , come Gab, Telegram, TheDonald.win, Quillette, Spiked, ecc. Questi sono spesso sponsorizzati da ricchi finanziatori . Sono questi media “sociali” che normalizzano il razzismo e aiutano a diffondere ampiamente le idee di estrema destra, anche nelle nostre regioni.

Un’eredità duratura

Durante il suo mandato, il signor Trump è riuscito a costruire una solida base sociale. Nelle ultime elezioni aveva alle spalle il 47% dell’elettorato e dopo la sua sconfitta il 90% dei repubblicani ha continuato a sostenerlo. Continuerà a poter contare su una potentissima macchina di propaganda, sia attraverso i media che attraverso i social network (alternativi). Ha anche nominato molti giudici conservatori e ha reso la Corte Suprema una roccaforte conservatrice.

In quattro anni Trump è riuscito a imporre tutta la sua volontà al Partito Repubblicano. Molti parlamentari, governatori e sindaci sono i suoi fedeli accoliti . Molti membri del partito che non sono d’accordo con lui non osano aprire la bocca. Hanno paura di essere attaccati sui social media o di essere sopraffatti alla loro destra la prossima volta che viene nominato un avversario che si trova sulla linea di Trump. Questo è anche il motivo per cui così pochi repubblicani si sono espressi contro la cosiddetta frode degli elettori o hanno incolpato Trump per l’invasione di Capitol Hill.

Un paese estremamente polarizzato

L’inesorabile discordia di Trump negli anni ha lasciato il segno. La legittimità e la stabilità dell’intero sistema politico sono state gravemente erose. Da Abraham Lincoln nel 1861, Joe Biden sarà il primo presidente che gran parte del paese considera illegittimo prima di giurare.

Il nuovo presidente dovrà gestire un Paese molto polarizzato. I sostenitori radicali di Trump vedono gli eventi del 6 gennaio come una grande vittoria. L’estrema attenzione riservata loro dai media li ha stimolati e consentirà loro di reclutare membri e crescere più forti.

Gli esperti temono che le rivolte mortali possano essere l’inizio di un’escalation di violenza, piuttosto che un tentativo finale di salvare la presidenza di Trump. È possibile che nelle prossime settimane si verifichino altri raid di questo tipo e che i sostenitori radicali saranno ancora più inclini alle intimidazioni e all’uso della violenza nei conflitti razziali, sociali o anche professionali. Jorge Dávila L’analista politico della CNN avverte di una “guerra civile a bassa intensità”.

Il trumpismo resisterà

Il futuro di Trump è incerto. Sarà licenziato? Sarà continuato? Oppure potrà candidarsi di nuovo alle prossime elezioni tra quattro anni, come intende fare? Un recente sondaggio dei repubblicani ha dimostrato che è il principale favorito del partito per una nomination nel 2024. Dietro di lui, il vicepresidente Mike Pence, poi Donald Trump Jr.

Anche se non è lui stesso un candidato, data la sua notevole influenza sulla base conservatrice, sarà in grado di gran parte determinare in quale dei repubblicani entrerà in conflitto. Non mancano i candidati. Ad esempio, Mike Pompeo, il suo segretario di stato, o Tom Cotton, il senatore dell’Arkansas. Come scrive il Financial Times , “Queste sono versioni più dure di lui, senza le sue eccentricità”.

Samuel Farber , del Jacobin , riassume la situazione: “Qualunque sia il destino di Donald Trump negli anni a venire, trumpisme come politica e mentalità attuali, e anche come movimento, è probabilmente migliore resistere dello stesso Trump ”. In Europa, vediamo correnti simili e le stesse tendenze pericolose . E se, nelle prossime elezioni legislative nel nord del Belgio, l’estrema destra Vlaams Belang e l’estrema destra NVA avessero ottenuto la maggioranza dei voti? Questa strada senza uscita sarà risolta pacificamente? In ogni caso, gli eventi degli ultimi giorni sono un campanello d’allarme per tutti noi.

Socialismo o barbarie

Per invertire la rotta, (1) dobbiamo prima frenare le milizie paramilitari. Ciò dovrà andare di pari passo con una valutazione e una pulizia delle forze di polizia e dell’esercito, nonché una modifica della legge sulle armi.

Ma questo non basta. Queste milizie sono un cancro maligno su un corpo malato. Affinché questo organismo riacquisti la salute ed elimini il terreno fertile per l’estrema destra, necessaria una sorta di è nuovo contratto sociale, caratterizzato da una tassazione equa, assistenza sanitaria universale, aumento dei salari e delle pensioni (minimo) e un’istruzione superiore a basso costo. Sono necessari anche forti investimenti in infrastrutture, sanità e tecnologie verdi. Infine, il sistema politico necessita di un completo ripristino.

Fino a quando questo non sarà raggiunto, la perdita di prosperità, il divario tra ricchi e poveri, l’insicurezza, la mancanza di prospettive future e la sfiducia nei confronti dei politici dell’establishment continueranno ad aggravarsi. un cocktail esplosivo che potrebbe portare a un Trump-bis, o peggio.

La speranza è che negli ultimi anni l’ideologia di sinistra abbia trovato un forte seguito tra la popolazione, soprattutto tra i giovani. Un sondaggio Gallup ha mostrato che il 51% dei giovani di età compresa tra i 18 ei 29 anni è positivo sul socialismo. Per l’intera popolazione, questo rappresenta il 37%. È che candidati di sinistra radicale anche incoraggiante come Alexandria Ocasio-Cortez, Ilhan Omar, Ayanna Pressley e Rashida Tlaib siano stati eletti al Congresso.

I processi elettorali sono molto importanti, ma è ancora più importante lavorare con pazienza a livello di base: sensibilizzare, organizzare e mobilitare le persone per un progetto progressista sostenibile. Con l’arrivo di Bernie Sanders, il panorama politico americano è stato profondamente cambiato . Durante le ultime campagne elettorali, è stato lanciato un nuovo movimento pieno di speranza.

Affronta grandi sfide.

Il motto di Rosa Luxemburg “Socialismo o barbarie” è più attuale che mai.

Marc Vandepitte

www.dewereldmorgen.be

Puoi risparmiare 1.00 Euro al mese per supportare i media indipendenti

A differenza della Rai, Mediset o Sky, NON siamo finanziati da Benetton, Bill & Melinda Gates o da altre ONG o governi. Quindi alcune monete nel nostro barattolo per aiutarci ad andare avanti sono sempre apprezzate.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code