toba60

Astuzia Politica: Anatomia Psicologica del Male …

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

L’astuzia politica criminale messa in atto su scala globale in questo momento, non è legata alle sole strategie comunicative e mediatiche, ma principalmente da tratti psicologici ben definiti che dettano poi ogni azione sociale e individuale in un qualsiasi ambito.

Erich Fromm

Non’ e’ difficile identificare queste persone patologicamente disturbate, eppure le masse cadono spesso nel tranello che viene favorito da un atteggiamento mentale consolidato da una società globalizzata che con il tempo ha inibito la capacita’ di percepire il bene dal male che c’è in ognuno di loro.

Erich Fromm noto Sociologo, amava sempre ripetere questa frase……

non ascoltare mai quello che dice un politico, ma osserva bene attentamente a come si allaccia le scarpe…….

Toba60

Anatomia Psicologica del Male

“La distruzione biologica, psicologica, morale ed economica della maggioranza degli esseri umani normali diventa, per i patocrati (governanti psicopatici), una necessità biologica”

Dr. Andrew Łobaczewski (1921 – 2008)

Come capire il male Macrosociologico*

Derivato dalla parola greca del Nuovo Testamento “male”, la ponerologia denota un male intrinseco con influenze corruttrici, una descrizione appropriata della psicopatia e delle sue conseguenze sociali.

Kazimierz Dąbrowski (1902-1980) ha affermato che l’ambizione estrema e il desiderio di potere e di guadagno finanziario “sono particolarmente evidenti nella psicopatia criminale o politica”. La politica, per sua natura, tende ad attrarre più dei “tipi padrone” patologici di altri campi. La media è infiltrarsi, infettare, inserirsi ed eliminare. (ICAE)

Ma poco è stato detto sulla natura, le cause e la genesi del male. La cultura scientifica materialista non riconosce facilmente l’esistenza del male. Sì, il “male” gioca un ruolo nel discorso religioso. Ma anche lì, una piccola indulgenza è data come un “errore” o “ribellione” che sarà corretto ad un certo punto nel futuro.

Non crediamo quasi mai che “loro” possano lottare solo per ottenere qualcosa, avere la loro strada, o avere il sopravvento. Questo è il falso “rasoio di Hallon” (il rasoio di Hallon è un principio o una regola che afferma “mai attribuire alla malvagità ciò che è adeguatamente spiegato dalla stupidità”. Conosciuto in molte altre forme, è un rasoio filosofico che suggerisce un modo di eliminare spiegazioni implausibili per il comportamento umano…) a cui si riferisce Winter Watch. Il rasoio dice: “Non è mai attribuito alla malizia, che può essere spiegata con l’incompetenza”. Un’assurdità completa.

L’eredità del lavoro di Sigmund Freud ha a che fare con questo. I principi fondamentali delle teorie freudiane e la loro struttura di base – la nevrosi – si sono ben impressi nella coscienza pubblica.

Le teorie psicodinamiche della personalità tendono a vedere tutti, almeno in qualche misura, come nevrotici. L’influenza nociva di Freud e Alfred Kinsey (biologo, entomologo, sessuologo fondatore dell’Istituto di Ricerca Sessuale dell’Università dell’Indiana…

Il suo lavoro ha influenzato notevolmente i valori sociali e culturali negli Stati Uniti e a livello internazionale. Qui e qui) le osservazioni estreme su piccoli gruppi di individui, soggetti ipercomplessi, applicate a una vasta gamma di ipotesi sulle cause della malattia psicologica per ciascuno, non possono essere sopravvalutate.

Facendo così si fornisce una copertura ai patocrati/kakistocrati dietro cui nascondersi. Ciò che è un’anormalità è normalizzato e non si può giudicare.

Lobaczewski afferma: “L’umanità ha un predatore naturale, lo psicopatico, e questo predatore è invisibile perché non ci sono segni facilmente distinguibili per distinguerlo. In una società in cui il male non è studiato o compreso, essi “salgono facilmente in cima” e dirigono le persone normali ad accettare il loro dominio, ad accettare le loro bugie senza fare domande. Il trucco dello psicopatico è quello di farci credere che il male viene dagli altri.

Dick Cheney

Dato che tutti danno per scontato che la coscienza sia universale tra gli esseri umani, nascondere il fatto che sono incoscienti è un gioco da ragazzi.

Non sono trattenuti da alcun desiderio, senso di colpa o vergogna e non sono mai trattati dagli altri per freddezza. L’acqua ghiacciata nelle loro vene è così strana, così completamente al di fuori dell’esperienza personale della persona normale, che raramente si indovina anche in questo stato.

In altre parole, completamente liberi da vincoli interni, con una libertà senza impedimenti di fare ciò che vogliono, e senza un peso sulla loro coscienza, diventano convenientemente invisibili al mondo.

Questa invisibilità dà loro un enorme, segreto e strano (una forma di magia nera) vantaggio sulla maggioranza delle persone…

In effetti, è anche peggio. Robert Hare in “Without Consciousness” ha sostenuto che viviamo in una “società mimetica”, una società in cui certi tratti psicopatici l’egocentrismo, la mancanza di preoccupazione per gli altri, la superficialità, lo stile del ricco, del comodo, del manipolatore, del truffatore – sono sempre più tollerati (relativismo morale) e persino apprezzati. Psicopatici egocentrici, a sangue freddo e senza legge possono allora dominare tutti gli aspetti della società.

Nella società moderna la visione edonistica della “felicità” contiene i semi dell’infelicità. Le società edonistiche hanno una forte tendenza a incoraggiare la fuga nell’ignoranza/ignoranza o nel dogma ingenuo. Ci sono deficit sociali per quanto riguarda le abilità psicologiche e il giudizio morale.

L’eliminazione inconscia dei segnali d’allarme sta diventando comune, diventando un’abitudine accettata da intere società. Il risultato è che qualsiasi processo di pensiero basato su informazioni così tronche non può trarre conclusioni corrette. Questo porta poi alla sostituzione delle bugie convenienti nell’autoservizio per sostituire le verità scomode, avvicinandosi così alla psicopatologia. In una tale società, dove tutte le verità nascoste sono nascoste sotto la superficie come un iceberg, il disastro è molto vicino.

L’egoismo individuale e nazionale provoca continue ritorsioni. Questa isteriosi della società permette ai cospiratori patologici e ad altri pervertiti di agire nell’attuazione del male su scala macro-sociologica.

Martha Stout in ”The Sociopath Next Door” ha scritto: “Coloro che non hanno alcuna coscienza sono un gruppo a sé, che siano tiranni omicidi o semplicemente spietati, cecchini sociali”.

Le cospirazioni sorgeranno semplicemente come risultato naturale della divisione sfrenata tra persone normali e pervertiti. In qualsiasi società di questo mondo, gli individui psicopatici e alcuni degli altri pervertiti creano una rete attiva di collusione comune “cospirativa”, parzialmente rimossa dalla comunità delle persone normali.

Joe Biden

Si raggruppano insieme, con visioni del mondo simili, come il grasso che galleggia in una ciotola di zuppa (o come diciamo noi: le canaglie si attaccano insieme come uva passa marcia). Quando uno di loro inizia ad andare in onda, altri come lui – o quelli con danni cerebrali che li rendono sensibili – si radunano intorno al “simbolo”, per così dire. Inoltre, lo conoscono e sanno come funziona.

Imparano a riconoscersi in una folla fin dall’infanzia e sviluppano la consapevolezza dell’esistenza di altri simili a loro.

Il carattere patologico di queste persone contiene generalmente una componente di isteria.

Nonostante le loro carenze in termini di conoscenza fisiologica e morale, sviluppano e poi hanno a disposizione la loro conoscenza, cosa che manca alle persone con una visione naturale del mondo.

Si rendono anche conto di essere diversi dal mondo delle altre persone che li circondano. Ci osservano da una certa distanza, ci percepiscono come una specie parassita.

Le reazioni umane naturali – che spesso non suscitano interesse perché sono date per scontate colpiscono gli psicopatici come strane e quindi interessanti, persino comiche. Perciò ci osservano, traendo conclusioni, formando il loro diverso mondo di concetti.

Diventano esperti delle nostre debolezze e a volte conducono esperimenti spietati su di noi. … Né una persona normale né la nostra visione naturale del mondo possono percepire o valutare correttamente l’esistenza di questo mondo di concetti diversi.

La selezione negativa ha luogo. Un capo di stato o di dipartimento imperfetto che seleziona il suo staff, il suo governo, in base alla propria visione del mondo patologicamente corrotta. Il risultato finale è un insulto da parte di una cricca “selezionata negativamente”.

I patocrati del mondo erano e sono così simili nelle loro qualità di base.

Il tradimento e l’inganno in politica sono giustificati e presentati come valori positivi. Si sviluppano anche principi di sfruttamento di situazioni specifiche.

La struttura sociale patologica copre gradualmente tutto il paese creando un “nuovo ordine” all’interno della nazione. Questa classe privilegiata [patocrati] si sente permanentemente minacciata dagli “altri”, cioè dalla maggioranza delle persone normali. Né i patocrati si fanno illusioni sul loro destino personale nel caso di un ritorno al sistema dell’uomo normale.

Luca Zaia

Gli sforzi della minoranza patologica per mantenere il potere saranno sempre minacciati dalla società delle persone normali la cui critica continua a crescere. D’altra parte, qualsiasi metodo di terrore, quindi, deve essere usato contro gli individui.

Sfruttamento di scimmie volanti e quasi-psicopatici

Lo stile di vita associato agli Stati Uniti ha ottimizzato la sopravvivenza degli psicopatici essendo costantemente una “strategia di vita” adattiva che ha molto successo nella società americana, e quindi sono cresciuti in popolazione, oltre a fungere da calamita per gli individui psicopatici di altri paesi per un bel po’ di tempo.

Il fatto è che l’America è inondata di psicopatici e Skirtoidi (termine di Lobaczewski per gli individui che provengono da incroci razziali con qualsiasi effetto psicologico che queste commistioni hanno…), come afferma Lobaczewski. Come conseguenza di una società adattata alla psicopatia, anche molte persone che NON sono psicopatiche si sono adattate, diventando psicopatici “effettivi” o “caratteropatici”.

La kakistocrazia è a conoscenza dell’esistenza di persone vulnerabili e di come lavorare su di loro e reclutarle. Questo processo di “mutazione della personalità” è simile ma non identico in tutti i casi. Anche la durata degli effetti di questo fenomeno varia. Alcune di queste persone diventano poi gelose. Altri hanno poi approfittato di varie circostanze per ritirarsi e ristabilire i loro legami perduti con la normale società umana. Ma sono stati sostituiti. L’unica costante del nuovo sistema sociale era il numero magico di psicopatici: 6%.

Un altro 12% al 18% sono utili idioti e quasi psicopatici antisociali, di malizia. Questi sono i caratteri – che possono essere “creati” esponendo una persona ad una persona con una grave deformità caratteriale.

Le sue emozioni sono raffreddate, il suo senso della realtà psicologica è soppresso. Questo porta a una decifrazione del pensiero e a una sensazione di impotenza che si traduce in reazioni depressive che possono essere così gravi che gli psichiatri a volte le diagnosticano erroneamente come psicosi maniaco-depressive.

Questo significherebbe che il numero totale di psicopatici più i “quasi-psicopatici” aka “scimmie volanti” sarebbe dal 16 al 24 per cento della popolazione totale, a seconda del periodo, della cultura prevalente e del luogo. La guerra la spinge al massimo rendimento per TUTTE le parti.

Per un esempio di “scimmie volanti” che si uniscono insieme nei circoli criminali hard-core, leggete, “Freeway Killer William Bonin: modello capobanda di una banda di assassini omosessuali sadici”.

Impatto sulle persone normali

La kakistocrazia impara anche come la sua personalità può avere un effetto traumatico sulla personalità di queste persone normali e come sfruttare questa radice di terrore per raggiungere i suoi obiettivi.

Mario Draghi

I metodi di terrore psicologico, le tecniche di arroganza patologica e l’avanzamento della psiche altrui hanno inizialmente effetti così traumatici che le persone vengono private della loro capacità di reazione propositiva.

Lobaczewski: Sottoporre una persona normale a persone psicologicamente anormali ha un effetto distorsivo sulla sua personalità: provoca traumi e nevrosi. Questo viene realizzato in un modo che generalmente evita adeguati controlli coscienti. [lupi simili a pecore] Una tale situazione priva quindi l’individuo dei suoi diritti naturali di esercitare la propria igiene mentale, di sviluppare una personalità sufficientemente autonoma e di usare il suo buon senso.

Caratteri indotti dalla droga: la pletora di droghe utilizzate fa perdere gradualmente agli individui il loro colore emotivo e la loro capacità di percepire il loro stato psicologico. Conservano le loro funzioni mentali ma diventano egocentrici con un desiderio di lode, facilmente dominati da persone che sanno come approfittarsi di loro.

Il comportamento delle persone con tali disturbi del carattere traumatizza le menti e le emozioni delle persone normali, riducendo gradualmente la loro capacità di usare il loro buon senso. Nonostante la loro resistenza, le persone si abituano alle rigide abitudini del pensiero e dell’esperienza patologica.

Un esempio di inganno: “Ci odiano a causa delle nostre libertà”. Questo è un primo esempio di “selezione e sostituzione di dati nel ragionamento”, che è prontamente e felicemente accettato come spiegazione dal pubblico a causa della sua mancanza di competenze psicologiche e di giudizio morale.

Bill Gates

Quando si possono prendere tutte le gioie della vita, lo sforzo intellettuale per capire la scienza e le leggi della natura per acquisire conoscenze che possono non essere direttamente legate all’accumulo di cose sembra inutile. Essere “sani di mente” e positivi – gentili senza mai una parola di scoraggiamento – è considerato buono, e chiunque predice in esso conseguenze disastrose come risultato, è un torturatore, assassino, uomo tossico.

Da : Russ Winter

Cosa abbiamo imparato oggi da questo argomento? Sì, come i malati psicologico-patologici che pensano di non appartenere a questa categoria, ma alla casta speciale delle società umane, molto al di sopra della moltitudine, il furbo, il sapiente, l’esperto, lo spirito che non possiamo capire, il ricco, ci ricordano assolutamente i nostri stessi governanti, in ogni potere

E forse oggi abbiamo capito ancora una volta perché non sono diversi l’uno dall’altro e sono così tanto sostenuti (indipendentemente dall’area ideologica del partito a cui appartengono). Si tratta, come è stato dimostrato dal soggetto, scientificamente, di una situazione malata.

Così tanto malato da rasentare la fantascienza, come se fosse una specie che è stata gettata come spazzatura sul nostro pianeta, motivo per cui odia così tanto l’uomo e tutto ciò che si trova sulla Terra…

E davvero, come facciamo a sapere che non è stato così? Come facciamo a sapere che persone di altre galassie non sono venute a svuotare la loro spazzatura qui, forse come parte di un esperimento?

Questa spazzatura può tormentarci attraverso le loro reclute di individui suscettibili con menti contorte, ma si stanno lentamente rivelando.

Buona sera!

*Macrosociologia: è un approccio su larga scala alla sociologia, con un’enfasi sull’analisi dei sistemi sociali e delle popolazioni a livello strutturale, spesso ad un livello necessariamente alto di astrazione teorica. Anche se la macrosociologia non si occupa dell’individuo stesso, delle famiglie e delle altre espressioni costitutive di una società, lo fa in relazione al sistema sociale più ampio di cui questi elementi fanno parte. L’approccio è anche in grado di analizzare collettività generalizzate (per esempio “città”, “chiesa”)…

Il Pelasgian

Fonte: sxolianews.blogspot.com

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE



Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code