toba60

Come la Scienza Psicologica Ha Costretto le Persone a Rispettare le Restrizioni sul Covid-19

Prestate bene attenzione, come anticipato precedentemente, verrà messo a disposizione di tutti gli utenti di toba60 il meglio della psicologia sociale applicata, per conoscere e capire come una branca professionale che un tempo aveva la funzione di salvaguardare la salute e la vita delle persone, sia attualmente diventato un vero e proprio campo di sterminio ”Disumanitario”, dove ogni sua passata funzione ha preso il posto ad un ben più remunerato indirizzo lavorativo .

E un argomento come ben sapete di mia competenza, comprendere i mezzi ingegnosi e sottili che vengono messi sul campo, è un requisito fondamentale per potersi difendere e soprattutto agire, inibendo tutte le sue ingannevoli strategia messe in atto quotidianamente in ogni ambito quale può essere quello lavorativo, sociale, politico, finanziario, economico, pubblicitario, praticamente non esiste settore dove non ci sia una ingerenza diretta su ogni individuo.

Gradatamente vedrete, avrete tutti gli strumenti per porre un freno, è inevitabile che in principio vi sia una certa riluttanza ad accettare quanto verrete a conoscere, ma sono sicuro che supererete questo scoglio …..altrimenti non sareste entrati qua dentro 🙂

Toba60

La psicologia al servizio delle Élite

Introduzione

L’accettazione diffusa dei dettami draconiani del governo da parte del pubblico britannico è senza dubbio l’aspetto più significativo della crisi del coronavirus.

Restrizioni senza precedenti alle nostre libertà fondamentali sotto forma di chiusure, divieti di viaggio e l’obbligo di indossare le mascherine -sono state accettate passivamente dalla stragrande maggioranza delle persone. Nonostante la mancanza di prove sull’efficacia di queste misure estreme e il crescente riconoscimento delle loro conseguenze negative , sembra che la maggior parte di noi continui a essere soggetta alle attuali limitazioni della nostra vita.

Perché Assistiamo a una Tale Accettazione?

Un contributo importante all’obbedienza di massa degli inglesi è probabilmente l’attività degli psicologi statali che lavorano come parte del “ Behavioral Insights Team” (BIT). Dopo aver delineato la struttura e le competenze del BIT, descriverò le strategie applicate da questo gruppo di esperti psicologici per modellare il nostro comportamento in linea con l’approccio sanitario del governo al coronavirus. Evidenzierò in particolare le quattro tattiche principali utilizzate nelle loro campagne di comunicazione COVID-19 per “indirizzarci” verso l’obbedienza: il focus è su messenger, EGO, AFFECTIONS and NORMS (o “MEAN” in breve)[la parola significa in inglese significa strumento di controllo, op.cit.], fornendo esempi concreti per illustrare come questi influencer vengono impiegati per costringerci a rispettare le linee guida del governo. Infine, affronterà la discutibile etica del ricorso a questi interventi psicologici per promuovere l’adesione a politiche sanitarie sempre più controverse.

Behavioral Insights Team – Struttura e giurisdizione

BIT è stato concepito presso l’Ufficio del Primo Ministro nel 2010 come “la prima istituzione governativa al mondo dedicata all’applicazione della scienza comportamentale alla politica ( Hallsworth et al., 2018.). È di proprietà congiunta del governo britannico, Nesta (un ente di beneficenza che si considera una “fondazione per l’innovazione” e un “campione del pensiero radicale”) e gli stessi dipendenti della BIT. Secondo il sito web BIT, il loro team si è rapidamente espanso da un’unità di sette persone che lavora con il governo del Regno Unito a una “società di social media” che opera in molti paesi in tutto il mondo.

Gli obiettivi dichiarati di BIT sembrano ambiziosi e altruistici. Lavorando con una serie di parti interessate (ad esempio, governi e autorità locali), il team cerca di “ migliorare la vita e le comunità delle persone ” applicando “ approfondimenti sul comportamento per informare il processo decisionale, migliorare i servizi pubblici e fornire risultati per i cittadini e società’. Pochi contesterebbero che questi suonino come obiettivi meritevoli. Tuttavia, uno sguardo più attento ai metodi BIT solleva preoccupazioni circa l’integrità morale della loro applicazione al fine di raggiungere gli obiettivi di salute pubblica del governo riguardo alla crisi del coronavirus.

Una panoramica completa degli approcci psicologici applicati da BIT può essere trovata nel documento MINDSPACE: Influencing Behaviour through Public Policy (Dolan et al., 2010). Questo rapporto – prodotto dall’Institute of Government – afferma che l’implementazione di strategie comportamentali può ottenere modi ‘a basso budget, quasi indolore per ‘ indirizzare ‘i cittadini … … verso nuovi modi di agire, tenendo il passo con il modo in cui pensiamo e agire ‘(pagina 7) (La mia enfasi). Esprimendo il processo di cambiamento in questo modo, questa affermazione rivela una differenza fondamentale tra gli interventi BIT e gli sforzi del governo tradizionale per modellare il nostro comportamento: la loro dipendenza da strumenti che spesso ci influenzano inconsciamente, al di sotto della nostra coscienza.

Storicamente, oltre alla coercizione (attraverso leggi e regolamenti), i governi hanno utilizzato misure di informazione e argomenti razionali nei loro sforzi per cambiare il comportamento dei loro cittadini. Armati di prove adeguate del problema ad esempio, i costi ambientali della plastica in eccesso ci si aspetta che le persone valutino razionalmente (e consapevolmente) i pro e i contro di ciascuna delle loro opzioni e considerino di modificare il loro comportamento di conseguenza. Al contrario, molti dei modi di dirigere che BIT usa agiscono – a vari livelli – su di noi automaticamente, al di sotto del livello del pensiero cosciente e della ragione.

Prima di descrivere le strategie BIT specifiche applicate per massimizzare l’obbedienza delle persone con limitazioni del coronavirus, è importante sottolineare che questi interventi sono ampiamente supportati da una solida base di prove tratte dalle scienze psicologiche. In quanto tali, si tratta di strumenti potenti che dovrebbero essere sempre utilizzati in modo responsabile.

Gli incentivi specifici utilizzati da BIT

BIT si basa su una serie di interventi per modellare le nostre attività e allinearle meglio alla politica del governo. Le strategie specifiche utilizzate per questo scopo possono essere riassunte come MINDSPACE (come mostrato di seguito).

MESSAGGERO
Per noi influisce sulle risorse
INCENTIVI
utilizzare scorciatoie prevedibili come quelle per evitare in modo significativo le perdite
STANDARD
Per noi fortemente influenzati da ciò che gli altri stanno facendo
l’opzione predefinita
possiamo “lasciare” le opzioni preimpostate
visualizzate
L’attenzione è attirata su ciò che è nuovo e ciò che sembra essere rilevante dal punto di vista personale
preparazione (preparazione) Le
nostre azioni sono spesso influenzate da segnali inconsci
INFLUENZA
Le nostre emozioni modellano fortemente le nostre azioni
OBBLIGHI
Cerchiamo di essere coerenti con le nostre promesse pubbliche
EGO
Agiamo in un modo che ci fa sentire bene con noi stessi

I quattro motivi più rilevanti che sono stati applicati per ottenere l’adesione pubblica alle restrizioni del coronavirus sembrano essere “messaggero”, “ego”, “affetto” e “norme” (o MEAN come mnemonico) e di seguito verranno forniti esempi specifici di ciascuna di queste strategie di implementazione. Sebbene descritti separatamente, questi incentivi spesso si sovrappongono e agiscono insieme. Oltre a MEAN, altri strumenti dall’acronimo MINDSPACE si sono anche, in una certa misura, manifestati nella campagna contro il coronavirus – un esempio ovvio, l ” ‘incentivo’ ‘per evitare perdite fornisce la base per multe per la violazione delle “ regole del sei’ ‘e della dettatura per indossare mascherine.

Messaggero


Le caratteristiche della persona che trasmette il messaggio influenzeranno in modo significativo il grado di ascolto delle informazioni trasmesse da parte dei destinatari. Se si ritiene che i messaggeri possiedano un alto livello di autorità o siano degni di ammirazione, è più probabile che le persone si fidino di loro e seguano i loro consigli e istruzioni . Di conseguenza, abbiamo ripetutamente assistito al duo accademico senior, il professor Chris Whitty e Sir Patrick Vallance (medico capo e consigliere scientifico capo) tenerci informati sulle ultime statistiche e proiezioni su COVID-19, soprattutto poco prima che il governo imponga ulteriori restrizioni su le nostre libertà . Allo stesso modo – giocherellando con l’ampio rispetto pubblico per il personale del NHS – infermieri in uniforme completacontinuano ad apparire sui nostri schermi televisivi bombardandoci con gli ultimi mantra del governo.

Gli esperti di comportamento del governo riconoscono anche che i messaggi trasmessi da persone con cui possiamo identificarci possono essere influenti. Non è quindi un caso che alcune voci in tv e radio ci chiedano di indossare maschere, di prendere le distanze socialmente o di scaricare un’app di monitoraggio del governo parlano con più accenti regionali ; Finora ho sentito parlare di Geordie, North West, West Midlands, South Western e Welsh, ma credo che questo non sia un elenco esaustivo. Allo stesso modo, i media messenger includevano uomini e donne, giovani e anziani, che provenivano da diversi gruppi etnici e socio-economici.

Ego

Ci sforziamo tutti di mantenere una visione positiva di noi stessi e quindi mostrare pregiudizi cognitivi nel modo in cui comprendiamo il mondo. Ad esempio, per preservare un’immagine virtuosa di noi stessi, ognuno di noi ritrae abitualmente quello che gli psicologi chiamano “l’errore fondamentale dell’attribuzione”, prendendosi il merito di buoni risultati e incolpando gli altri di quelli cattivi . Questa spinta intrinseca a proteggere il nostro ego, ad agire e pensare in un modo che ci consenta di sentirci bene con noi stessi, è stata ampiamente utilizzata dagli specialisti BIT per guidarci più precisamente, per spingerci ad accettare i limiti del coronavirus.

Con l’aiuto dei media mainstream che sostengono pedissequamente la promozione della narrativa del coronavirus del governo, durante la crisi siamo stati bombardati da slogan e mantra che insistono sul fatto che il rispetto delle richieste è simile all’altruismo di aiutare gli altri:

“RIMANI A CASA, PROTEGGI IL NHS, SALVA LA TUA VITA”,
“PROTEGGI TE STESSO, PROTEGGI I TUOI AMATI”;
‘SE ESCI PUOI ESPANDERLO. LE PERSONE MORIRANNO ‘;
‘LE VACCINAZIONI CI PROTEGGONO TUTTI’
‘STAI ATTENTO, GESTISCI IL VIRUS, SALVA VITE’.

È stato creato un rituale che ha agito per presentare i bravi ragazzi. Alle 20:00 ogni giovedì sera, per dieci settimane consecutive, siamo invitati ad “applaudire per gli accompagnatori”per mostrare la nostra gratitudine al personale del NHS e ai lavoratori chiave che coraggiosamente rischiano la vita sul campo di battaglia del coronavirus. I vicini stavano sulla soglia gridando, applaudendo e facendo tintinnare pentole e padelle, sorridendosi l’un l’altro in segno di riconoscimento di massa della propria ipocrisia; nel frattempo, coloro che hanno scelto di non partecipare a questo spettacolo di virtù pre-orchestrato spesso si sono sentiti come dei diavoli nascosti perché sono rimasti dentro. Il messaggio era chiaro: per qualificarsi come un essere umano lodevole, è necessario aderire alla narrativa del governo sul coronavirus.

Nelle ultime settimane gli slogan per massaggiare l’ego sono diventati frenetici. Il professor Whitty lo ha detto in una conferenza stampa il 21 settembre uno che aumenta il proprio rischio di esposizione “aumenta il rischio di tutti” intorno a lui . Il ministro della Salute Matt Hancock ha fatto ricorso a dire agli studenti di non ” uccidere la propria nonna “. E l’implacabile campagna mediatica ci ha travolti tutti con una nuova serie di dichiarazioni che segnalano virtù che equiparano il rispetto delle regole alle brave persone : “Mi lavo le mani per proteggere mia nonna”; ‘Mi lavo le mani per proteggere la mia famiglia’; “Indosso una maschera per proteggere i miei amici”; e “Mi tengo a distanza per proteggerti”.

Inoltre, l ‘”errore di attribuzione fondamentale” (menzionato sopra) garantisce che una maggioranza altruista che concorda apertamente con i dettami per qualsiasi successivo aumento dei casi di coronavirus o dei decessi incolpa coloro che non vi hanno aderito , pur prendendosi il merito di qualsiasi cambiamento positivo nelle statistiche.

Mentre questi messaggi di elevazione dell’ego che affermano che il rispetto delle restrizioni del coronavirus è sinonimo di bontà può rasentare la nausea – un po ‘come un conoscente che afferma ripetutamente quanto sia un bravo ragazzo – gli psicologi della BIT sanno che sono molto efficaci nel guidarci secondo l’obbedienza.

Tuttavia, c’è un altro motivatore che è il più forte di tutti: la paura.

Influenzare

Gli psicologi hanno da tempo riconosciuto che il nostro attuale stato emotivo influenzerà in modo significativo i nostri processi e comportamenti mentali. Questo “effetto di corrispondenza dell’umore” farà sì che la persona noterà e ricorderà selettivamente le informazioni che sono coerenti con l’umore esistente.

Pertanto, se sono felice, sarà più probabile che ricorderò i miei successi passati, noterò momenti positivi nella mia vita presente e svilupperò convinzioni ottimistiche sul futuro. Se sono triste, mostrerò un approccio privilegiato ai ricordi di fallimento e perdita, noterò le negatività nella mia vita attuale e poi coltiverò convinzioni pessimistiche su me stesso e sul mondo.

Ma se temo, la mia memoria sarà distorta a favore di eventi spaventosi del passato, la mia attenzione sarà focalizzata selettivamente sui potenziali pericoli nel mio ambiente attuale e la mia mente sarà piena di pensieri su minacce future e potenziali disastri; questa ricalibrazione delle nostre capacità mentali a uno stato di paura è stata utilizzata in modo eccellente dagli psicologi della BIT per garantire la conformità di massa ai dettami del governo sul coronavirus.

La decisione di spaventarci all’obbedienza è stata strategica. I verbali della riunione del 22 marzo di Government Expert Advisors (SAGE) – un forum che coinvolge esperti psicologici – mostrano una chiara intenzione: “Il livello percepito di minaccia personale dovrebbe essere aumentato tra coloro che sono spensierati utilizzando forti messaggi emotivi “. Sapevano che la popolazione spaventata era indulgente. E non hanno ottenuto proprio questo?

Insieme ai media servili mainstream (che, quasi esclusivamente, seguivano la linea del governo), BIT ha inflitto una campagna di intimidazione estesa e coordinata al pubblico britannico il cui obiettivo principale era aumentare il livello di paura.

I metodi utilizzati includono:

a) Statistiche giornaliere, mostrate senza contesto : in primo luogo, era un misuratore di morte, che mostrava in modo inquietante il numero di persone che muoiono di coronavirus ogni giorno. Questo numero di vittime è stato segnalato fuori contesto , senza alcuna menzione del numero di morti giornaliere dovute ad altre cause o del fatto che circa 1600 persone muoiono ogni giorno nel Regno Unito in circostanze normali. Quando il tasso di mortalità da COVID-19 è diminuito, l’ attenzione statistica si è spostata , prima sui tassi di trasmissione e poi su un numero spaventosamente elevato di “casi”, che possono facilmente dimenticare la recente scioccante presentazione di Vallance e Whitty sul potenziale di 50.000 nuovi casi al giorno ?

b) Ripetute riprese di morti e decessi : prima era la Lombardia (al centro di una pandemia in Italia) con riprese ripetute di pazienti che a malapena prendevano aria nelle unità di terapia intensiva. E poi si è spostato su mucchi di bare negli obitori di New York o corpi che hanno inondato le strade dell’Ecuador . Le immagini in tempo reale della morte e del morire saranno sempre scioccanti, indipendentemente dalla causa ; concentrarsi esclusivamente sulle morti per COVID-19 piuttosto che su molte altre vittime di altre malattie è scortese e ingannevole, ma è progettato per aumentare la paura delle persone per il coronavirus.

c) Slogan spaventosi: Ogni canale mediatico ci ha costantemente bombardati con mantra che provocano paura, ad esempio:

“SE ESCI PUOI ESPANDERLO. LE PERSONE MORIRANNO ‘;
‘KORONAVIRUS: CHIUNQUE PU OTTENERLO. TUTTI POSSONO ESPANDERLA
‘.

Per massimizzare le prestazioni, i poster raffiguranti questi spaventosi avvertimenti sono spesso accompagnati da immagini di personale di emergenza che indossa maschere e visiere mediche . Anche guidare nelle nostre auto con la radio spenta non ci protegge da questo attacco, poiché gli avvisi sulla strada, che dichiarano “ATTENZIONE” e “POSIZIONA IN UNA ZONA AD ALTO RISCHIO”, stanno diventando sempre più comuni.

d) Copertura obbligatoria delle persone: Dopo che la missione per aumentare il livello di paura è stata completata, è stato introdotto l’uso obbligatorio delle maschere. Agendo come un indicatore duro e molto visibile che il pericolo è tutt’intorno, gli involucri del viso danno un grande contributo al mantenimento dell’isteria diffusa . (Vedi blog precedente ).

Questa deliberata e intensa campagna per aumentare il livello di paura al di sopra di quanto sarebbe razionale per la minaccia rappresentata dal virus respiratorio è stata un successo clamoroso. La ricerca mostra che i cittadini britannici ritengono che il coronavirus abbia ucciso circa il 7% della popolazione, un tasso di mortalità che, se corretto, avrebbe superato le 4.500.000 persone– Al momento in cui scrivo, il tasso di mortalità ufficiale è di circa 44.000. Ma la ricerca non è necessaria per capire quanto siano spaventate le persone; basta camminare fuori e guardare i pedoni che lasciano il marciapiede sulla strada per togliersi di mezzo o trattenere il respiro e schiacciarsi contro il muro come se fossi un pericolo biologico.

Norme

Dopo aver usato messaggeri che rispettiamo o con cui ci identifichiamo per promuovere la paura che evoca obbedienza e ipocrisia, BIT ha usato un’altra arma per obbligarci all’obbedienza: una discreta quantità di pressione dei pari.

La consapevolezza delle “norme sociali” – le opinioni e i comportamenti prevalenti dei nostri concittadini – può spingerci ad agire di conseguenza. Siamo fortemente influenzati da ciò che fanno gli altri; la consapevolezza di appartenere a una minoranza deviante è fonte di disagio . Il governo ha ripetutamente utilizzato la pressione normativa durante la crisi del coronavirus per garantire che il pubblico rispetti i propri vincoli crescenti.

L’esempio più ovvio è il modo in cui, durante le conversazioni con i media, i ministri sono spesso ricorsi a dirci che la stragrande maggioranza delle persone “segue le regole”. Non importa se il dettato dell’allontanamento sociale, le restrizioni di viaggio o la “regola dei sei”, in ladino i rappresentanti affermano ripetutamente che quasi tutti aderiscono . Sebbene trasmettere i dettagli delle norme sociali in questo modo possa aiutare a migliorare l’obbedienza, è necessaria una ripetizione continua per evitare che la potenza di accesso venga meno nel tempo. Un ulteriore svantaggio è che la pressione normativa è meno efficace nel cambiare il comportamento di una minoranza deviante se non ci sono indicatori visibili di allineamento prosociale radicati nelle comunità . E qui gli esperti di BIT hanno fatto la loro mossa principale: indossare obbligatoriamente le maschere.

Al fine di aumentare e mantenere la pressione normativa, le persone devono essere in grado di distinguere immediatamente coloro che violano le regole dai seguaci delle regole; la visibilità del rivestimento del viso garantisce questa evidente differenziazione. Apparire senza maschera in luoghi pubblici può essere paragonato a non ritrarre apertamente un’icona della religione dominante mentre si è tra devoti seguaci. Anche se non esiste una sfida esplicita, la richiesta implicita di conformità è tangibile .

Eticamente inaccettabile?

Già nel 2010, gli autori del documento “MINDSPACE” hanno riconosciuto dilemmi etici significativi derivanti dall’uso di strategie influenti che influenzano inconsciamente i cittadini del paese. È riconosciuto che l’applicazione di metodi segreti per cambiare il comportamento “ha implicazioni per il consenso e la libertà di scelta” e offre alle persone “poche opportunità di non partecipare” (pp. 66 – 67). Inoltre, è riconosciuto che “i decisori politici che desiderano utilizzare questi strumenti … … necessitano dell’approvazione pubblica per farlo ” (p. 74 – corsivo mio). Quindi gli inglesi sono stati consultati per sapere se accettano che il governo utilizzi tecniche psicologiche segrete per promuovere l’adesione a controverse politiche di salute pubblica? Non credo.

Riconoscendo l’importanza di ottenere l’approvazione pubblica per attuare i propri orientamenti inconsci, i sostenitori di “MINDSPACE” hanno suggerito diversi modi pratici per farlo. Pertanto, sono stati proposti “focus group” e una “giuria di cittadini” (pp. 53-54) in cui una piccola cerchia di persone demograficamente diversificata si riunisce per esprimere le proprie opinioni su un argomento.

Tuttavia, la piccola scala di questi eventi – anche se si sono verificati e hanno riguardato la politica di salute pubblica significa che le loro conclusioni non possono essere considerate sinonimo di legittimo sostegno pubblico. Più ambiziosamente, gli autori di “MINDSPACE” hanno raccomandato “forum del consiglio” che includono un campione rappresentativo di diverse centinaia di persone riunite un giorno o più per indagare sul problema e prendere una decisione collettiva. È stata condotta una consultazione pubblica di questo tipo per chiedere il permesso per l’uso diffuso di strategie segrete al fine di ottenere la nostra conformità con le restrizioni sanitarie? Se è così, non ne sono a conoscenza.

È chiaro che gli esperti BIT, insieme ai loro capi al governo, operano in acque eticamente torbide conducendo la loro guida, senza il nostro consenso , per promuovere l’accettazione di massa delle violazioni delle nostre libertà umane fondamentali. La British Psychological Society è l’organizzazione leader per professionisti psicologici nel Regno Unito e il loro Codice di etica e condotta (2018) descrive una delle loro “Dichiarazioni di valori” come segue:

3.1 ‘Gli psicologi apprezzano la dignità e il valore di tutte le persone, con sensibilità alle dinamiche della percezione dell’autorità o dell’influenza sulle persone e sui popoli, e in particolare riguardo ai diritti umani.

Nell’applicare questi valori, gli psicologi dovrebbero considerare: … consenso … autodeterminazione .

3.3 “Gli psicologi valutano le loro responsabilità … nei confronti del pubblico in generale … incluso evitare danni e prevenire l’uso improprio o l’abuso del loro contributo alla società “. [Tutta l’enfasi è mia].

Sebbene l’applicazione di incentivi subliminali per ottenere la nostra cooperazione con campagne di valore inequivocabile ad esempio, impedire ai giovani uomini di attaccarsi a vicenda o ridurre il vandalismo sarebbe probabilmente universalmente accettabile per il pubblico britannico, è molto più incerto se i cittadini approverebbero il loro uso per raggiungere il nostro rispetto per le serrature invisibili, le restrizioni di viaggio e i dettami statali che determinano con chi possiamo e non possiamo socializzare.

E la posizione etica degli psicologi comportamentali diventa ancora più precaria se si considera la distruzione in corso associata a livelli elevati di paura. Una decisione strategica per intimidire la popolazione generale (basata sui consigli degli esperti BIT) sarà responsabile delle morti “collaterali” di molte migliaia di persone con malattie non COVID, che sono troppo intimidite per andare in ospedale e che muoiono nelle proprie case al ritmo di circa 100 ogni giorno .

Piramide Nobile "Shri Yantra" con Base di Legno
Per ricaricare pietre e cristalli – Rame con base in legno
Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere
€ 40,50

Ci sono anche prove che i genitori avevano troppa paura di portare i loro figli malati al pronto soccorso. Inoltre, il danno arrecato alla salute mentale della nazione, compresa l’escalation del tasso di suicidi, è ancora difficile da quantificare, ma è probabile che sia significativo. Tale è la responsabilità catastrofica degli esperti del SAGE che hanno raccomandato l’inflazione della paura come mezzo per raggiungere l’obbedienza.

Osservazioni conclusive

Le strategie segrete proposte dagli esperti della BIT e incorporate nella campagna di informazione sul coronavirus del governo hanno raggiunto l’obiettivo di far rispettare la stragrande maggioranza della popolazione alle restrizioni sanitarie draconiane. La natura delle tattiche applicate, con le loro modalità di azione subconscia e il disagio emotivo generato, solleva tuttavia alcune urgenti preoccupazioni sulla legittimità dell’uso di tecniche psicologiche per questo scopo.

C’è ora un urgente bisogno di un dibattito pubblico aperto sull’integrità etica di questi approcci e sul grande danno collaterale ad essi associato.

Gary Sidley

Fonte: coronababble.com

Novità letteraria di Toba60 IL mondo non e’ quello che sembra

Codice  IBAN  IT19B0306967684510332613282

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code