toba60

La Debacle Economica Statunitense in 10 Punti

Quando si parla di crisi economica, povertà’ e miseria si ha sempre l’idea che questo sia un fenomeno che riguarda solo i paesi del terzo mondo, ma la globalizzazione e il liberismo ha comportato la condivisione del problema e non esistono attualmente paesi al mondo che non si trovino a dover affrontare il medesimo dramma.

Il resoconto attuale e’ in relazione agli effetti del Cronavirus, ma la realta’ del paese prima dell’emergenza, era già di per se’ compromessa in molti stati sociali della popolazione.

Viviamo in un epoca dove la potenzialità’ per uno sviluppo sociale ed economico e’ illimitato, ma una scellerata politica che privilegia solo una minoranza delle persone, e’ arrivata al punto di svolta, dove il Virus ha assunto il ruolo di primattore, ma i Registi in questo momento si sono tutti defilati, per lasciare spazio agli spettatori inermi e impauriti, nell’attesa che la regia riprenda di nuovo in mano il copione che ha già’ predisposto.

Il popolo applaude, e’ il ruolo che gli compete, fino a quando non prenderà’ visione della trama, prima di assistere al nuovo spettacolo……….. che potrebbe non essere di suo gradimento!

Toba60 Sempre di Corsa ma al Vostro Fianco

Henri Houben: “Il sistema capitalista era già malato prima della comparsa del coronavirus”

Un’idea della crisi economica che si sta formando nella prima potenza mondiale, culla del capitalismo neoliberista? Mike Whitney ha diffuso le sue notizie sulla stampa mainstream e disegna dieci segnali indicanti che gli Stati Uniti sono sull’orlo di una grave crisi. (IGA)

1) La disoccupazione supera i limiti

04 aprile 2020 “” Information Clearing House “- Le richieste dei disoccupati lo scorso giovedì [2 aprile] non lasciano dubbi sul fatto che il paese sia alle prese con un’altra grave recessione. La scorsa settimana oltre 6,6 milioni di americani hanno fatto domanda per l’assicurazione contro la disoccupazione. Questo numero supera le previsioni più oscure di oltre 40 economisti e porta il totale in due settimane a 10 milioni di richieste.

Secondo la CNBC:

“Quelli in fondo alla scala salariale sono stati particolarmente colpiti durante una crisi che ha visto le aziende tagliare il personale o, nel migliore dei casi, bloccare i nuovi assunti fino a quando non c’è più visibilità sul come funzioneranno gli sforzi per contenere il coronavirus.

“Abbiamo attraversato la recessione e l’11 settembre. Quello che stiamo vedendo con questo calo è in realtà peggiore di questi due eventi “, ha affermato Irina Novoselsky, CEO dell’agenzia di lavoro online CareerBuilder. “(CNBC)

Secondo la rivista di New York:

“Gli economisti della Federal Reserve Bank di Saint-Louis hanno previsto lunedì che le perdite di posti di lavoro legate alla recessione del coronavirus raggiungerebbero 47 milioni e porterebbero il tasso di disoccupazione americano al 32,1% – 7 punti in più del suo picco durante la Grande Depressione. “

2) Il settore dei servizi è stato colpito dal virus

I servizi rappresentano il 70% dell’economia americana, ma attualmente il settore è in crisi. Secondo gli analisti di Wolf Street: “L’occupazione si è fortemente contratta e le ore sono state ridotte per coloro che erano ancora impiegati. L’indice occupazionale è precipitato da +6,1 a -23,8, anche il livello più basso mai registrato …

I rivenditori sono stati battuti. L’indice delle vendite al dettaglio del Texas Retail Outlook Survey è crollato dal livello già basso di -2,5 di febbraio a un minimo storico di -82,6 di marzo … (Anche) l’indice generale delle attività commerciali è crollato dal livello basso di -5,0 a un minimo storico di -84,2….

I commenti dei responsabili delle attività di vendita al dettaglio sono particolarmente severi: … ” La maggior parte delle nostre attività è scesa a zero, ad eccezione di luoghi essenziali come ospedali, basi militari e carceri … Attualmente stiamo pianificando di rimanda la maggior parte dei dipendenti a casa mentre i nostri proprietari decidono se possono permettersi di pagare i salari e tagliare i sussidi per un breve periodo, finché non vediamo che le cose migliorano o peggiorano ”( Wolf Street )

3) La carneficina economica si diffonde in tutti i settori

Business Insider: “I rischi della recessione aumentano man mano che il coronavirus si diffonde in tutto il mondo … La crisi attaccherà compagnie aeree, trasporti marittimi, hotel e ristoranti … Settori dipendenti dal commercio e dalla libera circolazione delle persone sono i più esposti “, ha dichiarato Benjamin Nelson, vicepresidente di Moody e coautore del rapporto.

I produttori di automobili, i giochi e la vendita al dettaglio saranno colpiti duramente dalle interruzioni della catena di approvvigionamento, hanno affermato gli analisti.

“Una lunga epidemia influirebbe più a lungo sull’attività economica, determinando un aumento delle dinamiche di recessione e un maggiore shock della domanda”, ha affermato Moody’s. “Un declino prolungato dei consumi danneggerebbe i profitti aziendali, causerebbe licenziamenti rapidi e peserebbe sulla fiducia dei consumatori. “( Business Insider )

Anche le vendite di auto sono diminuite drasticamente nelle ultime due settimane. Hyundai ha annunciato mercoledì che le vendite sono diminuite del 43% a marzo rispetto allo stesso periodo del 2019. Ciò rappresenta un calo da 61.177 veicoli a marzo 2019 a soli 35.118 nello stesso mese nel 2020. Tutte le altre case automobilistiche stanno riscontrando debolezze simili.

4 ) Il bagno di sangue a Wall Street continua

Le azioni statunitensi sono state nuovamente liquidate mercoledì per la terza volta in quattro giorni, annullando la maggior parte degli sforzi per riprendersi dal mercato ribassista lanciato la scorsa settimana. Il SandP 500 ha perso 114 punti mentre il Dow Jones è caduto di quasi 973 punti alla fine della sessione. Gli analisti ora ritengono che l’impennata del 20% della scorsa settimana sia stata una reazione temporanea al salvataggio multi-miliardario di Trump. Con un margine di 9 a 1, gli investitori stanno ora scommettendo che le azioni scenderanno ulteriormente.

“Oggi il pessimismo degli investitori è peggiore come una volta”, ha dichiarato Dennis DeBusschere di Evercore ISI. “Tutte le stime alla fine di questo processo sono rinviate …”

Prima dell’inizio del virus, gli operatori credevano che tassi bassi, iniezioni di denaro e credito facile avrebbero mantenuto le scorte su una traiettoria ascendente permanente. Ma il diluvio quotidiano di cattive notizie, unito a un’economia in calo, ha indebolito la fiducia nella decisione della Banca centrale di inviare azioni precipitanti. Il Dow Jones ha chiuso mercoledì a 20.943, che è tre volte superiore al minimo del 9 marzo 2009 a 6.547. Si prevede che le azioni scenderanno ulteriormente.

5 ) I consumatori in difficoltà non possono più trasportare l’economia americana

Un articolo su “The Medium” spiega come la composizione della forza lavoro è cambiata dalla crisi finanziaria del 2008. I piccoli lavoratori autonomi nell’economia dei concerti costituiscono una parte significativa della forza lavoro, ma non beneficiare delle protezioni o dei vantaggi della maggior parte dei dipendenti. Questi imprenditori indipendenti saranno i più colpiti dall’improvviso rallentamento economico. La loro capacità di consumare indebolirà anche la ripresa dalla crisi e rallenterà la crescita. Scopri questo breve estratto da un crollo paralizzante della futura spesa dei consumatori:

“Dagli addetti alla ristorazione, ai ristoratori e ai conducenti di Uber, al personale addetto alla pulizia di uffici e hotel, al personale degli eventi e alle persone che aumentano il proprio stipendio con i contanti AirBnB, le entrate precipitano in tutto il paese per i lavoratori precari e i lavoratori autonomi nell’economia dei concerti. E la maggior parte ha poco o nessun cuscino finanziario …

Il 36% dei lavoratori americani è ora coinvolto nell’economia a chiamata … Molti di loro stanno camminando su una corda tesa finanziaria. Non saranno in grado di subire un duro colpo, anche a breve termine, sui loro guadagni. Ciò comporterà un ulteriore picco di insolvenza su prestiti auto e carte di credito. Ciò comporterà un picco di fallimenti legati all’assistenza sanitaria. Questo significa affitto non pagato. Ciò significa che la spesa dei consumatori diminuirà … Uno shock improvviso per i lavoratori precari e i lavoratori autonomi nell’economia dei concerti avrà implicazioni sismiche per il futuro economico e politico degli Stati Uniti …

Più di 15,5 milioni di americani lavorano nei ristoranti. Tra questi lavoratori, circa 3 milioni vivono in condizioni di povertà … L’affitto non pagato alla fine porterà a inadempienze da parte dei proprietari … La spesa dei consumatori ora rappresenta circa il 70% dell’economia americana. Le fonti dicono che le misure di stimolo del governo potrebbero non raggiungere i consumatori entro la fine di aprile. I lavoratori precari e i lavoratori autonomi nell’economia dei concerti hanno bisogno di aiuto adesso. “(” Si avvicina un crollo paralizzante della spesa dei consumatori “, The Medium)

Quanti di questi precari cadranno nelle crepe, perderanno i loro appartamenti o le case in affitto e finiranno per strada, senza fissa dimora e poveri?

6) Gli americani continuano a conservare il cibo

Secondo il Wall Street Journal: Nelle ultime due settimane, gli americani hanno accumulato cibo mentre i ristoranti stanno chiudendo e alla maggior parte viene chiesto di rimanere a casa, lontano dal lavoro e dalla scuola. General Mills, che produce cereali Cheerios, yogurt Yoplait e zuppa Progresso, ha dichiarato mercoledì che i rivenditori in Nord America ed Europa stanno acquistando più dei suoi prodotti e che le sue fabbriche operano a piena capacità per soddisfare la domanda. … “(WSJ)

“I consumatori di tutto il mondo stanno ancora caricando le loro dispense e la ricaduta economica del virus è solo all’inizio. (…) Potresti vedere il razionamento come in tempo di guerra, i controlli dei prezzi e lo stoccaggio nazionale “, ha detto Ann Berg, consulente indipendente e commerciante agricolo esperto. “(Bloomberg)

CNBC: “Gli psicologi (…) spiegano perché i nostri cervelli ci fanno prendere dal panico – anche quando le autorità assicurano al pubblico che ciò non è necessario. Secondo Paul Marsden, psicologo dei consumi presso l’Università delle Arti di Londra: si tratta di “riprendere il controllo” in un mondo in cui ti senti fuori controllo … Quando le persone sono stressate, la loro ragione è ostacolata, quindi guarda cosa stanno facendo gli altri. Se gli altri negozi, questo ti porta ad adottare lo stesso comportamento. Le persone vedono foto di scaffali vuoti e non importa quanto sia razionale, invia un segnale che è la cosa giusta da fare. “( CNBC )

7) La maggior parte degli americani non ha risparmi

Da Yahoo Finance:

“Il risparmio di denaro continua ad essere una sfida per gli americani….

Dal 2015, GO Banking Rates ha chiesto agli americani quanto hanno risparmiato. Ogni anno, i risultati del sondaggio hanno mostrato che la maggior parte degli adulti non ha nemmeno $ 1.000 in un conto di risparmio …

Quest’anno le tariffe bancarie GO hanno chiesto a oltre 5.000 adulti: “Quanto denaro hai risparmiato sul tuo conto di risparmio?” Gli intervistati potevano scegliere tra una delle sette opzioni: L’indagine ha rilevato che il 58% degli intervistati aveva risparmiato meno di $ 1.000.

“È sempre una preoccupazione quando gran parte della popolazione vive da una paga all’altra, perché quando sorgono difficoltà personali o finanziarie impreviste, può essere difficile recuperare senza risparmi sufficienti”, spiega Jason Thacker , responsabile dei depositi e dei pagamenti dei consumatori presso TD Bank. (“Secondo un sondaggio” il 58% degli americani ha risparmi inferiori a $ 1.000, “Yahoo Finance)

8– Il debito delle famiglie è a un livello record

Dalla CNBC: “Il debito delle famiglie è balzato nel 2019, segnando il più grande aumento annuale dal periodo precedente alla crisi finanziaria, secondo la Federal Reserve di New York.

Lo scorso anno il bilancio totale del debito delle famiglie è aumentato di $ 601 miliardi, superando per la prima volta i $ 14 trilioni, secondo un nuovo rapporto della Fed. L’ultima volta che la crescita è stata così significativa è stata nel 2007, quando il debito delle famiglie è aumentato di poco più di $ 1 trilione …

“I dati mostrano anche che la transizione alla delinquenza tra i mutuatari delle carte di credito è costantemente aumentata dal 2016, in particolare tra i giovani mutuatari”, ha dichiarato Wilbert Van Der Klaauw, vicepresidente della Fed di New York. “(” Il debito delle famiglie è balzato di più in 12 anni, secondo il rapporto della Federal Reserve “, CNBC)

9 – Molte aziende potrebbero non sopravvivere abbastanza a lungo da ottenere incentivi

Molte aziende hanno chiuso per mancanza di clienti o per ordine di governi statali o locali, poiché le dichiarazioni di emergenza hanno iniziato ad attraversare il paese a metà marzo. Tuttavia, potrebbero essere necessarie settimane prima che i prestiti alle imprese, più controlli di disoccupazione e pagamenti diretti agli individui dal pacchetto di stimolo entrino nell’economia.

Le piccole imprese rappresentano quasi la metà dell’occupazione privata negli Stati Uniti. Un collasso completo di alcune di queste imprese non solo distruggerebbe i sogni degli imprenditori e minaccerebbe i mezzi di sussistenza di molte imprese, ma rischierebbe di minare il potere di un possibile rimbalzo economico poiché il disagio finanziario colpisce i proprietari, venditori e istituti di credito.

Già 50.000 negozi al dettaglio hanno chiuso in poco più di una settimana in tutto il paese, mettendo in licenza più di 600.000 lavoratori, secondo i dati raccolti da Bloomberg.

La Federazione nazionale delle imprese indipendenti ha registrato un record di 13.000 persone per un webinar organizzato lunedì sullo stimolo e sulle risorse finanziarie. Dopo la fine del webinar, sono arrivate più di 900 e-mail, ha detto, con gli imprenditori che chiedevano: “Mi è rimasto qualcosa?” Sto per essere cacciato? Dovrò presentare istanza di fallimento? Potrò riaprire? “

“Le email quasi mi fanno venire voglia di piangere”, ha aggiunto Milito. “Quello che sento dai membri è la paura, l’incertezza e quasi il dolore. (“Lo stimolo potrebbe arrivare troppo tardi per le compagnie americane già tese”, Bloomberg)

10 – Le banche alimentari stanno registrando un forte e improvviso aumento della domanda

Dal giornale:

“I programmi alimentari di emergenza si stanno preparando per un’ondata di nuovi beneficiari nelle prossime settimane, poiché ci si aspetta che sempre più persone a Long Island perdano il lavoro, siano in congedo o si riducano le ore e i salari. Allo stesso tempo, i volontari – molti dei quali sono ad alto rischio di contrarre il virus – rimangono a casa per proteggersi e impedire a chi ha bisogno di ammalarsi.

Il problema è aggravato da una catena di fornitura nazionale paralizzata che ritarda le consegne di cibo di diverse settimane.

“È una perfetta tempesta di tragedia l’una sopra l’altra”, ha dichiarato Jean Kelly, direttore esecutivo di Interfaith Nutrition Network, una mensa di Hempstead. “Tutto ciò che potrebbe andare storto va storto. “

Cucine di zuppe e dispense in molte comunità hanno chiuso temporaneamente nelle ultime settimane per proteggere i volontari o perché anche le agenzie di sponsorizzazione, come i luoghi di culto e le associazioni, hanno chiuso.

“Il motivo per cui sono chiusi è che non hanno davvero l’infrastruttura per lavorare lì … La maggior parte delle dispense sono gestite da volontari. L’età media è di 70 anni. Hanno paura di ottenere il coronavirus. (“La domanda di dispense alimentari LI aumenta man mano che i volontari e l’offerta di cibo diminuiscono,” Newsday)

E la conclusione di un articolo intitolato “Gli americani si preoccupano del coronavirus”. Sono ancora più preoccupati per l’economia “:” Una stragrande maggioranza degli americani è davvero preoccupata per l’economia. … Un sondaggio di Morning Consult condotto tra il 20 marzo e il 22 marzo ha rilevato che il 90% degli americani ha dichiarato di essere “molto” o “un po ‘” preoccupato che il coronavirus avrebbe un impatto sull’economia … sono anche preoccupati per la sicurezza del lavoro – il 49% ha dichiarato di essere preoccupato di perdere il lavoro, secondo un sondaggio di Economist / YouGov dal 22 al 24 marzo. “(Fivethirtyeight)

Non sorprende che alcuni sondaggi suggeriscano che “più americani sono preoccupati per l’effetto del coronavirus sull’economia che sulla propria salute”. Vorrei includere me stesso in questo gruppo. Questo è il motivo per cui spero che il presidente Trump amplierà il suo team di economisti aggiungendo economisti più esperti e di prim’ordine che possono aiutarlo a superare questa crisi senza precedenti e potenzialmente catastrofica. Ora non è il momento per la squadra B (Kudlow, Mnuchin) di prendere decisioni che avranno un impatto in tutto il paese.

Mike Whitney

Fonte: https://www.unz.com

Euroschiavi - Dalla Truffa alla Tragedia
Signoraggio, debito pubblico, banche centrali. Nuova Edizione ampliata e aggiornata.
Voto medio su 73 recensioni: Da non perdere
€ 12,90

Bankster
Come un gruppo di banchieri ha conquistato il mondo – Storia, tecnologie segrete e crimini della finanza globale, dall’antichità a oggi
Voto medio su 1 recensioni: Buono
€ 14,90

Bankageddon
L’improvviso ha sempre bisogno di una lunga preparazione
€ 19,00

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code