toba60

Reazioni Avverse ai Vaccini a Livelli record al CDC dopo COVID Jab Cosa Significa?

Attualmente e’ diventato molto difficile sapere di cosa si passa in altra vita, il covid e’ di moda e allora tutti dobbiamo morire di covid rispetto ad una malattia degenerativa o una crisi cardiaca o su esageriamo un po, di un bel tumore al pancreas, non vorrete negarvi dell’opportunità di trapassare grazie ad un bel virus in corpo per godere del consenso generale di tutta la comunità’ mondiale.

Sembrerebbe una macabra esternazione e pure di cattivo gusto ……peccato che è la realtà di tutti i giorni, esattamente quella in cui ci troviamo in questo momento.

Toba60

I dati più recenti rilasciati dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) sul numero di lesioni e decessi riportati al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) in seguito ai vaccini COVID rivelano che sono stati segnalati oltre 56.000 eventi avversi. Di queste reazioni avverse, secondo il CDC, 2.794 sono morti.

Secondo il CDC, dal 14 dicembre 2020 al 5 aprile 2021 VAERS ha ricevuto 2.794 segnalazioni di morte (0,00167%) tra le persone che hanno ricevuto un vaccino COVID-19.

Prima di andare avanti, per non far scattare i “fact checkers”, ( Verifica) è importante sottolineare che solo perché i dati sono presentati al CDC attraverso VAERS, questo non significa in alcun modo che queste reazioni siano legate al vaccino COVID-19.

“Una delle principali limitazioni dei dati VAERS è che non può determinare se il vaccino ha causato l’evento avverso segnalato”, si legge sul sito del CDC. “Questa limitazione ha causato confusione nei dati pubblicamente disponibili da VAERS WONDER, in particolare per quanto riguarda il numero di decessi segnalati. Ci sono stati casi in cui le persone hanno interpretato erroneamente i rapporti di morti in seguito alla vaccinazione come morti causate dai vaccini; questo non è accurato”.

Poiché ci sono state 167 milioni di dosi di vaccino somministrate in quel periodo di tempo, il tasso di mortalità si attesta allo 0,00167%. Questi numeri indicano che la stragrande maggioranza delle persone che ricevono il vaccino stanno completamente bene. Ma ignorare il massiccio aumento dei rapporti sarebbe irresponsabile. Mentre questa percentuale è certamente minuscola, questi numeri di rapporti sono di molte grandezze più grandi delle reazioni avverse segnalate nel 2020 e ogni anno prima di esso.

Il Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) normalmente riceve ovunque tra 30.000 e 50.000 rapporti ogni anno, con circa l’8% al 13% classificati come gravi (ad esempio, associati a disabilità, ospedalizzazione, malattia pericolosa per la vita o morte) secondo il CDC VAERS Master Search Tool.

Nel solo primo trimestre del 2021, tuttavia, il CDC ha ricevuto oltre 56.000 rapporti di reazioni avverse al vaccino solo sul vaccino COVID-19. Ancora una volta, è importante sottolineare che solo perché una reazione avversa viene segnalata a VAERS, questo non significa che sia stata causata dal vaccino. Inoltre, il CDC riferisce che “chiunque può presentare un rapporto nel sistema” anche se presentare un falso rapporto VAERS intenzionalmente è una violazione della legge federale punibile con una multa e la reclusione.

C’è qualche campagna di troll online che rischia il carcere e va in VAERS e falsifica i numeri per alterare drasticamente i dati? Può darsi. Ancora più importante, però, se lo stanno facendo, non dovrebbe giustificare un’indagine in qualche veste ufficiale per dissipare le mezze verità online diffuse da persone che stanno manipolando i dati per disinformare la gente? Sfortunatamente, per quanto ne sappiamo, nulla di tutto ciò sta accadendo.

Secondo i dati del CDC, archiviati qui su Medalerts.org, dei 2.342 decessi riportati a partire dal 1° aprile, il 28% si è verificato entro 48 ore dalla vaccinazione, il 19% entro 24 ore e il 42% in persone che si sono ammalate entro 48 ore dalla vaccinazione.

Medalerts usa esattamente gli stessi dati grezzi del governo, ma ha un’interfaccia utente più semplice e capacità di ricerca più potenti. Secondo i dati più recenti:

Il 19% dei decessi era legato a disturbi cardiaci.

Il 55% dei deceduti erano uomini, il 43% erano donne e i restanti rapporti di morte non includevano il sesso del deceduto.

L’età media dei deceduti era di 77,5 anni e il decesso più giovane era di un 18enne.

Ci sono alcuni decessi segnalati in bambini sotto i 18 anni, ma questi rapporti contenevano errori.

A partire dal 1° aprile, 379 donne incinte hanno segnalato eventi avversi legati ai vaccini COVID, comprese 110 segnalazioni di aborto spontaneo o parto prematuro.

Dei 620 casi di paralisi di Bell riportati, il 61% dei casi sono stati riportati dopo le vaccinazioni Pfizer-BioNTech – quasi il doppio di quelli riportati (37%) dopo la vaccinazione con il vaccino Moderna. Quindici casi (2%) di paralisi di Bell sono stati riportati con J&J.

Ci sono state 72 segnalazioni di sindrome di Guillain-Barré con il 57% dei casi attribuiti a Pfizer, il 43% a Moderna e il 6% al vaccino COVID di J&J.

Ci sono state 16.876 segnalazioni di anafilassi con il 50% dei casi attribuiti al vaccino COVID di Pfizer, il 44% a Moderna e il 7% al vaccino J&J.

Il solo numero di rapporti dovrebbe essere sufficiente a far scattare qualche campanello d’allarme. Ma questo non è successo. Invece, i media tradizionali “controllano i fatti” di coloro che cercano semplicemente di evidenziare queste informazioni.

In diversi “fact checks” di questi dati, ci viene detto che non dovremmo “trarre conclusioni sulla sicurezza dei vaccini”. Questo è assolutamente vero, ma la ragione stessa per cui VAERS è stato creato è quello di condurre la sorveglianza di potenziali problemi con i vaccini. Se ci sono stati più eventi avversi segnalati in tre mesi di quanti ce ne siano stati in qualsiasi anno dal 1990, questo dovrebbe, come minimo, innescare un’indagine ufficiale.

Dal 2011 al 2020, ci sono stati solo 994 decessi segnalati a VAERS dopo TUTTE le vaccinazioni. Nel primo trimestre del 2021, ci sono stati oltre 2.700 decessi segnalati. Se veramente pretendono di sorvegliare il regno della sicurezza dei vaccini, questo è il tipo di cosa che dovrebbe far scattare un allarme o un’indagine.

Ma non ne abbiamo vista una. Invece, vengono pubblicati articoli di “fact check” che non contestano i dati effettivi e mettono invece in discussione il modo in cui gli altri li presentano. Mentre molti dei dati sono stati distorti per fare un punto fuorviante, il fact checking senza mettere in discussione l’aumento rende un disservizio alla ricerca del giornalismo investigativo.

Stranamente, martedì, la FDA ha annunciato di aver interrotto la distribuzione del vaccino Johnson and Johnson, a causa di soli 6 casi segnalati di coaguli di sangue su 7 milioni di vaccinazioni. Come possono ignorare gli oltre 55.000 eventi avversi e i 2.800 rapporti di morte, ma concentrarsi su questi 6 coaguli di sangue? Questa mossa ha portato molti a credere che il blocco delle vaccinazioni di Johnson and Johnson possa essere motivato politicamente.

A quanto pare, quelli di noi che trovano questi dati allarmanti sono solo pazzi teorici della cospirazione che non seguono la scienza. E, nonostante il massiccio aumento delle segnalazioni di reazioni avverse, il CDC ci rassicura ancora che “Ad oggi, VAERS non ha rilevato modelli di causa di morte che indicherebbero un problema di sicurezza con i vaccini COVID-19” – tranne quei 6 casi, giusto?

Questo è il motivo per cui il TFTP è contro qualsiasi tipo di mandato per i vaccini. Questo vaccino può e probabilmente aiuterà molte persone. Tuttavia, costringere le persone a prenderlo contro la loro volontà è l’antitesi di ciò che dovrebbe accadere in una società libera.

Matt Agorist

Fonte: thefreethoughtproject.com

SOTTOSCRIVI UN PICCOLO PIANO DI DONAZIONE MENSILE E AIUTA COLORO CHE L’ESTABLISHMENT VUOLE CENSURARE

Codice  IBAN  IT19B0306967684510332613282

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code