toba60

Benvenuti nel Mondo dei Clown.

Viviamo in un mondo sottosopra, dove la realtà viene costruita in modo artificioso alla stregua di un cartone animato di Walt Disney

Ci emozioniamo di fronte ad un film della Inga Lindström e si e disposti ad uccidere il primo che capita se non indossa una inutile mascherina.

Si elargisce con generosità attraverso un sms un aiuto ai paesi del terzo mondo e nessuno ha mai mosso un dito quando si bombardano da 40 anni gli stessi paesi dove risiedono.

Si vuole sconfiggere il virus, ma non i posti di lavoro, la salute, la libertà, l’istruzione e tutto quello che da un senso ed un significato alla propria vita.

Si dà il consenso e si supportano politici che impartiscono emendamenti, leggi, ordini, proclami, intimidazioni e minacce vessatorie secondo i principi della tutela sanitaria e si chiede loro in elemosina tutto ciò che hanno volutamente tolto ad ognuno, salute compresa.

Si vive nella convinzione che tutto sarà come prima e ci si alza la mattina nella speranza che tutto finisca vada come vada.

In medio oriente si sta preparando una guerra che farà amaramente rimpiangere il covid-19 e si lotta con accanimento terapeutico affinchè un docente scolastico di sesso femminile venga chiamato ”Professora”.

Non ho più’ voglia di prendere sul serio questa fiction, la lascio a Mario Giordano, Paolo del Bebbio e Nicola Porro che il cervello lo hanno fuso da un pezzo e si possono permettere di passare per Clown di fronte all’opinione pubblica………….

ammesso che ne abbiano ancora una.

Toba60

Il Mondo dei Clown.

Un enorme circo. Ognuno è una scena come diceva Shakespeare (specialmente nel Mercante di Vienna)

Benvenuti nel mondo in cui progettiamo problemi per vendere soluzioni.

Dove facciamo la compagnia privata (!) EODY poco prima della “pandemia improvvisa”.

Dove Rothschild ha brevettato un test della covid-19 già nel 2015.

Dove prima ci sottoponiamo a misure implacabili senza sapere se funzionano e poi si fa di tutto per dimostrare che il problema esiste.

Dove prima degeneriamo per anni la morale cristiana e il nucleo familiare e poi rimpiangiamo il ruolo originario delle donne.

Dove scopriamo scandali di pedofilia e la tratta di esseri umani quando l’economia è allo sfascio e nessuno si può pagare un avvocato per una qualsiasi azione legale.

Dove la pedofilia è insegnata dai libri di scuola dagli stessi bambini come la storia della 25enne Sakis dal libro di lingue del primo liceo, che ha realizzato con la studentessa 15enne Aleka! (Grecia)

Dove la narrazione delle misure si adatta quotidianamente alle notizie a pagamento, all’indignazione popolare, ed è giustificata da “mutazioni”, versioni vudù sudafricane e meccanismi magici di più rapida diffusione.

Dove uccidiamo la zanzara con il cannone e impoveriamo tutta l’umanità, per cercare di sconfiggere l’invisibile virus con uno 0,001% di mortalità.

Dove i virus non si diffondono tra i governanti nelle feste di palazzo, con la certezza naturalmente che la legge e le multe a loro non si applicano.

Dove chiamiamo l’istituzione dell’oligarchia economica assoluta, una crisi sanitaria.

Benvenuti nel mondo dei Clown

Panagiotis Politis

Fonte: katohika.gr

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code