toba60

Come i Vaccinati contro il Covid-19 sono Diventati Esseri Umani Geneticamente Modificati

È un trattato molto elaborato e non poteva essere diversamente considerata l’importanza dell’argomento esposto che ha letteralmente rovinato irrimediabilmente la vita di miliardi di persone.

Chi ancora dovesse avere qualche dubbio, forse dovrebbe prendere seriamente in inconsiderazione il motivo per cui Astra Zeneca Iohnson & Johnson Pfizer Moderna Bayer e Glaxo SmithKline abbiano senza battere ciglio abbiano appena sborsato una cifra di oltre 40 miliardi di dollari per rimborsare i danni dei loro vaccini nei soli ultimi 10 anni.

(Non e’ una Fake)

Toba60

Il nostro lavoro come ai tempi dell’inquisizione è diventato attualmente assai difficile e pericoloso, ci sosteniamo in prevalenza grazie alle vostre donazioni volontarie mensili e possiamo proseguire solo grazie a queste, contribuire è facile, basta inserire le vostre coordinate già preimpostate all’interno dei moduli all’interno degli editoriali e digitare un importo sulla base della vostra disponibilità.

Se apprezzate quello che facciamo, fate in modo che possiamo continuare a farlo sostenendoci oggi stesso…

Non delegate ad altri quello che potete fare anche voi.

Staff Toba60

L’incalcolabile pericolo dei vaccini a falso RNA geneticamente modificati che eludono il sistema immunitario

Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sulla genetica della vaccinazione, ma che avevate paura di chiedere per paura di essere cancellati da Facebook, YouTube, Twitter, PayPal, Instagram, Spotify e da tante celebrità, musicisti e conduttori di locali fuorviati che pensano che i geni siano fatti da Levi Straus.

Redatto Da un lettore preoccupato

La nostra storia inizia nel 1869 quando il giovane medico svizzero Friedrich Miescher cercava gli elementi costitutivi della vita nei globuli bianchi (leucociti). All’epoca si pensava che le nostre caratteristiche ereditate fossero immagazzinate nelle proteine. Ma Miescher scoprì una molecola strana ed enigmatica che non era assolutamente una proteina nei nostri globuli bianchi. Risiedeva nei loro nuclei. Per questo la chiamò Nucleina.

Pubblicò la sua scoperta per la prima volta nel 1871 e teorizzò che questa Nucleina potesse trasportare le informazioni ereditarie dell’umanità in una specie di alfabeto. Si era infatti imbattuto nel DNA. Ma non fu in grado di provare il suo ruolo nel corpo umano durante la sua vita. Per quella prova, l’umanità dovette aspettare l’arrivo di Avery, MacLeod e McCarty, che nel 1944 dimostrarono che il DNA era la sostanza biochimica nel nostro corpo che determinava le nostre caratteristiche ereditarie, non le proteine come si pensava nella precedente ortodossia scientifica.

Questo fece precipitare una gara per determinare la struttura chimica del DNA. Una gara che fu vinta da Francis Crick e James Watson.

Il 25 aprile 1953, 4 anni prima che io nascessi, Crick e Watson dell’Università di Cambridge, pubblicarono la loro famosa scoperta della struttura interna di accoppiamento delle basi sulla spina dorsale a doppia elica del DNA che era stata precedentemente fotografata ai raggi X da Maurice Wilkins e Rosalind Franklin del Kings College di Londra.

Si sono basati sulla regola di Chargaff che nel DNA la quantità di guanina era uguale alla quantità di citosina e la quantità di timina era uguale alla quantità di adenina. Da questo hanno dedotto che la Guanina si accoppiava con la Citosina e la Timina si accoppiava con l’Adenina ed entrambi gli accoppiamenti erano uniti da legami tra gli atomi di idrogeno nelle basi (basi perché sono alcaline piuttosto che acide, non basi perché hanno qualcosa costruito sopra o sono piene di militari).

Il DNA è una bellissima struttura che ospita le informazioni genetiche necessarie per costruire un intero essere umano in 3 Giga Basi, 3 miliardi di coppie di basi. La sua genialità è che tutta l’informazione è immagazzinata due volte, in ogni filamento complementare. Quindi, rompendo il legame tra gli atomi di idrogeno delle coppie di basi e decomponendosi, può fungere da modello per produrre un polimero a filamento singolo tipo DNA, che si chiama RNA.

Quindi il DNA è auto-replicante e dualmente ridondante. Poiché ci sono 4 basi possibili, la vita ha un codice di 4 bit. Quindi l’intero genoma del genere umano è di 12 Giga bit o 1,5 GigaByte di dimensione. È quindi più di 12 volte più piccolo del sistema operativo Microsoft Windows 10 da 20 GB e tuttavia ha abbastanza informazioni per costruire un intero essere umano partendo da una sola cellula e per mantenere quell’essere umano per 100 anni senza doverlo riavviare una volta!

La spina dorsale a doppia elica è fatta di gruppi fosfato alternati (i gruppi PO4 gialli qui sopra) e zuccheri ribosio (i pentagoni blu qui sopra)

Tutto il DNA e l’RNA e il falso RNA (RNA modificato, pseudo RNA) è composto interamente da questi 5 atomi: C, O, H, N, P.

C è il carbonio
O è Ossigeno
H è Idrogeno
N è l’azoto
P è Fosforo

Le 4 basi del DNA (Adenina, Guanina, Citosina e Timina) quando sono attaccate a uno zucchero desossiribosio sono chiamate nucleosidi. Poi, quando sono attaccate ad un gruppo fosfato, sono chiamate nucleotidi. Uno zucchero deossiribosio è uno zucchero ribosio in cui un gruppo idrossi (OH) è stato sostituito da un atomo di idrogeno (H). Quindi un atomo di ossigeno è stato perso quindi Deoxy.

Le 5 basi A, G, C, T, U sono chiamate canoniche, un po’ come i libri della Bibbia che sono accettati come vere scritture ispirate sono chiamati canonici. Mentre la Pseudouridina (Ψ) e la N1 Metilpseudouridina (m1Ψ) non sono canoniche. Sono Pseudepigrafi in termini scritturali o Geneticamente Modificati in termini secolari.

Quindi il DNA è una catena polimerica di nucleotidi deossiribosi e l’RNA è una catena di nucleotidi ribosi. Da un punto di vista chimico, mentre le basi sono alcaline, i gruppi fosfato sono acidi, essendo derivati dall’acido fosforico (OH-)3P=O, sostituendo 2 gruppi idrossi con zuccheri Ribosio. Le basi, quando sono accoppiate, perdono gran parte della loro alcalinità, quindi il polimero nucleotidico finito è acido, acido desossiribo-nucleico o acido ribo-nucleico.

5′, pronunciato 5 prime, è il quinto atomo di carbonio nello zucchero ribosio contando in senso orario dal primo atomo di carbonio che è legato alla base.

Con questa breve introduzione siamo ora in grado di studiare un po’ della letteratura sui vaccini a mRNA MODIFICATO e prendere una decisione meglio informata sull’opportunità di prenderli. mRNA è un’abbreviazione non per RNA modificato ma per RNA messaggero. Quindi questi vaccini non sono vaccini a mRNA come pubblicizzato. Sono vaccini a mRNA modificato, vaccini a mRNA geneticamente modificato, vaccini OGM. Dobbiamo ricordare che Moderna sta per RNA MODIFICATO.

Come funziona la genetica cellulare

Il quartier generale di una cellula è il nucleo cellulare. Il catalogo dei prodotti della cellula è il DNA che risiede solo nel nucleo della cellula. Gli impianti di produzione delle proteine nella cellula sono chiamati Ribosomi. Questi producono le proteine di cui tu e le tue cellule siete fatti. Le istruzioni per queste proteine, le loro sequenze di aminoacidi e come dovrebbero piegarsi nello spazio 3D sono contenute nel tuo DNA nel nucleo della tua cellula.

Il nucleo usa l’RNA per copiare parti del tuo DNA e inviare la copia ai ribosomi. Quindi l’mRNA, l’RNA messaggero, è essenzialmente una e-mail dal vostro quartier generale al vostro caporeparto di produzione. Avendo letto l’e-mail, i ribosomi producono la proteina specificata e l’mRNA viene distrutto dalla tua cellula (l’e-mail viene cancellata)

Ecco una visione più dettagliata della traduzione da mRNA a proteina che avviene nel ribosoma dopo la trascrizione da DNA a mRNA che avviene nel nucleo.

Ogni gruppo di 3 basi codifica un amminoacido che viene trasportato al ribosoma dal tRNA, l’RNA di trasferimento. Il ribosoma a forma di hamburger è essenzialmente un’unità di polimerizzazione di aminoacidi che legge le sue istruzioni di sequenziamento dall’mRNA. Ecco quanto incredibilmente intricati, delicati e precisi sono i processi biologici della vita.

L’RNA canonico, contenente Uracile come quarta base, viene degradato dalla cellula 2 minuti dopo la produzione. Questo è l’equivalente del caposquadra del ribosoma che ricicla l’email dell’mRNA dopo averla letta.

Sappiamo tutti che l’RNA ha una vita breve, con una vita media di soli due minuti. E che il DNA ha una durata di vita di circa 6,8 milioni di anni, dopo di che tutti i legami sarebbero stati spezzati. Quindi, l’uracile, essendo instabile, è appropriato per l’RNA, perché la stabilità non ha importanza per l’RNA in quanto ha una vita molto breve. Mentre la timina è molto appropriata per il DNA dove è necessario mantenere la sequenza genetica con una stabilità molto alta – https://onlyzoology.com/why-uracil-is-present-in-rna-and-thymine-in-dna/

La natura/Dio non spreca nulla e ricicla tutto. Quello che non vogliamo è che le email scartate si accumulino nella cellula e la trasformino in una discarica di RNA. Inoltre, se l’mRNA non viene degradato, i ribosomi della cellula continueranno a produrre la stessa proteina da esso e la cellula non sarà in grado di produrre le altre proteine di cui ha bisogno. Questo è il motivo per cui l’mRNA naturale non modificato viene degradato entro 2 minuti dalla sua produzione.

Ecco la struttura chimica dell’RNA modificato del vaccino Pfizer

Accedere qua per la Documenazione Ufficiale Completa

Prima si può vedere il quadro completo, meglio è.

L’area blu sono le basi che codificano il picco proteico prelevato dal picco proteico Wuhan HU1 (alfa) e prescritto dall’OMS. Le prime due basi verdi GA sono il tappo iniziale 5′ della catena dell’RNA e le ultime 110 adenine con un inserto GACU dopo 30 di loro in rosa sono il tappo finale 3′ della poli(A) Il gran numero di As estende la vita dell’mRNA e gli permette di fare più proteine spike, poiché le adenine tendono a diminuire con un uso maggiore.

I tappi sono seguiti dalle UTR (regioni non tradotte). Queste regioni non tradotte sono parti del messaggio RNA che non vengono tradotte in proteine ma contengono altre istruzioni per i ribosomi (le fabbriche di proteine nelle cellule). Pfizer usa la UTR umana del gene dell’alfa globina (che è nota per funzionare bene per la produzione di proteine) prima del cappuccio anteriore, il cappuccio 5′. Utilizza un UTR umano meno ben compreso e più lungo (in bianco) prima del tappo finale, il tappo 3′. Ma di chi è il codice genetico in quell’UTR?

Ogni tripletta (codone) di basi codifica per un aminoacido sulla proteina finale. La proteina del picco Wuhan Hu1 (alfa) ha 1273 aminoacidi, il che richiede 1273 codoni o 3819 basi.
Modificare o non modificare?

Ecco il percorso sintetico per sostituire l’Uracile con la N1 Metilpseudouridina nell’mRNA del vaccino…

La pseudouridilasi e la Nep1 sono enzimi che facilitano le rispettive conversioni dall’Uridina naturale alla falsa Uridina.

Curevac N.V. di Tubingen Germania ha deciso di fare un vaccino con mRNA naturale non modificato. Mentre Pfizer e Moderna hanno cambiato tutte le Uracile (U) nel codice genetico del loro vaccino con proteine di punta in N1 Methylpseudouridine (m1Ψ). Entrambi i tipi di vaccino hanno usato lo stesso sistema di rilascio di nanoparticelle lipidiche (Acuitas ALC-0315). La principale differenza tra loro era la decisione di modificare geneticamente l’RNA o meno.

Il 16 giugno 2021,[5] CureVac ha detto che il suo vaccino ha mostrato il 47% di efficacia dal suo trial di fase IIb/III. Più tardi, i dati del risultato finale hanno mostrato un’efficacia del 48% contro la malattia sintomatica in tutti i gruppi di età e, per le persone di età compresa tra i 18 e i 60 anni, un’efficacia del 53% contro la malattia sintomatica, del 77% contro la malattia moderata e grave e del 100% contro l’ospedalizzazione e la morte, poiché nessun caso è stato rilevato nello studio]. Questo si basava sull’analisi ad interim di 134 casi di COVID nel suo studio di fase III condotto in Europa e in America Latina. Purtroppo Curevac non ha avuto abbastanza casi per determinare in modo statisticamente significativo l’efficacia del vaccino per gli over 60 contro l’ospedalizzazione e la morte.

Ma ecco cosa hanno determinato

100% di efficacia contro l’ospedalizzazione e la morte per quelli tra i 18-60 anni (ma solo il 48% contro l’infezione)

Mentre Pfizer ha dimostrato il 95% di efficacia contro l’infezione e il 99,9% contro la morte (Pfizer ha perso 15 su 22.000)

Sappiamo assolutamente che Pfizer non ha offerto il 100% di efficacia contro l’ospedalizzazione o la morte per i 18-60 anni dai risultati del mondo reale delle loro vaccinazioni. Ho il forte sospetto che i veri risultati di Pfizer erano inizialmente migliori ma hanno finito per essere peggiori dei risultati di CureVac 6 mesi dopo la vaccinazione (e tutti noi speriamo di vivere almeno 6 mesi dopo la vaccinazione).

Alla fine Curevac ha rinunciato perché i risultati degli studi clinici di Pfizer erano a prima vista molto migliori nel prevenire l’infezione. Successivamente abbiamo scoperto che le cariche virali nei vaccinati da luglio 2021 in poi erano altrettanto alte o più alte che nei non vaccinati.

Quindi in realtà Pfizer non è molto bravo a prevenire l’infezione.

Inoltre l’efficacia del vaccino Pfizer si riduce nel tempo a causa della distruzione del sistema immunitario, che non sarebbe stata così pronunciata con i vaccini a RNA naturale a causa del loro dosaggio inferiore (12 ug per CureVac, 30ug per Pfizer, 100ug per Moderna) e a causa della degradazione cellulare molto rapida dell’mRNA naturale di Curevac. Quindi non ci sarebbe stato questo incessante picco di produzione di proteine che stiamo vedendo con i vaccini a RNA falso geneticamente modificati.

Ciò che è assolutamente affascinante per chi scrive è che 12 ug di un RNA naturale del vaccino che scompare in 2 minuti (mRNA naturale del CureVac) è efficiente la metà di 30ug o 100ug dell’RNA falso geneticamente modificato che persiste, come scopriremo, per almeno 6 mesi. Questo mi conferma qualcosa che ho sempre sospettato (essendo previsto nelle scritture in Genesi 3:15) che le dosi di vaccino e la longevità delle loro produzioni di proteine spike non hanno nulla a che fare con la protezione contro i covidi e tutto a che fare con l’appropriazione permanente del genoma.

L’mRNA modificato è invisibile alle difese cellulari.

Il sistema immunitario non vede l’m1Ψ RNA come materiale genetico. Quindi non lo ricicla. Non lo degrada. Inoltre l’RNA modificato è più resistente ad essere degradato se per qualche miracolo la vostra cellula lo rileva come estraneo o solo a causa del tempo e della temperatura. Inoltre aumenta la produzione di proteine per fare più picchi possibili. Questo dà un vantaggio a breve termine al sistema immunitario. Ma sta trattando il sistema immunitario come un idiota. Una volta che ha visto la proteina spike per alcuni giorni e ha determinato che è un patogeno pericoloso, non ha bisogno di vedere sempre più proteine spike ogni giorno.

Diminuire l’attività dei sensori immunitari innati = Eludere la protezione antivirus delle cellule.

Migliorare la capacità di traduzione = Fare più picchi
Aumentare la protezione dell’RNA contro le nucleasi = Impedire alla cellula di scomporre l’mRNA modificato, nel caso improbabile che venga riconosciuto per quello che è.

L’uracile viene messo al posto della timina durante la trascrizione da DNA a RNA. Poiché l’uracile è di breve durata e può scomporsi in citosina, la maggior parte degli animali non lo utilizza nel proprio DNA. Tuttavia, poiché l’RNA è una molecola a vita breve, l’uracile è il nucleotide scelto

Studio scientifico completo accedere qua

Sappiamo tutti che l’RNA ha una vita breve, con una durata media di soli due minuti. E che il DNA ha una durata di vita di circa 6,8 milioni di anni, dopo di che tutti i legami si romperebbero. Quindi, l’uracile, essendo instabile, è appropriato per l’RNA, perché la stabilità non ha importanza per l’RNA in quanto ha una vita molto breve. Mentre la timina è molto appropriata per il DNA dove è necessario mantenere la sequenza genetica con una stabilità molto alta.

Studio scientifico completo accedere qua

Quando la pseudouridina viene usata al posto dell’uridina nell’mRNA sintetico, la molecola di mRNA modificata suscita meno risposte dai recettori Toll-like, una parte del sistema immunitario umano che altrimenti identificherebbe l’mRNA come sgradito. Questo rende la pseudouridina utile nei vaccini mRNA, compresi i vaccini mRNA COVID-19. Questa proprietà della pseudouridina è stata scoperta da Katalin Karikó e Drew Weissman nel 2005. La N1-Methylpseudouridine fornisce una risposta immunitaria innata ancora minore rispetto alla Ψ, oltre a migliorare la capacità di traduzione. Sia i vaccini mRNA di Pfizer-BioNTech che quelli di Moderna usano quindi la N1-Methylpseudouridine piuttosto che Ψ.

Quindi, in breve, contrariamente alla narrazione ufficiale, Pfizer e Moderna hanno fatto tutto ciò che è umanamente possibile per garantire che i loro prodotti non sono vaccini che presentano TEMPORANEAMENTE l’antigene spike al vostro sistema immunitario e poi si cancellano. No, sono un hacking genico permanente con mRNA geneticamente modificato che elude il sistema immunitario e che aumenta la produzione di spike e che persiste con ogni mezzo conosciuto dall’uomo per il più a lungo possibile e certamente per 6 mesi come si può vedere dallo studio qui sotto.

Bruce K. Patterson ha pubblicato un articolo nel giugno 2021 presentando la prova che la proteina spike è rilevabile nei monociti non classici, la cui emivita è di soli 7 giorni, fino a 15 mesi dopo l’infezione da Covid-19 in alcuni pazienti “Long Covid”. Ma, secondo i tweet del Dr. Robert Malone nel mese di luglio, nel corso di questo studio stavano scegliendo a caso sei “controlli” sani tra gli individui vaccinati sani. Con loro grande stupore, tutti e sei avevano picchi di S nei loro monociti 6 mesi dopo la loro vaccinazione, con un “controllo” che aveva picchi di S nel 15% dei monociti! Il che significa che i picchi di S permangono in giro o vengono prodotti di fresco nei vaccinati per 6+ mesi, contrariamente alla narrazione ufficiale che i picchi di S vengono eliminati entro 2 settimane dal vaccino! – https://live2fightanotherday.substack.com/p/does-mrna-in-jabs-really-produce

L’incalcolabile pericolo dei vaccini a falso RNA geneticamente modificati che eludono il sistema immunitario

N1 La metilpseudouridina (m1Ψ) rende l’RNA del vaccino più o meno permanente e dura almeno 6 mesi invece di 2 minuti, che è la durata di vita dell’mRNA naturale. Poi dobbiamo considerare che il corpo umano ha tra 30-37 trilioni di cellule (wikipedia) a seconda di come vengono contate.

Quindi abbiamo 30-37 trilioni di copie del nostro DNA.

Ma dopo un jab Pfizer o un Moderna Jab abbiamo anche 14,4 trilioni o 48 trilioni di copie rispettivamente di mRNA di un falso vaccino geneticamente modificato abbastanza permanente. Quindi, nel caso di Moderna, abbiamo più foglietti di istruzioni che ci dicono di fare proteine spike che bibbie genetiche che ci dicono di fare noi stessi! E questo solo per un solo vaccino. Questo non è un piccolo intervento per presentare un antigene al nostro sistema immunitario. Si tratta di un’acquisizione all’ingrosso della nostra squadra di costruzione cellulare.

Ma c’è un ulteriore problema che potrebbe essere il più grande di tutti. Se il corpo non rompe mai questi geni RNA falsi geneticamente modificati, allora siamo condannati ad avere attacchi di cuore, guasti agli organi, malattie neurodegenerative e tumori fino a quando non crolliamo. Il che è già abbastanza brutto. Ma se il nostro corpo vince la battaglia e rompe tutto questo falso RNA invasore, rilascerà pseudo uracili ovunque. Questi verranno poi incorporati in tutto il nostro mRNA nelle nostre cellule e l’mRNA stesso inizierà a durare per 6 mesi invece di scomparire dopo 2 minuti.

Questo significherà che le nostre cellule si riempiranno di troppe proteine che generalmente producono. Gli stessi super poteri di aumento della produzione e di avversione alla degradazione di cui la Pfizer ha dotato il suo mRNA di proteine spike, saranno trasferiti a tutti gli altri nostri sforzi mondani di produzione di proteine cellulari e ci uccideremo con enormi quantità di sovrapproduzione di proteine totalmente inutili.

Questa N1 Metilpseudouridina (m1Ψ) che avremo in quantità assolutamente massiccia, significherà che ogni volta che il nostro DNA nucleico chiederà qualche migliaio di proteine ad un ribosoma, gliene saranno date alcune miliardi e non sarà in grado di spegnerne la produzione. Questa potrebbe essere una bomba genetica nucleare a tempo, in realtà più una bomba genetica ribosomiale a tempo.

Cos’è meglio? Subire le fionde e le frecce di un’incessante produzione di proteine a picco derivanti dall’RNA vaccinale non degradato o annegare in un mare di inarrestabile produzione di proteine derivanti dal falso uridilato dell’RNA vaccinale degradato?

Un ulteriore problema è che accelerando la produzione di proteine spike e usando una falsa base U, si aumentano le possibilità di errori di traduzione e di proteine non correttamente ripiegate, che sono note per causare ogni sorta di malattie orribili…

Tuttavia, Ψ oscilla di più nell’accoppiamento delle basi rispetto alla U e può accoppiarsi non solo con A e G, ma anche, in misura minore, con C e U. Questo probabilmente aumenta la lettura errata di un codone da parte di un tRNA vicino. Quando il nucleotide U nei codoni di stop è stato sostituito da Ψ, il tasso di lettura errata di un codone di stop da parte di un tRNA vicino è aumentato. Tali eventi di readthrough non solo diminuirebbero il numero di proteine immunogeniche (proteine spike copiate accuratamente), ma produrrebbero anche una proteina più lunga di destino sconosciuto con effetti potenzialmente deleteri –

Studio scientifico completo accedere qua

Così si otterrà ogni sorta di proteine errate e troppo lunghe che intasano il lavoro.

Peggio ancora, tutto questo falso mRNA semipermanente creato da pseudouridine metilate derivanti da mRNA di vaccini scomposti non sarà rilevabile dal nostro sistema immunitario come materiale genetico.

Quindi non avremo modo di riconoscere che abbiamo un problema e tanto meno di risolverlo.

Infine vorrei semplicemente dire a tutte le persone che hanno saggiamente deciso di astenersi dal mangiare cibo geneticamente modificato.

Se avete preso un vaccino mRNA covid, voi stessi potreste essere più geneticamente modificati del cibo che vi rifiutate di mangiare.

Fonte: dailyexpose.uk

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code