toba60

Covid-19: Seconda Ondata? Si di Miseria e Povertà la Morte viene Dopo.

Views: 271

Siamo nel vivo di una serie di eventi che stanno confermando quanto di peggio si potesse immaginare.

Cosi come d’incanto spunta dal nulla (Un pipistrello per l’esattezza) un virus fenomenale che ha le proprietà’ trasformistiche di Batman, l’uomo Ragno e Mandrake messi insieme, ecco che si materializza la rinascita del nemico invincibile, insomma…. il ritorno di Zorro tanto per intenderci, una storia fantastica che pare uscita dalle mani di Orson Welles.

La narrazione mediatica gioca sui fatti che si susseguono, cercando di destare l’attenzione del pubblico, dando adito alle più’ incredibili e cervellotiche fantasie, di quelle che piacciono tanto a tutti coloro che con un like (supportato da mille imprecazioni), si immergono nel fantastico (ma non tanto) mondo di Matrix.

La salute prima di tutto, accidenti……. avete visto la polizia locale (Non parlo dei Marines) come escono in pattuglia per tutelare i cittadini?

Sembrano in assetto da guerra e non in senso metaforico! (Pistola Manganello e Ricetrasmittente (In testa anche quella fa male)

Mettono multe su scala industriale, (Non prima naturalmente di aver provato un orgasmo cerebrale) ad ogni cittadino poco ligio alle direttive del Führer di turno (Loro in definitiva non sono per nulla differenti dalle SS) e che dire poi delle strutture ospedaliere che dovrebbero tutelare la salute del cittadino …si si….. gli eroi che hanno rischiato la vita per salvare l’umanità’ dalla sua estinzione, provate a fare una scampagnata (Solo quella mi raccomando, perché una visita ORDINARIA potrebbe esservi fatale e non per il virus) presso il CUP di un qualsiasi ospedale per ritirare un referto e avrete modo di vedere che le code chilometriche della dittatura russa in confronto, sono solo un piccolo luogo di ritrovo, rispetto alla realtà di tutti i giorni per i covid-19 dipendenti e per animare il tempo infinito (Su dai non esageriamo sono solo 4 ore) di attesa, qualcuno si prende la briga di svenire sotto il sole cocente (Devono aspettare fuori per non contagiare i presenti) a 40 gradi, tra l’insofferenza degli addetti alla struttura sanitaria che hanno altro da fare che non prestare soccorso a questi inutili vecchi malati che hanno il solo torto di essere vivi.

Hai il cancro …..RASSEGNATI, il Covid e’ ben piu’ importante, i numeri giocano Tutti a suo favore, economia politica e tanto altro ( ???) e poi sai che seccatura un malato terminale con tutte le implicazioni del caso, su siamo seri e non lavoriamo troppo di fantasia sulle cose ordinarie. (???)

Vuoi una visita dentistica? Ahh non ti preoccupare hai i 600 euro che il governo ti ha dato per il primo controllo, ma…………. Per il dentista Privato, perché per quello ospedaliero la lista di attesa e’ da 6 mesi fino ad un anno e per l’emergenza devi ringraziare il cielo che non vi sia un ordinanza dell’ultimo momento perché i tempi sono Biblici.

Non lavori per colpa del covid.19 ..ma che problema c’è’, arriverà’ la cassa integrazione ( ??? non sto scherzando lo sapete che parlo sempre sul serio 🙂 Hai un Azienda? ci si indebita, il Governo te lo consente, fantastico!!!! (La Bonta’ e’ il loro forte) e’ veramente eccezzionale, ma perché’ imprecare tanto, ditemi perché tanto scalpore, indebitati lo siamo stati da quanto esiste l’euro e ci si deve lamentare ora che tutto andrà’ bene?

Abbiate fiducia!!! siamo in mano ad un Gelataio un Azzeccagarbugli e un Dj Incompiuto, cosa volete di meglio dalla vita?

Ora vi saluto, sto uscendo con gli amici per prendere uno Spritz

……..Con Aperol

Toba60

Seconda ondata? Neanche vicino.

Perché i politici hanno in primo luogo bloccato la società? Siamo tutti d’accordo sul fatto che lo scopo dichiarato era quello di “appiattire la curva” in modo che il nostro sistema ospedaliero potesse gestire gli inevitabili pazienti COVID-19 che avevano bisogno di cure? A quel punto, almeno all’inizio di marzo, le persone si stavano comportando razionalmente. Hanno accettato che non puoi sradicare un virus, quindi rimandiamo le cose abbastanza per gestirlo.

Il fatto è che l’abbiamo fatto e molto altro ancora.

I titoli dei giornali sono pieni di terribili avvertimenti di una “seconda ondata” e i Governatori felici e scatenati stanno tirando indietro i regolamenti per cercare di arginare la marea di nuovi casi. Ma c’è qualcosa di vero in realtà e dovremmo essere tutti preoccupati? No, non è una seconda ondata.

Il virus COVID-19 è in fase finale e mentre ho riempito questo post di grafici per dimostrare tutto ciò che ho appena detto, questo è davvero l’unico grafico che devi vedere, sono i dati del CDC , nel tempo, delle morti per COVID -19 qui negli Stati Uniti e la linea di tendenza è inconfondibile :

Se i virologi avessero guidato la politica su COVID-19 anziché i funzionari della sanità pubblica, saremmo tutti Svezia in questo momento, il che significa che la vita sarebbe effettivamente tornata alla normalità. L’unica cosa che i nostri blocchi hanno fatto a questo punto è prolungare un po ‘l’agonia e ha incoraggiato i Governatori a inventare regole più inutili.

Il ministro della sanità svedese ha capito che l’unica possibilità di battere COVID-19 era portare la popolazione svedese a una soglia di immunità alle greggi contro COVID-19, ed è esattamente quello che hanno fatto, quindi lasciatemi iniziare da lì.

La soglia di immunità alle mandrie (“HIT”) per COVID-19 è compresa tra il 10-20%

Questo fatto ottiene meno pressioni di qualsiasi altro. Molte persone comprendono il concetto di base dell’immunità di gregge e la matematica che sta dietro. All’inizio, alcuni funzionari della sanità pubblica ipotizzavano che l’HIT di COVID-19 fosse del 70%. Ovviamente, la differenza tra un HIT del 70% e un HIT del 10-20% è drammatica, e più basso è il HIT, più rapidamente un virus si esaurirà poiché perde la capacità di infettare più persone, che è esattamente ciò che COVID- 19 sta facendo ovunque, compresi gli Stati Uniti, motivo per cui la curva della morte sopra sembra come appare.

Scienziati di Oxford, Virginia Tech e Liverpool School of Tropical Medicine, hanno recentemente spiegato l’HIT di COVID-19 in questo documento :

Abbiamo cercato in letteratura le stime della variazione individuale nella propensione ad acquisire o trasmettere COVID-19 o altre malattie infettive e abbiamo sovrapposto i risultati come linee verticali nella Figura 3. La maggior parte delle stime CV sono comprese tra 2 e 4, un intervallo in cui l’immunità acquisita naturalmente per SARS-CoV-2 può posizionare le popolazioni oltre la soglia di immunità della mandria una volta che solo il 10-20% dei suoi individui è immune.

I calcoli di questo studio sui dati a Stoccolma hanno mostrato un HIT del 17%, e se ami davvero i dati dai un’occhiata a questo fantastico saggio del professor Andrew Bostom del Brown intitolato “Immunità alle mandrie” COVID-19 senza vaccinazione? Insegnare ai vecchi trucchi del dogma del vaccino moderno . Condividerò il suo riepilogo con te, perché è così buono:

Naturalmente  acquisito  mandria  immunità  al COVID-19 in combinazione con la protezione caparra dello vulnerabili anziani – soprattutto  casa di cura  e  Assisted Living  residenti impianto – è un eminentemente ragionevole e pratica alternativa per  la  dubbia  panacea  di massa  obbligatoria  la vaccinazione contro il virus.

Questa strategia è stata  attuata con successo  a Malmo, in Svezia, che ha avuto poche morti COVID-19 proteggendo assiduamente le sue case di cura per anziani, mentre “le scuole sono rimaste aperte, i residenti hanno continuato a bere in bar e caffè, e le porte di parrucchieri e palestre erano aperte dappertutto .

Uno dei membri più vocali della comunità scientifica che discute dell’HIT di COVID-19 è il Dr. Michael Levitt, premio Nobel di Stanford.

Il 4 maggio, ha rilasciato questa fantastica intervista al quotidiano Stanford, dove ha sostenuto l’approccio svedese di lasciare che COVID-19 si diffonda naturalmente attraverso la comunità fino a quando non arrivi a HIT. Ha dichiarato:

Se la Svezia si ferma a circa 5.000 o 6.000 morti, sapremo che hanno raggiunto l’immunità della mandria e che non abbiamo dovuto fare alcun tipo di blocco. La mia sensazione è che probabilmente si fermerà a causa dell’immunità della mandria. COVID è grave, è almeno un’influenza grave. Ma non distruggerà l’umanità come pensavano le persone.

Indovina un po? È esattamente quello che è successo. Ad oggi, 7 settimane dopo la sua previsione, la Svezia ha avuto 5.280 morti. In questo grafico, si può vedere che i decessi in Svezia erano al massimo quando l’HIT era a metà del suo picco (circa il 7,3%) e quando il virus colpì il 14% era quasi spento. (Shoutout a Gummi Bear su Twitter, uno scienziato che crea fantastici grafici.)

In che modo il Dr. Levitt avrebbe potuto predire il range di morte per la Svezia così perfettamente 7 settimane fa? Perché aveva un’idea abbastanza solida di quale sarebbe stato il HIT. (Se desideri approfondire l’entusiasmo su HIT, controlla:  perché l’immunità da gregge per COVID-19 è raggiunta molto prima di quanto si pensi. )

ADORO assolutamente il Dr. Levitt (e come allume di Stanford, così orgoglioso di essere un professore di Stanford), guardare questo incredibile video di ieri, andare alle 10:59 e ascoltare questo straordinario uomo !! Entusiasta del suo nuovissimo articolo, pubblicato oggi, che predice la traiettoria di qualsiasi epidemia di COVID19 dalla migliore linea retta .

A proposito, come una rapida parte, e qualcos’altro la stampa non toccherà: COVID-19 è un coronavirus, e siamo stati tutti esposti a MOLTI coronavirus durante le nostre vite sulla terra (come il comune raffreddore).

Indovina un po? Gli scienziati stanno ora dimostrando che fino all’81% di noi può dare una forte risposta a COVID-19 senza esserne mai stato esposto prima:

Gli epitopi a cellule T SARS-CoV-2 a reazione crociata hanno rivelato risposte preesistenti a cellule T nell’81% degli individui non esposti e la convalida della somiglianza con i coronavirus umani freddi comuni ha fornito una base funzionale per l’immunità eterologa postulata

Questo da solo potrebbe spiegare PERCHÉ l’HIT è molto più basso per COVID-19 di quanto alcuni scienziati pensassero inizialmente, quando il numero di cui si parlava era più vicino al 70%.

Molti di noi sono sempre stati immuni!

Se questo non è abbastanza per te, uno studio simile dalla Svezia è stato appena pubblicato e mostra che “circa il doppio delle persone ha sviluppato l’immunità delle cellule T rispetto a quelle in cui siamo in grado di rilevare gli anticorpi”.

(In qualche modo lo sapevamo dai dati sulla Diamond Princess quando solo il 17% delle persone a bordo era risultato positivo , nonostante l’ambiente ideale per la diffusione di massa, il che implica che l’83% delle persone era in qualche modo protetto dal nuovo virus.)

Aggiornamento rapido: questo articolo è uscito il giorno dopo aver scritto il mio e convalidato tutto ciò che ho appena detto, tranne per il fatto che l’autore ha torto sul HIT di COVID-19, è del 10-20%, non del 60%, che è anche una notizia migliore:

Tuttavia, fornisce una possibile spiegazione del perché l’epidemia di Covid-19 sembra essere scomparsa in molti luoghi dopo aver infettato circa il 20% della popolazione locale (come giudicato dalla presenza di anticorpi). Se le persone stanno sviluppando una sorta di immunità a Covid-19 attraverso le loro cellule T, ciò potrebbe significare che una percentuale molto più elevata della popolazione è stata esposta a Covid-19 di quanto si pensasse in precedenza. Anticorpi e cellule T combinati, è ipotizzabile che alcuni posti come Londra o New York siano già al livello di infezione del branco richiesto o vicino al 60% richiesto per raggiungere l’immunità.

Ritorno ai tassi di mortalità nel tempo. In realtà abbiamo la nostra Svezia qui negli Stati Uniti. Si chiama New York City. Nel nostro caso, abbiamo accidentalmente creato uno scenario Svezia, in quanto abbiamo preso rapidamente la nostra medicina, perché:

  1. New York rinchiuse così tardi che non appiattirono nulla
  2. hanno la più alta densità di popolazione negli Stati Uniti a New York
  3. i funzionari della sanità pubblica e i governatori hanno preso la decisione decisa di rimandare i residenti nelle case di cura COVID nella loro casa di cura , accelerando le morti dei più vulnerabili.

Com’è la loro curva di morte oggi? In questo caso, ho preso in prestito il grafico dal sito Web di sanità pubblica di New York:

Hmm … noti qualcosa sulla carta o sulla sua pendenza? Il motivo per cui le morti per COVID-19 si stanno riducendo a nulla non è perché il Governatore Cuomo è un genio politico (in effetti, ha probabilmente creato morti più inutili di qualsiasi altro Governatore con la decisione della casa di cura), è perché il virus – come ogni virus nella storia dell’umanità — sta finendo di infettare la gente.

Il virus ha un HIT del 10-20% e il 70% delle persone è probabilmente naturalmente immune. Gli host sono scarsi! Questo è ciò che fanno i virus e attendi fino a quando non vedi qual è il probabile HIT di New York oggi.

Possiamo ottenere un proxy grezzo, ma utile, per stabilire se uno stato (o una regione) ha raggiunto la propria soglia di immunità alle mandrie se conosciamo le seguenti cose: la dimensione della popolazione, il numero di morti per COVID-19 e COVID -19 IFR, o tasso di mortalità per infezione .

Nel mio primo post sul blog alla fine del mese scorso, LOCKDOWN LUNACY: la guida della persona pensante , ho discusso in dettaglio il tasso di mortalità per infezione, quindi ho intenzione di dare un breve riepilogo qui.

Il Dr. John Ioannidis di Stanford ha pubblicato una meta-analisi (perché così tanti studi IFR sono stati condotti in tutto il mondo ad aprile e all’inizio di maggio) dove ha analizzato DODICI studi IFR separati e la sua conclusione espone il probabile IFR per COVID-19:

Il tasso di mortalità per infezione (IFR), la probabilità di morire per una persona infetta, è una delle caratteristiche più critiche e più contestate della pandemia di coronavirus 2019 (COVID-19). L’onere della mortalità totale previsto per COVID-19 è direttamente correlato all’IFR. Inoltre, la giustificazione per vari interventi non farmacologici di salute pubblica dipende in modo cruciale dall’IFR.

Alcuni interventi aggressivi che potenzialmente inducono anche danni collaterali più pronunciati1 possono essere considerati appropriati, se l’IFR è elevato. Al contrario, le stesse misure potrebbero non essere conformi alle soglie rischio-beneficio accettabili, se l’IFR è basso … È interessante notare che, nonostante le loro differenze nella progettazione, nell’esecuzione e nell’analisi, la maggior parte degli studi fornisce stime puntuali dell’IFR che si trovano in un intervallo relativamente ristretto.

Sette dei 12 IFR dedotti sono nell’intervallo da 0,07 a 0,20 (IFR corretto da 0,06 a 0,16) che sono simili ai valori IFR dell’influenza stagionale. Tre valori sono leggermente più alti (IFR corretto di 0,25-0,40 in Gangelt, Ginevra e Wuhan) e due sono leggermente più bassi di questo intervallo (IFR corretto di 0,02-0,03 in Kobe e Oise).

I dati sull’IFR sono stati replicati così tante volte che i nostri Centri per il controllo delle malattie hanno annunciato che la loro “migliore stima” ha mostrato un IFR inferiore allo 0,3% .

In questo articolo sui nuovi dati del CDC , hanno anche messo in evidenza come il declino a cascata dell’IFR abbia rimosso tutte le paure del giorno del giudizio:

Lo scenario di “migliore stima” presuppone anche che il 35 percento delle infezioni sia asintomatico, il che significa che il numero totale di infezioni è superiore di oltre il 50 percento rispetto al numero di casi sintomatici. Ciò implica quindi che l’IFR è compreso tra lo 0,2 e lo 0,3 per cento.

Al contrario, le proiezioni fatte dal CDC a marzo, che prevedevano che ben 1,7 milioni di americani sarebbero potuti morire per COVID-19 senza intervento, presumevano un IFR dello 0,8 per cento. Nello stesso periodo, i ricercatori dell’Imperial College hanno prodotto uno scenario peggiore in cui sono morti 2,2 milioni di americani, sulla base di un IFR dello 0,9 per cento.

Sì, alcuni stati hanno un aumento in tre misurazioni: test COVID-19 somministrati, test COVID-19 positivi e ricoveri. Tutte e tre queste misurazioni sono dubbie. Si spera che in alcuni casi l’aumento dei casi sia REALE, perché poi gli Stati Uniti arriveranno alla Herd Immunity Threshold (“HIT”), che è stata leggermente ritardata dai blocchi, prima. Sulla base della “curva della morte” negli Stati Uniti, siamo molto vicini alla conclusione.

Prendi popolazione, Morti COVID e IFR per trovare HIT

Dai, resta con me! Questa matematica è roba di base di livello junior. E ci darà il numero più importante, ma molto rozzo, di cui abbiamo bisogno per comprendere tutte queste assurdità della seconda ondata: l’HIT approssimativo già raggiunto dallo stato e dagli Stati Uniti.

Se sai quante persone sono morte per COVID-19 in una qualsiasi regione, puoi calcolare rapidamente quante persone hanno avuto COVID-19 nella stessa regione. Tutto ciò che fai è dividere i decessi per l’IFR. Usiamo New York come esempio.

Ad oggi, ci sono stati 31.137 decessi per COVID-19. Prendi 31.137 / .0026, ottieni 11.975.969 persone infette da COVID-19. Prendendo quegli 11 milioni di persone divise per la popolazione di New York di 19,45 milioni, si ottiene un HIT del … 65%.

(Commento del geek di dati: l’HIT di New York è chiaramente SOVRA dichiarato, perché i decessi totali guidano l’HIT e NY ha un tasso molto più alto di decessi nelle case di cura a causa di cattive politiche.)

Disclaimer enorme: questa matematica è rozza, ma è anche direzionalmente accurata, e i confronti tra gli stati aiutano a spiegare cosa sta succedendo. È importante sottolineare che l’HIT richiesto per eliminare il virus in qualsiasi regione potrebbe essere inferiore al numero della Svezia del 17%, per un milione di ragioni, in particolare una migliore conoscenza medica oggi rispetto a pochi mesi fa su come mantenere in vita una persona vulnerabile.

Tuttavia, guarda questa tabella che ho creato usando la matematica sopra:

Notate qualcosa? New York è ben nella soglia dell’immunità’ di massa (come il New Jersey), gli stati del sud nelle notizie sono SOTTO l’HIT implicito, mentre il totale degli Stati Uniti è quasi lì con il 15%. Questo è il motivo per cui la curva della morte del CDC (e di New York!) Con cui ho aperto questo post sul blog appare come appare: praticamente abbiamo finito con il virus. Proprio come la Svezia. Oh, e l’Italia:

Aggiornamento rapido: i medici del Monte Sinai hanno appena pubblicato uno studio che mostra uno studio di sieroprevalenza su un campione casuale di 5.000 newyorkesi, affermando che “entro la settimana terminata il 19 aprile, la sieroprevalenza nel gruppo di screening ha raggiunto il 19,3%”.

Se prendi quel numero del 19,3% e pensi a ciò che abbiamo appena imparato dalla Svezia – che metà delle persone con immunità non lo mostrerà con questo test – e poi considererai quante più persone sono state esposte dal 28 aprile, è del tutto plausibile che New York è ben oltre il 40% o più persone, il che inizia a guardare più vicino al numero del 65% che la mia matematica mostra.

In entrambi i casi, diciamo semplicemente: New York, e in particolare New York, sono ben colpiti dal 10-20%, il che spiega perché la loro curva di morte si presenta come appare.

Dettagli in Florida

Mentre l’HIT conta più di ogni altra cosa nello spiegare la traiettoria del virus e ci dice che gli Stati Uniti sono molto vicini alla conclusione con COVID-19, volevo dare un’occhiata più da vicino a uno stato, la Florida, l’attuale fustigatore di la stampa. Hanno anche ottimi dati.

Nessuno sembra ascoltare il governatore, il dipartimento sanitario o gli ospedali della Florida, che sembrano dire la stessa cosa, il che è fondamentalmente che tutto vada bene. Il 20 giugno, il dipartimento della salute della Florida ha prodotto una presentazione che spiegava come i loro test erano cambiati nel tempo. Dai un’occhiata a questa diapositiva:

Quindi, quando lo stato ha riaperto, hanno iniziato a testare tutti “indipendentemente dall’età e dai sintomi”. Cosa pensi che succederebbe se lo facessero? Ovviamente, più aspetti positivi. Quindi, ecco il mio primo fatto:

Fatto n. 1: tutti gli stati della “seconda ondata” hanno aumentato notevolmente i loro test. Questo da solo fa aumentare i casi ed è la principale ragione per cui hanno.

Non sei ancora convinto? Dai un’occhiata a questo rivelatore di un grafico che mostra i test pro capite negli Stati Uniti rispetto ad altri paesi. Noti qualcosa su giugno? Non solo effettuiamo PIÙ test rispetto a qualsiasi altro paese, ma i nostri test sono aumentati a giugno, proprio quando sono usciti tutti i titoli di più casi. Hmmm …

Non è così semplice. Sì, i casi sono risolti perché sono in corso ulteriori test. I casi non sono mai stati, mai, un indicatore affidabile di NULLA. Ma i ricoveri sono stati un indicatore affidabile. E, inaspettatamente, c’è stato un aumento degli ricoveri per COVID-19 a partire dal 6 giugno in Florida, come puoi vedere qui :

Il motivo più ovvio per cui stanno aumentando i ricoveri COVID-19 è quello che sta accadendo nel sistema ospedaliero. I pazienti stanno tornando negli ospedali per un intervento chirurgico elettivo che sono stati tutti ritardati durante il blocco.

OGNI paziente viene sottoposto a screening per COVID-19. Un paziente sottoposto a chirurgia elettiva del ginocchio e positivo al test per COVID-19 anche se asintomatico verrà classificato come “ricoverato in ospedale con COVID-19“. Questo è stato spiegato in un recente articolo del NY Times :

Un terzo di tutti i pazienti ricoverati nel principale ospedale pubblico della città [Miami] nelle ultime due settimane dopo essere andati al pronto soccorso per lesioni da incidente d’auto e altri problemi urgenti sono risultati positivi per il coronavirus.

Fatto n. 2: i ricoveri per COVID-19 sono leggermente aumentati a causa della tracciabilità dei pazienti positivi a COVID-19. Saranno nel numero anche se non sono andati in ospedale PERCHÉ COVID-19

Tuttavia, c’è qualcos’altro che sta succedendo. Non sono solo altri test e il modo in cui stanno avvenendo i ricoveri. Molti stati hanno riaperto il 1 ° maggio e le loro linee di tendenza sono state piatte verso il basso per settimane. È come se in alcuni stati si verificasse un evento di super-spargimento verso la fine di maggio / inizio giugno.

È davvero chiaro che sta succedendo qualcosa di unico se guardi i dati del Minnesota, lo stato in cui George Floyd è stato tragicamente assassinato, dove i casi positivi sono stratificati per età:

Come puoi vedere, nel Minnesota, la percentuale di casi positivi tra le persone di età compresa tra i 20 e i 29 anni è davvero aumentata tra la metà e la fine di giugno, il che significa che probabilmente le infezioni si sono verificate all’inizio di giugno o alla fine di maggio. Sì, ovviamente, le proteste densamente affollate per l’uguaglianza razziale e la giustizia sociale – che personalmente applaudo – sembrano aver causato un aumento REALE in casi e ricoveri.

Vedi questo articolo, i manifestanti di Houston iniziano ad ammalarsi di coronavirus dopo aver marciato per George Floyd . Guarda l’età media dei NUOVI casi in Florida per metà giugno (era a metà degli anni ’60):

Fatto n. 3: un aumento REALE in entrambi i casi e il ricovero in ospedale coincide perfettamente con i tempi delle proteste a livello nazionale che includevano molte folle densamente raggruppate per molte ore e persino giorni.

Non convinto? Dai un’occhiata a questo fantastico grafico che si sovrappone ai tempi delle proteste, dei blocchi, della mobilità sociale e dei ricoveri utilizzando i dati per tutti gli Stati Uniti. Si noti che c’è un ritardo tra l’esposizione e i ricoveri (tra 8 e 15 giorni) e osservare quando la linea di ricovero giallo sale.

Tuttavia, la buona notizia di tutto ciò è che non vi è stato alcun impatto sul numero di pazienti COVID-19 in terapia intensiva, il che è coerente con il fatto che sappiamo che i pazienti più giovani sono meno colpiti da COVID-19, controlla questo grafico :

Fatto n. 4: nonostante un piccolo aumento nelle ospedalizzazioni, il numero di pazienti COVID-19 in terapia intensiva continua a diminuire.

È MORTE, NON CASI

Hai sentito parlare di una manciata di stati con casi in aumento, eccoli su un grafico, i casi sono chiaramente in aumento:

Ma per quegli stati, che dire delle morti? Sembrano andare nell’altra direzione:

E, infine, forse la diapositiva più importante, usando la Florida come esempio, NON esiste alcuna correlazione tra più test, test più positivi e MORTE (linea rossa nel grafico).

Il fatto che queste tre misure non siano lineari significa che la Florida ha un tasso di mortalità basso e stabile, e il recente aumento in casi positivi – che risulta perfettamente sincronizzato con le proteste nazionali – non significa nulla:

Fatto n. 5: NON esiste alcuna correlazione in Florida – lo stato che prende più calore sulla stampa per una seconda ondata – tra test positivi e morti.

Naturalmente, chiunque abbia prestato attenzione ai dati avrebbe potuto dirtelo, poiché i dati nazionali sui decessi COVID-19 assomigliano sempre più a quelli svedesi, come abbiamo già discusso. Oggi, il nostro HIT nazionale è all’incirca del 15%, il che significa che abbiamo quasi finito, qualunque cosa faccia un Governatore.

Ho visto discussioni su come le proteste hanno causato un aumento delle infezioni tra i giovani. Alcuni in opposizione a questa realtà abbastanza ovvia indicano New York, che aveva anche proteste densamente affollate ma NON ha assistito a un ricovero in ospedale: come spiegarlo? Ormai conosci la risposta: l’HIT di New York è già del 65%!

In particolare, nella matematica che ho usato, la Florida aveva solo un numero di Soglie dell’immunità al gregge del 6%, ben al di sotto dell’obiettivo del 17%. Quindi, sì, POTREBBE DOVREBBE sopportare qualche altro decesso prima di raggiungere il successo. Ma è molto probabile che 1) non debba essere alto fino al 17% perché le persone infette sono molto più giovani (dove il tasso di mortalità è molto più basso) e 2) che accadrà nelle prossime settimane, e la politica non avrà nulla a che fare con il fatto che accada o meno. Ad ogni modo, poiché sappiamo che il numero nazionale è del 15%, il virus è quasi scomparso, non importa quello che qualcuno dice o fa, e tutto ciò che devi fare per verificare è guardare la curva di morte del CDC.

UN PENSIERO FINALE SULLA FLORIDA

John Thomas Littell, MD è un medico di famiglia in Florida. Stavo per pubblicare un estratto dalla sua Lettera al Direttore delle Orlando Medical News, ma è così bello e così ampio, voglio che tu legga tutto, e quindi possiamo concludere:

Più volte al giorno, su ogni possibile punto vendita, siamo bombardati di aggiornamenti sul nuovo numero di “casi” di COVID-19 negli Stati Uniti e altrove. Gli analisti delle notizie usano quindi questi numeri per giustificare le critiche a coloro che hanno il coraggio di respingere le raccomandazioni del CDC per quanto riguarda l’usura della maschera e il distanziamento sociale.

È imperativo che tutti gli americani – e in particolare quelli della professione medica – comprendano l’effettiva definizione di “caso” di COVID -19 in modo da prendere decisioni informate su come vivere la nostra vita.

Gli americani più anziani ricordano fin troppo bene il terrore che hanno provato quando a un membro della famiglia è stato diagnosticato un “caso” di scarlattina, difterite, pertosse (pertosse) o poliomielite. Durante la mia carriera nella medicina di famiglia, tra cui diversi anni come medico dell’esercito, mi sono occupato di pazienti con varicella, fuoco di Sant’Antonio, malattia di Lyme, nonché morbillo, tubercolosi, malaria e AIDS. La “definizione del caso” stabilita per tutte queste malattie dal CDC richiede la presenza di segni e sintomi di tale malattia.

In altre parole, ogni caso riguardava un paziente SICK. Studi di laboratorio possono essere eseguiti per “confermare” una diagnosi, ma non sono sufficienti in assenza di sintomi clinici.

Avendo ora il privilegio di prendersi cura dei pazienti malati con COVID-19, sia dentro che fuori dal contesto ospedaliero, sono felice di vedere che il numero di questi pazienti malati diminuisce quasi a zero nella mia comunità – mentre i “numeri dei casi” per COVID -19 continuano a salire. Perché?

In netto contrasto con morbillo, fuoco di Sant’Antonio e altre malattie infettive, i “casi” di COVID-19 NON richiedono la presenza di QUALSIASI sintomo. I dipartimenti sanitari stanno incoraggiando tutti e chiunque a venire per i test, e ogni test positivo è segnalato come l’ennesimo “nuovo” caso di COVID-19!

Il 5 aprile 2020, un piccolo numero di epidemiologi statali (Supplemento tecnico del Consiglio di Stato e degli epidemiologi territoriali (CSTE): Interim-20-ID-01) ha elaborato una definizione del caso di “sorveglianza” per COVID-19.

All’epoca, vi era incertezza sul fatto che le persone completamente asintomatiche potessero o meno trasmettere COVID-19 in misura sufficiente per infettare e causare malattie negli altri. (Questa nozione non è mai stata dimostrata e, di fatto, è stata recentemente scontata – cfr “Uno studio sull’infettività dei portatori di SARS-CoV-2 asintomatici, Ming Fao et al, Respir Med, 2020 ago – disponibile online tramite PubMed 2020 maggio 13, nonché recenti rapporti dell’OMS stesso).

Il CSTF ha quindi giustificato la definizione di caso non convenzionale per COVID-19, aggiungendo “CSTE si rende conto che le indagini sul campo comporteranno valutazioni di persone senza sintomi e questi individui dovranno essere conteggiati come casi”.

Quindi, chiunque abbia un test PCR positivo (il tampone nasale, test PCR per COVID Antigen o acido nucleico) o test sierologici (esame del sangue per anticorpi – IgG e / o IgM) verrebbero classificati come “caso” – anche nel assenza di sintomi.

Nei nostri ospedali in questo momento, ci sono centinaia di ex residenti in case di cura seduti in unità “COVID” che sono nel loro solito stato di buona salute, a cui è vietato tornare alle loro residenze di casa di cura semplicemente perché hanno TESTATO Positivo per COVID-19 durante i programmi di test di massa nelle case di cura.

La presenza di un test di laboratorio positivo per COVID-19 in una persona che non è mai stata ammalata è in realtà BUONA notizia per quella persona e per il resto di noi. Il test positivo indica che questa persona ha probabilmente predisposto un’adeguata risposta immunitaria a una piccola dose di COVID-19 a cui è stata esposta – naturalmente (quindi, non è necessario un vaccino contro COVID-19).

È anche importante capire che la presenza di test di laboratorio non è l’UNICO criterio utilizzato dal CDC per stabilire una diagnosi di COVID-19. La presenza di solo 1 o 2 sintomi simil-influenzali (febbre, brividi, tosse, mal di gola, mancanza di respiro) – in assenza di un’altra causa provata (p. Es., Influenza, polmonite batterica) è SUFFICIENTE per fornire una diagnosi di COVID- 19 – purché il paziente soddisfi anche determinati criteri di “collegamento epidemiologico” come segue:

“In una persona con sintomi clinicamente compatibili, [un” caso “verrà segnalato se quella persona aveva] una o più delle seguenti esposizioni nei 14 giorni precedenti l’insorgenza dei sintomi: viaggio o residenza in un’area con comunità sostenuta e in corso trasmissione di SARS-CoV-2; contatto ravvicinato (10 minuti o più, entro una distanza di 6 piedi) con una persona con diagnosi di COVID-19; o membro di una coorte a rischio definita dalle autorità sanitarie pubbliche durante un focolaio. ” Si noti che la definizione di “coorte a rischio” include l’età> 70 o vive in una casa di cura o in una struttura simile.

Quindi, in sostanza, qualsiasi persona con una malattia simil-influenzale (ILI) potrebbe essere considerata un “caso” di COVID-19, anche SENZA test di laboratorio di conferma. Il CDC ha persino consigliato di considerare qualsiasi decesso per polmonite o ILI come decessi “correlati a Covid” – a meno che il medico o l’esaminatore non stabilisca un altro agente infettivo come causa della malattia.

Ora forse capisci perché il numero crescente di casi, e persino di morti, dovuti a COVID-19 è irto di interpretazioni errate e NON è in alcun modo una misura della morbilità e della mortalità REALI DA COVID-19. I miei pazienti che insistono nell’indossare maschere, guanti e distanze sociali citano queste statistiche fuorvianti come giustificazione delle loro decisioni (e, naturalmente, che stanno seguendo le “linee guida CDC”). Consiglio semplicemente loro: “COVID-19 NON è nell’atmosfera intorno a noi; risiede nelle vie respiratorie degli individui infetti e può essere trasmesso ad altri solo da persone malate e infette dopo un contatto prolungato con gli altri ”.

Quindi potresti chiedere: perché stiamo continuando a segnalare un numero crescente di casi di COVID come se fossero BAD news per l’America? Piuttosto che come BUONA notizia, cioè che le migliaia di americani in buona salute che si dimostrano positivi (anche conosciuti come “asintomatici”) sono indicativi della presenza dell’immunità della mandria – proteggendo se stessi e molti di noi da potenziali assalti futuri con varianti di COVID?

Perché come società abbiamo smesso di mandare i nostri figli a scuola, nei campi e nelle attività sportive? Perché abbiamo smesso di andare al lavoro, in chiesa, in parchi pubblici e spiagge? Perché abbiamo insistito sul fatto che le persone sane “restano a casa” – piuttosto che osservare il metodo medico-prudenziale basato sull’evidenza per identificare coloro che erano malati e isolarli dal resto della popolazione – raccomandando ai malati di “rimanere a casa” e consentire al resto della società di funzionare normalmente? E, mentre abbiamo assistito ai raduni dei manifestanti in questi giorni con poche preoccupazioni per COVID-19 diffuse tra queste persone asintomatiche, sicuramente molti sperano che il crescente numero di “casi” per COVID-19 scoraggerà la gente dal partecipare a ulteriori raduni per alcuni candidati alla carica politica.

La paura è un’arma potente. La FDR ha notoriamente trasmesso agli americani nel 1933 che “Non abbiamo nulla da temere, ma temiamo se stesso”. Direi che dobbiamo temere che chi vorrebbe che rimanessero impauriti e servili e disposti a rinunciare alle libertà di base senza giustificazione.

John Thomas Littell, MD, è un medico di famiglia certificato a bordo. Dopo aver conseguito il suo MD presso la George Washington University, ha prestato servizio nell’esercito degli Stati Uniti, ricevendo la Meritorious Service Medal per il suo lavoro nel miglioramento della qualità, e ha anche prestato servizio presso il National Health Service Corps nel Montana.

Durante i suoi diciotto anni a Kissimmee, FL, il dott. Littell ha fatto parte della facoltà della UCF School of Medicine, presidente della County Medical Society e capo di stato maggiore dell’ospedale della Florida. Attualmente risiede con sua moglie Kathleen e la sua famiglia a Ocala, in Florida, dove rimane molto attivo come medico di famiglia con studi sia a Kissimmee che a Ocala.

Il Dr. Littell solleva molte più questioni di quante io abbia scelto di affrontare in questo post, perché ne ho già scritto nel mio precedente post sul blog il 30 maggio .

Questo non doveva riguardare gli ospedali?

L’unica ragione per cui è stato mai rinchiuso in primo luogo era la disponibilità di spazio negli ospedali. Ecco cosa ha detto la Florida a proposito dei loro ospedali la scorsa settimana:

Ed ecco cosa hanno detto i medici a Houston, in Texas, la scorsa settimana :

Il CEO dell’ospedale, tra cui il dott. Marc Boom con il metodista di Houston , il dott. David L. Callender con il Memorial Hermann Health System , il dott. Doug Lawson con la St. Luke’s Health e Mark A. Wallace con il Texas Children’s Hospital , hanno tenuto una conferenza sullo zoom, giugno 25, per preoccupazione, “che la recente copertura delle notizie ha inutilmente allarmato la comunità di Houston sulla capacità ospedaliera durante questo aumento di COVID-19”. I due principali punti chiave della discussione odierna: il sistema sanitario di Houston ha le risorse e le capacità necessarie per trattare i pazienti con COVID-19 e altrimenti …

Sospiro. Allora perché la stampa sta facendo un grosso problema con la “seconda ondata”? Non faccio politica, ma se lo facessi probabilmente lo menzionerei qui .

Cosa stanno facendo i governatori?

In breve: niente di utile. Penso che questo ragazzo riassuma come mi sento:

Per vedere il video digita Qui

Scherzi a parte, però, i rollback delle aperture sono semplicemente ridicoli, e semplicemente aggravando un’idea terribile, e ritardando l’inevitabile processo all’interno di ciascuna regione di raggiungere una corretta soglia di immunità alle mandrie. Se vuoi arrabbiarti di nuovo per i blocchi, come ho fatto nel mio articolo di maggio , leggi solo questo: Il blocco sta causando così tanti decessi . Ecco un estratto:

Quante persone di età pari o inferiore a 15 anni sono morte di Covid-19? Quattro. La possibilità di morire per un fulmine è una su 700.000. La possibilità di morire di Covid-19 in quella fascia d’età è una su 3,5 milioni. E li abbiamo chiusi tutti. Anche tra i 15 e i 44 anni, il tasso di mortalità è molto basso e la stragrande maggioranza dei decessi è rappresentata da persone con significative condizioni di salute di base. Li abbiamo chiusi anche noi. Abbiamo bloccato la popolazione che aveva praticamente il rischio zero di contrarre seri problemi dalla malattia, per poi diffonderla selvaggiamente nella fascia d’età altamente vulnerabile. Se avessi scritto un piano per fare una serie completa di cose, ti saresti inventato questo.

In conclusione

Il Dr. Michael Levitt e la Svezia hanno sempre avuto ragione. L’unico modo per COVID-19 è raggiungere la modesta soglia di immunità al gregge (10-20%) richiesta per eliminare il virus. Prima i politici – e la stampa – iniziano a parlare di HIT e smettono di parlare di nuovi casi confermati, meglio saremo tutti. Ad ogni modo, è probabile che settimane, non mesi, prima che i dati delle nuove morti quotidiane siano così bassi che la stampa dovrà trovare qualcosa di nuovo per spaventare tutti. È finita.

Una breve nota:

Gli autori di questo articolo pubblicheranno articoli sulla Svezia affermando che il loro approccio è stato un fallimento. Indicheranno la stampa recente sulla Svezia che ha recentemente registrato tassi più alti di test positivi COVID-19 – la Svezia ha fatto forti passi indietro – quindi qui un grafico per gli haters, mostra casi positivi in ​​Svezia, tracciati contro i decessi. Non c’è correlazione.

Per i miei lettori veramente impegnati che sono arrivati ​​così lontano:

Il tasso di mortalità è un dato di fatto; qualsiasi cosa al di là di questo è un’inferenza. “
William Farr (1807-1883)

William Farr, creatore della legge di Farr, lo sapeva oltre 100 anni fa. I virus si alzano e cadono all’incirca alle stesse pendenze. È prevedibile e COVID-19 non è diverso, motivo per cui, dopo aver esaminato tutte queste curve di morte, non è molto difficile dichiarare che la pandemia è finita.

Il centro di Oxford per Evidence Based Medicine ha una meravigliosa spiegazione della legge di Farr e merita una lettura . Alcune delle mie citazioni preferite:

Farr ci mostra che una volta raggiunto il picco di infezione, seguirà approssimativamente lo stesso modello simmetrico sul pendio verso il basso […] Nel mezzo di una pandemia, è facile dimenticare la Legge di Farr e pensare che il numero di infetti continuerà a salire , non lo farà. Proprio come sono state introdotte misure per prevenire la diffusione dell’infezione, dobbiamo riconoscere il punto in cui aprire la società e anche le misure speciali dovute alla “densità” che richiedono considerazioni speciali “.

Un lettore mi ha appena inviato questo diagramma dal CDC. Se non pensi che il virus COVID-19 abbia seguito il suo corso secondo la Legge di Farr, non posso aiutarti!

JB Handley

Fonte: off-guardian.

Rivoluzione Non Autorizzata
Come cambierà il Mondo
Voto medio su 17 recensioni: Da non perdere
€ 15,90

Globalizzazione: La Terza Guerra
€ 18,00

I crimini della globalizzazione
€ 15,00

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code