toba60

Ecco i Nostri Aguzzini, Vogliono Ridurre la Popolazione e Renderla Schiava: Anatomia di una Setta

Mia madre quando ero piccolo spesso mi raccontava di quando a Vienna ai tempi del nazismo tutti stavano in silenzio, nessuno fiatava, le persone erano ubbidienti e vedeva i suoi compagni di banco ebrei che uno alla volta scomparivano dalla scena scolastica.

Tutti sapevano ma nessuno voleva credere alla triste verità, per ognuno di loro era meglio vivere una fantasia ben orchestrata e legata ad un grande progetto condiviso e molto ambizioso.

Il frutto della loro illusione fruttò 60 milioni di morti, non c’è che dire un bel numero, ma questi qui oggi sono più’ bravi, senza muovere un dito lasciano che siano le stesse vittime a farsi carico del fardello….e datevi una mossa che loro non hanno tanto tempo da perdere!

Un siero fatto bene, una guerra, una bella crisi energetica, un po di digiuno forzato e via velocemente, hanno già tutto predisposto, manca solo l’ultimo gradino, ma quello lo dovete fare voi, mica possono faticare anche in questo.

Toba60

Il nostro lavoro come ai tempi dell’inquisizione è diventato attualmente assai difficile e pericoloso, ci sosteniamo in prevalenza grazie alle vostre donazioni volontarie mensili e possiamo proseguire solo grazie a queste, contribuire è facile, basta inserire le vostre coordinate già preimpostate all’interno dei moduli all’interno degli editoriali e digitare un importo sulla base della vostra disponibilità.

Se apprezzate quello che facciamo, fate in modo che possiamo continuare a farlo sostenendoci oggi stesso…

Non delegate ad altri quello che potete fare anche voi.

Staff Toba60

Le superstizioni della gente saranno manipolate per farle compiere atti irrazionali, se prima si riesce a demoralizzarle fino alla disperazione…

Nonostante la preponderanza delle prove che dimostrano che la COVID non è un evento per la maggior parte di noi, oltre 1 milione di persone sono state vittime di lesioni da vaccino. Questo dovrebbe essere sufficiente a fermare la maggior parte delle persone. Non è così. Molti escono dall’esperienza di quasi morte ancora più pontificanti di prima, denunciando il resto di noi per non essersi uniti a questo gioco mortale della roulette russa.

Ad alimentare la loro indignazione moralista nei nostri confronti, c’è l’indignazione moralista degli altri nei loro confronti. Nonostante la preponderanza delle prove che dimostrano che la COVID non è un evento per la maggior parte di noi, oltre 1 milione di persone sono state colpite da lesioni da vaccino.

Questo dovrebbe essere sufficiente a fermare la maggior parte delle persone. Non è così. Molti escono dall’esperienza di quasi morte ancora più pontificanti di prima, denunciando il resto di noi per non essersi uniti a questo gioco mortale della roulette russa. Ad alimentare la loro indignazione moralista nei nostri confronti, c’è l’indignazione moralista degli altri nei loro confronti. È un circolo perpetuo di colpa e vergogna.

Non si può evitare questa gente. Una sorta di esercito di maschere provvisorie. Quelli che agiscono in buona coscienza hanno perso contro i superdiffusori di iperbole moralmente virtuosi. Una sorta di Esercito della Maschera Provvisoria. Quelli che agiscono in buona coscienza hanno perso contro i superdiffusori di iperboli moralmente virtuose.

Credono a tutto ciò che sentono e fanno tutto ciò che gli viene detto.

Sono stati istruiti da qualcosa di molto più potente della verità, chiamata “scienza”, e la seguiranno” Sono stati istruiti da qualcosa di molto più potente della verità, chiamata “scienza”, e la seguiranno” fino all’orlo di un precipizio.

Ma questa è solo una parte della storia. Se si ha la sfortuna di morire entro due settimane dall’assunzione del vaccino, nonostante gli sforzi compiuti, il CDC potrebbe registrare il decesso come “non vaccinato”. Se si ha la sfortuna di morire entro due settimane dall’assunzione del vaccino, nonostante gli sforzi compiuti, il CDC potrebbe registrare il decesso come “non vaccinato”, il commentario potrebbe riferire che il decesso è avvenuto “all’improvviso e in seguito a una breve malattia”, e i familiari potrebbero trarre conforto dal fatto che “le cose sarebbero potute andare peggio”.

Lavaggio del tessuto morale

Questo pasticcio empirico funziona perché una nuova ideologia ha travolto il tessuto morale. A meno che non si stia prendendo un intervento medico sperimentale pieno di pericoli, si sta ballando sulle tombe di tutti coloro che sono morti. Il senso di colpa toglie alle persone il loro potere e l’obbedienza cieca all’autorità fa il resto, perché questo empio pasticcio funziona perché una nuova ideologia ha attraversato il tessuto morale. A meno che non stiate prendendo un intervento medico sperimentale pieno di pericoli, state ballando sulle tombe di tutti coloro che sono morti. Il fatto di riempire le persone di sensi di colpa toglie loro il potere e l’obbedienza cieca all’autorità fa il resto, come ha scoperto MilgramMilgram nel suo esperimento di riferimento.

Ma il fatto che l’umanità abbia una relazione abusiva con i suoi governi è solo una parte del problema. C’è una lunga storia di sette infiltrate nella società civile. Il culto della personalità di Lenin e poi di Stalin una volta ha catturato un’intera nazione. Ma mai nella storia il mondo intero è caduto in un culto.

Dove il New Normal si discosta da altri archetipi di culto è negli strumenti di comunicazione di massa, nelle mani di pochi fanatici, che si sono infiltrati nella società comune e hanno creato un’apoteosi intorno al COVID-19, glorificandolo fino alle proporzioni divine del cristianesimo. Si è capito da tempo che se si ripete una bugia abbastanza spesso, essa diventa consenso.

Ciò che è di grande importanza per questi sommi sacerdoti sono anche i decenni di studi comportamentali condotti dai più illustri esperti nel campo della psicologia sociale. Non tutti i partecipanti all’Esperimento Asch si sono conformati, ma le ragioni per cui molti hanno trovato solidarietà con il gruppo sono ben comprese dagli scienziati comportamentali, sul libro paga dei governi mondiali, che spingono le persone verso la rovina esistenziale.

E molto di ciò che sta accadendo oggi nel gruppo del New Normal ha le lezioni del Terzo Reich scritte sopra. Se siete ancora ignari del fatto che vi stanno indottrinando in una setta, probabilmente è perché siete già stati indottrinati.

La fine è vicina

I culti vengono fondati sulla base di eventi importanti, tipicamente di natura apocalittica. Queste profezie bibliche, extraterrestri o virali parlano di un disastro imminente e di una redenzione. Un’ambientazione da polveriera costringe le persone a riunirsi sotto la protezione del comunitarismo e incoraggia i membri più zelanti a denunciare, ridicolizzare e intimidire chiunque non agisca in accordo con il gruppo. La deindividuazione, come è noto, trasforma questi gruppi innocui in folle psicologiche e molto spesso sfocia nella mentalità della folla.

Il nostro bisogno di rifugiarci nel branco è codificato nel nostro DNA, così come la paura dell’esclusione sociale e il desiderio di cooperare sono tratti evolutivi ereditati. Questo spiega perché il COVID ha iniziato con l’isolamento sociale. E perché, dopo aver capitolato a ogni possibile richiesta, continuiamo a essere tenuti in ostaggio, con la minaccia di un ulteriore isolamento sociale. Nonostante l’evidente abuso di potere, le persone rimangono legate ai loro rapitori da un bizzarro legame emotivo, rafforzato ogni volta che vengono liberate, anche se temporaneamente, dalla loro prigionia.

Nonostante l’evidente abuso di potere, le persone rimangono legate ai loro rapitori, attraverso un bizzarro legame emotivo, rafforzato ogni volta che vengono liberate, anche se temporaneamente, dalla loro prigionia.

È possibile identificare i culti in base alla loro struttura organizzativa.

Alle persone viene assegnato un ruolo, come nell’esperimento carcerario di Stanford di Zimbardo L’esperimento carcerario di Stanford di Zimbardo dove molti vanno oltre il dovere. Il problema non è tanto che “siamo tutti coinvolti”, ma che semplicemente non lo siamo, è la nobiltà del culto che domina sul resto di noi. In questo stato di emergenza, tuttavia, le persone non solo accetteranno una maggiore autorità da parte di coloro che sono al di là delle regole, ma emuleranno l’ordine autoritario prevalente, piuttosto che diventarne vittime. Come scoprì Hannah Arendt nella sua storica tesi, le persone comuni in cerca di uno scopo e di una direzione, doverosa doverosamente e spesso vanno oltre la chiamata al dovere.

Gerarchie

In tutto il COVID, questi ufficiali non pagati e non richiesti hanno diffuso l’indottrinamento comunicativo molto più di qualsiasi burocrate. Siamo pieni zeppi di vigilanti COVID moralmente superiori, che condannano chiunque suggerisca semplicemente che la terra possa orbitare intorno al sole. Il pensiero di gruppo che ne deriva – se non sei con noi sei contro di noi non solo isola i nuovi iniziati dall’influenza esterna, ma toglie loro il diritto di pensare e agire per conto proprio e ammonisce chiunque abbia il coraggio di mettere in discussione l’Onnipotente Redentore. Alla fine, il desiderio di raggiungere un accordo unanime con il gruppo prevale sulla motivazione a prendere decisioni razionali e intuitive.

Carnefici della nuova normalità

Le bugie abituali, i passi indietro e la scienza che crolla sotto il più leggero degli esami, non sono un evento arbitrario. Le persone capiscono di essere state ingannate, ma si rifiutano di agire sulla base di informazioni cruciali. Invece, si acclimatano all’età dell’oro delle false narrazioni. Incoraggiare le persone ad agire in modo controintuitivo le porterà, alla fine, ad abbandonare del tutto l’agenzia personale, perché quel violento tampone al pensiero critico, chiamato consenso, ritiene vero il contrario di ciò che è sotto i nostri occhi.

Boris Johnson ci esorta a vaccinarci perché il rischio è superiore alla ricompensa. Nel momento successivo, ammette che “il vaccino non protegge dal contrarre o trasmettere la COVID”. Il suo co-cospiratore, nel frattempo, chiede il riscatto del Natale se le persone rifiutano una terza iniezione e procede a minacciare coloro che in precedenza erano l’unico gruppo a rischio, che l’intero sfacelo avrebbe dovuto proteggere. Quando le labbra si muovono, preparatevi alle bugie, qualsiasi collisione con gli eventi del mondo reale è del tutto accidentale.

Anatomia di un culto

I culti sono illusori per natura. Un’anomalia che naviga sotto i falsi colori di uno stato di cose normale. Questo risultato si ottiene sommando i rituali di culto alla quotidianità e convertendo vecchie pietre di paragone culturali in nuove frontiere ideologiche, fino a quando l’una non è più distinguibile dall’altra. I segnali che indicano che si è entrati per sbaglio in una setta sono numerosi, dalle gomitate alla museruola, dal disinfettante per le mani alla regola dei due metri.

Dopotutto, esiste una lunga storia di manipolazione delle superstizioni delle persone per indurle a compiere atti irrazionali, se prima vengono demoralizzate fino alla disperazione. In tali circostanze si sono verificati suicidi rituali di massa, sventramenti e persino l’omicidio dei propri figli.

Oggi le cose non sono molto diverse. Le persone si tengono prigioniere nelle loro case. Rischiano la vita dei propri figli per proteggere quelli già in punto di morte. Lo fanno per una malattia che ha avuto un impatto nullo sulla mortalità generale nel 2021. Alcuni sono stati infantilizzati dal loro governo, altri sono stati rassicurati da Big Bird e c’è chi ha venduto la propria anima alla casa della cattiva reputazione.

Altri culti a cui potreste aver aderito

A fronte di questa frenesia del complesso di persecuzione della salute, altre bizzarre ideologie intaccano il tessuto sociale. L’appartenenza alla società dipende dalla gamma di pronomi di cui si dispone. Il nuovo galateo culturale è il wokeismo. La vostra affinità con chi ha scambiato la propria identità sessuale determina il vostro cachet sociale, mentre il vostro desiderio di trovare il secchio più vicino vi dipinge un bersaglio sulla schiena.

Teorie sociali ultraterrene disaccoppiano le madri dal parto, sessualizzano i bambini e incoraggiano i più piccoli a scambiare il proprio genere. Alla base di tutto questo c’è un palese attacco all’umanità, alla natura, alle forme di vita basate sul carbonio.

Basta osservare il Culto della Personalità che viene imposto alle generazioni future con la glorificazione di Greta, per intravedere come il cambiamento climatico si evolverà in un ordine religioso, con Greta nel ruolo di pontifex maximus.

Il gioco finale di tutto questo è la requisizione spirituale dell’anima umana e il giorno della resa dei conti per l’umanità mark 1.0.

Ma mentre il circo si infiamma, c’è chi osserva da bordo campo e semplicemente non ci sta. Le vestigia di razionalità rimaste, chiamate negazionisti o rifiutanti, hanno formato un proprio culto. Un culto dello scetticismo e della non conformità.

A detta di alcuni, queste persone rischiano maggiormente di vivere a lungo e in salute, e guai a dire che la folla si agita. Si chiedono sanzioni immediate. Dopo venti mesi di denunce, l’inimicizia dell’opinione pubblica sta raggiungendo il culmine. Se il trattamento barbaro riservato a un altro gruppo sociale disumanizzato, quello di prima di Auschwitz, è un dato di fatto, potrebbe essere solo una questione di tempo prima che i negazionisti siano costretti in campi di internamento o, peggio, messi in fila contro i plotoni di esecuzione.

D’altra parte, il culto ha rivelato i suoi aspetti più sinistri, migliaia di voci legittime della scienza e della medicina si stanno opponendo e persino i doppi vaccinati si stanno rendendo conto che anche le loro libertà sono in pericolo.

Come disse una volta un uomo saggio…..

“prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti attaccano, poi vinci”.

Dustin Broadbery

Fonte: substack.com

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code