toba60

Il Mago di Oz – Allegoria per la Nostra Schiavitù Mentale?

Views: 236

Sebbene vestito come una semplice, innocente storia per bambini,Il Mago di Oz ci dice chi siamo, il nostro posto nel Nuovo Ordine Mondiale e come possiamo porre fine alla sua oppressione.

Il film del 1939 del romanzo del 1900 ” Il Mago di Oz” segue la dodicenne Dorothy Gale che vive in una fattoria del Kansas con la zia Em e lo zio Henry, ma sogna un posto migliore “da qualche parte sopra l’arcobaleno” . Dopo essere stata incosciente durante un tornado, Dorothy sogna che lei, il suo cane Toto e la fattoria vengono trasportati nella magica Terra di Oz dal tornado.
Lì, la Buona Strega del Nord, Glinda, consiglia a Dorothy di seguire la strada di mattoni gialli fino a Emerald City e di incontrare il Mago di Oz, che può riportarla in Kansas. Durante il suo viaggio, incontra uno Spaventapasseri, un Tin Man e un Cowardly Lion che si uniscono a lei, sperando di ricevere dal mago ciò che loro stessi mancano (un cervello, un cuore e un coraggio, rispettivamente). Tutto ciò viene fatto mentre si cerca anche di evitare la strega cattiva dell’Occidente e il suo tentativo di ottenere le pantofole rubino (argento) di sua sorella da Dorothy, che le ricevette da Glinda.

È stato a lungo ipotizzato che la storia sia allegorica, ma la solita spiegazione di fatto è che si tratta di una semplice allegoria politica che rappresenta lo stato delle cose negli Stati Uniti negli anni 1890, ma di cui è stato dato autore, L. Frank Baum [1856-1919] sfondo Trovo che sia difficile da credere – più disinformazione per buttarci fuori dal profumo per caso?
Un’altra spiegazione si basa sull’appartenenza di Baum alla Società Teosofica e parla del viaggio spirituale verso la verità ultima nella teosofia. Questo è abbastanza plausibile – comunque sento che ce n’è un altro possibile, più plausibile …

ALLEGORIA
Sebbene vestito come una semplice e innocente storia per bambini, il Mago di Oz è una rappresentazione allegorica del Tempio della Corona, la forza di controllo dietro la Corona britannica e tutte le sue derivazioni straniere, inclusi gli Stati Uniti d’America, che non hanno mai avuto l’indipendenza dalla “Corona”, nonostante tutte le apparenze contrarie. Il Mago di Oz ci dice chi siamo, il nostro posto nel Nuovo Ordine Mondiale e come possiamo porre fine alla sua oppressione. In realtà ‘Oz’ rappresenta l’oro in peso (forma abbreviata di once) e la strada di mattoni gialli , mattoni o lingotti d’oro. Quindi il “Mago di Oz” è uno degli Elite, i proprietari di ricchezza, uno dei “poteri che sono” che controllano strettamente ogni aspetto della nostra esistenza quotidiana.

Il personaggio noto come lo spaventapasseri o “uomo di paglia” rappresenta il non esistente uomo di paglia di finzione legale di ALL-CAPITALS, in altre parole, la PERSONA che lo Stato ha creato come una rappresentazione legale di te con la stessa ortografia del tuo nome di nascita .
E cosa vuole l’uomo di paglia soprattutto dal Mago di Oz? Un cervello. Nessuna finzione legale PERSON ha un cervello perché una PERSON non è un’entità vivente. Ma tutto ciò che l’uomo di paglia ottiene per i suoi problemi invece che un cervello dal grande Oz è un certificato, forse un certificato di nascita, come entità recentemente legalizzata – come in effetti siamo tutti considerati agli occhi dello Stato.

È così orgoglioso del suo nuovo status “legale”, oltre a tutti gli altri legalismi che gli sono gentilmente concessi, che poi diventa il vero epitome del sacco senza cervello di paglia, stringendo orgogliosamente il suo certificato di nascita e sfidando ogni buon senso. Questo ci dice molto sullo stato delle cose oggi e sulla mentalità della popolazione completamente priva di cervello indotta a credere di avere diritti di libertà dalla servitù.
Allo stesso modo l’Uomo di latta. TIN è il numero di identificazione del contribuente. Il povero TIN Man è semplicemente un lavoratore insensato, simile a un robot, che si sforza di soddisfare i desideri del suo padrone fino a quando il suo corpo prende letteralmente su e smette di funzionare. Lavora da solo perché non ha né cuore né anima ed è semplicemente una creatura priva di emozioni che esegue roboticamente i suoi compiti quotidiani come se fosse già morto. È il cavallo che tira le carrozze dei ricchi e il mulo lavora duramente sotto il giogo della schiavitù.
I suoi padroni lo tengono intorpidito all’esterno e senza cuore all’interno per controllarlo totalmente. È la rappresentazione fisica di milioni di entità senz’anima che nel corso dei secoli nascono, servono il sistema dalla culla alla tomba e muoiono miseramente nella povertà.

l pietoso codardo codardo è sempre troppo spaventato per difendersi. Certo, è un bullo e sceglie quelli più piccoli e meno potenti di lui. Rappresenta quelle persone che sembrano possedere un grande coraggio, ma in realtà non ne hanno affatto, il tipo di persona che si farà strada verso una posizione minore di autorità ma che è davvero troppo codardo per resistere a quelli all’apice delle piramidi.
Il Cowardly Lion indietreggerà e gemerà sempre quando qualcuno di livello superiore lo sfiderà. Vuole disperatamente ottenere il coraggio dal grande Mago, quindi gli viene conferita la “medaglia” di “riconoscimento ufficiale” dai poteri che lo sono. Queste persone rimangono così fedeli ai nostri oppressori in cambio di alcune briciole dal tavolo metaforico.
Questi sono gli eserciti di bulli con status “ufficiale” che si nascondono dietro la loro autorità “ufficialmente riconosciuta ” e sono persone come politici, militari, forze di polizia e di sicurezza e la professione legale che innanzitutto proteggono i Maestri dell’Universo e il loro status e potere, dalle masse.
Il personaggio di Dorothy rappresenta l’onnipresente “ogni uomo” nel suo viaggio attraverso la vita cercando di trovare felicità e contentezza, nel caso di Dorothy che sta cercando di tornare a casa in Kansas.

Le due streghe, Glinda la strega buona e la Malvagia Strega dell’Ovest, rappresentano la perenne lotta tra il bene e il male. The Wicked Witch of the West è uno scavo della società occidentale e dei suoi valori spaventosi. Tutto quello che le importa è procurarsi le leggendarie “scarpe d’argento” indossate da Dorothy che crede che aumenteranno i suoi poteri. Le “scarpe d’argento” rappresentano la ricchezza delle masse, ovvero l’argento il metallo prezioso, che rappresenta la nostra misera ricchezza e il nostro costante inseguimento di sogni illusori, mentre l’Elite fa tutto il possibile per privarci di quante più risorse finanziarie possibile.
Il viaggio attraverso il campo dei papaveri rappresenta il fatto che la Corona (e in misura minore il governo degli Stati Uniti) controlla il commercio mondiale di stupefacenti e lo fa da secoli. Anche ai tempi di Baum più di un secolo fa, c’erano state le lunghe e opprimenti guerre dell’oppio. La Corona ha già avuto una vasta esperienza, ad esempio nella conquista di tutta la Cina con la droga, quindi perché non il resto del mondo?

E chi è stato alla fine esponendo il Mago per quello che era veramente? Totò, il cagnolino di Dorothy. “In toto” in latino significa “in totale, tutti insieme”. È significativo che Toto non abbia paura delle teatrali del Mago, nonostante la sua bassa statura rispetto al Mago.
Il fumo, le fiamme e le proiezioni olografiche del Mago sono progettate semplicemente per spaventare le persone (noi le masse) affinché facciano ogni suo ordine. ‘Toto’, che ci rappresenta ‘tutti’ (quando mettiamo insieme i nostri atti collettivi) semplicemente guarda dietro il sipario, vede che è tutta una grande illusione e inizia ad abbaiare per attirarlo all’attenzione degli altri (il resto del mondo) ). Ciò consente loro di vedere il Mago com’è realmente, solo un uomo ordinario, vulnerabile, capace di sconfiggere che controlla le leve che creano l’illusione del suo potere e autorità inesistenti.
Quindi, metaforicamente il velo che nasconde la verità dietro l’estrema fragilità del Nuovo Ordine Mondiale viene rimosso e l’illusione del Mago è facilmente esposta.
E la morale della storia?

Come gruppo non ci rendiamo conto di quanto potere abbiamo realmente, di esporre e quindi porre fine all’attuale situazione. Quanto possiamo abbaiare tutti per attirare l’ attenzione del resto dell’umanità sulla truffa perpetrata dai truffatori e dai criminali che controllano il mondo e ogni nostra mossa?
In realtà, la loro facciata è altrettanto fragile di quella eretta dal Mago apparentemente ” onnipotente” dietro il sipario. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è un cervello, un cuore, un’anima e un coraggio e se possiamo imparare a lavorare in qualche modo insieme, “in toto” possiamo cambiare il mondo.

Nota…
“Il mago di Oz” usato nel controllo mentale di Monarch?
Quasi tutta la documentazione relativa al progetto MK Ultra e Mind Control menziona l’importanza del Mago di Oz. Negli anni ’40, secondo quanto riferito, i membri della comunità dell’intelligence americana hanno scelto la storia come base tematica per il loro programma di controllo mentale basato sul trauma. Il film è stato modificato e ha avuto un significato diverso per consentirne l’utilizzo come strumento per rafforzare la programmazione su vittime. Ecco alcuni esempi tratti da “Total Mind Control Slave” di Fritz Springmeier …
La stretta relazione tra Dorothy e il suo cane è una connessione molto sottile tra l’uso dei culti satanici di animali (familiari). Un bambino schiavo Monarch sarà autorizzato a legare con un animale domestico. Il bambino vorrà comunque legare con un animale domestico perché le persone a questo punto sono terrificanti. Quindi l’animale viene ucciso per traumatizzare il bambino.
Agli schiavi monarchi viene insegnato a “seguire la strada di mattoni gialli”. Indipendentemente dalle cose spaventose che ci attendono, lo schiavo Monarch deve seguire la Yellow Brick Road che è stata progettata dal loro padrone.


L’arcobaleno, con i suoi sette colori, ha da tempo il significato occulto di essere un grande dispositivo spirituale e ipnotico.
Dorothy sta cercando un posto dove non ci siano problemi, che è “da qualche parte sopra l’arcobaleno”. Per sfuggire al dolore, ‘altera’ andare oltre l’arcobaleno. (Questo è anche noto come programmatore di Alice nel paese delle meraviglie (un altro processo MK Ultra) come “passare attraverso lo specchio”.)
‘Somewhere Over the Rainbow’ è probabilmente la canzone più dissociativa mai scritta ed è spesso riprodotta nei film durante eventi violenti o traumatizzanti (vedi il film Face-Off ). Lo strano effetto prodotto, dove la violenza non sembra più reale , è esattamente il modo in cui la dissociazione agisce sulle vittime del controllo mentale. Possiamo anche ipotizzare che la scena in cui Dorothy si addormenta in un campo di papaveri sia un riferimento all’uso dell’eroina per rilassare e manipolare le vittime del controllo mentale. Considera anche la neve che cade dal cielo che risveglia Dorothy dal suo sonno. Potrebbe essere questo un riferimento alla cocaina?

John Hamer

Fonte: http://falsificationofhistory.co.uk/onecoin/

L'Istituto Tavistock
L'organismo occulto che governa le nostre menti - Controllo mentale e ingegneria sociale: gli oscuri meccanismi per sottomettere l'umanità




0

Your Cart