toba60

“Nessuno è Morto a Causa del Coronavirus”

Views: 312

Viviamo in una fase storica vincolata da molte apparenti certezze che paiono essere estremamente difficili da sradicare, mai prima d’ora un evento artificioso come quello del covid-19, pare avere messo a nudo un sentire collettivo che ha fatto perdere di vista il senso ed il significativo di tutto ciò’ che ruota attorno alla vita di ognuno di noi.

L’unica intermediazione ritenuta valida e’ stata quella mediatica mainstream, che può’ a suo piacimento indirizzare l’opinione pubblica li dove vuole, non si spiegherebbe altrimenti il consenso legato a scelte criminose perpetrate a danno di tutte le popolazioni del mondo, che vengono paradossalmente supportate dagli stessi che ne pagano le conseguenze.

Cosi’ come in economia tutti pagano le tasse senza sapere come e perché’, allo stesso modo e’ stato possibile creare uno stato di polizia tale, per cui i presunti colpevoli, si sono a loro volta assunti il ruolo di aguzzini a supporto del potere costituito.

Il potere sugli altri e’ un molla motivazionale irresistibile e questo lo sanno molto bene coloro che detengono le redini di comando politico, economico e sociale, le spese investite per creare uno stato di confusione tale, per cui le persone non hanno consapevolezza degli eventi in corso, sono ingenti, cosi come e’ altrettanto ingente il prezzo da pagare per questo stato di cose.

Screditare il fatto che nessuno e’ morto di Coronavirus e’ cosa facile, ma mettiamo la questione su un altro piano come quello posto in essere ora:

“COVID-19 è una malattia mortale solo in casi eccezionali, ma nella maggior parte dei casi si tratta di un’infezione virale prevalentemente innocua”

Ogni considerazione una volta preso atto di questo, avrà’ un ben diverso approccio, non solo interpretativo ma sopratutto pone la questione su come andava risolto il problema legato al Covid-19 (Anche senza scomodare i virologi, non era difficile operare le scelte giuste) viceversa in quasi tutti i paesi del mondo, in primi s in Italia, stupidita’ e insipienza hanno fatto da capolino in ogni luogo e dove, creando conseguenze di cui si pagheranno al quadrato le conseguenze, in ambiti ben lontani dalla questione medica.

Non e’ propositivo disperderei tutte forze per screditare le forze politiche e non, che hanno creato un danno irreparabile, ma sarebbe bene focalizzare tutta l’attenzione sulle cose da fare e prestare bene attenzione a non delegare più’ loro ogni responsabilità’ decisionale.

Cio’ comporta una disobbedienza civile e non e’ cosa facile, ma ora rispondete alla mia domanda.

Quanto e’ facile la vostra vita ora, alla luce del fatto che non avete mai messo in gioco nulla in prima persona, senza mai mettere i dubbio il fatto che forse chi……

agendo per conto terzi”, di voi, importi poco o nulla.

Toba60

Covid.19: strumento posto in mano agli ipòcriti per essere ancora piu’ ipòcriti e poter sbandierare questa falsita’ come verita’ assoluta a proprio uso e consumo…..il POTERE.

(Toba60)

Rivelazioni importanti condivise dal dott. Stoian Alexov, presidente dell’Associazione patologica bulgara

Un eminente patologo europeo sta segnalando che lui e i suoi colleghi di tutta Europa non hanno trovato alcuna prova di eventuali morti dal romanzo coronavirus.

Il Dr. Alexov ha definito l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) una “organizzazione medica criminale” per creare paura e caos in tutto il mondo senza fornire prove oggettivamente verificabili di una pandemia.

Un’altra straordinaria rivelazione del presidente della Bulgarian Pathology Association (BPA), Dr. Stoian Alexov, è che crede che attualmente sia “impossibile” creare un vaccino contro il virus.

Il Dr. Alexov ha anche rivelato che i patologi europei non hanno identificato alcun anticorpo specifico per SARS-CoV-2 .

Queste affermazioni sbalorditive sollevano importanti domande, anche riguardo alle affermazioni di funzionari e scienziati riguardo ai numerosi vaccini che stanno precipitando in studi clinici in tutto il mondo.

Esse sollevano anche dubbi sulla veridicità delle affermazioni sulla scoperta di anticorpi anti-nuovo-coronavirus (che stanno iniziando a essere usati per trattare i pazienti ).

I nuovi anticorpi specifici per coronavirus sono presumibilmente la base per i costosi kit di test sierologici utilizzati in molti paesi (alcuni dei quali sono risultati inaccettabilmente inaccurati ).

E sono presumibilmente fondamentali per i certificati di immunità ambiti da Bill Gates che stanno per essere ampiamente utilizzati – sotto forma di COVI-PASS – in 15 paesi tra cui Regno Unito, Stati Uniti e Canada.

Il dottor Alexov ha formulato osservazioni sbalorditive in una video intervista che sintetizza il consenso dei partecipanti a un webinar dell’European Society of Pathology (ESP) del 8 maggio 2020 su COVID-19 .

La video intervista del 13 maggio del dott. Alexov è stata condotta dal dott. Stoycho Katsarov , presidente del Centro per la protezione dei diritti dei cittadini di Sofia ed ex vice ministro della sanità bulgaro. Il video è sul sito web del BPA , che evidenzia anche alcuni dei punti principali del Dr. Alexov.

Abbiamo chiesto a un madrelingua bulgaro con un background scientifico di tradurre oralmente la video intervista in inglese. Abbiamo quindi trascritto la sua traduzione. Il video è qui e la nostra trascrizione inglese è qui .

Tra le principali bombe lanciate dal Dr. Alexov c’è che i leader del webinar ESP dell’8 maggio hanno affermato che non sono stati trovati anticorpi specifici per i nuovi coronavirus .

Il corpo forma anticorpi specifici per i patogeni che incontra . Questi anticorpi specifici sono noti come anticorpi monoclonali e sono uno strumento chiave in patologia. Questo viene fatto tramite immunoistochimica , che comporta l’etichettatura dei colori degli anticorpi e quindi il rivestimento delle diapositive dei tessuti della biopsia o dell’autopsia. Dopo aver dato agli anticorpi il tempo di legarsi ai patogeni per cui sono specifici, i patologi possono guardare le diapositive al microscopio e vedere i luoghi specifici in cui si trovano gli anticorpi colorati – e quindi i patogeni a cui sono legati.

Pertanto, in assenza di anticorpi monoclonali al nuovo coronavirus, i patologi non possono verificare se la SARS-CoV-2 è presente nel corpo o se le malattie e le morti attribuite ad esso sono state effettivamente causate dal virus piuttosto che da qualcos’altro.

Sarebbe facile liquidare il Dr. Alexov come un altro “teorico della cospirazione”. Dopo che molte persone credono di essere ovunque in questi giorni, diffondendo pericolosa disinformazione su COVID-19 e altri problemi.

Inoltre, poco di quello che il dottor Alexov afferma è stato il consenso del webinar dell’8 maggio nelle parti visibili del procedimento.

Ma tieni presente che gli informatori spesso sono soli perché la stragrande maggioranza delle persone ha paura di parlare pubblicamente.

Inoltre, il Dr. Alexov ha un record e una reputazione insuperabili. È un medico da 30 anni. È presidente del BPA , membro dell’Advisory Board dell’ESP e capo del dipartimento di istopatologia dell’Ospedale Oncologico nella capitale bulgara di Sofia.

Inoltre, c’è altro supporto per ciò che sta dicendo il Dr. Alexov.

Ad esempio, il direttore dell’Istituto di medicina legale presso il Centro medico universitario di Amburgo-Eppendorf, in Germania, ha dichiarato nelle interviste con i media che c’è una notevole carenza di solide prove per la mortalità di COVID-19.

“COVID-19 è una malattia mortale solo in casi eccezionali, ma nella maggior parte dei casi si tratta di un’infezione virale prevalentemente innocua”, ha detto il dott. Klaus Püschel ad un giornale tedesco ad aprile . Aggiunta in un’altra intervista :

In parecchi casi, abbiamo anche scoperto che l’attuale infezione da corona non ha nulla a che fare con l’esito fatale perché sono presenti altre cause di morte , ad esempio un’emorragia cerebrale o un infarto […] [COVID-19 è ] malattia virale non particolarmente pericolosa […] Tutte le speculazioni sulle morti individuali che non sono state esaminate sapientemente alimentano solo l’ansia. ”

Inoltre, uno di noi (Rosemary) e un altro giornalista, Amory Devereux, hanno documentato in un articolo Off-Guardian del 9 giugno che il romanzo coronavirus non ha soddisfatto i postulati di Koch.

Questi postulati sono passaggi scientifici utilizzati per dimostrare l’esistenza di un virus e una relazione uno a uno con una specifica malattia. Abbiamo dimostrato che fino ad oggi nessuno ha dimostrato che la SARS-CoV-2 causa una malattia discreta che corrisponde alle caratteristiche di tutte le persone che apparentemente sono morte di COVID-19. Né il virus è stato isolato, riprodotto e quindi dimostrato di causare questa malattia discreta.

Inoltre, in un articolo Off-Guardian del 27 giugno altri due giornalisti, Torsten Engelbrecht e Konstantin Demeter, hanno aggiunto alle prove che “l’esistenza dell’RNA SARS-CoV-2 si basa sulla fede, non sui fatti”.

La coppia ha anche confermato che “non esiste alcuna prova scientifica che quelle sequenze di RNA [ritenute corrispondenti a quelle del nuovo coronavirus] siano l’agente eziologico di ciò che viene chiamato COVID-19”.

Il dottor Alexov ha dichiarato nell’intervista del 13 maggio che:

la principale conclusione [di quelli di noi che hanno partecipato al webinar dell’8 maggio] è stata che le autopsie condotte in Germania, Italia, Spagna, Francia e Svezia non dimostrano che il virus è mortale “.

Ha aggiunto che:

Ciò che tutti i patologi hanno detto è che non è morto nessuno a causa del coronavirus. Lo ripeterò: nessuno è morto a causa del coronavirus. “

Il dottor Alexov ha anche osservato che dalle autopsie non vi sono prove del fatto che qualcuno ritenuto infetto dal romanzo coronavirus sia morto solo per una reazione infiammatoria scatenata dal virus (presentandosi come polmonite interstiziale) piuttosto che da altre malattie potenzialmente fatali.

Un’altra sua rivelazione è che:

“Dobbiamo vedere esattamente come la legge si occuperà dell’immunizzazione e di quel vaccino di cui stiamo tutti parlando, perché sono certo che [attualmente] non è possibile creare un vaccino contro COVID. Non sono sicuro di cosa stia facendo esattamente Bill Gates con i suoi laboratori: è davvero un vaccino che sta producendo o qualcos’altro? ”

Come indicato in precedenza, l’incapacità di identificare gli anticorpi monoclonali per il virus suggerisce che non ci sono basi per i vaccini, i test sierologici e i certificati di immunità che vengono diffusi in tutto il mondo a velocità e costi senza precedenti. In realtà, non esistono prove concrete dell’esistenza del virus.

Il dottor Alexov ha sottolineato ancora più importanti aspetti. Ad esempio, ha osservato che, a differenza dell’influenza stagionale, SARS-CoV-2 non ha dimostrato di uccidere i giovani:

Con l’influenza] possiamo trovare un virus che può causare la morte di un giovane senza altra malattia presente […] In altre parole, l’infezione da coronavirus è un’infezione che non porta alla morte. E l’influenza può portare alla morte. “

(Sono stati segnalati casi gravi di malattie come la malattia di Kawasaki e l’ ictus nei giovani che si riteneva avessero un’infezione da nuovo coronavirus. Tuttavia, la maggior parte degli articoli pubblicati su questi casi sono molto brevi e includono solo uno o solo un una manciata di pazienti. Inoltre, i commentatori sui giornali rilevano che è impossibile determinare il ruolo del virus perché gli autori dei giornali non hanno controllato sufficientemente, se non del tutto, per i fattori confondenti. infatti provengono da insufficienza multipla di organi risultante dalla combinazione del cocktail di droga e della ventilazione a cui sono sottoposti questi bambini.)

Il Dr. Alexov ha quindi affermato che:

l’OMS sta creando caos in tutto il mondo, senza fatti reali dietro ciò che stanno dicendo. “

Tra le miriadi di modi in cui l’OMS sta creando quel caos è vietando quasi tutte le autopsie di persone ritenute morte da COVID-19. Di conseguenza, secondo il dott. Alexov, entro il 13 maggio in Bulgaria erano state condotte solo tre di queste autopsie.

Inoltre, l’OMS sta dettando che tutti hanno dichiarato di essere stati infettati dal nuovo coronavirus che successivamente muore deve avere la morte attribuita a COVID-19 .

“Questo è abbastanza stressante per noi, e in particolare per me, perché abbiamo protocolli e procedure che dobbiamo usare”, ha detto al Dr. Katsarov. “… E un altro patologo tra 100 anni dirà:” Ehi, quei patologi non sapevano cosa stavano facendo [quando hanno detto che la causa della morte era COVID-19]! ” Quindi dobbiamo essere molto severi con le nostre diagnosi, perché potrebbero essere provate [o smentite] e potrebbero essere ricontrollate più tardi. “

Ha rivelato che i patologi in diversi paesi in Europa, così come in Cina, Australia e Canada resistono fortemente alla pressione su di loro di attribuire morti al solo COVID-19:

Sono davvero triste che dobbiamo seguire le istruzioni dell’OMS senza nemmeno pensarci. Ma in Germania, Francia, Italia e Inghilterra stanno iniziando a pensare che non dovremmo seguire l’OMS così rigorosamente, e [invece] quando scriviamo la causa della morte dovremmo avere qualche patologia [risultati a sostegno di ciò ] e dovremmo seguire il protocollo. [Questo perché] quando diciamo qualcosa dobbiamo essere in grado di dimostrarlo. “

(Ha aggiunto che le autopsie avrebbero potuto aiutare a confermare o smentire la teoria secondo cui molte delle persone ritenute morte di COVID-19 in Italia avevano precedentemente ricevuto il vaccino contro l’influenza H1N1. Perché, come ha notato, il vaccino sopprime il sistema immunitario degli adulti e quindi potrebbe essere stato un contributo significativo alla loro morte rendendoli molto più suscettibili alle infezioni.)

Drs. Alexov e Katsarov concordano sul fatto che l’ennesimo aspetto del caos causato dall’OMS e le sue conseguenze fatali è che molte persone probabilmente moriranno presto per malattie come il cancro a causa dei blocchi, combinati con lo svuotamento degli ospedali (apparentemente per fare spazio a COVID-19 pazienti), interrotto tutti tranne le procedure e i trattamenti più urgenti.

Hanno anche osservato che queste malattie sono esacerbate dalla paura e dal caos che circondano COVID-19.

Sappiamo che lo stress sopprime in modo significativo il sistema immunitario, quindi posso davvero affermare il 200% che tutte le malattie croniche saranno più gravi e più acute di per sé. In particolare il carcinoma in situ – oltre il 50% di questi diventerà più invasivo […] Quindi dirò che questa epidemia non è tanto un’epidemia del virus, ma è un’epidemia che dà alla gente molta paura e stress. ”

Inoltre, ha affermato il Dr. Alexov, come un altro risultato diretto e terribile del panico della pandemia, molte persone stanno perdendo la fiducia nei medici.

Perché secondo me il coronavirus non è così pericoloso, e in che modo le persone avranno fiducia in me che fanno patologia del cancro, molte delle quali sono anche legate ai virus? Ma nessuno ne parla. “

Abbiamo anche inviato per e-mail cinque colleghi del Dr. Alexov nella European Pathology Society chiedendo loro di confermare le rivelazioni del Dr. Alexov. Abbiamo seguito per telefono con due di loro. Nessuno ha risposto.

Perché il dottor Alexov o i suoi cinque colleghi non hanno risposto alle nostre domande?

Dubitiamo che sia dovuto alla mancanza di conoscenza della lingua inglese.

È più probabile a causa della pressione sui patologi di seguire le direttive dell’OMS e di non parlare pubblicamente. (E, soprattutto, i dipartimenti di patologia dipendono dai governi per il loro finanziamento.)

Tuttavia, ai patologi piace il dott. Alexov e Püschel sembrano disposti a uscire e dire che nessuno è morto per un’infezione da nuovo coronavirus.

Forse perché i registri e la reputazione dei patologi si basano su prove fisiche concrete piuttosto che su un’interpretazione soggettiva di test, segni e sintomi. E non ci sono prove fisiche concrete che COVID-19 sia mortale.

Rosemary Frei and Patrick Corbett

Fonte: off-guardian

Rosemary Frei ha conseguito un Master in biologia molecolare presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Calgary, è stato uno scrittore medico e giornalista freelance per 22 anni e ora è un giornalista investigativo indipendente.

Patrick Corbett è uno scrittore, produttore, regista ed editore in pensione che ha lavorato per tutte le principali reti in Canada e negli Stati Uniti ad eccezione di Fox. I suoi crediti giornalistici includono Dateline NBC, W-5 di CTV e l’unità documentaria CTV dove ha scritto e diretto “Children’s Hospital”, la prima produzione canadese ad essere nominata per un Emmy internazionale

I Vaccini sono un'Illusione
La vaccinazione compromette il sistema immunitario naturale. Cosa possiamo fare per riconquistare la salute
Voto medio su 23 recensioni: Da non perdere
€ 8,90

Vaccini - Effetti CollateraliVoto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 12,00

Vaccini - Dominio Assoluto
Un’inchiesta sul campo
Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere
€ 15,00

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code