toba60

Nikola Tesla e il Potere Rivelato

Nikola Tesla é stato il piú grande scienziato di tutti i tempi e la cosa non desterebbe nessuna sorpresa se non fosse che a riconoscerlo non e’ stata la stampa specializzata, ma quelle stesse persone che con lui hanno condiviso professionalmente la ricerca scientifica, lo stesso Albert Einstein alla domanda di un giornalista che gli domandava come ci si sentiva ad essere l’uomo piu’ intelligente el mondo, egli con estrema disinvoltura rispose lui ”Chiedetelo a Nikola Tesla”

Nikola Tesla

Spero attraverso questo editoriale di stimolare la curiositá di chi non lo conosce, mentre coloro che hanno gia dimestichezza con questo grande genio, avranno modo di venire a conoscenza di dettagli su di lui poco conosciuti che spero possano essere apprezzati.

Toba60

“Il presente è loro, il futuro è mio”

“Le mie scoperte evangelizzano un mondo dove l’umanità è unita, le guerre sono impossibili e regna la pace. Dici di amare le persone. Non li amo. Quello che amo è l’umanità “Nikola Tesla

Nikola Tesla (1856-1943), uno scienziato e inventore “outsider”, è l’uomo che ha scoperto il XX secolo.

“L’energia è ovunque e in abbondanza. Ma abbiamo sete. Siamo come chi è su una barca che naviga in un fiume, ma muore di sete, perché non ha un bicchiere per bere l’acqua. Ho passato tutti i miei anni alla scuola di ingegneria elettrica (1951-1956) senza sentire il nome di Nikola Tesla, anche in quei corsi che si riferiscono chiaramente ai motori AC o al trasferimento di energia o alla comunicazione wireless (radio) . Ho trascorso molto tempo in una società di telecomunicazioni privata, una filiale di RCA, dove ho avuto l’opportunità di incontrare persone piuttosto importanti ed esperte. Mai, in così tante conferenze, riunioni e discussioni che ho avuto, Tesla è stato menzionato da nessuna parte. Tuttavia, ricordo bei nomi di pionieri meno importanti nel campo dell’elettricità.Molti dei miei colleghi ed ex compagni di classe hanno avuto esperienze simili. “Tesla era inesistente.” Max E. Valentinuzzi

Anche se gli dobbiamo almeno 700 invenzioni, alcune delle quali hanno fondato il mondo moderno, Tesla è stato ignorato nella storia ufficiale, il suo nome è scomparso da ogni via di conoscenza ed è finito per diventare un genio dimenticato. Un genio che sa ancora come custodire bene i suoi segreti.

Nato a mezzanotte del 10 luglio 1856 nel villaggio di Smilian nella regione della Lika dell’attuale Croazia, che apparteneva alla comunità serba dell’Impero austriaco. Suo padre era il sacerdote ortodosso del villaggio di Smilian, Milutin Tesla (1819-1879), sua madre era Georgina-Juka Madic (1822-1892), figlia di un prete, che era una contadina analfabeta ma di talento con il dono di imparare facilmente una lingua. , mentre i suoi fratelli erano anche membri del clero del paese. Uno era il metropolita Nikola Madic e l’altro era il monaco Petar Madic. Il nome Tesla denota la piccola lama dell’ascia ad angolo retto rispetto al manico, tuttavia, è anche usato per descrivere una persona con denti sporgenti, una caratteristica comune dei membri della famiglia Tesla.

Aveva un fratello di sette anni, Dane Tesla, che morì quando Nikola aveva sette anni, cadendo da un cavallo mentre cavalcava. Nikola viveva all’ombra di suo fratello, che era trattato dai suoi genitori come il più talentuoso ed era destinato a seguire l’esempio di suo padre e degli zii. Diversi anni dopo, Nikola Tesla soffriva ancora di incubi e illusioni associate alla morte di suo fratello, e si ipotizza che le molte fobie e ossessioni che caratterizzavano Tesla potessero derivare dall’impatto della perdita di Dane da bambino e il rapporto tormentato con suo padre.

Sebbene i dettagli della morte di Dane siano sconosciuti, è certo che ha causato un grande dolore in famiglia e ha influenzato il rapporto di Nicholas con i suoi genitori, che, devastati dalla morte di Dane, non sono stati in grado di apprezzare le capacità di Nicholas. Come descrive nella sua autobiografia, questo fatto lo ha portato a crescere senza fiducia in se stesso. (!!!) Fin da giovane, Nikola ha dimostrato di avere una vivace immaginazione e interesse per le invenzioni, seguendo l’esempio di sua madre, così ha imparato la lingua tedesca. Fin da piccolo era anche un amante dei libri poiché leggeva le riviste pubblicate dal padre di poesie e adorava Jules Verne (1828-1905) ed Emile Zola (1840-1902). Aveva promesso a suo padre che un giorno avrebbe domato le Cascate del Niagara e come sappiamo,ha mantenuto la sua promessa.

Nel 1863 si trasferì con i suoi genitori a Gospic dove Nikola ricevette la sua istruzione di base e imparò la lingua tedesca. Nel 1870 continuò la sua educazione fino al 1873 presso il Real Gymnasium nella città di Rakovac, vicino a Karlovac (l’attuale Cordun) dove visse a casa di sua zia Stanka Brankovic. Lì, il professore di Martin Sekulic, insieme al suo compagno di classe Julius Bartokovic, lo ha incoraggiato a studiare l’elettromagnetismo. Infine, il 26 giugno 1873, si laureò con un voto di “molto buono” e tornò nella sua città natale dove contrasse il colera. Gli ci vollero nove mesi per riprendersi.

Allo stesso tempo, ha annunciato al padre la sua intenzione di studiare ingegneria meccanica, nonostante il desiderio di quest’ultimo di diventare prete. Poiché Tesla era abbastanza grande da servire nell’esercito austriaco per tre anni, suo padre, temendo di non poter far fronte alla dura vita militare, lo esortò a nascondersi nelle montagne Gospic, dove rimase per nove mesi fino alla sua estate. 1875. Dato che i membri della famiglia di suo padre erano funzionari di alto rango, è possibile che esercitassero la loro influenza per assicurarsi che non avrebbe scontato il suo mandato.

Durante la sua permanenza in montagna, Tesla concepì due idee fantasiose che, sebbene impossibili da mettere in pratica, sono considerate indicative dell’universalità delle sue invenzioni. Il primo prevedeva una rete di condutture sottomarine che avrebbe consentito di inviare rapidamente posta e pacchi da un continente all’altro, e il secondo un anello stazionario lungo l’equatore che avrebbe consentito ai suoi utenti di viaggiare senza spostarsi in diverse parti del La Terra ruoterebbe rispetto all’anello.

Grazie agli sforzi di suo padre si è assicurato una borsa di studio dal distretto militare di Karlovac per il Politecnico superiore di Graz. Altre tre scuole simili si trovavano a Vienna, Brno e Praga. Alla scuola, Tesla ha seguito corsi di geometria, fisica teorica e sperimentale, calcolo integrale, nonché chimica analitica, botanica, ottica, francese e inglese. Mostrando uno zelo eccessivo, ha lavorato molte ore al giorno con prestazioni eccellenti. Seguire le lezioni del professor Pesl ha dato origine alla sfida di sviluppare un motore a corrente alternata che avrebbe occupato Tesla negli anni a venire. Dopo aver completato il suo primo anno di studio, ha visitato la sua famiglia a Gospic.

Suo padre ha mostrato scarso interesse per la sua performance a scuola e lo ha esortato a rimanere a Grospitz, il che ha causato una frattura nella loro relazione. Le intenzioni di Milutin Tesla erano infatti pure, in quanto senza che Nikola Tesla lo sapesse, in una lettera a suo padre, i suoi insegnanti avevano espresso timori per la sua salute a causa della sua eccessiva devozione ai suoi studi. Il suo stile di vita quasi monastico fu ridicolizzato dai suoi compagni di studio e alla fine del suo secondo anno di studio Tesla, reagendo, si dedicò alla vita prodigo e al gioco d’azzardo.

Durante il terzo anno di studi smise di frequentare le lezioni e secondo i registri della sua scuola, nella primavera del 1878 non era tra gli studenti iscritti, a seguito della quale la sua borsa di studio fu revocata. Non si è mai diplomato alla Graz School. Dopo un tentativo fallito di assicurarsi una nuova borsa di studio per continuare i suoi studi a Vienna o Brno, si stabilì a Marburg, l’attuale Slovenia, dove lavorò per un breve periodo come ingegnere. Lì ricevette la visita di suo padre, che tentò senza successo di convincerlo a tornare dalla sua famiglia e possibilmente continuare i suoi studi a Praga. Poche settimane dopo, Tesla fu arrestato a Maribor e riportato a Gospic sotto la scorta della polizia. Milutin Tesla morì nell’aprile del 1879, deluso dalla svolta degli eventi.

Determinato a seguire le orme di suo padre, Tesla si iscrisse nel gennaio 1880 all’Università Carlo di lingua tedesca a Praga, inizialmente con il sostegno finanziario dei suoi zii, Petar e Pavle Madic. Un anno dopo, e mentre non era più possibile per la sua famiglia sostenerlo, decise di lasciare Praga senza ottenere una laurea e si stabilì a Budapest.

Piramide in Orgonite e Shungite - Energia di GizaVoto medio su 3 recensioni: Buono
€ 0,00

Tesla scelse Budapest perché all’epoca Tivandar Puskas, figlio di una famiglia aristocratica, aveva ottenuto il permesso da Thomas Edison per istituire una centrale telefonica a Budapest sotto la supervisione di suo fratello, Ferenc Puskas. Poiché i lavori di finanziamento e installazione non erano stati completati, Tesla fu finalmente assunto come progettista tecnico presso l’Ufficio Telegrafico Centrale in Ungheria, acquisendo una preziosa esperienza pratica. Quando il call center di Budapest fu finalmente installato pochi mesi dopo, Ferenc Puskas assunse Tesla, che riuscì a apportare diversi miglioramenti alle attrezzature del centro e, come ha testimoniato nella sua autobiografia, perfezionò un amplificatore telefonico, cosa che non fece brevettato. Nella sua autobiografia,Tesla registra che a Budapest ha subito un grave esaurimento nervoso, che ha superato con l’aiuto del suo collega e amico intimo Anthony Szigeti.

In seguito alla vendita della centrale telefonica da parte di Puskas, è stato assunto dalla Société Electrique Edison con sede a Ivry (ora Ivry-sur-Seine) alla periferia di Parigi. Già nel 1881, lo stretto collaboratore di Edison, Charles Bachelor, si era stabilito in Francia, fondando tre società: la Compagnie Continentale Edison (responsabile del controllo dei brevetti), la Société Industrielle & Commerciale (responsabile della produzione di attrezzature) e la Socéé Electrique Edison (responsabile dell’installazione dei sistemi).

Nikola Tesla: è stato così tanto trascurato e dimenticato,
Rivista di ingegneria in medicina e biologia, 1998.

Era la prima volta che Tesla entrava in contatto diretto con il lavoro di Edison e acquisiva una conoscenza ed esperienza più approfondite su generatori e motori. Ben presto si distinse per le sue capacità, avendo un ricco background scientifico teorico in contrasto con la maggior parte dei dipendenti Edison, mentre sviluppava un regolatore automatico per le dinamo Edison, suscitando l’entusiasmo del presidente della Electric Company, Louis Rowe. Nell’ottobre 1883 si impegnò a riparare la centrale elettrica di Strasburgo esplosa durante la visita del Kaiser tedesco Guglielmo I. Lì gli fu anche data l’opportunità di condurre esperimenti di successo sulla sua idea di un motore a corrente alternata.I suoi tentativi di ottenere un sostegno finanziario per la sua invenzione, tuttavia, non hanno avuto successo. Tesla tornò a Parigi nel febbraio 1884. Nella primavera dello stesso anno, Bachelor gli offrì un lavoro presso la Edison Company di New York.

Tesla arrivò a New York nel giugno 1884 sul Saturnia all’età di 28 anni . Ha subito incontrato Edison, che gli ha assegnato il suo primo lavoro:per riparare il generatore del piroscafo “Oregon” (SS Oregon). Con un team di assistenti e lavorando tutta la notte, Tesla è riuscito a mettere in funzione i generatori della nave, impressionando Edison e guadagnando la sua fiducia. Due giorni dopo il suo arrivo, Tesla iniziò a lavorare presso l’Edison Engineering Store. La relazione tra i due uomini non è mai stata molto calda. Edison era un uomo pratico e contava maggiormente sul suo duro lavoro e sulla sua esperienza, a differenza di Tesla che era un uomo di ideali, intelletto e più teoria.

Inoltre non erano d’accordo sull’argomento del loro lavoro poiché Edison sosteneva l’uso della corrente continua, principalmente per motivi pratici e problemi di sicurezza, mentre Tesla sosteneva l’uso della corrente alternata. Mentre lavorava nel suo laboratorio, Tesla ha ridisegnato i generatori Edison per migliorarne le prestazioni e ha dato un contributo significativo allo sviluppo di un sistema di lampade ad arco. Deluso dal fatto che il sistema da lui progettato non sia stato finalmente implementato, ma anche perché non è mai stato ricompensato finanziariamente per i suoi preziosi contributi oltre il suo stipendio di $ 18 a settimana, si è dimesso circa sei mesi dopo aver iniziato la sua collaborazione. con Edison.

Sunny Tesla Plates - Piastre di Tesla Purpuree - Kit Amicizia
Sunny Tesla Plates – Piastre di Tesla Purpuree – Kit AmiciziaPer una potente energizzazione di cose, persone, cibi, animali, pianteGruppo Indivisibile
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 78,00

Dopo alcune iniziative imprenditoriali fallite, Tesla trovò un nuovo finanziatore per i suoi esperimenti nel 1887. Il nuovo finanziere era il direttore della compagnia telegrafica Western Union, A. Brown, che installò il suo laboratorio a pochi isolati sopra il laboratorio di Edison , in Liberty Street 89. Nell’ottobre 1887, il suo brevetto per il Tesla Multiphase System fu brevettato dall’ufficio brevetti americano. Nel 1888 Tesla tenne una conferenza sul “Nuovo sistema di motori e trasformatori CA” presso l’American Institute of Electrical Engineering, che spinse l’industriale George Westhouse (1846-1914) a lavorare con lui.

Il finanziere di Edison e Morgan ha aperto un fronte di diffamazione contro Tesla ei suoi finanzieri Westinghouse e Brown, soprattutto quando quest’ultimo ha venduto il piano di costruzione e funzionamento della sedia elettrica a corrente alternata di Tesla alla prigione di Sing-Sing. L’amministrazione accettò e nel 1890 dopo molte ripetizioni giustiziarono il primo condannato sulla sedia elettrica, William Kemler. Westinghouse ha poi incontrato difficoltà finanziarie e non è stato in grado di pagare Tesla, che ha continuato a lavorare per lui senza scopo di lucro. Allo stesso tempo, la società di Morgan, Thompson Huston, fiorì e acquisì Edison General Electric, che continua ancora oggi con lo stesso nome.

Il culmine della sua gloria e del suo assassinio

Tra il 1890 e il 1989, Tesla ha tenuto dozzine di conferenze sull’AC e sul suo utilizzo. Nel 1891 Tesla inventò la bobina che porta il suo nome. Nel 1892 Tesla ricevette un messaggio che sua madre stava morendo così ne approfittò per tenere una serie di conferenze a Londra e incontrare la famiglia reale britannica e poi a Parigi. Quindi andò a visitare la madre morente e poi si recò a Belgrado dove fu premiato dal re e dall’Accademia reale serba. Dal 1892 al 1903 Tesla ha lottato per dimostrare che la trasmissione e la ricezione di onde radio era una sua invenzione poiché si basava su 13 dei suoi brevetti e non sull’italiano Marconi. Tesla fu finalmente rivendicato nel 1943 e fu riconosciuto come l’inventore della radio nel 1955.

Allo stesso tempo, la notte del 1 maggio 1893, alla Fiera Internazionale di Chicago, Grover Cleveland, il 24 ° presidente degli Stati Uniti, illuminò la città di Chicago con lampade a corrente alternata. C’era un’atmosfera di festa agli stand Tesla e Westinghouse alla fiera. Nel 1895 , con l’aiuto di Tesla, Rendgen poteva vantarsi di inventare i raggi X, e così la fama di Tesla salì alle stelle. Ha poi affermato di discendere da culture extraterrestri, il che è coerente con l’attuale teoria della panspermia nell’universo. Nel 1898 creando e utilizzando un dispositivo telegeodinamico, fu responsabile di un piccolo terremoto avvenuto a New York.

Oggi sappiamo che l’induzione di terremoti con impulsi elettromagnetici (EMP o EMF) è effettivamente possibile . A quel tempo, la reputazione di Tesla negli Stati Uniti era maggiore di qualsiasi altro inventore o scienziato nella coscienza popolare, ma a causa della sua eccentricità e delle sue affermazioni “strane” e considerate oltraggiose sulle possibilità di sviluppo scientifico e tecnologico di aiutare lanciando la civiltà umana su un’altra scala, fu finalmente esiliato come uno scienziato pazzo.

Gli impressionanti esperimenti di Tesla a Colorado Springs

Dal 1898 al 1903, Tesla cambiò diversi finanziatori ritirandosi dai cosiddetti esperimenti di “energia libera” a Colorado Springs e Long Island, di cui non sappiamo molto, e che furono bruscamente interrotti a causa dei tagli ai finanziamenti quando rivelò al finanziere di JP Morgan che l’energia libera sarebbe stata condivisa gratuitamente. Ha esplorato e cercato di domare il potere naturale dell’elettricità e di metterlo al servizio dell’umanità, aspirando a creare un “paradiso terrestre” con elettricità gratuita per tutti.

Il 3 luglio 1899, durante i suoi esperimenti a Colorado Springs, l’inventore serbo-americano scoprì una “fonte inesauribile di energia”. Predisse persino che in futuro il mondo sarebbe stato in grado di connettersi con questa fonte di energia inesauribile, e questo avrebbe cambiato la forma della civiltà umana e avrebbe portato alla conquista dello spazio! A Colorado Springs, Tesla scoprì qualcosa che stava già sentendo: la Terra era un’enorme “riserva di energia”, un buon condotto di energia, il che significava che il sistema di trasmissione wireless globale che immaginava poteva essere realizzato.

Lì Tesla scoprì che “la Terra pulsa letteralmente di vibrazioni elettriche” e che potrebbe essere usata come un conduttore di sintonia, una sorta di percussione vibrante che potrebbe inviare energia libera a tutte le lunghezze e larghezze. Tesla immaginava un “sistema universale” di trasmissione del segnale e trasmissione di energia, basato principalmente su tre delle sue invenzioni: il trasformatore di Tesla (bobina di Tesla). Il Tesla booster (un trasformatore, adattato per eccitare il terreno). E Wireless Energy Transmission (trasmissione di elettricità senza fili).

Le visioni di Tesla superavano di gran lunga la fantascienza primitiva, sistemica e rigorosamente controllata dei suoi giorni. Ha fatto dimostrazioni pubbliche della corrente alternata e dei suoi dispositivi per dimostrare al pubblico la loro sicurezza, di fronte agli attacchi e alle calunnie diffamatorie di Thomas Edison, che aveva sostenuto la corrente continua. In queste dimostrazioni, Tesla usò se stesso come un “animale sperimentale” e gli fu permesso di essere imbevuto di una corrente di migliaia di volt, così che alla fine il suo corpo scintillò di elettricità!

Sebbene potesse riposare sugli allori, essendo glorioso e ricco dall’età di 34 anni, ha scelto di andare oltre, offrendo all’umanità un dono molto più grande: Energia Libera. Il primo passo in questa direzione è stato l’impressionante esperimento Wireless Energy Transfer (Wireless Transmission of Energy), condotto dall’inventore a Colorado Springs. A metà degli anni 1890, la mente di Tesla era costantemente tormentata dalla ricerca di modi per inviare energia e messaggi attraverso la terra . Non ha mai pubblicato i dettagli del suo piano, che ha tenuto segreto anche ai suoi assistenti.

Nel febbraio 1896, Tesla prese per la prima volta il treno per Colorado Springs, dove stava cercando un luogo appartato per allestire il suo nuovo laboratorio e condurre una serie di esperimenti di trasferimento di potenza wireless. Durante il suo soggiorno ha anche condotto un piccolo esperimento di trasmissione di segnali sonori attraverso il terreno. Sulla base delle dichiarazioni ottimistiche di Tesla, l’edizione domenicale del World pubblicò l’8 marzo 1896 l’opinione che la famosa Free Energy non fosse lontana: “L’elettricità potrebbe essere libera come l’aria. La fine del telegrafo e delle compagnie telefoniche sta arrivando. “Tutti i monopoli saranno schiacciati”.

Nel 1916 iniziò una nuova controversia tra i fisici contro i seguaci della teoria di Tesla, la teoria delle onde, contro i seguaci della teoria di Einstein, la teoria atomica . Dal 1918 al 1922 brevettò vari brevetti e brevetti per la meccanica dei fluidi che furono acquistati da varie società per commercializzarli.

Nel 1924 Tesla aveva inventato il famigerato “raggio della morte”, una supersportiva capace di distruggere vaste aree fino a 10.000 aerei a una distanza di 200 miglia, e questo fu anche responsabile dell’esplosione a Tuguska, ovviamente i giornalisti autorizzati e il Il mondo scientifico dipendente lo ridicolizzò, mentre fino ad oggi gli studiosi includono questa invenzione nel campo dei fenomeni e degli eventi “inspiegabili”, conosci quelli “inspiegabili” che sono stati immagazzinati per la seconda guerra mondiale.

Secondo l’ambizioso piano di Tesla, come indicato nelle sue note, “le prime centrali elettriche del sistema globale possono essere messe in funzione entro nove mesi. “Con queste centrali è possibile ottenere fino a 7,5 miliardi di watt di elettricità, per fornire energia a tutte le conquiste tecniche del nostro tempo”.

Partendo da Colorado Springs, pieno di ottimismo e di speranza, Tesla ha scritto nel suo diario: “Il trasferimento wireless di energia attraverso l’ambiente naturale e le lunghe distanze, creerà fonti inesauribili di ricchezza e potere, mettendo anche l’energia solare stessa al servizio dell’uomo ” (Colorado Spings Notes 1899-1900).

Poco dopo la fine del secolo, Tesla scrisse una serie di articoli che spiegavano diversi metodi per estrarre energia dall’ambiente. Nel giugno 1900 pubblicò sulla rivista Century una serie di articoli che costituivano un lungo studio intitolato Il problema dell’aumento dell’energia umana (Il problema dell’aumento dell’energia umana), che era un riferimento specifico ai modi di sfruttare l’energia solare: ” Il sole è la sorgente che guida tutto. Il sole sostiene tutta la vita umana e fornisce energia umana “

Nello stesso testo, Tesla ha descritto come è nata l’idea della trasmissione di potenza wireless: “Per molto tempo ero convinto che questo tipo di trasmissione di potenza non sarebbe mai avvenuta su scala industriale, ma una scoperta mi ha fatto cambiare idea. Ho notato che in condizioni particolari l’atmosfera, che normalmente è uno strato isolante, acquisisce capacità di conduzione, e quindi è in grado di trasferire qualsiasi quantità di elettricità.

Nel 1926, quando compì 70 anni, le università di Belgrado e Zagabria lo elessero dottore onorario.

Dal 1936 fino alla sua morte, tutti i servizi segreti del mondo monitorarono le conversazioni e i movimenti di Tesla, temendo che avesse sviluppato relazioni amichevoli con interessi rivali. Nel 1937 un’auto (una delle poche in circolazione all’epoca) colpì Tesla, rompendogli diverse costole e ferendogli gravemente la salute. Vale la pena notare qui che Nikola Tesla era malato da quando aveva 30 anni, come affermò lui stesso, il quale credeva che i suoi esperimenti fossero da biasimare per questo. Lo stato della Jugoslavia, dopo il suo incidente, ha ritirato la sua pensione vitalizia. (Nello stesso modo ridicolo, anche se efficace – in una delle poche auto in circolazione all’epoca – Georges Lakhovsky fu assassinato nel 1942 a New York, USA)

Nel 1941, con la diffusione del nazismo in Europa e lo scoppio della seconda guerra mondiale, Tesla voleva costruire una “nuova” supersportiva per salvare la sua patria. Finalmente fu UCCISO dai nazisti nel 1943 il 7 gennaio, ma fu trovato morto due giorni dopo, perché aveva appeso, come sempre, sulla porta della sua stanza la scritta “NON BOTHER, IO LAVORO”.

Tesla è meglio conosciuto per i suoi contributi rivoluzionari alle industrie dell’elettricità e del magnetismo tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo. Le sue scoperte e il lavoro teorico hanno costituito la base per l’applicazione dell’attuale sistema AC. Invenzioni come i sistemi di distribuzione di potenza multifase e il motore AC hanno contribuito alla manifestazione della seconda rivoluzione industriale. L’unità di intensità del campo magnetico a SI, Tesla, è stata nominata in suo onore alla Conferenza Generale dei Metri e delle Stazioni a Parigi nel 1960.

Oltre al suo lavoro nel campo dell’elettromagnetismo e dei sistemi di alimentazione, Tesla ha contribuito alla fondazione della robotica, del controllo remoto, allo sviluppo del radar e dell’informatica, nonché all’espansione della fisica balistica, nucleare e teorica. Nel 1943, la Corte Suprema degli Stati Uniti lo riconobbe come l’inventore delle comunicazioni wireless.

La cospirazione contro TESLA. Perché il grande inventore è stato emarginato?

La biografia di Nikola Tesla dovrebbe normalmente adornare quasi tutte le biblioteche scolastiche. Invece, tuttavia, ci sono solo poche serie nei libri di testo di scienze scolastiche che si riferiscono a questo grande scienziato e inventore che ha “scoperto” il XX secolo. Il suo nome è stato cancellato da quasi tutte le vie della conoscenza. Se qualcuno di voi va in una biblioteca pubblica, troverà solo pochi versi su Tesla, che conterranno poche informazioni sulla sua vita e quasi nulla sulla sua filosofia personale e le sue visioni umanitarie.

Sebbene offrisse così tanto, Tesla fu emarginato, deliberatamente ignorato e quasi sepolto nel vasto cimitero di estranei della storia. L’establishment scientifico ha avuto cura di ignorare questo grande inventore, di emarginare il suo lavoro e di condannarlo all’oblio. E avrebbe avuto successo se il lavoro e le idee di Tesla non fossero stati così innovativi e magnifici da rendere impossibile che fossero completamente mascherati. Alla fine del XIX secolo, nessuno era famoso nella società di New York come l’inventore serbo Nikola Tesla. Tuttavia, al momento della sua morte, i suoi notevoli successi degli anni ’90 “d’oro” furono in gran parte dimenticati. Al contrario, ciò che la gente ricordava maggiormente erano le varie eccentricità di Tesla,come la sua eccessiva paura dei germi e la sua affettuosa devozione ai piccioni.

Uno scienziato esterno

Tesla era un “outsider”, uno scienziato “non professionista”, che non voleva entrare a far parte del sistema scientifico. Ma questo non era il motivo principale per cui Tesla è descritto da molti come il “genio più dimenticato” del 20 ° secolo. Molti sospettano l’esistenza di una cospirazione organizzata contro il visionario inventore. Secondo loro, Tesla è scomparso dai libri di storia a causa di una cospirazione orchestrata di tutti coloro che erano minacciati dalle sue visioni per l’Energia Libera. Ecco perché ancora oggi gli studenti del Politecnico hanno l’impressione che l’unica cosa che aveva inventato fosse il Tesla Coil e che ci sia un’unità di misura con il suo nome. Non sanno nient’altro. Il nome di Tesla è sconosciuto al grande pubblico.

Se i potenti magnati non avessero cercato di cancellare il genio di Tesla dalla memoria del mondo, questa strategia non sarebbe stata così invidiabile. Ma non furono solo i fattori economici a screditare deliberatamente l’inventore. Alcuni scrittori interpretano la caduta di Tesla come il risultato della forte reazione della comunità accademica al suo lavoro. È noto che Tesla non ha mai voluto fare il “gioco” della comunità accademica. Non era interessato a pubblicare alcun articolo su riviste accademiche.

Lo storico Stephen S. Hall ritiene che il successo senza precedenti dell’inventore “perdente”, specialmente dopo l’Esposizione Universale di Chicago (1893), abbia causato una grande “rivalità professionale”. Ma c’è un’altra ragione. Tesla è sempre stato un grande mistero per i suoi contemporanei: “Le sue idee sulla scienza e l’industria erano così in anticipo sui tempi che era impossibile per loro comprenderne l’essenza e lo scopo”. O. Nichelson

C’è stata una decisione presa all’inizio del XX secolo che non solo boicottò Tesla finanziariamente, ma rimosse anche il suo nome dalla storia ufficiale e fu sostituito da Edison, che fu riconosciuto come il “padre”? dell’era elettrica. Nessuno può rispondere con certezza. L’unica cosa certa è che vari “gruppi di interesse speciale” hanno cercato di guidare l’opinione pubblica cancellando Tesla.

Nel 1929, più di 50 membri dell’élite militare-industriale degli Stati Uniti (inclusi John Rockefeller e Henry Ford) formarono un comitato per celebrare il mezzo secolo di anniversario della nascita della luce elettrica. Questo comitato ha riconosciuto Thomas Alba Edison come il “padre” della luce elettrica. Come parte di questa celebrazione, il famoso paroliere George M. Cohan ha scritto una canzone intitolata “Thomas Edison: The Miracle Man” che è stata inviata ai leader della comunità educativa come “lode al più grande americano vivente”.

L’opinione pubblica e il sentimento popolare nei confronti di Tesla si sarebbero mossi in una direzione diversa se alla gente fosse stato detto che l’inventore era stato promosso dall’establishment perché voleva dare a tutti l’accesso gratuito all’elettricità. Ma a differenza delle lodi dell’establishment a Edison, Tesla non è mai stato onorato da un comitato simile. E se alcuni libri facevano riferimento ai loro appunti nel suo lavoro, si concentravano principalmente sulle esagerazioni e le eccentricità del suo carattere e non sulle sue scoperte scientifiche.

Ma Edison non è stato l’unico inventore a rubare la fama di Tesla. Era anche Marconi, l ‘”inventore” della radio. Nel 1901, quando William Marconi inviò il suo famigerato segnale (la lettera “S”) da una sponda all’altra dell’Atlantico, Tesla disse: “Lascia che continui. Ma utilizza diciassette dei miei brevetti “. La Corte Suprema degli Stati Uniti nel 1943, pochi mesi dopo la morte di Tesla, potrebbe aver stabilito che Marconi non era il vero inventore della radio, ma libri di testo e libri di storia continuano a riferirsi a lui come tale. Ancora oggi, la maggior parte delle persone crede che Marconi sia il “padre” della radio e non Tesla.

La leggenda di Tesla resiste

Nonostante la silenziosa cospirazione contro di lui, la leggenda di Tesla non è scomparsa. Un secolo dopo i suoi giorni gloriosi, il suo lavoro e le sue idee sono tornate alla ribalta. Gli editori e gli scrittori che si occupano della questione dell’energia gratuita hanno rinnovato il loro interesse per il lavoro di Tesla. Decenni dopo la sua morte, numerosi ricercatori e dilettanti di ingegneria elettrica in tutto il mondo, si chinarono con zelo sul lavoro e le idee di Tesla cercando di svelare i loro segreti. Un numero crescente di giovani ricercatori sta ora studiando i brevetti di Tesla, cercando di svilupparli. Questi ricercatori si trovano in tutto il mondo e sono collegati dal fatto che sono ispirati dal lavoro e dalle visioni di Tesla.

Oggi, quasi ogni libreria in America ha una biografia di Tesla. La fine degli anni ’70 vide un rinnovato interesse pubblico per la vita e la ricerca di Tesla. Tesla, questo genio dimenticato del XX secolo, è così diventato di nuovo un eroe, una figura-simbolo della nuova era, in cui la tecnologia alternativa prende il suo giusto posto. Molti ricercatori moderni vedono Tesla come il padre del moderno movimento per l’energia libera, evidenziando anche le difficoltà che ha dovuto sopportare nel sostenere le sue posizioni.

I fan di Tesla, che stanno crescendo a un ritmo valanga, sono organizzati in diversi gruppi. La più grande di queste è la International Tesla Society, con sede a Colorado Springs e con 9.000 membri. Tesla ha anche ispirato un gran numero di giornalisti ed editori, che hanno dedicato molte pagine alle loro riviste per descrivere la vita e il lavoro dell’uomo che ha “scoperto” il XX secolo.

Hosting WordPress

Mentre alcuni moderni sostenitori di Tesla continuano la sua ricerca, altri cercano di assicurarsi che il suo nome non venga dimenticato dalle generazioni future. Un professore in pensione, John Wagner di Dexter, Michigan, ha dato la sua battaglia per far sì che la storia ufficiale ricordasse Tesla per qualcosa di più delle sue ben note eccentricità. Per un decennio, fino al suo ritiro nel 1993, John Wagner insegnò tutta la sua storia di Tesla nella sua classe, concentrandosi solo sul suo periodo di declino. Ha sottolineato agli studenti che lo Smithsonian, il Washington Museum ufficiale, non ospitava reperti dell’inventore.

Non solo, ma lo stesso museo ospitava le invenzioni di Tesla che presentò all’ampia sezione che aveva dedicato a Thomas Edison! “Un certo numero di invenzioni di Tesla sono nel museo, ma il pubblico lascia l’impressione che Edison ne sia responsabile”, ha detto il professor Wagner. Come previsto, gli studenti hanno reagito a questa palese ingiustizia sostenendo la campagna del loro insegnante “battere lo Smithsonian”. Ma quando una statua di Tesla è stata donata al museo, il direttore del dipartimento dell’elettricità, Barney S. Finn, ha rifiutato di accettarla. Dettaglio: Barney S. Finn aveva pubblicato nel 1979 un libro su Edison che non conteneva una sola parola su Tesla!

Il ritorno dello scienziato proibito

Il modo in cui il nostro mondo tratta i suoi inventori e pionieri in generale, determina il suo corso futuro. Il comportamento dell’incumbent nei confronti di Tesla non consente molto ottimismo. Ma ciò che consente l’ottimismo sono le numerose persone, che a loro volta erano interessate e hanno appreso l’intera storia di Tesla e oggi difendono la leggenda del grande inventore. Milioni di persone in tutto il mondo si sono interessate a questo scienziato incompreso e visionario, hanno riscoperto il suo lavoro dimenticato e sono rimaste colpite dal suo spirito pionieristico. Così Tesla divenne presto il più popolare “scienziato proibito” del 20 ° secolo, un eroe dell’era elettronica, il più famoso “hacker” di tutti i tempi!

Indubbiamente , Nikola Tesla è l’archetipo dello scienziato del 20 ° secolo . Era l’uomo che ha inventato il domani. Un moderno Prometeo che ha rubato il segreto dell’elettricità dalla natura e lo ha dato all’umanità. Raccolse così su di lui l ‘”ira di Zeus”. Tuttavia, ha resistito. Fino al suo ultimo respiro ha continuato a lavorare alla scoperta di principi, metodi e tecnologie che avrebbero liberato l’uomo dalla sua schiavitù energetica, che avrebbero reso la vita umana più confortevole e pacifica.

Tesla ha sempre guardato lontano nel futuro. Le sue visioni erano sempre molto più avanti degli orizzonti mentali delle persone del suo tempo. Era un uomo che ha osato sognare cose inimmaginabili anche per oggi. Così il sogno di Free Energy, che lo aveva colto un secolo fa, continua a essere considerato un “frutto proibito” per il mondo dell’inizio del 21 ° secolo. Tesla è stato forse il genio più sovversivo del XX secolo. Ecco perché si è rivelato il caso più tipico di genio dimenticato del secolo scorso. Oggi, tuttavia, la leggenda dello scienziato proibito ritorna e Tesla sta lentamente prendendo il posto che merita nel firmamento della storia mondiale.

Benvenuto nel meraviglioso mondo di Nikola Tesla! È un mondo pieno di fulmini artificiali, esperimenti di trasmissione di potenza wireless, robot vittoriani, correnti alternate di Faust, visioni di energia libera, supereroi segreti e persino paradossi, eccentricità, intrighi, tradimenti e bancarotte. Gli studiosi moderni del suo lavoro, incapaci di comprendere la sua eredità all’umanità, lo chiamano “l’uomo che ha inventato il ventesimo secolo”.

Tesla descrive come i suoi sensi fossero così sensibili da poter sentire il ticchettio di un orologio in una stanza remota o percepire il suolo tremare dal passaggio di un treno a 20-30 miglia di distanza. Registra anche che un famoso medico stabilì che la sua “malattia” era unica e incurabile. Fortunatamente per l’umanità!

“Avevo il controllo completo di me stesso, potevo giocare con le mie passioni, che potevano distruggere le persone più forti di me”.

Mythaon Pontikopoulos George Stamkos

Fonte: TESLA FILES FBI

Puoi risparmiare 1.00 Euro al mese per supportare i media indipendenti

A differenza della Rai, Mediset o Sky, NON siamo finanziati da Benetton, Bill & Melinda Gates o da altre ONG o governi. Quindi alcune monete nel nostro barattolo per aiutarci ad andare avanti sono sempre apprezzate.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code