toba60

Nuovo Spaventoso Vaccino Antinfluenzale in Arrivo!

Pensate che sia un titolo utilizzato per incentivare le persone a leggere una notizia catastrofica tipica di come va di moda oggi ?

Ci dispiace ma le cose non stanno così ……

il contenuto è assai peggiore, per cui rassegnarvi e se proprio non vi volete limitare a farvi il segno della croce, abbiate la compiacenza di prestare bene attenzione su un qualcosa che riguarda da vicino molti di voi.

Toba60

Il nostro lavoro come ai tempi dell’inquisizione è diventato attualmente assai difficile e pericoloso, ci sosteniamo in prevalenza grazie alle vostre donazioni volontarie mensili e possiamo proseguire solo grazie a queste, contribuire è facile, basta inserire le vostre coordinate già preimpostate all’interno dei moduli all’interno degli editoriali e digitare un importo sulla base della vostra disponibilità. Se apprezzate quello che facciamo, fate in modo che possiamo continuare a farlo sostenendoci oggi stesso…

Non delegate ad altri quello che potete fare anche voi.

Staff Toba60

Meno dello 0,1% dei nostri lettori ci supporta, ma se ognuno di voi che legge questo ci supportasse, oggi potremmo espanderci, andare avanti per un altro anno e rimuovere questo fastidioso Banner…

Nuovo Spaventoso Vaccino Antinfluenzale

Voglio raccontarvi come viene testato un nuovo vaccino antinfluenzale perché penso che dobbiate saperlo. E perché penso che questo faccia luce su come vengono testati i nuovi farmaci e vaccini. E perché penso che potrebbe accadere qualcosa di molto, molto pericoloso.

Il National Institutes degli Stati Uniti ha appena pubblicato informazioni su una sperimentazione che esamina la sicurezza e l’efficacia di un nuovo vaccino antinfluenzale universale a virus intero inattivato. Si chiama BPL 1357 e il termine BPL si riferisce al betaproprolattone, utilizzato come disinfettante per distruggere il nucleo di acido nucleico dei virus.

La prima cosa da sapere è che lo studio iniziale coinvolgerà 45 partecipanti.

Wow.

Questo mi fa subito pensare, perché uno studio che coinvolge 45 persone non è sufficiente a significare un bel niente.

E in realtà solo 30 dei pazienti avranno il vaccino. Quindici avranno il vaccino per via intramuscolare e 15 per via intranasale. E 15 avranno il placebo.

Ecco il primo problema.

Se 1 persona su 100 muore entro un giorno dall’assunzione di questo nuovo vaccino, è probabile che in questa sperimentazione non muoia nessuno, perché ci sono solo 45 persone coinvolte e solo 30 di loro si avvicineranno al farmaco e solo 15 – 15 come il numero di persone in una squadra di rugby avranno il farmaco iniettato.

E se una persona su 1000 ha un infarto e muore entro un giorno dall’assunzione del farmaco, è molto improbabile che qualcuno muoia durante questa sperimentazione.

Ma ciò che mi preoccupa è che i governi e le case farmaceutiche oggi lanciano nuovi prodotti molto rapidamente. E la maggior parte dei medici può essere comprata con grandi parcelle e non se ne cura.

Quindi, ecco la mia preoccupazione.

Se questo nuovo vaccino contro l’influenza viene distribuito a un miliardo di persone e di questi tempi sembra essere la tendenza e 1 su 1000 ha un attacco di cuore e muore, allora moriranno un milione di persone.

E se 1 su 1000 sviluppa una miocardite, e 1 su 1000 ha una paralisi del nervo facciale e… beh, potete capire dove si va a parare, no?

E se le persone sviluppassero gravi problemi di salute solo dopo cinque anni?

Il fatto è che è necessario testare i nuovi farmaci su moltissime persone e introdurli lentamente prima di fornirli a milioni o miliardi di pazienti. Un tempo un nuovo vaccino poteva richiedere 15 anni per essere testato correttamente, e anche in quel caso non lo considererei tale.

Ma oggi non è così.

E c’è un altro problema.

Le persone che partecipano allo studio devono avere un’età compresa tra i 18 e i 55 anni. E devono soddisfare i seguenti criteri. Devono essere non fumatori, non utilizzatori di vape o sigarette elettroniche e non consumatori di cannabis. Non devono aver fatto il vaccino antinfluenzale nelle 8 settimane precedenti. Non devono aver fatto il vaccino anti-calvizie nelle 4 settimane precedenti. Non devono essere incinte o in fase di allattamento e devono essere sterili o utilizzare una forma di contraccezione accettabile o praticare l’astinenza. Devono essere in grado di parlare inglese.

Non devono soffrire di asma o di qualsiasi tipo di malattia polmonare cronica, non devono avere malattie cardiache croniche, non devono avere deficit immunitari, non devono avere condizioni mediche croniche che richiedano un follow-up medico o un ricovero ospedaliero negli ultimi 5 anni, non devono essere alcolisti o tossicodipendenti, non devono avere condizioni psichiatriche o psicologiche considerate una controindicazione, non devono avere allergie note e non devono avere valori di laboratorio significativi al di fuori dei limiti normali… e così via.

Tutto ciò significa che il nuovo vaccino non viene testato su persone che presentano le condizioni sopra citate o che non rientrano nella fascia d’età prevista. Si tratta di una sperimentazione di fase 1 e le persone coinvolte devono soddisfare criteri molto specifici.

Ciò che mi preoccupa è questo: ci sarà una sperimentazione di fase 2 o c’è il rischio che i risultati di questa sperimentazione possano essere utilizzati per lanciare il vaccino per un uso di massa?

La tendenza di questi giorni come abbiamo visto con il vaccino covid-19 è quella di lanciare nuovi prodotti molto rapidamente, anche se i test potrebbero non essere considerati del tutto adeguati e anche se potrebbero non essere effettuati test a lungo termine.

Questo nuovo vaccino viene descritto come “molto diverso da quasi tutti gli altri vaccini”. Ma la sperimentazione iniziale coinvolgerà solo una manciata di persone accuratamente selezionate. È diverso. Oh, bene. È come un’auto con una ruota sola, un politico che dice la verità o un maiale che vola.

Se, a seguito di questa sperimentazione, il vaccino verrà somministrato a fumatori sessantenni affetti da malattie cardiache, nessuno saprà cosa accadrà perché i fumatori sessantenni affetti da malattie cardiache non fanno parte della sperimentazione. Le donne incinte non fanno parte della sperimentazione. I 17enni nervosi non sono nello studio. E i 75enni con malattie polmonari non sono nella sperimentazione.

E dovremmo ricordarci di tutto questo se i governi e i medici improvvisamente salteranno fuori e ci diranno che questo nuovissimo tipo di vaccino ha superato la sperimentazione e può essere somministrato a sette miliardi di persone.

Volete scommettere che non succederà?

Io non lo farei.

Si parla già di somministrare un nuovo vaccino contro il covide senza alcun test. Le regole sono cambiate. O meglio, non ci sono regole. Siamo in una lotta al coltello con le case farmaceutiche e i medici. Attenzione. Fate attenzione. Non credete a ciò che dicono i governi. Mettete tutti in guardia.

Infine, anche se a volte può sembrare così, ricordate che non siete soli. Sempre più persone si stanno svegliando e una volta sveglie non tornano più a dormire. Siamo già una forza molto più grande di quanto i cospiratori vogliano far credere. Più di un terzo della popolazione degli Stati Uniti e del Regno Unito non ha fatto nemmeno un vaccino.

Se vogliamo vincere questa guerra, dobbiamo combattere duramente e con determinazione, passione e verità. Niente maschera, niente test, niente jab.

Diffidate del governo, evitate i mass media e combattete le bugie.

Vernon Coleman

Fonte: vernoncoleman.org

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code