toba60

Russia & Ucraina ”Guerra per Procura” A quanto pare ci Sono Grossi Problemi!

Sono finiti i ”bei tempi” dove per far fuori 50 milioni di persone bastava rincoglionirli a suon di pane e cannoni nella convinzione che di la di un confine si sta meglio grazie ad uno spazio vitale rivelatosi poi letale.

La guerra oggi e’ affare di pochi ma deve godere del supporto di tutti, ed un manipolo di oligarchi in questo momento ”sotto mentite spoglie” non sanno più come ricreare le medesime situazioni del passato con il beneplacito consenso delle vittime predestinate.

Toba60

Gli Avvertimenti sull’Imminente Invasione Russa dell’Ucraina” sono solo un’Operazione di Intelligence del Deep State?

Penso che ciò che sta accadendo in generale è la politica del rischio calcolato da un certo numero di parti, che non è raro in geopolitica, ed è improbabile che accada qualcosa di significativo.

Ma discutiamo gli interessi dei diversi partiti in ogni stato:

Interessi ucraini

Alcuni gruppi di interesse in Ucraina vogliono che Nord Stream 2 sia sanzionato perché la sua messa in servizio nel giugno 2022 metterebbe fine a 3 miliardi di dollari di entrate di transito ricevute dal governo ucraino.

Gli oligarchi ucraini devono gran parte della loro ricchezza allo sfruttamento dei bilanci nazionali.

Ci sono anche le milizie neonaziste che sono state integrate nell’esercito senza molta “rieducazione”, che sognano di conquistare la regione del Donbass e amano indossare le insegne delle divisioni galiziane della seconda guerra mondiale.

Così abbiamo visto un accumulo di forze ucraine lo scorso febbraio/marzo e poi un ritiro (l’oleodotto Nordstream 2 doveva essere operativo la scorsa estate, ma un tribunale tedesco ha detto che la struttura legale non era conforme e doveva essere cambiata e riapprovata).

L’Ucraina ha rinforzato le sue forze in ottobre e ha usato armi NATO ricevute di recente, come un drone TB2 per colpire 15 km dietro la linea del cessate il fuoco.

Hanno anche attraversato la linea del cessate il fuoco e attaccato due piccoli villaggi con una colonna corazzata. Ci sono violazioni quotidiane del cessate il fuoco tra 100 e 1.000 eventi, che l’OSCE registra in un rapporto quotidiano pubblicato sul sito web dell’OSCE.

Ecco un video di un giornalista ucraino che spara un obice nella zona. Di solito cercano di bombardare i servizi pubblici per rendere la zona il più invivibile possibile, ma regolarmente feriscono e uccidono anche i civili.

Nel frattempo, il corrispondente della BBC a Kiev nota che la linea del fronte non si aspetta un’invasione

Il presidente Zelensky è un ex comico che è stato spinto al potere da un oligarca. Ha vinto su un biglietto di riforma con un allineamento filo-occidentale, ma non è riuscito a sfidare gli oligarchi che possono facilmente corrompere i funzionari, quindi è diventato dipendente dal sostegno nazionalista. L’accordo di Minsk è un trattato negoziato da Ucraina, Russia, Germania e Francia. Esso prevede la creazione di un’Ucraina federale e la presenza di deputati del Donbass a Kiev. Ma i nazionalisti vogliono sconfiggere i combattenti del Donbass e non vogliono deputati filorussi a Kiev. Perciò non è mai stato attuato.

Russia

La Russia ha risposto agli eventi di ottobre aumentando le sue truppe vicino al confine da circa 90.000 a 120-130.000. C’erano anche prove che più attrezzature sono state spedite per ferrovia al Donbass. Quindi i russi stavano senza dubbio cercando di minacciare l’Ucraina per fermare gli attacchi con armi pesanti, con la minaccia implicita di un conflitto più grande. Ma hanno fatto questo accumulo solo dopo le provocazioni dell’Ucraina.

Poi i media occidentali riportano le attività russe e sono incoraggiati a concludere che Putin sta per invadere.

La Russia ha ripetutamente chiesto l’attuazione del trattato Minsky. Se non viene attuato quest’anno, nel parlamento russo si chiede che la regione del Donbass tenga un referendum sulla sua appartenenza alla Russia. La maggior parte degli abitanti ha ora la cittadinanza russa.

La Russia sembra aver recentemente deciso di fare un passo indietro e di usare la copertura della sua minaccia di invasione nei media occidentali per cercare di ottenere garanzie di sicurezza extraterritoriali a lungo termine, che gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno rifiutato, ma sembra che ci sia una seria discussione con la Francia e l’Italia e, per deduzione, l’UE in generale. Un evento a bassa probabilità è che una conflagrazione si verifichi/si organizzi e Putin annetta il lungomare di Mariupol alla Crimea e possibilmente l’area intorno al fiume/canale Dnieper per assicurarsi le forniture di acqua dolce.

Questo potrebbe richiedere una settimana o giù di lì, perché è un terreno piatto e i suoi carri armati ci passerebbero sopra. Per quanto ne sappiamo, Putin, Medvedev, Lavrov e altri centristi a Mosca non considerano le sanzioni risultanti utili, ma alcuni integralisti sognano di farlo.

Un’invasione darebbe anche agli integralisti di Washington una scusa per imporre sanzioni molto più dure ed embarghi commerciali alla Russia. Non crediamo che un’invasione più ampia dell’Ucraina occidentale sia probabile.

Nelle ultime settimane, diversi funzionari russi hanno accennato a ciò che vedono come un’operazione di intelligence britannica e americana per indurre i rispettivi leader politici a imporre nuove sanzioni anti-russe.

L’Occidente ha inventato la “minaccia russa” per salvare la faccia dopo il flop afgano, secondo un diplomatico.

USA/UK

È improbabile che gli Stati Uniti e il Regno Unito accettino garanzie di sicurezza dalla Russia. È più probabile che cercheranno di inimicarsi periodicamente Putin e i suoi agenti di sicurezza, come parte del vecchio “grande gioco”. Tuttavia, questa settimana sembra che la Francia e l’Italia siano pronte a negoziare la sicurezza con la Russia.

A quanto pare, un dossier dell’MI6, presumibilmente basato su fonti ucraine, è stato approvato dalla CIA e dal Dipartimento di Stato ed è la base sulla quale il Regno Unito e gli Stati Uniti stanno sostenendo che Putin “potrebbe/avrebbe quasi certamente” invadere il paese. In altre parole, lo Stato profondo sta facendo rimbalzare i politici nel tentativo di imporre più sanzioni a Putin e alla Russia. I russi ne sono consapevoli e vi hanno alluso ripetutamente.

Sostenendo che Putin potrebbe invadere imminentemente, giustificano l’invio di più armi (la Germania bloccherebbe una MAP NATO) e possono fornire l’addestramento NATO a un esercito che ha elementi neonazisti.

Poi, quando Putin non invade, possono rivendicare una vittoria diplomatica e dire che hanno contenuto la minaccia russa.

Ma questo è quasi certamente basato su una serie di false narrazioni e di analisi e conclusioni manipolate.

Più tardi quest’anno/Risoluzione

biude sarà operativo a giugno e l’Ucraina avrà perso i >3 miliardi di dollari di entrate di transito, sarà più facile per la Germania fare pressione sull’Ucraina per attuare l’accordo di Minsk per rendere l’Ucraina uno stato federale, poiché l’Ucraina vorrà ancora una relazione più stretta con l’UE. Se Kiev si rifiuta di attuare l’accordo di Minsk, il che è molto probabile, allora forse il Donbass si unirebbe alla Russia, e la presenza diretta dell’esercito russo nelle zone contese porrebbe necessariamente fine al conflitto a bassa intensità.

La Germania e la Russia non vogliono che accada nulla che possa sanzionare NS2, Biden ha riconosciuto che senza NS2, i prezzi del gas in Europa sarebbero troppo alti e che questo influenzerebbe i prezzi mondiali del gas, da qui il blocco da parte dell’amministrazione di un tentativo di sanzionare NS2 al Senato.

Gli industriali tedeschi non vogliono che gli alti prezzi del gas o i loro investimenti in Russia siano colpiti, ed è per questo che gli Stati Uniti hanno abbandonato l’idea di scollegare la Russia da Swift.

Al momento, più gruppi all’interno di ogni paese hanno obiettivi contrastanti e un po’ di rischio calcolato ha fatto comodo a molti di loro.

È possibile che ci sia un grande “incidente di frontiera”, ma crediamo che sarà contenuto rapidamente.

È quindi probabile che una risoluzione permanente sarà portata avanti nella seconda metà di quest’anno.

Visualizzare lo squilibrio militare tra Russia e Ucraina BY JADE – PUBBLICATO IL 30 GENNAIO 2022 – AGGIORNATO IL 29 GENNAIO 2022 Alba Digitale Il fatto che la Russia abbia un esercito più grande dell’Ucraina difficilmente sarà una sorpresa per la maggior parte, ma la misura in cui la nazione più piccola è superata praticamente in ogni area potrebbe non essere immediatamente chiara.

GlobalFirepower ha valutato le forze militari di entrambi i paesi per il 2022, e come mostra Martin Armstrong di Statista nella seguente infografica, la Russia ha tutto a suo favore sulla carta, e senza il sostegno degli alleati dell’Ucraina, sicuramente anche nella pratica.

Fonte: eblogalupus.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code