toba60

Se Vuoi la Pace Prepara la Guerra

È inutile girarci attorno, la linea di demarcazione tra la guerra e la pace non dipende dalla buona o cattiva disposizione di una delle parti, ma da come la ragione fa valere la sua volontà di porre fine ad un contenzioso che volente o nolente va portato a termine con ogni mezzo a disposizione.

Se questo mezzo è pacifico vincono entrambi se non lo è, vince uno solo.

Alla luce di ciò è sempre bene comunque essere sempre attrezzati prima di iniziare la disputa.

Toba60

Guerra o Pace

Scioccati, ammutoliti, storditi e sconcertati: è così che si dovrebbe essere dopo aver appreso che la Commissione della Salute Pubblica ha deciso l’altro ieri che i casi confermati di COVID19 con sintomi lievi non saranno messi in isolamento mentre altre misure sono mantenute.

La vita per il Deep State non vale nulla un tempo come adesso

Negli ultimi due anni sei stato isolato dal tuo ambiente sociale, abusato psicologicamente attraverso i media, costretto a prendere un farmaco con una tecnologia mai testata prima sugli esseri umani, e rovinato finanziariamente. Tutto qui: così, senza sfumature.

Mi rivolgo in particolare a voi che mi state leggendo: guardatevi; ricordate com’era la vostra vita; ricordate quali erano le vostre preoccupazioni; ricordate i vostri sogni; ricordate i vostri hobby; ricordate quanto era ampia la vostra cerchia sociale; ricordate come vi rapportavate agli altri; ricordate come interagivate con gli altri?

Due anni di distopia sono sufficienti per essere stato completamente alienato: la tua personalità è cambiata, sei stato condizionato da vincoli imposti che hanno portato a cambiamenti nel tuo ambiente sociale, economico e culturale.

Pensi che il peggio sia passato?

Hai accettato, e continui ad accettare, tutti questi cambiamenti dannosi per te e per tutti gli altri in modo sottomesso. Continuate ad accettare la flagrante violazione dei vostri diritti più basilari ed elementari. Continuate ad accettare decisioni politiche arbitrarie, dannose, grottesche e ingiustificabili, una dopo l’altra, senza la minima critica, senza alcuna reazione o riflessione.

E credete davvero che il peggio sia passato?

Alcuni politici, ai quali non è stato richiesto alcun addestramento o background per ricoprire la carica, si sono incontrati ieri e hanno deciso di rimuovere l’isolamento obbligatorio per le persone con infezione confermata da SARS-CoV-2 che sono leggermente malate o non malate (i cosiddetti asintomatici) dal prossimo lunedì 28 marzo.

A questo punto, e avendo un minimo di buon senso, saprete che la prima misura precauzionale di fronte a una malattia infettiva-contagiosa è quella di isolare i malati, giusto? Quindi, essendo la prima misura da prendere per evitare un ulteriore contagio, non dovrebbe essere anche l’ultima ad essere ritirata?

Non pensarci due volte: la risposta è sì.

Tuttavia, in pratica, il buon senso non si applica: che senso ha, dopo tutto, se si ingoia!

In pratica, il vostro bambino sano dovrà comunque indossare la mascherina a scuola o al college, circondato da altri bambini sani. E tu ingoi.

In pratica, tu, che sei sano, dovrai comunque indossare la mascherina in palestra mentre fai sport. E tu ingoi.

In pratica, una persona certificata COVID potrà viaggiare mentre è infetta, mentre una persona sana e non infetta non potrà viaggiare se non ha fatto il vaccino o solo perché ha rifiutato l’ultima dose. E tu ingoi.

In pratica, al cinema, a teatro o a un concerto dovrete tenere il viso coperto con almeno un panno o una maschera riutilizzata per giorni, perché?

Non lo so, ma si ingoia.

Forse si potrebbe pensare che se si elimina l’isolamento delle persone infette, è prevedibile che il numero di infezioni aumenti o addirittura salga alle stelle. Non preoccuparti, amico, questo non succederà! Questo non accadrà, sapete perché? Perché questi stessi politici hanno deciso in quella stessa riunione l’altro ieri che i test diagnostici non si faranno più in generale: si faranno solo per i casi gravi di COVID19, per gli ultrasessantenni, per gli immunocompromessi, per le donne incinte e per il personale sanitario o socio-sanitario. Vedi come è facile? Se non testiamo, non individuiamo i “casi”, e se non troviamo i “casi”, l’incidenza non sale: colpo da maestro.

Siete stati sistematicamente adattati e abituati al terrore, al coprifuoco, al confino, alla perdita di diritti, alla rovina economica e alla morte: siete così abituati a tutto questo che ora i nostri politici hanno deciso di cambiare il cavallo baio con il cavallo rosso, cioè di andare in guerra. Qual è stata la vostra reazione? Che si ingoia. Forse molte colpe possono essere attribuite a lei, ma non quella di essere imprevedibile.

Data la vostra deglutizione, quasi rifuggo dal fare anche solo un accenno, ma sento l’obbligo morale di farlo direttamente di fronte al caos e alla rovina in cui ci stanno portando, quindi posso chiedervi un favore: spegnete la televisione, pensate a tutto quello che è successo, osservate le incongruenze, individuate le bugie, smettete di deglutire e cercate di impedire la creazione di un nuovo ordine mondiale in cui diventiamo tutti schiavi o carne da cannone. Difenditi direttamente da coloro che cercano di farci diventare così. Non sono lontani, non sono in un paese lontano: sono qui, stanno distruggendo le nostre vite e tutto indica, viste le decisioni che stanno prendendo a tutti i livelli, che non cesseranno nei loro sforzi per peggiorare ulteriormente la situazione.

Quindi, pensate, riflettete e “si vis pacem, para bellum”.

Antonio Alarcos

Fonte: diario16.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE


Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code